Olympus presenta il videoscopio più sottile al mondo (video)

28 Maggio 2012 0


Il TX IPLEX, sviluppato da Olympus, è il più sottile videoscopio industriale del mondo. Esso utilizza un sensore CMOS compatto per ottenere un'alta qualità dell'immagine pur essendo estremamente sottile.

Fino ad ora ci sono stati fibroscopi con lo stesso diametro: 2.4 mm. Ma come potete vedere, abbiamo migliorato sensibilmente la qualità dell'immagine. Il nostro videoscopio ha un dispositivo che cattura le immagini alla punta di un endoscopio, ed emette l'immagine come un segnale elettrico.Rispetto ad un fibroscopio convenzionale, questo prodotto è 200 volte più resistenti all'usura per attrito. Ha anche più del doppio della resistenza allo slittamento, quindi è molto resistente.

Come i modelli precedenti, il TX IPLEX usa la tecnologia WiDER di Olympus per l'elaborazione delle immagini. Questo impedisce una perdita di dettaglio nelle zone scure e chiare, in modo da permettere di far vedere all'utente sul display qualcosa di molto simile alla visione reale.

Questo videoscopio può flettere in un ampio range ed, inoltre, è anche più facile da trasportare rispetto ai modelli precedenti. Poiché è così sottile, pensiamo che sarà utilizzabile in diversi luoghi ed a diversi scopi. Pensiamo che questo prodotto avrà un grande impatto per applicazioni che richiedono analisi in spazi ristretti, rivelando cose che non erano visibili prima.

Design e materiali al top anche per la fascia media? Samsung Galaxy A5, compralo al miglior prezzo da Trony a 199 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

L'Europa pronta ad imporre una quota di produzioni europee ai servizi in streaming

Meizu HD50 cuffie Hi-Fi: la nostra recensione

L'Italia chiede un rinvio di 2 anni per liberare le frequenze dei 700MHz e pensa al DVB-T2 con HEVC

Mediacom SkiMask HD e Sport Glass HD: la Recensione di HDblog.it