James Cameron si prepara per scendere solo nella fossa delle Marianne a -11km (video)

21 Marzo 2012 15


James Cameron, un uomo che ha fatto le fortune di Hollywood con i suoi colossal, ha intrapreso una sfida davvero unica che lo porterà ad inabissarsi nelle sconosciute profondità dell'Oceano Pacifico, più precisamente in quella frattura nella crosta dove si raggiungono i meno 11 mila metri sotto il livello del mare.

Una missione preparata nei minimi dettagli che vedrà Cameron protagonista all'interno della capsula appositamente progettata per resistere alle pressioni anomale della fossa delle Marianne.


L'ultimo simile tentativo (riuscito) risale al 1960, data in cui i primi due uomini nella storia impiegarono 5 ore di ripida discesa a bordo del Trieste. La nuova capsula, decisamente più all'avanguardia, ne impiegherà soltanto due per raggiungere i quasi 11 mila metri di profondità e permetterà a Cameron di rimanerci per altre 4 ore.

A bordo il confort non sarà il massimo con uno spazio decisamente angusto per l'unico passeggero, che a disposizione avrà una moltitudine di soluzioni ultra tecnologiche che permetteranno al regista di riprendere immagini inedite dei fondali, flora e fauna di questo ambiente incontaminato. Tra queste 4 telecamere HD capaci di acquisire contenuti anche in 3D ad altissima risoluzione, e un pannello di oltre 2 metri di lato ricoperto da 100 potenti LED che illumineranno a giorno fino a 30 metri di distanza nel buio assoluto dell'abisso. Ecco le fasi preparatorie:

James Cameron partirà nelle prossime settimane (nessuna data precisa disponibile) raggiungendo un luogo pieno di misteri ed ombre che ha sempre incuriosito molti ma che non ha mai creato molto interesse mediatico. Noi continueremo a seguire le vicende del progetto deep sea challenge e potrete farlo anche voi dal sito ufficiale, che in fondo alla pagina pone una frase simbolo dello spirito dell'impresa:

Dodici uomini hanno camminato sulla superficie della Luna e forse 500 hanno viaggiato nello spazio, ma solo due hanno visitato il punto più profondo dell'oceano, e l'hanno raggiunto il 23 Gennaio del 1960.

via

Condividi


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Mura

Stima!, Stima!

MrSnurbs

Mamma mia, spero vivamente che la capsula sia fatta bene, un mino errore nella struttura e James Cameron diventa una bella frittella.

Piuttosto sono troppo curioso di sapere cosa cavolo c'è la sotto!
Già mi immagino un Kraken XDDDDD

Matteo Dal Bosco

 Qua si viaggia troppo di fantasia XD (mi riferisco ai commenti!) Comunque non vedo l'ora di conoscere i risultati di questo esperimento!

NotOnly4MySelf

Se ti interessano le forme di vita a noi sconosciute ti suggerisco di imbatterti nel cervello di una donna :)

Christian Obligis

avete visto troppi film di fantascienza, nello spazio non si esplode! (mentre è corretto asserire che sott'acqua la pressione ci schiaccerebbe, immagini come i vietnamiti immersi per un metro che respirano con il bambu è un altra balla, provate a prendere il semplice boccaglio della maschera da snorkling e, anzichè stare orizzonatli, mettetevi come se steste in piedi con la testa a pelo d'acqua, i polmoni sarebbero appena a 20/30 cm questo basta a fare una fatica immane a respirare a causa della pressione che "schiaccia" i polmoni

Andrea Barx

Hahahahha XD

Lol

Se lo mangerà un mostro marino e noi vedremo tutto in 3D!

Alino Demichele

Beh la pressione è forte in entrambi i casi. Nello spazio esploderesti per la pressione interna maggiore della esterna, e sotto l'oceano imploderesti in un punto. Per lo spazio puoi risolvere con una bella tuta calda e pressurizzata, nell'oceano ti serve una bella supposta di metallo, come la navicella di cameron, bella corazzata ^____^

'Alessandro Foff

Ho paura che non riemergerà piu un mostro sacro come Cameron dopo questo viaggio... Voi non avete idea di cosa ci possa essere la sotto...e si parla anche di animali marini preistorici sopravvissuti altro che squali e piovre....

Andrea Barx

Si vabbè nello spazio ci puoi fare le uscite extraveicolari  dalla nave con una tuta, li sotto la tutta diventerebbe un barattolo di pomodoro per la pressione...scusate la citazione che è un pò splatter XD XD

ZioGrimmy

Cameron passerà alla storia per essere stato il regista più "pazzo" e coraggioso di tutti :-)

Francesco

Giù implodi e su esplodi! :D brutta fine comunque!Hahahahah! Hanno davvero ragione comunque! solo 2 pe per di puù 40 anni fa!

Alino Demichele

beh effettivamente anche se fossi libero nello spazio diventeresti un cubo di ghiaccio ed esploderesti in pochi secondi... ^____^ 

Donato Capuano

sono curioso di vedere le forme di vita ancora a noi sconosciute che si celano a quella profondità con la tecnologia che ha a bordo dovrebbe fare belle rirese fin'ora si è solo ipotizzato quali forme di vita ci siano speriamo :)
 

Andrea Barx

Io avrei paura a stare sotto il mare a quella profondità sapendo che fuori c'è una pressione di 100 MPa che ti potrebbe uccidere in un'istante, non so perchè ma lo spazio mi sembra più tranquillo per certi versi.

Cuffie Philips a IFA: ecco NC1,Fidelio M2 e Fidelio X2

Philips A1-PRO: le nuove cuffie da DJ | foto da HDblog

Philips B5: la soundbar con surround on demand si aggiorna

Realizzato un display virtuale che crea forme fluttuanti nell'aria (video)