Samsung Tango, il nuovo robot per le pulizie domestiche sarà più intelligente dello scorso modello?

03 Gennaio 2013


Abbiamo parlato diverse volte di questi utili robot per le pulizie domestiche ed utilizziamo con soddisfazione i modelli roomba da diversi anni, praticamente dal giorno della loro uscita. Modelli di ogni marca e genere stanno invadendo i mercati di tutto il mondo ed anche nel nostro paese è ormai possibile trovare molti modelli. Colossi internazionali del calibro di LG e Samsung stanno cercando di affermarsi in questo mercato dominato al momento ancora dal famoso Roomba.

Samsung porterà al CES un nuovo robot per le pulizie domestiche chiamato Smart Tango. Questo ultimo robot dovrebbe essere  l’evoluzione “intelligente dell’attuale Navibot con una evidente differenza.


La novità sta nelle spazzole rotanti che si estendono grazie a due appositi "bracci meccanici" per poter raggiungere gli angoli più ostici e zone al momento inaccessibili dagli attuali modelli. Informazioni più complete potremo averle al CES di Las Vegas che inizierà tra pochissimi giorni.

Non si hanno al momento ulteriori informazioni, ciò che ci auguriamo è che venga notevolmente migliorato il software che gestisce l'intero sistema di pulizia.  Abbiamo provato infatti il Samsung Naviboot, l'ultimo modello più evoluto ora in commercio. Il prodotto propone diverse novità interessanti, come il rumore molto basso che produce mentre è in azione o il vano che si ricarica, si svuota e si pulisce da solo. L’esclusiva stazione base assicura a NaviBot S le condizioni ideali per operare in completa autonomia: batteria sempre carica, spazzola centrale pulita e contenitore polvere vuoto. Quando la batteria sta per scaricarsi o il contenitore polvere in dotazione da 0,6 litri è quasi pieno, NaviBot S interrompe le operazioni di pulizia e torna alla stazione base seguendo la via più veloce. Agganciandosi alla stazione base, mentre si ricarica, la polvere viene aspirata in un contenitore esterno di 2 litri e la spazzola centrale viene completamente pulita.



Una volta completata la ricarica e/o lo svuotamento, riprende a pulire esattamente dal punto in cui si era interrotto. Questa soluzione è davvero utilissima, il roomba al contrario va sempre pulito e svuotato, peccato che il software che gestisce il robot Samsung non sia minimamente all'altezza!


E' capitato più volte di vederlo tornare alla base dopo essere partito per pochi secondi a svuotarsi, impiegando diverso tempo oltretutto per agganciare correttamente la base. Pare infatti che non sia presente un sensore ad infrarossi che indichi la corretta posizione. Mentre pulisce abbiamo visto il robot samsung urtare più volte sullo scivolo che porta alla ricarica. Cosi come accade con i modelli Roomba (almeno fino alla serie 500 che abbiamo testato) non vengono riconosciuti gli oggetti scuri o neri. Abbiamo per esempio alcune casse stereo di colore nero appoggiate a terra che vengono urtate come se non fossero presenti o "viste" dai sensori. Il motore del naviboot è molto potente ed ha avuto la forza di portarsi in giro per la casa un pesante porta riviste, cosa mai accaduta con il roomba. Questo ed altri aspetti fanno di questi costosi robot oggetti ancora poco maturi a parer nostro. iRobot con i suoi Roomba ha, al contrario, dimostrato maggior "esperienza" e maturità in tutti questi anni di evoluzione. Speriamo quindi che  il nuovo robot per le pulizie domestiche Samsung Tango sia "più intelligente" del suo predecessore.

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Un ingegnere norvegese ha creato un robot a forma di sfera, capace di rotolare a comando e trasformarsi (video)

La stampa in 3D riprodurrà cellule tumorali per aiutare la ricerca

SRI ha realizzato micro-robot magnetici, molto veloci e capaci di operare in gruppo (video)

Scoperto un pianeta "cugino" della Terra, che potrebbe ospitare forme di vita (video)