Recensione JVC PX10: la videocamera ibrida con chassis da fotocamera by HDBlog

09 Febbraio 2012 2


La distinzione fra fotocamere e videocamere è ormai sottilissima e JVC decide di renderla ancora più fragile con PX10, un prodotto ibrido tra il design di una videocamera e una macchina fotografica con un corpo caratterizzato da un cilindro con lo zoom e da una parte posteriore con il display.

Caratterizzata da un sensore da 12 megapixel, PX10 punta ovviamente sui video con il supporto dei filmati a 1080p e 50 FPS e la possibilità di scattare 130 immagini fisse da 8.3 megapixel in 2.6 secondi.

Partiamo ad analizzare questo prodotto dal corpo macchina: come già detto la PX10 è una foto/videocamera particolare ma, nonostante questo, l'impugnatura è comoda anche se la ghiera delle modalità sulla parte laterale risulta poco pratica. L'unico svantaggio è caratterizzato proprio dal peso, tutto spostato in avanti, dell'ottica che fa risultare più scomodo e stancante (se la usate per un'intera giornata di scatti e video) la macchina.

A controbilanciare questo aspetto, però, troviamo lo zoom ottico 10x che gode di stabilizzatore ottico e digitale che lavorando insieme, durante le nostre prove, hanno garantito immagini stabili anche a alti livelli di zoom. Non consideriamo lo zoom digitale che, a parte rarissimi casi, è inutilizzabile.


Il parco connessioni della PX10 è ricco e ci mette a disposizione tutto quel che serve: da un lato troviamo lo sportellino che nasconde lo slot per le SD e dall'altro uno sportellino che protegge uscita HDMI, analogico, ingresso USB e ingresso per l'alimentatore.

Il software integrato è facile da usare e le transizioni dei menu sono rapide e fluide: questo è dovuto al processore che è in grado di gestire in tempi ridotti il salvataggio e la visualizzazione delle foto in modalità raffica. Tutto questo è avvantaggiato dalla memoria flash da 32 GB integrata che taglia i tempi di salvataggio rispetto alla SD.

Passando alle altre modalità di  registrazione video, PX10 ci mette a disposizione la super slow-motion che porta gli FPS a 250 a costo di accontentarci della risoluzione di 640 x 360. Il vantaggio è che si può registrare fino a due ore di filmati slow motion a differenza della maggiorparte dei concorrenti.

Ottima anche la modalità Time Lapse, basta posizionare la fotocamera su un cavalletto, scegliere l'intervallo di scatto e lasciare alla PX10 il compito di registrare i fotogrammi e montare il video. A condire il tutto troviamo poi le scene automatiche, rilevamento di volti e scatto delle foto con smile detector.


Dopo averla testata a fondo possiamo promuovere questo modello sia per le foto che per i video. Chi vuole una compatta ma non vuole rinunciare a uno zoom potente troverà in questo modello un'ottimo compromesso soprattutto per la versatilità.

Grazie al sensore retroilluminato si possono scattare foto in condizioni di luce scarsa anche senza  spingersi troppo in alto con gli ISO e per i casi più estremi si può utilizzare il flash.

Per via dell'ingombro dell'ottica il flash è sulla cornice dell'obbiettivo poiché un flash da compatta posizionato tradizionalmente avrebbe creato delle ombre nelle foto. Nonostante lo spostamento in avanti risolva questo problema, però, lo svantaggio è quello di scatti "bruciati" quando si eseguono le macro.

Conclusioni

JVC PX10 esce bene dalle nostre prove ma bisogna evidenziare alcuni contro. Sebbene la qualità dei video, funzione principale, sia ottima sia per la nitidezza (grazie al sensore retroilluminato), sia per le opzioni di Time Lapse e slow motion, alcuni aspetti portano in basso la valutazione.

Il peso non è eccessivo se si è abituati a portare una reflex ma il fatto che la massa sia sbilanciata in avanti crea qualche problema nell'utilizzo quotidiano continuo.

L'altro punto debole è proprio il flash, inadeguato a un prodotto di questo tipo che meriterebbe un illuminatore esterno di maggior potenza e che ci obbliga a scattare macro senza utilizzarlo. Tra i pro di questa macchina, però, troviamo lo zoom ottico con stabilizzatore, la raffica, il processore e i 32 GB di memoria già a bordo, senza la necessità di comprare una scheda di memoria.

Alto il prezzo: 700€ non sono pochi e il rischio per JVC è quello della concorrenza: chi cerca una fotocamera che possa registrare video può rivolgersi a una reflex spesso venduta in kit con uno zoom mentre chi vuole una videocamera può spendere meno e avere prestazioni simili su un corpo macchina più ridotto.

Certo, le performance negli scatti rapidi e nei video della PX10 sono ottime (soprattutto per i video 1080p da 36 Mbps) ma l'esperimento di JVC avrebbe bisogno di una sostanziale ritoccata al prezzo per essere davvero competitivo nel mercato attuale.

Condividi


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
dariogemello

Un cassone così ed uno zoom di soli 10X?

Alessandro Micheli

prezzo troppo elevato.  :(

Cuffie Philips a IFA: ecco NC1,Fidelio M2 e Fidelio X2

Philips A1-PRO: le nuove cuffie da DJ | foto da HDblog

Philips B5: la soundbar con surround on demand si aggiorna

Realizzato un display virtuale che crea forme fluttuanti nell'aria (video)