Roomba Serie 7: recensione di HDblog

20 Aprile 2015 20

Torniamo a parlare di robot aspirapolvere con Roomba Serie 7, modello che fa parte di una categoria di prodotti ormai sdoganati. Tante le alternative ma non è facile trovare un prodotto che riesca davvero a garantire un buon grado di pulizia e adattarsi a case sempre più piene di ostacoli. Con Roomba 765 (e l'ultima evoluzione Roomba 775), iRobot ha creato un modello di gamma medio/alta che ci fa risparmiare qualcosa rispetto al top di gamma provato qui, uno dei tanti disponibili che hanno portato il produttore, dal 2002, a superare il traguardo dei 13 milioni di robot venduti.

Riuscirà il taglio di costo a garantire comunque una buona pulizia? .Prima di scoprirlo partiamo dalle caratteristiche di questo modello con una serie di terminologie sfoggiate sulla scatola tra cui Dirt Detect e Dirt Detect 2 (doppio sensore che rileva i peli), iAdapt (decide i tempi e le modalità a seconda di dimensioni, ostacoli e quantità di sporco), Advanced Cleaning Head (due spazzole contro-rotanti con blocco su tappeti e frange) e AeroVac2, aspirazione più efficace del semplice sistema "passivo" a spazzole che migliora le prestazioni con polvere sottili senza sacrificare la raccolta di sporco più pesante.

Come si traducono queste caratteristiche nella realtà? Andiamo con ordine e partiamo dalle caratteristiche fisiche. Innanzitutto il 765/775 risulta basso a sufficienza per passare sotto tutti i mobili della casa, risultando problematico solo con qualche tipo di divano troppo basso (non è il caso della prova comunque avendo scelto apposta un divano adatto ai robot).

Il serbatoio manca del bocchettone per l'aspirapolvere utile allo svuotamento rapido ma ha il vantaggio di essere più comodo di altri modelli, evitando insenature dove gli accumuli di polvere o peli di animali potrebbero incastrarsi, richiedendo l'utilizzo delle mani per svuotarlo completamente. Anche la maniglia è una comodità che ad altri modelli manca e si rivela utile nell'uso quotidiano.


Vediamo quindi come pulisce questo Roomba. Grazie alla programmazione settimanale possiamo decidere, per ogni giorno, l'orario in cui far partire la pulizia automatica in modo da avere la massima flessibilità. Una volta effettuata questa operazione ci si può dimenticare di attivare il robot che, all'orario impostato, partirà con il suo ciclo di pulizia.

Roomba 765 si muove con facilità su tutte le superfici, superando la prova "ciabatta" dove altri modelli si incastravano e riuscendo ad affrontare senza problemi anche piccoli gradini (la plantana di una lampada ad esempio, o la base del supporto da notebook), grazie ai suoi "cingoli", ruote tassellate ampie a sufficienza per evitare questi problemi. La motricità è un aspetto importante da considerare, specie se si pianifica l'utilizzo automatico: in passato, infatti, altri robot hanno avuto problemi con gli ostacoli sopra descritti, bloccandosi nel ciclo di pulizia e non portandolo quindi a termine.

Ottima la capacità di aspirazione di AeroVac2, sistema che si è dimostrato più efficace nel catturare le polvere sottili e la prova è rappresentata dal naso di chi vi scrive, allergico alla polvere e meno stressato da questo modello (buono il filtro Hepa 2 comunque presente su tutti i modelli testati dal sottoscritto).

Con un gatto in casa, poi, è impressionante la capacità nel raccogliere i peli (idem per eventuali cani): dopo un passaggio completo del Roomba si è proceduto con un aspirapolvere tradizionale (Dyson) per vedere la quantità di sporco lasciato dal robot. Il risultato è, ovviamente ad occhio, un quantitativo ridotto di peli ed altri residui che, la maggior potenza aspirante, riesce a raccogliere dalle zone "impossibili" per un robot (piccoli vani, aree sotto ai termosifoni o nelle prossimità di mobili e lavatrici). Ad ogni modo il Roomba si è dimostrato buono nell'approccio con il contorno muri e negli angoli.

All'opposto di polvere e peli troviamo i residui più grossi: briciole di pane, "briciole" della lettiera e via dicendo. In questo caso le prestazioni scendono leggermente rispetto al top di gamma che aveva una maggior facilità nel raccoglierli mentre il robot tende a scagliare via qualche "pezzo". Il problema è quindi la zona dove questa percentuale di residui (fatto 100 il totale si può identificare nel 5/10%)viene scagliata. Se ciò accade in una zona già battuta dal robot o in una irraggiungibile è evidente che la pulizia non sarà equivalente ad un aspirapolvere.


L'algoritmo di gestione dei percorsi dimostra invece un'ottima intelligenza: perfetto l'approccio con gli ostacoli che vengono aggirati "a filo". Non manca poi quel "tatto" che evita spiacevoli inconvenienti come il ribaltamento di una sedia o di uno sgabello. Provando a piazzare un treppiede per macchine fotografiche, neanche troppo "massiccio" e sicuramente meno stabile di una sedia, il robot è riuscito ad aggirarlo senza spostarlo o ribaltarlo.

Gli unici oggetti della casa in balia del Roomba sono stati due: tra le tre ciotole del gatto quella in plastica più leggera è stata trascinata e per questo, in previsione dell'acquisto, è consigliabile anche comprare ciotole con il bordo inferiore in gomma o più pesanti, specie per l'acqua. Curioso anche il caso di una delle porte di casa: vuoi per la conformazione dei mobili, vuoi per un fortuito caso, fatto sta che in un passaggio su cinque il robot andava a chiudere la porta, chiudendosi all'interno della stanza! Con il serie 800 il problema non si era posto ma si tratta comunque di un'inezia che, qualora la evidenziaste, si può risolvere facilmente con un fermo di qualsiasi tipo.


Per quanto intelligenti possano essere i robot aspirapolvere, infatti, il consiglio resta sempre lo stesso: l'acquisto va valutato anche e soprattutto in funzione dell'appartamento che necessita di un minimo di preparazione. In ogni casa può esserci qualche ostacolo che blocca il robot: una porta sfortunata come nel caso di cui sopra o una cyclette dal design particolare dove il Roomba 765 si incastra alla perfezione bloccandosi. Piccoli e semplici accorgimenti fanno si che questi ostacoli non siano più tali, permettendo al robot di svolgere il suo lavoro in tutta tranquillità.

Chiudiamo con la batteria: iRobot dichiara 2 ore per questo modello e il dato è vicino alla realtà. Il robot è riuscito a pulire con un'unica carica un appartamento di 70 metri quadrati e ad avere energia a sufficienza per un altro "mezzo giro". Il dispositivo, ad ogni modo, torna alla base per la ricarica automatica ed è quindi imperativo seguire bene le istruzioni per il collegamento della stessa, lasciando lo spazio minimo per le manovre (meglio appoggiarla ad un muro per evitare che il robot la sposti).

Roomba 765 si può trovare online a 449€, cifra sicuramente impegnativa ma che permette di risparmiare rispetto ai top di gamma e avere comunque un alto grado di pulizia. Oltre ai piccoli difetti segnalati il principale resta quello della rumorosità, annullato se lo utilizzate in automatico quando siete fuori casa ma fastidioso per la convivenza. La cifra include 4 filtri HEPA (2 di ricambio e 2 già installati), due muri virtuali, telecomando e strumenti per la pulizia del robot.

A 469€ è possibile trovare il Roomba 775 che aggiunge un sensore ottico più efficace nel rilevamento dello sporco fine (peli di animali ad esempio) al fine di intensificare le passate, l'avviso di contenitore pieno e la tecnologia Dirt Detect 2 per migliorare le prestazioni già ottime del 765.

Il più piccolo top gamma 2016 che accontenta tutti? Samsung Galaxy S7, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 409 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Achille Emmollo

risucchio potente?

Edefilo

Concordo pienamente :)

Orecchino

io per un mese ho fatto moltissime ricerche (anche su siti esteri) per capire quali sono i migliori robot. Sono giunto alla conclusione che (esclusi alcuni modelli che hanno "problemi") non esiste un modello migliore dell'altro ma in base alle proprie necessità ci sono robot più o meno adatti.

bibendus

sono fanatico di questi robot... ho avuto roomba 530, LG e Samsung e sono tutti chi più chi meno validissimi, ma il top come rapporto qualità prezzo è senza dubbio il Briciola di Ariete! pagato 130€ consegnato, va che è una meraviglia! e non ha nulla da invidiare a prodotti che costano più del doppio!

Thranduil Vala

cercando confronti tra il neato e il roomba ho trovato gente che consiglia questa, voi che ne pensate? :D

Thranduil Vala

sono molto indeciso, dovrò prendere uno di questi di qui a breve e propendevo per il roomba 880, ma anche il neato mi acchiappa, vorrei una bella comparativa ;-)

benedettoangio

Lunga vita ai Dyson.
(Un giorno mi comprerò quel cacchio di ventilatore)

Leitz

è compatibile con Periscope?

massimo musella

Farei un test comparato con il Neato Robotics, vediamo cosa ne esce....

blha

mi dispiace deluderti ma non è proprio così... anzi è uno dei più scarsi per quanto riguarda l'efficienza della pulizia, spero che con aggiornamenti firmware lo abbiano migliorato... ma un dispositivo che nasce male ha sicuramente dei limiti.

Fabio81

postato in "alta definizione" hihihi

Vrss98

Bah, troppe cornici e scalda, per me è scaffale.

Claudio M.

NCS, non ci siamo.

Orecchino

Io ho LG HomBot che è decisamente migliore nella navigazione.

Matt7even

Comunque concordo con la recensione e con il recensore... Ho da anni a casa il Dyson con il filtro Hepa, beh al momento non saprei se esistesse un aspirapolvere migliore di questi. Costano tanto ma vanno benissimo e aspirano davvero bene
Naso ringrazia e non solo

Adriano

Alcune recensioni sono belle da leggere, altre no. Quella di Lu!g! mi è piaciuta ed è molto dettagliata. Aspetto la prossima recensione sul robot da 150€ della Lidl :D

Patatoso Morbidoso!!

UNO STRA MEGA HIP HIP HURRÀ AL NOSTRI MITICO AMICO TECNOLOGICO ADRIANO!!! L'UNICO CHE APPREZZA I DURI SFORZI DELLA COMMUNITY DI HDBLOG NEL RECENSIRE PRODOTTI STRAMEGA FUTURISTICI!!!

Adriano

Che recensione!!!!!!!!
Si vede che sei un appassionato della pulizia... O forse più di tecnologia!
Possedevo il Roomba nel 2005 e possiedo tutt'ora 2 Dyson.
Complimenti per la recensione, hai valutato le cose utili e non come molte recensioni: la quantità di sensori.
Vedo che il problema di chiudersi in stanza non è stato risolto... Ma dall'altra parte è sempre divertente tornare a casa e dover cercarlo perché si è "nascosto", no?

Jordan Lawicki

Hahahaha

Patatoso Morbidoso!!

Amici tecnologici... ma come??!! La super community di HDblog recensisce il top di gamma per quanto riguarda le stramegamitiche pulizie e nessuno di voi amici tecnologici commenta!! Per non parlare dello stramega nome patatoso... ROOOOOMBA!! non vi viene voglia di mettervi a pulire tutta la nostra tecnologia?? Hip Hip hurrà a ROOOOOMBA!! Grazie mitica community!!!

Hasselblad X1D e la sfida con la fotografia di strada | il nostro Test

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless

FUJIFILM GFX 50S, X-T20 e X100F: prime impressioni | Foto da HDblog

Droni: regolamentazione, guida al volo, patentino, posizione Enac #report #regole