Pentax annuncia ufficialmente la K-3 II con Pixel Shift Resolution e Astrotracer

23 Aprile 2015 15

Come avevamo riportato ieri, Pentax ha ufficialmente annunciato la K-3 II. Cuore delle nuova reflex è il sensore APS-C CMOS da 24,35 megapixel, privo del filtro anti-aliasing e affiancato dal processore PRIME III, identico a quello installato sulla medio formato Pentax 645Z. Il range ISO si estende da 100 a 51.200, mentre l'autofocus è affidato nuovamente ad un modulo SAFOX 11, con 27 punti di rilevazione (25 a croce). Il sensore centrale e i due posti immediatamente sopra e sotto, sono progettati per rilevare il flusso luminoso ottenuto da un obiettivo F2.8, in modo da semplificare la messa a fuoco di un soggetto, quando si utilizzano obiettivi ad elevata apertura.

Il corpo macchina è sempre realizzato in magnesio. Come la versione precedente, anche la K-3 II è tropicalizzata, con ben 92 parti completamente sigillate, per resistere a polvere, freddo e condizioni climatiche avverse. L'otturatore è garantito per 200.000 scatti. Pentax ha equipaggiato la K-3 II con un nuovo sistema SR (Shake Reduction), utile per stabilizzare le immagini. La nuova versione utilizza un sensore giroscopico ad alta precisione, riuscendo a compensare più efficacemente i movimenti e gli scossoni.


La vera novità è costituita dal Pixel Shift Resolution System. Questo sistema cattura quattro immagini, tutte riferite alla stessa scena, spostando (tramite lo Shake Reduction) il sensore di un singolo pixel per ogni immagine scattata. Le immagini vengono poi ricomposte, ottenendo un'unica fotografia. Rispetto ad un sistema Bayer convenzionale, nel quale ciascun pixel dispone dei dati relativi ad un solo colore, il Pixel Shift Resolution permette di ottenere i dati relativi a tutti i colori, per ciascun pixel. Il risultato sono immagini a più elevata risoluzione, capaci di riprodurre colori molto più fedeli ed un maggior numero di dettagli.

Un'altra funzione interessante è l'AA filter simulato. Come abbiamo menzionato in precedenza, il sensore della K-3 II è privo di filtro anti-aliasing. La sua presenza si può comunque simulare, applicando microscopiche vibrazioni al sensore stesso (a livello dei sub-pixel), durante l'esposizione. Questo intervento simulato produce la stessa riduzione del moiré che si otterrebbe con un filtro anti-aliasing ottico (secondo Pentax), ma è più versatile. E' infatti possibile disattivarlo ed impostarne il livello di funzionamento.


Le regolazioni dell'esposizione, dell'autofocus e del bilanciamento del bianco sono affidate al Real-Time Scene Analysis System, che sfrutta 86.000 pixel RGB per ottenere misurazioni accurate, elaborando i dati raccolti secondo algoritmi proprietari. K-3 ha in dotazione un mirino a pentaprisma con copertura del 100%, con un fattore di ingrandimento pari a 0,95x. Il display è un'unità da 3,2", con una risoluzione di 1.037.000 punti. Lo spazio di archiviazione può avvantaggiarsi dalla presenta di due slot SD. La connettività comprende una porta USB 3.0, per trasferire rapidamente i file, e un'uscita mini HDMI.


Le indiscrezioni trapelate ieri avevano anche anticipato l'arrivo del GPS integrato, utilizzato sia per il geotagging degli scatti, sia per la funzione Astrotracer. Questo sistema utilizza le coordinate fornite dal sensore GPS, in combinazione con altri dati, per calcolare il movimento necessario a sincronizzare il sensore della reflex con il movimento delle stelle. Il risultato sono scatti della volta celeste privi di scie luminose.

Le raffiche possono essere scattate ad 8,3 fotogrammi al secondo, ottenendo 23 immagini in RAW o 60 in JPEG. I video vengono ripresi in H.264 o MPEG4, a risoluzione Full HD, nei formati a 60i, 50i, 30p, 25p, 24p, oppure a 1280 x 720 nei formati 60p, 50p, 30p, 25p, 24p. Utilizzando la modalità interval movie mode è inoltre possibile registrare clip a risoluzione Ultra HD, 3840 x 2160 pixel, ad intervalli prefissati.

Pentax K-3 II sarà disponibile a Maggio, al prezzo di 1.099,95 dollari.

Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 489 euro.

15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Capello

si ma la volta celeste fa appena qualche grado angolare in 5 minuti...se il sensore ha un "gioco" di altrettanti gradi sei a cavallo...
effettivamente è una figata

Mattia

Con foveon non centra a me è parso una specie di HDR

stuck_788

una k3 col gps... sarebbe stato meglio mettere il wifi

Aragorn 29

Grande Pentax ;-)

navacomelava

umma umma, vogliono proprio farmi vendere la k5. Sono stato anche troppo bravo a resistere a k5ii, k5iis e k3 :D

Marco

Praticamente non cambia quasi nulla rispetto al vecchio modello.
La K-3 me la terrò stretta ancora per molto tempo

BuBy

Ma.... se il sensore si muove, i bordi della foto verranno tagliati? e poi in 5 minuti si dovrebbe muovere di un bel po!

Elias Koch

cazzz, mi tocca vendere la k5II per prendermi questa...

Diamond Lover

Esatto, è il sensore a muoversi. L'esposizione massima è di 5 minuti, ma rispetto ai 20-30 secondi di una reflex normale messa su un cavalletto, sono molti, molti di più.

Kryohi

Da quello che ho capito è solo il sensore che si muove, e ovviamente funzionerà solo per tempi abbastanza brevi

BuBy

ma non ho capito bene come funziona l'astro tracer, ho capito che calcola il movimento delle stelle, ma come fa la macchina a muoversi? :S

Massimo

SBAAAVVVVV :(

Nicola Buriani

Sembra molto simile al sistema realizzato da Olympus.

Diamond Lover

In pratica il sensore è lo stesso della K3, solo quando vuoi fare una foto a un panorama su treppiedi puoi abilitare questa funzione, che muovendo il sensore micrometricamente, fa 4 scatti ed aumenta la "risoluzione", riduce il rumore e il moirè. Dovrebbe essere una emulazione del Foveon.

Fabio

Qual'è la differenza fra Pixel Shift Resolution e il sensore in progettazione di sony APCS?

Confronto Fotografico tra 7 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Hasselblad X1D e la sfida con la fotografia di strada | il nostro Test

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless

FUJIFILM GFX 50S, X-T20 e X100F: prime impressioni | Foto da HDblog