Recensione dell'economico Home Cinema Sorround 5.1 Akai AHC1400 | by HDblog

30 Giugno 2012 11


In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di provare un sistema Home Theater Akai 5.1. Tutte le case produttrici di TV offrono ormai pannelli di tutti le diagonali a prezzi veramente interessanti, ma la qualità video degli LCD deve necessariamente essere accompagnata da un adeguato comparto audio, per il quale non bisogna sempre spendere cifre astronomiche.

A fianco di brand più blasonati esistono prodotti più a buon mercato, in grado di regalare comunque effetti gradevoli e un audio assolutamente soddisfacente per pretendere il massimo dall'intrattenimento multimediale di casa propria. Il sistema di Home Cinema della Akai di cui stiamo parlando è l'AHC1400, un kit completo di 5 altoparlanti satellite, 1 subwoofer e il lettore DVD  capace di leggere anche i file MP3 e MPEG4.

QUALITA' AUDIO E PRESTAZIONI:

Approfittando dei successi dell'Italia calcistica, abbiamo potuto testare l'audio in diverse condizioni riproducendo i più diversi contenuti video, dagli eventi sportivi, appunto, ai comuni DVD e file MPEG4. Ovviamente ognuna di queste riproduzioni ha fornito diversi feedback, con l'uniformità e precisione sonora del supporto DVD che ha superato quasi sempre le altre trasmissioni: gli effetti sorround vengono riprodotti con discreta intensità dai 5 satelliti (4 ohm e 340g di peso) i quali esprimono ognuno fino a 15 W, ben supportati dal subwoofer (8 ohm e 2.83kg) di  30 W RMS. Diciamo subito che il sistema Akai AHC1400 permette di godere di una buona potenza sonora, ma non eccelle in decibel qualora l'area da "irradiare" sia particolarmente estesa e si abbia la chiara intenzione di disturbare i vicini di casa.

Anche nella riproduzione di un file MPEG4 (di buona qualità) i risultati sono stati piacevolmente appaganti, sempre che non si cerchi l'eccellenza di home theater più blasonati. Dal mediacenter in nostro possesso abbiamo anche testato file MKV a 720p (X-Men - Conflitto finale), con una percezione assolutamente in linea degli effetti sonori apprezzati nella visone dei DVD.


FUNZIONI:

Akai ha fornito il suo sistema home cinema AHC1400 di un buon assortimento di porte e ingressi, con la sola pecca di non disporre di alcuna porta USB e HDMI. Per il trasporto del segnale video troviamo posteriormente una Scart, uscita Component e composita; per l'audio abbiamo ovviamente gli ingressi dei satelliti e subwoofer, oltre agli ingressi antenna (fornite nella confezione) per usufruire dei canali radio FM/AM e altri riportati di seguito:

  • 1 ingresso linea stereo RCA
  • 1 ingresso video composito
  • 1 uscita audio coassiale
  • 1 uscita linea Stereo RCA

Anteriormente trovano posto i tradizionali tasti fisici (Stop, Play/Pausa, Open/Close) per il controllo della riproduzione in assenza del telecomando, oltre a due ingressi jack per il microfono che permette di utilizzare la funzione Karaoke.


CONCLUSIONI:

Il sistema Home Cinema Akai 5.1 non ci ha certo sbalorditi in quanto dinamicità e limpidezza del suono, ma riteniamo che sia un prodotto assolutamente in linea con il prezzo proposto nello store online Electronic Star di 143,90€ (spese di spedizione comprese), e la potenza totale di 105W RMS permette di godere sufficientemente di effetti sorround senza mai andare in distorsione ad alti decibel. Un modello che potremmo definire entry-level, alla portata di tutte le tasche e rivolto a chi non ha prticolari esigenze per il proprio salotto ma vuole assolutamente valorizzare il proprio comparto multimediale.

Condividi


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kappa

Bose Oggi è RCF...

Anni a dietro era BOSE! L'ultima serie Bose era quella dove si vedeva su i sub la Striscia Rossa.Quelli suonavano bene, ma erano prezzi troppo alti per l'utente medio.
Di vantaggio hanno/avevano che li potevi sistemare ovunque in casa, soffitto parete ecc...
Di contro hanno che se non prendi la serie alta della classe, anche la Acoustimass (per intenderci la serie senza sintoamplificatore) ti mancano delle frequenze. La serie alta nel SubWoofer ha 2 o 3 coni che oltre a eseguire le bassissime frequenze ti esegue anche le basse.

un Buon sistema audio deve avere almeno i 3 coni principali Woofer Medio e tweeter.

^_^

Io

Per circa 80€ in piu' preso un onkyo 2+1. Un altro mondo.

Tony_the_only

Infatti a quei tempi il proprietario del suddetto impianto me lo disse che bose era una marca semiprofessionale e in giro già allora c'era di meglio...

In effetti non so perché avessero scelto la bose forse perché più commerciale e facile da trovare.

Gios

Non so questo impianto della Samsung non è niente male.... il suono è veramente pulito e pieno... supporta i formati dolby dts hd 7.1......è studiato per la tv e per i film non per la musica ovviamente..... le soluzioni di sintoamplificatori più casse che costano poco hanno una resa sui film minore di questo mio impianto ( le casse sono molto grandi non come i twiterini della bose...) questo ovviamente ha l'ingresso ottico.....
Si per la logitech è vero fanno dei prodotti audio in gamma alta molto buoni ( il mio è lo Z506 con i 3 ingressi per pc o 1 per il virtual sorrownd quando si collegano i cellulari o gli mp3)...ma avevo sentito quello più costoso dopo il mio che era dotato di ssintoamplificatore digitale con il supporto ai segnali dts hd era veramente ottimo...supportava l'uscita digitale

Gios

Beh come le cuffie della beats....sono sopravvalutate ma comunque non sono così indecenti.....certo ci sono delle agk da 1200 euro con 6 ohm di impedenza e 132db spettacolari.......ma si fanno anche pagare

gabrielearestivo

Sulla confezione è denominato Home Cinema System, ci siamo limitati a citare testualmente nel testo :) e abbiamo precisato più volte che si tratta di un modello entry-level!

M.

Bose è il marchio più sopravvalutato che esista sul mercato. In ambito home theater fanno pena, in quello automobilistico le cose sono un pò migliori ma in ogni caso il rapporto qualità prezzo è folle. Una persona con un orecchio meno esperto griderebbe al miracolo sentendo un impianto Bose, la verità è che l'audio che esce da quelle casse minuscole è solo un insieme di effetti sonori enfatizzati (sviluppati da Bose). In poche parole sono tutto fumo e niente arrosto.

In commercio esistono impianti decisamente migliori a metà prezzo.

Tony_the_only

Anni fa sentii un impianto bose da 2000 euro da non so quanti watt e in effetti qualche tramezzo era cascato oltre ad avere un suono da "cinema"XD

Cmq anch'io sono uno di quelli che preferisce la qualità alla quantità...

M.

Gli impianti Logitech di fascia alta non sono male (sentii tempo fa un z5500 e non era male).. però fidati che il 99% di questi 5.1 tutto compreso fanno schifo. E poi se non ho capito male non ha nemmeno un ingresso ottico/coassiale.. praticamente lo usi per vederci i dvd e basta.

Se vuoi qualcosa di serio comprati un sintoamplificatore, anche uno di fascia bassa da 250€, e poi la sentirai la differenza rispetto al tuo samsung.

PS: non sono i watt quelli che contano, che poi in questi impianti 5.1 non sono nemmeno veri, sono cifre pompate.

Gios

Non è vero...per uno che non vuole spendere molto non è malaccio. Io ho un impianto 5.1 della logitech da 75 watt rms e ha un volume altissimo e una distorsione minima.....oddio alla tv ho un home cinema da 500 watt della Samsung che fa tremare i muri ma costa anche 350 euro....

M.

Chiamarlo "home cinema" è quasi una bestemmia :D

Cuffie Philips a IFA: ecco NC1,Fidelio M2 e Fidelio X2

Philips A1-PRO: le nuove cuffie da DJ | foto da HDblog

Philips B5: la soundbar con surround on demand si aggiorna

Realizzato un display virtuale che crea forme fluttuanti nell'aria (video)