L'ESA testa nel deserto di Atacama il Rover autonomo destinato a passeggiare su Marte

20 Giugno 2012 5


L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha recentemente testato le capacità del Rover destinato all'attività su Marte. A causa della grande distanza fra i due pianeti, infatti, perfino i controlli in remoto impiegano ben 40 minuti per arrivare a destinazione, motivo per cui il dispositivo deve essere in grado di gestire operazioni e spostamenti in piena autonomia.

Il luogo più adatto per i test "su strada" è stato individuato in Chile, in mezzo al brullo deserto di Atacama, con il rover capace di passeggiare autonomamente per circa 6 chilometri prima di ritornare sul punto di partenza, orientandosi grazie alle informazioni scambiate via satellite ed una mappatura accurata fino al metro della regione in questione.

Dopo i primi test indoor e outdoor eseguiti un paio di settimane fa, il rover è stato lasciato in modalità sorvegliata (da remoto) con il giretto lungo 5.1 km a concludere il tour, il tutto svolto alla velocità di 0.9 km/h e in condizioni ambientali tutt'altro che agevoli a causa dei forti venti riscontrati che hanno fatto alzare drasticamente le temperature causando l'arresto momentaneo (non che su Marte ci si possa aspettare condizioni migliori, anzi). 


Nulla di preoccupante se considerato che il rover ExoMars partirà non prima del 2018 e numerosi altri test seguiranno questi primi eseguiti nel deserto cileno. Oltretutto, il carico di lavoro sul pianeta rosso sarà decisamente inferiore, con soli 150 metri percorsi al giorno e poco più di 3 km complessivi per l'intera missione. Le lunghe traversate in solitaria, dai 5 ai 10 km, creano ancora alcuni problemi di orientamento al veicolo autonomo che non riesce a determinare progressivamente dove si trova.


Condividi


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MrSnurbs

No che poi gli alieni fanno causa per violazione della privacy XD

Eros Nardi

da qui al 2018 google potrebbe avere una google car a pannelli solari senza pilota che mappa la luna per lo streetview

MrSnurbs

Da qui al 2018 potrebbero anche aver migliorato sensibilmente il rover così da renderlo autonomo e magari anche un pochetto più veloce.

Fabio Flabbertech

E se insieme al Rover lanciassero anche un satellite geostazionario per determinare continuamente la sua posizione??? Tanto se deve fare max 10km (stando larghi) in tutta la missione, con un solo satellite si potrebbe fare... un paio di sensori ed il gioco è fatto, anche con mappe tridimensionali e decisamente accurate del pianeta... :)

Massimo Disarò

Quello che mi preoccupa più che altro è non quello che troveranno i Rover su Marte ma se ci diranno la verità su quello che troveranno Come è ancora un mistero la parte oscura della Luna. Nessuno sa la verità anche se penso che ce la tengano nascosta chi ne sa qualcosa.

Realizzato un display virtuale che crea forme fluttuanti nell'aria (video)

Superconduttore da record, con una forza di 3 tonnellate nello spazio di una palla da golf

Uno scienziato propone di costruire muri alti 300 metri, per fermare i tornado

Sharp realizza un pannello AMOLED da 13,3" con risoluzione 8K