Fender annuncia cinque auricolari in-ear monitor

24 Gennaio 2016 24

Anche Fender entra nel mercato delle cuffie in-ear: il popolare produttore di chitarre ha infatti annunciato la gamma Fender Pro In-Ear Monitors, composta da cinque modelli. Le cuffie vengono progettate ed assemblate a Nashville, utilizzando le tecnologie di Aurisonics, acquisita da Fender nel corso del 2015. Tra le soluzioni proprietarie, presenti nella gamma Fender, troviamo la 3D-printed Digital Hybrid Technology (DHT), utilizzata per realizzare lo chassis degli auricolari. Le forme sono state ottenute tramite la scansione di migliaia di orecchie, in modo da realizzare un prodotto che potesse adattarsi alla quasi totalità delle persone (Fender dichiara che gli auricolari con DHT si adattano al 95% delle orecchie, con la stessa precisione di modelli "custom", modellati appositamente per una singola persona).

Il primo dei cinque modelli, in ordine crescente di qualità, è DXA1 (ritratto nell'immagine in apertura), dotato di trasduttori custom da 8,5mm in titanio. La risposta in frequenza è compresa tra 14Hz e 22kHz, con una sensibilità di 116dB a 1mW e un'impedenza di 16 ohm. Fender dichiara una riduzione del rumore (passiva) pari a 18dB. Il prezzo di listino è fissato a 99 dollari.

Fender FXA5 (sinistra) e FXA2 (destra)

Sulla fascia superiore troviamo le cuffie FXA2, con chassis in DHT e dotate di trasduttori custom da 9,25mm (Fender dichiara l'uso di terre rare, senza fornire dettagli più precisi sul punto), abbinati alla tecnologia Groover-tuned. La risposta in frequenza è compresa tra 6Hz e 23kHz, con una sensibilità di 112dB a 1mW, un'impedenza di 16 ohm e una riduzione del rumore (sempre passiva) di 22dB. Il prezzo di listino è fissato a 199 dollari.

Le FXA5 abbinano uno chassis in DHT con le tecnologie Dual Balanced Armature Array e Groove-tuned. La risposta in frequenza è compresa tra 19Hz e 21kHz, con una sensibilità di 120dB e un'impedenza di 36 ohm. L'isolamento acustico permette di ridurre il rumore ambientale di 22dB. Il prezzo di listino è fissato a 299 dollari.

Fender FXA7 (sinistra) e FXA6 (destra)

Le FXA6, invece, utilizzano un tweeter Hybrid-Dynamic tuned Balanced Armature Array (HDBA), sempre abbinato alla tecnologia Groove-tuned. La risposta in frequenza è compresa tra 6Hz e 22kHz, con una sensibilità di 109dB e un'impedenza di 16 ohm. La riduzione del rumore è sempre fissata a 22dB. Il prezzo di listino è di 399 dollari.

Al top della gamma si posizionano le FXA7, sempre equipaggiate con un tweeter HDBA e con la tecnologia Groove-port. La risposta in frequenza è compresa tra 6Hz e 24kHz, con una sensibilità di 110dB e un'impedenza di 16 ohm. La riduzione del rumore non cambia: l'isolamento permette di ridurre fino a 22dB. Il prezzo di listino è fissato a 499 dollari.

Gli auricolari Fendere saranno disponibili da Marzo.

Due fotocamere sono meglio di una, meglio Plus? Huawei P9 Plus, in offerta oggi da TeknoZone a 499 euro oppure da ePRICE a 565 euro.

24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
fuma23

Il modello base non mi sembra male per iniziare, sono tra le più economiche in circolazione, in riferimento poi alla marca più che blasonata che le produce. L'importante è trovare un buon fonico, che poi un Larson di quelli giusti in cuffia ti rovina...

R2-D2

Haha sicuramente... Ma non usate le casse spia?
Certo da musicista stai dietro l'impianto e probabilmente possono bastare... Guarda magari sbaglio perché appunto non suonando strumenti non ho a che fare con le attrezzature personali.. Sicuramente le cuffiette sono più sceniche rispetto a soluzioni più ingombranti, però dubitò siano altrettanto efficaci

Mario G.

Infatti non sono per DJ
Le IEM sono nate per eliminare il problema dello stage volume che rende impossibile sentire se stessi suonare in un mix di 5 o più persone, poi ti danno libertà di muoverti e di sentire il click per suonare a tempo con gli altri...
Dubito che un DJ abbia questo tipo di problemi XD

R2-D2

Si, faccio service per lavoro... Quindi sono sempre a concerti e locali XD
Io personalmente non suono... Però se i 110 DB sono sicuramente sufficienti, ma l'isolamento acustico mi sembra molto limitato rispetto a delle akg classiche.. Finché si tratta di musicisti magari ha il suo perché però il classico DJ che lavora in accoppiata con le casse spia negli stacchi mi sembrano un po limitate e costose visto che allo stesso prezzo prendi ottime cuffie e te le fai anche personalizzare...
Le cuffie sono uno strumento sicuramente molto personale ma sinceramente non mi sento di suggerire il passaggio da cuffia a in ear

Mario G.

Queste sono indirizzate a chi suona live, sono molto più comode di quelle a padiglione... Altro che esperimento, hai mai visto un concerto? O anche un cantante in TV? Da decenni usano solo IEM

Mikel93

Venture Electronics Zen cerca le ;)

Liuk

Te l'appoggio.
XD

Liuk

Intrauricolari per ricchi.

IL_Luca

Io per io per fare sport (e ne faccio parecchio) uso le bose sie2i, che hanno il cuscinetto in silicone davvero comodo. Grazie a questi, l'auricolare non balla nell'orecchio, non casca e l'audio è sicuramente ordini di grandezza meglio di quello delle EarPods (senza contare che resistono all'acqua/pioggia/sudore)! Non hanno la riduzione del rumore però. Se ti capita, fai un salto in un centro bose e provale

R2-D2

Forse come monitor delle vere cuffie sono uno strumento più adatto e comodo da usare...

sgru

Non vuol dire nulla il valore dei db con il fatto che siano monitor.

Carburano

Che tristezz

M.5.0 il

Scrotoidali

Gianni Alberto Passante

monitor

FilAlb11

Io odiavo le in ear, continuavano ad uscire dalle orecchie quando camminavo..Poi mi sono comprato le panasonic TCM125..Tutta un'altra storia..te le consiglio vivamente :)

Il Bardo

lo si vede anche dalla forma infatti

Il Bardo

Ma poi bisogna infilarsele fino al cervello e sai che ci sono molti casi di pronto soccorso di persone con il gommino rimasto dentro l'orecchio? Per non parlare di quelli investiti perché non sentono nulla di nulla.

scarmau

Le nuove in ear fit di Samsung, anche se simili alle earpods, si indossano molto bene e con i diversi adattatori stanno ficcate che è un piacere. Non ho mai provato delle cuffie che si indossano così bene e poi difficilmente si staccano. Se hai un terminale android te le consiglio per il fatto che puoi utilizzare i pulsantini

Giorgio

Io invece le uniche auricolari che mi piacciono sono quelle in ear!

Igor Mishin

La Huawei ha fatto un paio di cuffie con cancellazione attiva col design simile alle earpods

sgru

non trovi nulla perchè non esiste, non ci avevi mai pensato? Anche per questo ci sono le in-ear. Comodità? Dipende dai punti di vista, cammina velocemente o corri con quelle, sicuro cadranno. Insonorità? Dimenticatela con quelle di cui tu parli.

Grimmy91

Ma solo io non riesco proprio a farmele andare bene queste "in ear"? Preferisco di gran lunga una forma più comoda stile earpods apple.... peccato che non riesco sinceramente a trovare qualcosa di alta qualità che non sia in ear e che non sia cuffiona chiusa.... se qualcuno ha dei consigli sono ben accetti ovviamente :)

sgru

Sensibilità così alte sono per i sordi.

Giorgio

Mi piace molto la loro forma!

HDblog @ PHOTOKINA 2016: Live Blog continuo

Nikon KeyMission 360, 170 e 80 action cam: la nostra anteprima Video

Karma: il primo drone GoPro è ufficiale | Video anteprima

GoPro Hero5 Black e Hero5 Session ufficiali: la nostra anteprima