Sony acquisisce Gaikai per 380 milioni di dollari

03 Luglio 2012


Con una mossa a sorpresa Sony ha acquisito nella giornata di ieri Gaikai, il fornitore di servizi per il Cloud Gaming. La notizia ha destato scalpore proprio perché inaspettata. Recentemente era arrivato l'annuncio di una partnership conclusa tra Gaikai e Samsung, al fine di dotare le Smart TV di una solida piattaforma video-ludica basata sul cloud. Ci si chiede, dunque, che fine farà l'accordo ormai in fase molto avanzata, tanto da aver praticamente raggiunto i beta testing.

L'acquisto è costato a Sony 380 milioni di dollari, e garantisce al colosso giapponese l'acquisizione del 100% del patrimonio netto di Gaikai Inc.

Andrew HousePresidente e Group CEO di Sony Computer Entertainment Inc. (SCE), ha dichiarato:

Combinando le risorse di Gaikai, incluse la sua forza tecnologica e il talento ingegneristico, con la vasta conoscenza delle piattaforme da gioco di SCE, SCE sarà in grado di fornire agli utenti esperienze di intrattenimento, basato sul cloud, senza precedenti.

SCE fornirà servizi di cloud-streaming di elevatissima qualità, per consentire agli utenti di godere di una vasta gamma di contenuti, che spaziano dai giochi più elaborati e graficamente complessi, indirizzati ai giocatori più appassionati, a quelli più adatti ad un pubblico più "casual", consentendone l'utilizzo su una molteplicità di dispositivi connessi alla rete, in ogni luogo ed in qualunque momento.

Anche David Perry, CEO di Gaikai Inc., ha rilasciato alcune dichiarazioni:

SCE è riuscita a realizzare un brand molto forte con Playstation, guadagnando il rispetto di molti milioni di giocatori in tutto il mondo.

Siamo onorati di poter aiutare SCE a sfruttare rapidamente le potenzialità interattive offerte dal cloud, in modo da continuare a far crescere il loro ecosistema e fornire agli sviluppatori nuove possibilità, con la finalità di poter consentire la creazione di contenuti interessanti e di nuove esperienze mozzafiato per gli utenti di tutto il mondo.

Gli scenari aperti da questa acquisizione sono molto interessanti: Sony si trova, a questo punto, ad essere l'unica produttrice di elettronica di consumo proprietaria anche di un fornitore di servizi di Cloud Gaming, il che la pone in teorico vantaggio rispetto a concorrenti come Samsung ed LG, che devono invece ricorrere ad accordi e collaborazioni, non avendo il pieno controllo sullo sviluppo congiunto di hardware e tecnologie di streaming dei contenuti.

La domanda per antonomasia è solamente una: come verranno impiegate le tecnologie di Gaikai? E' facile ipotizzare una loro integrazione in specifici prodotti Sony, a partire dalle TV BRAVIA, ma non è escluso (ed anzi, le dichiarazioni di Andrew House lo lascerebbero intendere) che l'intenzione sia quella di offrire una piattaforma che si possa integrare con una vasta gamma di dispositivi, che potrebbero includere gli smartphone ed anche le varie versioni di console Playstation (come affiancamento ai tradizionali canali di vendita dei videogiochi), oltre ai lettori Blu Ray. Quello che sembra chiaro è che Sony pare intenzionata ad orientarsi su un approccio che metta hardware e software in sinergia, cucendo l'uno addosso all'altro.

via

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Un ingegnere norvegese ha creato un robot a forma di sfera, capace di rotolare a comando e trasformarsi (video)

La stampa in 3D riprodurrà cellule tumorali per aiutare la ricerca

SRI ha realizzato micro-robot magnetici, molto veloci e capaci di operare in gruppo (video)

Scoperto un pianeta "cugino" della Terra, che potrebbe ospitare forme di vita (video)