Nikon D810A, la reflex per fotografare le stelle

10 Febbraio 2015 13

Nikon ha presentato la reflex D810A, un modello studiato appositamente per l'astrofotografia, e derivato dalla D810. Il sensore è in formato FX, con una risoluzione pari a 36,3 megapixel, con una sensibilità ISO standard 200­–12.800, che può essere estesa fino all’equivalente ISO di 51.200, con riduzione del disturbo 3D. Il processore di elaborazione delle immagini è l'EXPEED 4 di Nikon, capace di ottimizzare le prestazioni complessive della fotocamera e di ridurre al minimo le aberrazioni cromatiche. La D810A risulta ideale per catturare le immagini delle nebulose che emettono radiazioni nella lunghezza d’onda H-alfa. Per evitare dominanti rosse causate da radiazioni IR, i filtri ottici delle normali reflex digitali limitano la trasmissione della luce nell’intervallo del visibile. Le caratteristiche del filtro ottico della D810A (specializzato nella banda IR 656nm), invece, sono state modificate per aumentare la trasmissione di luce rossastra dalla gamma spettrale idrogeno-alfa di circa quattro volte, rispetto alla D810.

Sempre per venire incontro alle esigenze degli astrofotografi, la D810A consente di effettuare esposizioni fino a 900 secondi. Per ridurre al minimo le vibrazioni interne durante l’esposizione, i fotografi possono attivare l’otturazione elettronica sulla prima tendina, evitando il micro mosso, con vantaggi tangibili sul livello di dettaglio. Durante le riprese in Live view, l’anteprima dell’esposizione per le impostazioni Posa B e Posa T facilita la messa a fuoco e l’inquadratura. Come accade sulla D810, l'immagine visualizzata in Live view può essere ingrandita fino a 23x, per una maggiore precisione nei controlli della messa a fuoco. Quando si scatta con il mirino, il nuovo orizzonte virtuale rosso permette di verificare che l’inquadratura sia in piano.

L'autonomia è assicurata dalla batteria EN-EL15, capace di garantire fino a 3.860 fotografie con una singola carica. Ricorrendo al Multi-Power Battery Pack Nikon MB-D12 (opzionale), si raggiunge una capacità pari a 10.660 immagini con una singola carica.

L'uscita è prevista per Maggio: attualmente non è stato annunciato il prezzo di listino.


Riepilogo delle caratteristiche principali:

  • Sensore in formato FX da 36,3 MP:
  • Filtro di taglio degli infrarossi (IR) ottimizzato: quattro volte più sensibile alla banda di spettro H-alfa (lunghezza d’onda di circa 656nm) rispetto alla D810.
  • Modo M su esposizioni lunghe: consente esposizioni fino a 900 secondi.
  • Otturazione elettronica sulla prima tendina: riduce al minimo le vibrazioni interne durante l’esposizione per garantire risultati della massima nitidezza.
  • Sensibilità ISO: l’intervallo di sensibilità ISO standard 200­–12.800 è estendibile fino a 51.200 (equivalente).
  • Riprese in sequenza illimitate: per spettacolari fotografie con scie di luce strar trail. È possibile registrare tutte le immagini JPEG di alta qualità desiderate in funzione della capacità delle card e della durata della batteria.
  • Live view: è possibile ingrandire l’inquadratura fino a 23x ed è inclusa la funzione di anteprima virtuale dell’esposizione per le impostazioni Posa B e Posa T.
  • Orizzonte virtuale rosso: per verificare che l’inquadratura sia in piano quando si effettuano riprese con il mirino.
  • EXPEED 4: porta le prestazioni complessive della fotocamera a un livello mai raggiunto in precedenza.
  • Picture Control 2.0: facile post-produzione con l’impostazione “Flat Uniforme” per la massima gamma dinamica; regolazione fine dei dettagli con l’impostazione Chiarezza.
  • Prestazioni AF avanzate: sistema AF a 51 punti Multi-CAM 3500FX configurabile con impostazioni di copertura a 9, 21 e 51 punti e con una sensibilità ridotta fino a -2 EV (ISO 100, 20 °C).
  • Monitor antiriflesso a colori: monitor LCD RGBW da 8,0cm, 1229k punti, antiriflesso. Permette la massima flessibilità di regolazione per il bilanciamento dei colori e la luminosità.
  • D-Movie multi-area: filmati Full HD (1080p) in formato FX e DX a 50p/60p. Durante le riprese è possibile accedere all’intervallo completo di sensibilità ISO e controllare il tempo di posa, l’apertura e i livelli audio.
  • Formato RAWS: fornisce file Nikon NEF non compressi a 12 bit con ricche gradazioni di colore, per un trasferimento foto più veloce e una post-produzione più lineare.
  • Otturatore rapido e robusto: otturatore in materiale composito di Kevlar e fibra di carbonio con ritardo allo scatto di 52ms, testato su 200.000 scatti, con un tempo di posa da 1/8.000 a 900sec.
  • Batteria EN-EL15 ad alta capacità: batteria ricaricabile ultracompatta e leggera agli ioni di litio con una capacità di 1900mAh (7,0 V). Registra fino a 3.860 fotografie con una singola carica.
  • Supporti di memorizzazione: due slot card per un’esperienza di ripresa perfetta. Uno slot card CF per card UDMA 7 ad alta velocità e uno slot card SD per card SDXC e UHS-I ad alta velocità e capacità elevata.
  • Corpo macchina resistente in lega di magnesio: la D810A dispone di una protezione completa contro polvere e umidità.
  • Connessione cablata e wireless: supporta le reti Ethernet e LAN wireless. Per eseguire la connessione, utilizzate il trasmettitore dati UT-1 opzionale insieme al trasmettitore Wi-Fi Nikon WT-5.
  • Accessori opzionali: per aumentare ulteriormente il tempo di ripresa, è disponibile il Multi-Power Battery Pack MB-D12 o l’alimentatore a rete CA EH-5b opzionale con il connettore EP-5B.
Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 503 euro oppure da Amazon a 707 euro.

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vittorio Maria Perucatti

basta la stimo signor Rossi!

Breso

Si ma un articolo oggettivo avrebbe parlato della 60Da

Nicola Buriani

Hai fatto bene a segnalarlo: in genere elimino le parti più "ottimistiche" dalle specifiche, ma quella frase mi era sfuggita :).

G.Rossi

Ma quelle sono le specifiche ufficiali, ovvio che si riportano come vengono comunicate.
Nell'articolo viene scritto chiaramente che è una versione particolare della D800.

Breso

forse non hai capito il concetto.

quello che dico è che sembra (palando a chi non se ne intende) che nikon abbia creato qualcosa di nuovo, una nuova tecnologia quando invece ha fatto 2 modifiche software e messo un filtro.

l'articolo come è stato scritto è poco oggetivo.

parto da qui: "Sensore in formato FX da 36,3 MP: spettacolari immagini a contrasto elevato con sfalsamento dei colori ridotto al minimo."

Breso

la cosa piu bella è che Canon 3 anni fa ha presentato la 60Da che è una modifica della 60D... dove hanno implementato il filtro IR per le nebulose....
quindi sinceramente non vedo nulla di nuovo in questa nikon

G.Rossi

Secondo questa logica qualsiasi articolo su un prodotto in vendita è pubblicità.
Sei riuscito a lamentarti perché ti hanno fornito più informazioni, è fantastico.

miccio

nonostante gli ottimi risultati che in molti hanno ottenuto nell'astrofotografica (soprattutto con corpi canon appositamente modificati), rimango sempre del parere che i sensori dedicati e soprattutto raffreddati sono di grand lunga superiori.

Mauro d'Angelo

Infatti per riuscire a fotografare una stella cadente ci vuole più fortuna che soldi

Breso

Sinceramente mi sembra più un articolo pubblicitario per nikon.
tutta questa pappardella si può scrivere che nikon ha creato una versione per l astrografia della d810 con un filtro apposito.
tutto il resto vale poco....
contando che il filtro serve più per le nebulose che per le normali stellate

Giuseppe

3000 euro

Adriano

Riuscire a fotografare una stella cadente non ha prezzo!

Mauro d'Angelo

Anche quando sarà comunicato il prezzo si vedranno le stelle.

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless

FUJIFILM GFX 50S, X-T20 e X100F: prime impressioni | Foto da HDblog

Droni: regolamentazione, guida al volo, patentino, posizione Enac #report #regole

Recensione GARMIN VIRB ULTRA: parola d'ordine Telemetria | Video