Technicolor abbandona il consorzio HEVC Advance

05 Febbraio 2016 13

Technicolor ha deciso di abbandonare il consorzio HEVC Advance, un nome divenuto noto per via dei costi legati alle licenze da pagare per l'utilizzo del nuovo codec. Le motivazioni ufficiali sono riportate sul sito di Technicolor. Fin dalla nascita di HEVC Advance, vari operatori hanno ritardato l'adozione di HEVC e ridistribuito i propri investimenti verso tecnologie alternative. Secondo Technicolor HEVC è comunque la miglior tecnologia di compressione video disponibile ad oggi, per quanto riguarda le esigenze del mercato e i formati video come Ultra HD e HDR.

Anche se il testo non lo dichiara direttamente, sembra piuttosto evidente che Technicolor non è d'accordo con le politiche di HEVC Advance e in particolar modo con i costi richiesti per le licenze. Sono stati proprio gli oneri da sostenere per l'utilizzo di HEVC ad aver generato gli investimenti in tecnologie alternative. Technicolor ha quindi deciso di procedere per conto proprio, concedendo direttamente le proprie licenze ai produttori in modo da accelerare l'adozione dello standard. Sempre per lo stesso motivo non verrà richiesto alcun pagamento per lo streaming dei contenuti: i costi dovranno essere sostenuti solo per i dispositivi che utilizzeranno HEVC.

Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 539 euro.

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Babi

Volevo solo tenervi informati!!! -.-

Ps x il non regalo cmq non me la prendo! :-/

Myself

L'articolo è più interessante!!

asd555

Interessante come lo studio scientifico sulla formazione della lanetta nell'ombelico.

Babi

Oggi è il mio compleanno! -.-

Liuk

E' proprio vero...vallo a raccontare a Piero.
XD

SuperQuark

Sono queste le notizie che ti cambiano la giornata...

Andrej Peribar

Secondo me si accordano, però li vedo davvero cocciuti.

Maurizio Mugelli

se affondano lo standard e non lo usa nessuno con quelle licenze ci si puliscono, se invece chiedono soldi in modo ragionevole il volume potenziale e' talmente grande che i guadagni sono comunque enormi, volere tutto subito e' la cosa meno furba possibile

Andrej Peribar

Si so benissimo che è un altro patent pool, anche mpeg-la è un patent pool, chi sviluppa è la mpeg grup.

Sul uno dei primi articoli misi anche dei riferimenti ad un utente che insisteva a riguardo la disanbiguità.

Fatto sta che cominciano a tirare troppo la corda, parecchi colossi iniziano a staccarsi.

Maurizio Mugelli

nota che hevc advance non e' il gruppo della mpeg association che ha originariamente fondato hevc e ne definisce gli standard, e' un gruppo secondario che ha messo mano su alcnuni dei brevetti legati allo standard e chiede il pizzo su quelli.

Andrej Peribar

-.-"

Marko

Apri le finestre

Andrej Peribar

Tira davvero brutta aria.

GoPro Hero 5 BLACK: quasi perfetta | #RECENSIONE

Recensione Parrot Disco, il drone ad ala fissa per riprese aeree

Magic Leap: il futuro è nel Mixed Reality | Video #Storie

HDblog @ PHOTOKINA 2016: Live Blog continuo