Scultura sonora in 3D grazie ai sensori della kinect (video)

02 Aprile 2012 3


Gli artisti digitali Daniel Franke e Cedric Kiefer hanno mostrato al mondo la loro ultima creazione, una scultura dinamica che si allontana decisamente dai normali canoni e sfrutta l'avanzata tecnologia delle sensibili videocamere Kinect per riprendere la loro "scultura sonora senza nome", creata in motion-tracked sui leggiadri movimenti della ballerina Laura Keil.

Il corpo della Keil è stato scomposto in 22 mila punti e tracciato da 3 diverse Kinect poste a triangolo attorno il soggetto per avere una prospettiva tridimensionale dei movimenti. L'effetto è una straordinaria ricostruzione dell'esecuzione che riesce a regalare l'illusione di una forma di sabbia che cresce e ricade sul pavimento, il tutto accompagnato dal suono dei passi di danza. Un perfetto connubio tra questa disciplina e tecnologia video avanzata che si mostra nel prossimo filmato ripercorrendo le fasi dell'elaborazione:

 

via

Condividi


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
zafferano

E' vero! C'e', anche, un macbook pro; anche se non si capisce a cosa serva, visto che nel filmato si vede, chiaramante, che usano un laptop ed un pc, con win 7, per acquisire ed elaborare.

Adhamo

#Spettacolare

Android_fan

perchè stanno usando un mac per elaborare il video? XD

GoPro HERO, "il cambio di marcia": la Recensione di HDblog.it

GoPro HERO 4 BLACK: la Recensione di HDblog.it

Nilox F-60 Evo Action Cam: la Recensione di HDblog.it | Video

Netflix: tempi non maturi per l'Italia, tra banda larga e timori per le emittenti