Sony ha realizzato un giradischi che copia i vinili su PC in alta risoluzione

12 Gennaio 2016 90

Il CES 2016 sarà ricordato anche per la presentazione di numerosi giradischi, segno dell'ottimo stato di salute di cui gode il mercato dei vinili. Tra le novità annunciate c'è anche il PS-HX500 di Sony, un prodotto che non si limita a riprodurre i dischi, ma può anche riversarli su PC, con qualità in alta risoluzione.


Il giradischi utilizza un braccio dritto, con la puntina posizionata nell’asse centrale. E' presente un portatestina integrato di forma arrotondata, capace di minimizzare la risonanza. Nel braccio sono incorporati anche un dispositivo antipattinamento ed un sistema di abbassamento e sollevamento. Il giradischi PS-HX500 dispone di un piatto in alluminio pressofuso, con cinghia di trasmissione a due velocità. La base acustica di 30 mm a elevata densità è dotata di un tappetino di gomma spesso 5 mm, di nuova concezione, e di quattro piedini isolanti.


Come abbiamo menzionato in apertura, la particolarità di PS-HX500 consiste nella possibilità di riversare i vinili su computer, convertendoli in file digitali. Un convertitore DSD nativo permette di copiare i brani preferiti su PC, con una qualità audio paragonabile all’alta risoluzione. Sono supportati i DSD a 2,8MHz o 5,6MHz, con la possibilità di optare, alternativamente, per altri formati, come il WAV.


Il processo di acquisizione sfrutta un apposito software per Windows e Mac OS X, sfruttando la porta USB Tipo-B. La massima qualità supportata è 192kHz/24-bit (ecco perché Sony parla di alta risoluzione).Il software permette di editare, intitolare, tagliare e unire i brani, con poche semplici azioni.

Completa la dotazione I preamplificatore phono integrato, che consente il collegamento diretto ad un amplificatore esterno. PS-HX500 sarà disponibile in Europa a partire da Maggio.

Uno smartphone che sorprende? Wiko Ridge, compralo al miglior prezzo da ePRICE a 162 euro.

90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

Ripeto, se ti fosse troppo difficile capire: Se uno VUOLE piratare musica gli viene molto più facile se si COMPRA DIRETTAMENTE IL CD! E comunque copiare un vinile non è mai stato un problema, una volta coi registratori, adesso con un PC o un qualunque amplificatore dotato di DAC. Come ti ho spiegato già fin troppe volte questo affare non incrementa assolutamente la pirateria!

takaya todoroki

Se ha il vinile perché mai dovrebbe avere anche il CD? che è un fesso?

O è uno di quei collezionisti che prende 3 copie di ogni cosa e manco toglie l'involucro dei vinili (e allora manco gli serve il giradischi, LOL)?

Lucaa

..il "talebano" però ora lo fai tu :-P
Intanto "immondizia" non si può dire, dai...Se si ti do ragione per certi versi....ti invito ad ascoltare qualcosa prima di dirla in questo modo anche per certi dischi usciti in edicola: va bene nulla di eccezionale ma spesso meglio 100 volte di certi "cd" e download o peggio streaming che c'è in giro!
Poi...guarda che fare il gioco da stadio o di chi c'è la più grosso...non funziona.
Alla base c'è e ci sarà sempre la presa del suono la cultura del ING. del suono e per che fine commerciale si vuol produrre...
Personalmente ho musica in digitale di elevatissima qualità così come in analogico....
Certo il PC pupo fare "tutto"... Spesso è volentieri... Molto male.

italba

Leggere "composti da passaggi analogici quasi interamente" mi ricorda le ragazze "quasi vergini" o "leggermente incinte". Se c'è stato anche un solo passaggio in digitale vuol dire che ci sono state anche le conversioni da analogico a digitale e viceversa, e questo, come hai detto tu, è male. Il DAC, infatti, è comunque il punto critico di un sistema digitale, e, se fosse per me, lo vieterei per legge. Quello che arriva digitale deve restarlo fino alla bobina dell'altoparlante, o quasi! Quanto al fatto che un sistema tradizionale possa risultare più gradevole all'ascolto di uno digitale può essere dovuto al fatto che le imperfezioni del sistema sembrano più naturali al nostro orecchio, mi sembra di ricordare di un preamplificatore digitale che ha aggiunto tra i vari effetti anche quello che imita un sistema a valvole! Per finire, il fatto che il vinile venda ancora bene non vuol dire assolutamente che sia migliore, come gli orologi meccanici non sono assolutamente migliori di quelli elettronici, e, non so se ultimamente le cose siano migliorate, ma di solito quello che è venduto in edicola è pura immondizia.

Lucaa

.infatti: mi avevi "chiesto" di nicchie e, io ti ho accontentato! :-)
Quelle sì son nicchie (RtR).
Per i vinili, sì: oggi se ne stampano moltissimi che di analogico hanno solo "l'ultima fase" ma considera che molti di più (vale anche per i "CD" che circolano e che nel 40% della produzione -parliamo di "tonnellate"- sono "ADD o AAD", dove una bella fetta dei passaggi è analogica) dei dischi neri sono composti da passaggi analogici quasi interamente.
Ma, non è proprio "solo" questo o come dire "la pura sequenza" del trattamento, 100% analogico o 100% digitale: a causa di molti problemi, tra cui il Jitter ecc. il digitale "soffre" molto e, troppi DAC in commercio portano grossi problemi al flusso dei dati con conseguente "fatica di ascolto" bla bla bla.
Il vinile (spesso e volentieri) già con un gira e testina e prefono di medio livello (1000/2000 euri) suona "meglio", pur riproducendo un segnale che ha passaggi digitali eccetera...
Occhei, c'è la "fruizione" (l'auto...i DJ... le radio....quelli che si muovono....) e la cultura "poca" musicale che sono tutti a vantaggio del digitale, ma...a parte la moda del vinile che ci stà come tutto...c'è di più e, ci deve essere visto che la fossa scavata da tutti nel 1981 è sempre vuota!
(Anche qua ricordo che siamo nel 2016 e, da 3 /4 anni in edicola escono fascicoli con allegato vinile a 33 giri! Ulp!

italba

Ma ragiona un attimino, se uno vuole riappare un disco per metterlo su internet lo fa da vinile? Da CD fa molto prima, o no? Questo affare non incrementa la pirateria neanche di uno zero virgola, se Sony lo ha messo in vendita stai tranquillo che ne è sicura, altro che conflitti intestini e complottismo vari!

takaya todoroki

I detentori di diritti MAI e POI MAI giustificano il recupero dei contenuti dell'utente ANCHE SE LI AVEVA pagati.
Lo rendono difficile da sempre aggiungendo DRM, cambiando formati, facendo lettori che leggono un solo standard e così via.

Il fatto che l'utente possa scaricarseli, lo sanno benissimo ma hanno sempre puntato sulle percentuali di coloro che NON lo sanno fare per RIVENDERGLI più e più volte gli stessi contenuti.

quando dici "La stessa Sony che ha inserito un virus", è esatto e ti dimostra quanto sono in conflitto tra loro le varie sezioni... una (quella musicale) che ti impedisce il rip di un CD legalmente acquistato (per sentire la TUA musica su un riproduttore MP3), l'altra (quella di elettronica) che addirittura ti permette il dump di qualità dai vinili...

Secondo te non ci sono conflitti palesi tra le sezioni? LOL

italba

Oddio, se l'ascoltare musica dai dischi in vinile ricorda tanto una liturgia l'ascoltarla dai nastri "open reel" è almeno da Mago Merlino! Certo poi ognuno si diverte come vuole, ma non esageriamo... Tornando sulla terra una produzione "normale" quando registra un disco, qualunque tipo di musica si tratti, non lo vende poi unicamente come vinile o nastro analogico, ma cerca di distribuirlo su tutti i canali a disposizione. Pensare che il disco, essendo analogico, venga direttamente dalla pura e semplice registrazione analogica mi sembra un po' avventato. In ogni caso, se la conversione da analogico a digitale rischia di non essere totalmente fedele (ma è solo un problema di precisione nella conversione e presenza o meno della compressione), la conversione da segnale elettrico a incisione meccanica, e riconversione da incisione meccanica a segnale elettrico lo è sicuramente molto di più.

italba

Mi pare che stai facendo un gran minestrone. La Sony corporation che produce questo giradischi CONTROLLA totalmente Sony Music e Sony Pictures, che siano in "lotta interna" una con l'altra te lo stai inventando tu al momento. La stessa Sony che ha inserito un virus rootkit sui suoi CD starebbe cercando di favorire le pirateria? Ma andiamo! La verità è che, visto che gli stessi contenuti si trovano già su internet lo stesso giorno dell'uscita del disco, e senza bisogno del giradischi speciale, la Sony vuole vendere questo aggeggio a chi vuole gestire la SUA collezione di dischi, non c'è nessun bisogno di fare complottismo o dietrologia. Una volta ci si prestava i 33 giri e si copiavano sulle cassette, ormai non lo fa più nessuno, almeno non con i dischi in vinile.

Lucaa

...è un mondo complesso e, ripeto, è interessantissimo discutere anche se, in questo spazio siamo poco agiati, diciamo :) ma sempre grati della possibilità aggiungo.
Se dobbiamo parlare di nicchie, quelle "vere", allora si sappia che ci sono diversi siti che vendono le bobine ;-O In Italia addirittura 2 mi pare, certamente di Musica originale perché i "diritti" dei "big" pur essendo in esigua presenza disponibili (in USA e Giappone) sono molto costosi......e, basta un Studer/Revox revisionato da "500 euri" per godere....ma, lascia stare ora.
Poi c'è la questione "cultura" dove non mi azzardo a fare discriminazioni, sia chiaro, ma...se non sia ha un poco di amore per la "Classica" ed i Concerti... certamente il discorso si fà complicato, proprio perché le incisioni ed i strumenti sono e devono essere "riconoscibili" e "certi" e, dove i "tecnicismi" devono rientrare solo nella bravura del musicista e via di seguito.
E' vero come dici che oggi si stampano molti vinili...per moda, dove la qualità è "digitale" praticamente, ma, è anche vero che moltissimi vinili -a parte il grado artistico della confezione...inarrivabile oggi nel formato digitale-, e di moltissime etichette sono ancora fatti molto bene, basti pensare che comunque la si voglia dire, si parte sempre da una presa del suono (microfoni ecc.) analogica, almeno a che non parliamo di robba commerciale pura.
.....

italba

Va bene, il suono nasce analogico e se si riesce a catturare, registrare e riprodurre il tutto senza conversioni si ha, teoricamente, il miglior risultato possibile, ma nessuno ti vende direttamente i nastri da 1/2" o da 1" usati per registrare dal vivo! La musica stampata sul disco, come minimo, è stata equalizzata e compressa per farla stare nei solchi del vinile, un degrado di qualità dall'originale c'è comunque. Se poi, come sempre succede, la musica non viene da una singola registrazione ma da più tracce elaborate singolarmente e poi mixate, per ogni passaggio l'analogico degrada sempre di più il segnale, è inevitabile. Inoltre se è vero che si trova in giro musica acquisita con mezzi analogici se ne trova anche di quella direttamente in formato lossless magari a 24 bit, la stessa che si usa negli studi di registrazione.

takaya todoroki

A parte il fatto che le divisioni hardware e contenuti sono completamente separate (ed in chiara lotta interna l'una con le altre), stai forse dicendo che un poliziotto non può trasgredire la legge?

La mia era una trollata, ma, mica tanto, ti ricordo che il primo videoregistratore della storia fu proprio di Sony e fu portata a processo perché permetteva di 'rubare' le trasmissioni televisive.
IL processo diede ragione a Sony, con la storica 'sentenza Betamax' che ha aperto la possibilità di vendere hardware che registra qualsiasi cosa.

Oggi sono cambiati i tempi e la copia è diventata più difficile per via dei DRM. Chi cerca di bypassarli commette reato (prima comprava un Betamax ed era tutto a posto, oggi invece compra un HDMI stripper e rischia guai con la giustizia).

ah.. in UK, è vietato fare un backup dei contenuti acquistati senza eccezione alcuna.
quindi questo strumento è palesemente illegale, così come le funzionalità di backup degli OS (anche il software è protetto da questa legge, NON PUOI farti il backup dell'OS o dei programmi) e iCloud (dove finiscono le copie dei tuoi mp3 acquistati).

Lucaa

...sono parzialmente d'accordo: intanto (ma qua...hai una qualche "ragione" :) ci sono non poche etichette audiophile che registrano con i vari Telefunken, Ampex, Nagra e, se devo dire, anche perché i "mike" più ricercati da chiunque sia un "Tonmeister" serio, sono analogici al 100% (Bruel&K. ... Shoeps ... Neumann a valvole ...) ma a livello di nicchia anche se , in Giappone ed Usa la "nicchia" significa milioni di utenti, messi assieme.
Poi, solo la Musica commerciale è digitale al 100% e quindi non posso esser d'accordo totalmente... ma... siamo forse "OT" per questo forum... e ce ne sarebbe da dire....

italba

Anche gli orologi meccanici vendono ancora benissimo, nonostante la loro tecnologia sia obsoleta da più di 30 anni. Sicuro che ci siano ancora sistemi analogici a prezzo decente che suonano meglio di sistemi digitali magari più costosi, ma è altrettanto vero che, specialmente con l'analogico, si possono spendere cifre favolose per sistemi che suonano, forse, solo marginalmente meglio, dipende solo dalla faccia tosta del venditore. Ad ogni modo, visto che in fondo tutta la musica che si sente oggi viene dal digitale, anche se stampata sul vinile, mi sembra altamente illogico convertirla in analogico solo per amplificarla, tanto vale che resti digitale.

Lucaa

...bhè, "giovani dentro" si può essere sempre!
Ad ogni buon modo, se è vero come è vero che il digitale già con pochi spiccioli suona bene e che gira sempre tanta "fuffa" come in tutti i settori merceologici, il tuo discorso di fondo è davvero datato, credimi senza offesa; si leggevano quelle parole che tu dici nel 1988/1990 circa e... come vedi e spero andrai a sentire con calma... erano anche quelle dettate dal businness imminente del digitale. Oggi l'analogico è vivo e vegeto e, onestamente, mai è morto. Con "1000 euri" ti porti a casa un sistema che suona magnificamente, credi ancora.

hassunnuttixe

in questo caso è solo provincialismo, tra chi ne capisce non c'è una "sudditanza" tra champagne e spumanti, sta cosa rimane solo tra i "niubbi" :D
Prova a bere un Ca' del bosco, un Maragliano, un Nino Franco, un Alta Langa di Fontanafredda...

italba

Magari fossi ancora giovane! Ho abbastanza anni da accorgermi che il mio udito non è lo stesso di quando avevo vent'anni, ed abbastanza esperienza da avere letto i libri di Ravalico e montato i progetti di Sperimentare. Conosco abbastanza la tecnologia analogica e quella digitale da sapere che nell'alta fedeltà, come in qualunque settore dove non ci sono termini esatti di paragone (o sono difficili da trovare) gira tanta, ma tanta fuffa. Difficile capire cosa sia effettivamente utile per il miglioramento del suono e cosa sia pura masturbazione tecnologica, roba buttata lì tanto per alzare il prezzo finale. Comunque, la tecnologia digitale è molto più efficiente ed economica, e quindi si è guadagnata la fama di essere "cheap", ma potenzialmente è in grado di assicurare prestazioni inimmaginabili per quella analogica, che vedo ormai sul viale del tramonto. A pensarci bene è più o meno la stessa situazione che c'è tra gli orologi meccanici e quelli elettronici: Questi ultimi sono molto più precisi ma, visto che sono più economici, vengono considerati meno degli altri. Misteri dell'animo umano!

italba

Infatti ne sono convinto, ma il senso è che non sempre ciò che è più rinomato o più costoso è effettivamente migliore!

hassunnuttixe

embè? gli spumanti italiani non hanno nulla da invidiare agli champagne francesi, dici così perché "Champagne" fa più figo? la tecnica è uguale e i vitigni sono sempre Chardonnay e Pinot nero ;)
In Francia al supermercato trovi pure champagne a 2.50€ eh...

Lucaa

...da come scrivi sembri molto giovane ed inesperto (in questa materia), quindi rinnovo il mio augurio.
E' per il tuo bene, credimi!
(Non pensare mai che nella Musica e nemmeno in quella riprodotta ci sia "competizione": ogni sistema dopo che bla bla bla...puo' dare soddisfazioni: per fruizione il digitale è insuperabile, per qualità l'analogico rimane in testa anche se quasi come nella fotografia...il digitale è lì... Ciò he però è un luogo comune -purtroppo- è che ci sia tanta ignoranza in materia ma questa è colpa del mercato immagino....) Ciau!

italba

Cultura quanta te ne pare, ma il giudice è sempre l'orecchio umano, strumento tutt'altro che perfetto. Sarei proprio curioso di fare un test "cieco" tra i massimi esperti per vedere se riescono a capire le differenze che teorizzano o fanno la stessa figura di quel congresso di espertissimi somellier che in un test su costosissimi champagne hanno proclamato vincitore... uno spumante italiano!

italba

È vero che il sampling digitale è un'approssimazione, ma in questo caso l'approssimazione è di uno su 2^24, oltre 16 milioni, e questo valore viene corretto 192 volte al secondo. Inoltre ormai quasi tutta la musica viene trattata in digitale, quindi il disco analogico è solo una copia imperfetta della versione digitale.

Lucaa

...ma anche no. Non ti voglio certo convincere...mi auguro e, auguro a te spassionatamente di andare da un adulto serio e competente e poter ascoltare con le tue orecchie.
Purtroppo -anche da questo sito che è per i PC/telefonini- si deviano le posizioni e si tralascia la cultura, spacciando notizie malamente (per l'hifi e hiend) dove già con 1000 euri si mette insieme un ottimo sistema (digitale e(o analogico). Il fatto è che prima di tutto serve cultura musicale eccetera eccetera.
Buoni ascolti...

italba

L'alta fedeltà a livelli "esoterici" è più una religione che una scienza, ed una delle sue massime liturgie è quella del vinile, con accuratissima estrazione del disco dal suo tabernacolo o custodia, sua ostensione su costosissimi altari rotanti e deposizione finale nel colorato sarcofago dove aspetterà fedelmente fino al prossimo officio. Purtroppo la sacra reliquia è pur sempre di materiale plastico, e, per quanto trattata come meglio non si potrebbe, la plastica quando una puntina di diamante ci striscia sopra si usura, per pochissimo che sia. Quindi, se si riesce a trasformare il santo solco in un indistruttibile file digitale indistinguibile dall'originale ben venga, anche se i seguaci della chiesa analogica lanceranno strali, scomuniche ed anatemi. Voglio vedere quanti di questi, ascoltando la stessa musica da due sorgenti diverse, sono in grado di indovinare quale viene dal giradischi e quale dal digitale!

Lucaa

...e poi: state attenti! Non fate confusione...è un accrocchio in plastica utile a spingere quel fantomatico logo "HIRES", che non interessa a nessuno per come è proposto.
Project -ad esempio- offre da anni (è un fallimento totale questo in termini di vendite) un gira con USB integrata, ma, sono "giuocattoli" da centro commerciale.

Lucaa

Perché -se potesserp- sarebbero pronti a venderCI i googleglass come accessorio indispensabile.
Solo soldi vogliono solo soldi e soldi!
Ma...la Musica (con la EMME maiuscola, per fortuna non è cinema e, 4K 8K e 20K e sempre nuovi formati e stessi film...ripassati NON coesistono con la Musica! fank.....

Lucaa

Sbagliato al 100%. Ho vinile di 30 e 40 anni che suonano sempre benissimo; ovvio, se i giradischi e le puntine sono di... merxx ovvio che si rovinano. Ma... è un falsissimo problema che tra l'altro chi colleziona vinili non ha. Per fortuna che il buon senso esiste ed è diffuso e, simili accrocchi ne venderanno praticamente "zero".

Lucaa

QUOTO dall'articolo:
"con la puntina posizionata nell’asse centrale, per assicurare un bilanciamento stereo ottimale..."

Ecco...uno che scrive (se non è un automa google) una stroXXata del genere è da rinchiudere: lo dico in favore dei giovani perché possano vivere in un mondo migliore... ma davvero. Della serie: buttare i PC e gli smartpensieri in cexxxo e andae a passeggiare e respirare aria freskka. ;-)

mariano giusti

bah, io sono per il meglio dei due mondi senza tanti pregiudizi:

ascolto random: servizi streaming, mp3 o youtube

ascolto fico con tutto il gusto dell'analogico, copertine, ricordi e pippe varie: metto su un vinile

stare a rippare mi sembra scomodo e inutile nel 2016, poi d'accordo che c'è chi ha edizioni rarissime di vinili che non vuole consumare, ma mi auguro per sony che il loro target sia un po' più ampio di quei 3 collezionisti se no ciao...

takaya todoroki

Già, sembra di stare in un mcdonald nel reparto patatine ;)

italba

Se il disco ce l'hai già in vinile perché mai dovresti ricomprarlo in un altro formato? E poi non so quanti file digitali si possano trovare a 192 kHz e 24 bit!

ale

Ma a sto punto uno allora usa un formato digitale direttamente ? Forse ha senso se uno ha una grande collezione di vinili che ovviamente non vuole riacquistare, ma uno perché effettivamente digitalizzarli diventi conveniente ne deve avere a centinaia, se no gli conviene comprare il file digitale direttamente

takaya todoroki

E' induzione alla pirateria.
Ritirare prodotto e arrestare i dirigenti Sony.

Seba

Eh purtroppo quando sei un povero studente universitario non ti puoi permettere di acquistare tutti gli album che vorresti sentire, anzi, devi sceglierli molto attentamente e quindi tutto il resto, si sa...Io che sogno da sempre una "stanza dei giochi" con una libreria su una parete, uno scaffale per cd su un'altra e uno per i film sulla terza. :-|
Poi comunque in verità se anche avessi tutti i cd almeno una parte li ripperei, durante il giorno sono fuori casa e ascolto parecchia musica, quindi in tutti i casi mi servirebbe il formato digitale. ;-)

Giuliano

LOL :D

la musica e analogia tutta, ce da vedere però i vinili odierni in registrazione quando li creano che sample usano, comunque anche io preferisco il suono del vinile con tutte le problematiche che porta a quello digitale di un cd

LaVeraVerità

I pezzi rari, se rari sono veramente, non si ascoltano ma il vinile resta nella sua custodia perfettamente cellophanato.

a'ndre 'ci

c'è da sempre

Nicola Buriani

Alta risoluzione è proprio la denominazione per l'audio (c'è anche il logo), per i video si usa alta definizione :).

italba

I vinili si rovinano se suonati spesso, e alcuni pezzi rari costano molto. Convertendoli in digitale in un formato "lossless" ad alta risoluzione, come dice Sony, si possono ascoltare senza problemi con poco o nessun degrado della qualità. Inoltre è molto più comodo poi andare a prendere il brano che si vuole ascoltare direttamente da un hard disk.

ale

Perché uno dovrebbe voler riversare dei vinili in un formato digitale ? Si è vero che se uno ha tanti vinili e non vuole riacquistare i brani, ma penso che spenda comunque meno che a comprare un apparecchio del genre a meno che non ne abbia diverse centinaia, e sicuramente viene un lavoro di qualità maggiore dato che comunque la lettura del vinile non è mai perfetta ma c'è sempre rumore di fondo, che in un file digitale ad alta risoluzione non avrai mai

ale

La risoluzione si dice per i file digitali, la qualità è un concetto analogico, un file digitale ha una frequenza di campionamento e un bit depth, questa è alla fine la risoluzione del file

theskig

Lo uso da anni. La cosa dell'opzione "salva quando usi il mouse o le frecce" non la conoscevo!! Grazie mille odiavo cliccare quel tasto e poi l' "OK" ogni volta!
Colpa mia bisogna sempre andare a spulciare le impostazioni si trovano cose davvero interessanti ;)

theskig

Ho a lungo evitato di dovermi confrontare con flac, avevo paura di ripiombare nell'abisso di tanti anni fa, quando giovane e sognatore mi dicevo "Ora farò un lavoro epico, bellissimo, che mi resterà per tutta la vita e di cui ne potrò gioire con figli e nipoti".
Ecco, grazie di avermi regalato una certezza.
Belli e cari mp3 ve ne state lì tranquilli, non sono malatissimo ma ho tanti CD originali e un buon impianto casalingo senza troppe pretese. Se proprio voglio gustarmi un po' di buona musica basta piazzare su il disco e non tirarsi troppe paranoie :)

a'ndre 'ci

ahahah vero xD
cmq ti fa vedere la lista delle cose scaricate, puoi dire quale delle tue tracce associare a quelle scaricate, cambiare prima che salvi ecc...
la UI non è il massimo, ma è comodo e gratuito xD
unica nota: mettere l'opzione "salva quando usi il mouse o le frecce"; altrimenti devi pigiare salva a ogni modifica...

http : // www . mp3tag . de/en/screenshots.html

Seba

Lascia perdere, se tiro fuori il cinismo riguardo l'intelletto umano nel 2016 siamo rovinati.
E pensa che io, a proposito di fiducia, quando neanche tanto tempo fa ho deciso di fare il passaggio completo ai flac e quindi ho dovuto rifarmi tutta la libreria, ho ingenuamente pensato che essendo gli album in flac generalmente prerogativa di chi sa cosa sta cercando e cosa vuole sentire, mi sarei magari risparmiato un po' di lavoro. Illuso. Tutti li ho dovuti sistemare. Tutti.

theskig

Si ma quegli automatismi fanno sempre casini, alla fine devi cmq ripassare tutto per controllare che sia a posto altrimenti ti trovi le canzoni schizzate qua e là nella libreria

theskig

Ahahah dovremmo metterci in team!
Io nei primi anni di Internet pensavo che il web futuro sarebbe diventato così, ci sarebbe stato tutto di tutto tutte le informazioni dello scibile umano della storia pazientemente catalogate da tutti gli appassionati di ogni genere del globo.
Invece è una me**aio di rinc0gli0niti che si fanno selfie.

theskig

Ecco bravo anche io volevo citarti il rap ita. Da buon bboy anni '90 ho robe strane e poco diffuse che non hanno tag (e te li devi copiare dalla cover del cd)

Jam

Bè, quello si, parte della mia discografia rap ita mi ha fatto penare non poco dovendo fare tutto a manina.

ekerazha

Stai confondendo la registrazione con la riproduzione. Anche con la "registrazione" su vinile hai un campionamento. E poi hai grossi problemi qualitativi anche a livello di riproduzione.

DJI Phantom 4: la nostra recensione

Twin registra video a 360° in 3K a 249€: anteprima Computex | Video

L'Europa pronta ad imporre una quota di produzioni europee ai servizi in streaming

Meizu HD50 cuffie Hi-Fi: la nostra recensione