Recensione Parrot Disco, il drone ad ala fissa per riprese aeree

14 Novembre 2016 132

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Quando ne abbiamo sentito parlare per la prima volta all'inizio del 2016, ne siamo rimasti oltremodo incuriositi, ed ora che abbiamo avuto modo di provarlo in modo approfondito, possiamo finalmente proporvi la nostra recensione completa. Parrot Disco si differenzia in modo sostanziale dai droni consumer a cui siamo stati abituati fino ad oggi e per certi versi rappresenta una piacevole sorpresa in questo segmento, scopriamolo nel dettaglio nella nostra videoprova.

Cos'è Parrot Disco

Parrot Disco è un drone della tipologia "ad ala fissa", un velivolo in pratica, che come tale richiede un approccio completamente diverso da un quadricottero. Abbiamo testato il bundle completo da 1.299 €, che comprende nella confezione il nostro drone, l'RC Skycontroller 2, il visore Cockpitglasses per godere della visuale immersiva, la batteria da 2.700 mAh, caricabatteria, cavo USB-micro-USB, ed alcuni riduttori per la ricarica in ogni paese. Un manuale completo ci introduce alle operazioni preliminari, davvero completo ed utile ad onor del vero, infatti, anche senza alcuna nozione, i soli contenuti esposti ci permetteranno di mettere in volo in tempi rapidi il Parrot Disco.

La struttura principale è divisa in tre elementi, il corpo centrale e le due ali. Quasi completamente realizzato in polipropilene espanso, offre una volta montato un'apertura alare di 1.150 mm, caratterizzata da una leggerezza (750 gr circa) che in ambito aeromodellismo è praticamente uno standard. Il montaggio è semplice, basterà inserire le ali nei binari appositi e controllare che gli elevatori aggancino gli alettoni. A quel punto la parte fisica del montaggio sarà conclusa, passeremo quindi all'inserimento della batteria nel corpo centrale e successivamente all'alimentazione di C.H.U.C.K (Control Hub & Universal Computer for Kit), il vero cervello di Parrot Disco, che analizzeremo meglio nel test di volo.

Un motore unico brushless da 1280 kv a spingere questo drone, mentre la presenza dei due alettoni ci permetterà di cabrare, virare e realizzare tutte le manovre consentite. Frontalmente trova spazio la cam 14 MP in grado di realizzare foto e video in FullHD fino a 30 fps, molto simile a quella del Bebop 2, e dotata della medesima tecnologia di stabilizzazione digitale. A livello di sensori, Parrot Disco integra giroscopio e accelerometro a 3 assi, barometro, altimetro, e naturalmente GPS con Glonass, grazie al quale possiamo godere del ritorno automatico e visualizzare la posizione corretta sul radar, godibile tramite Freeflight Pro. A questo proposito, l'applicazione proprietaria è disponibile per iOS/Android, e ci consente di godere non solo dell'FPV ma anche della visuale immersiva tramite il visore compreso in bundle.

Lo Skycontroller 2 è una versione rivisitata in chiave leggera e minimal del precedente modello, molto più simile come layout e struttura ad un joypad della Xbox One, rispetto all'ingombrante modello testato con Bebop 2. Un supporto dal meccanismo simile a quelli di normale utilizzo nelle vetture, ci consente di inserire un dispositivo della grandezza massimo di un tablet come iPad, consentendo la rotazione in portrait o in landscape. Per quanto riguarda il visore Cockpit glasses, necessita anch'esso dell'inserimento al suo interno di uno smartphone come display. Dopo la connessione tramite USB allo Skycontroller 2, siavvierà automaticamente l'applicazione Freeflight Pro (se installata) in modalità immersiva, che potremo deselezionare con il tasto dorsale destro o sinistro. Nei miei test, ho utilizzato Galaxy S7 Edge senza nessun problema, tuttavia il limite dimensionale di un display dovrebbe essere di 5.7 pollici, superandolo, si corre il rischio di non avere lo spazio necessario per l'alloggiamento.

Prestazioni in volo
Il sistema di controllo di Parrot Disco risulta del tutto innovativo, complice a 360 ° il modulo Parrot C.H.U.C.K. Come spiegato nel dettaglio all'interno del nostro video, decollo, atterraggio e manovre in volo, risultano davvero alla portata di tutti, facilitando per certi versi i più inesperti. Questo perchè, in ambito aeromodellismo, ad esempio, una virata è sempre accompagnata dall'aumento del gas, per compensare l'abbassamento del muso del velivolo. Con Parrot Disco non dovremo occuparci di questi aspetti, la potenza in virata verrà gestita automaticamente, e le traiettorie che descriveremo saranno sempre perfette in qualsiasi condizione.
A volte, la sensazione di invasività del sistema si farà sentire, ed in alcune manovre avremo la netta sensazione di non controllare del tutto Disco, pertanto per alcuni questo aspetto potrebbe limitare il divertimento a lungo termine. Atterraggio e decollo sono pressochè automatici ed utilizzano il medesimo tasto sullo Skycontroller 2, nel primo caso la partenza avverrà direttamente dalle nostre mani, accompagnando con un movimento in avanti la spinta dei motori. Per l'atterraggio invece, la condizione ideale sarà quella di abbassare la quota a circa 10 - 15 metri, porsi contro vento, diminuire il gas, e pigiare il medesimo tasto: Disco si abbasserà autonomamente, effettuerà una cabrata e si poserà a terra. Naturalmente, è preferibile atterrare su un terreno morbido, e soprattutto farlo lontano da ostacoli come alberi o altro. La guida è preferibile inizialmente a vista, poi con un po' di esperienza è possibbile avventurarsi nell'FPV, che tuttavia, ricordiamo è limitato a livello legale nel nostro paese, alle sole competizioni con copilota a supporto. In FPV e visuale immersiva, avremo a disposizione buona parte dei dati telemetrici di una cabina di pilotaggio, potremo così conoscere nel dettaglio l'altitudine, la distanza da noi, l'orientamento, la velocità, in modo da poter seguire meglio l'andamento di Parrot Disco.

La portata massima concessa grazie alla tecnologia Wi-Fi MIMO è di circa 2 km teorici, tuttavia già intorno ai 500 mt avvengono le prime interferenze e le perdite di segnale. in questo caso niente paura, il nostro drone ritornerà automaticamente al punto di partenza e si porrà in volo stazionario circolare, in attesa dei nostri comandi. La configurazione degli stick analogici l'abbiamo trattata nel dettaglio all'interno della videoprova, ma è importante ricordare che potremo in ogni momento porre in volo circolare sopra di noi Parrot Disco, che in caso stia volando basso, si alzerà automaticamente all'altezza minima di sicurezza di 50 mt, consentendoci di prendere respiro in caso di confusione o eventuali problemi.
Infine la durata della batteria, dichiarata fino a 45 minuti, che rappresentano un dato abbastanza veritiero. Parrot Disco riesce a raggiungere la velocità massima di 80 Km/h, e la durata della carica potrà scendere anche di una decina di minuti nel caso di una guida particolarmente aggressiva, cosa che sicuramente vi capiterà.
Videocamera e foto

Il comparto camera di Parrot Disco risulta molto simile prestazionalmente a quello di Bebop 2, offrendo una stabilizzazione elettronica molto efficace In tutte le condizioni, vento forte compreso, ma come rovescio della medaglia, l'assistenza digitale pregiudica la nitidezza generale, andando ad aumentare la rumorosità nelle riprese. Anche in condizioni di scarsa illuminazione, la videocamera soffre un po', dando il meglio di sè nelle ore con maggior luce, tuttavia, lo Skycontroller 2 offre tra i controlli dorsali, la possibilità di modificare l'esposizione, molto utile per correggere almeno in parte questo problema.

Anche le capacità fotografiche sono in linea con quanto affermato nella parte video, risultando decisamente non all'altezza di molte action-cam consumer di normale utilizzo con i droni. Una caratteristica interessante è la possibilità di inclinare la camera sull'asse verticale, tuttavia non è possibile sfruttare pienamente questa possibilità, infatti, in caso di completa inclinazione verso il basso, noteremo come le plastiche della scocca entreranno nel campo visivo. Per capire meglio lo spiacevole effetto, vi consigliamo di guardare la nostra videoprova.
Conclusioni

Parrot Disco è un drone sicuramente ben riuscito ma alcune luci ed ombre minano un po' il giudizio finale. Il grande pregio di questo modello è di mettere in condizione anche un utente novizio, di guidare un aeromodello ad ala fissa, regalando ore di divertimento. Ottimo l'utilizzo in FPV sia con visore che tramite display, ci sentiremo davvero all'interno di una cabina di pilotaggio, grazie ai dati telemetrici visualizzati in tempo reale.

Per contro, il comparto camera risulta lievemente sottotono e questo è un aspetto sul quale Parrot dovrebbe ancora lavorare. Ottima la stabilizzazione elettronica, un po' meno la qualità generale come spiegato poco sopra. A condizionare il tutto, un prezzo non propriamente popolare, (il bundle completo con Visore e Skycontroller costa 1.299 € ) e le difficoltà d'utilizzo legate alla regolamentazione ENAC, che lo ricordiamo, non ci consentono di sfruttare liberamente tutte le caratteristiche di questo modello.

Una scelta che vi fa onore? Honor 5c, compralo al miglior prezzo da Media World a 169 euro.

132

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mobili Filippi

inizia a vedersi sui 950€ ho seguito i vari litigi qua sotto, personalmente mi ispira parecchio (arrivo da quadricottero modificato ecc ) per la semplicita appunto il divertirsi a esplorare i dintorni in montagna la sua semplicita fare semplici riprese, guardavo sempre i TBS Zephyr o Caipirinha eccellenti anche perche han un range di 10 km con una spesa di 2000€ , se questo costasse 600 700 lo prenderei al volo,

Thomas Turbato

Rispetto!

Thomas Turbato

Avete preso una bella mandola per questa recensione....E' un mese che è in sticky

Giorgio

L'ho preso in mano giusto ieri, tutto figo ma da l'impressione di distruggersi al primo atterraggio sbagliato

Tiwi

1300 euro...passo

cbss

Qui si sta parlando di un prodotto hobbistico, seppur costoso, sarebbe notevole se per fare lavori professionali bastasse questo. Se lo vuoi paragonare qualcos'altro a prodotti pari quello che citi ma non specifichi, immagino tu sappia bene che la Parrot ha anche prodotti professionali.
Una recensione fatta da un blog dichiaratamente orientato a prodotti informatici non può mettere in evidenza caratteristiche di un prodotto un po' OT come un drone, a questo mi riferisco.
Immagino però che in base al tuo ragionamento qualunque aereomodello sia una pessima ed inutile spesa non servendo per lavoro.
Comunque visto che tu sei un supercompetente ed io non vendo Parrot ma solo li uso (ne ho vari modelli, non ho però il Disco) non posso che darti ragione e chiudere la discussione.

MisterWU

Yep.

MisterWU

Vere caratteristiche? ??
Perché una caratteristica è vera o falsa? Mi spieghi perché c'è un problema di concetto.

Nella nostra azienda abbiamo un matrice 600 per gli usi più frequenti e, quando necessario, per la fotogrammetria su larga scala noleggiamo un drone ad ala fissa capace di fotografare con un volo circa 500 ettari ad una risoluzione di 5cm/pixel. Veda lei se qualcosa di riprese aeree ne capiamo qualcosina. Noi una certa tipologia di strumentazione la usiamo per guadagnare dei $$$ e non per giocarci.
Abbiamo valutato con attenzione il prodotto (inclusa una demo dal nostro rivenditore), perché poteva interessarci avere un monoala in casa pronto all'uso, e si è rivelato che ha un rapporto qualità prezzo assolutamente improponibile, in negativo.
Per i nostri standard qualitativi le immagini prodotte sono utilizzabili a malapena per delle demo di sviluppo interno.
Lei continui a leggere i siti specializzati noi invece abbiamo 1 dipendente, lautamente retribuito, che si occupa esclusivamente di immageria aerea e fotogrammetria (in possesso di regolare brevetto per usare qualsiasi drone e quando serve anche un aereo ultra leggero). E visto che gli assegni li firmo io, i 1300€ preferisco darli a lui come bonus a fine anno piuttosto che regalarli alla Parrot.

cbss

il visore dji ed il mavic al momento non sono in vendita e stanno toppando le vendite di Natale. Vedi di capire il perchè.

cbss

Immagino che tu sia un esperto, quindi hai ragione, non guardare neppure le vere caratteristiche sui siti specializzati.

Ngamer

infatti è quello che faccio replico 1 volta poi li ignoro perchè non ascoltano.

il Gorilla con gli Occhiali

Beh com'è logico che sia questo dipende dalle zone.

LaVeraVerità

I permessi non li danno così facilmente come credi e comunque non a chiunque. Bisogna essere in possesso di patente (il che significa corsi, esami, coperture assicurative, ecc...) e disporre di un mezzo adatto ed omologato. E anche avendo tutto questo la cosa è fortemente discrezionale.

LaVeraVerità

In quelle situazioni, previa autorizzazione, si. Ovviamente non sarebbe utilizzato un drone ad ala fissa ma uno di tipo tradizionale, magari dotato specificamente di sensori per il volo indoor visto che il gps non sarebbe di aiuto.

MisterWU

vista la storica qualità scarsa delle camere della parrot temo i risultati della fotogrammetria.

MisterWU

Anche in un capannone, in un palazzetto, in un teatro, su una pista automoblistico, in un complesso urbano privato se autorizati.. Questo coso ha un uso limitatissimo, mi fa pensare ai caccia dell'aviazione svizzera che attraversano tutto il loro spazio aereo in 55 secondi ;-)

MisterWU

Un consiglio: non sprechi tempo con chi è costituito da un fatale mix di presunzione ed ignoranza, inutile dialogare, loro tanto detengono la verità.

MisterWU

1299 € per un prodotto della Parrot? ?
Nemmeno sotto tortura. Già che sono prodotti scarsi e di bassa/media qualità, confermato anche da questa recensione, se per di più hanno prezzi irrealistici vedo un brutto futuro per questa azienda.

Ngamer

il visore dji è un vero visore questo no , ci devi mettere il telefono a casa ne ho uno simile pagato 20 euro ...

il Gorilla con gli Occhiali

Infatti non è un A380

cbss

dipende da dove voli e che uso ne fai. Prova a cercare su internet "Enac" e capirai.

cbss

In ampi spazi non perdi il segnale perchè non ci sono interferenze, loro dove l'hanno fatto volare?

cbss

Corretto.

cbss

Anche questo, ha bisogno di spazio, non di sconfinate praterie....

cbss

La normativa Enac non prevede l'uso di alcun drone in zone urbane, se non quelli classificati come giocattoli.

cbss

Guarda che lo stanno già usando ed in effetti il disco sarebbe un'arma letale, molto più dei droni classici.

cbss

Non occorre arrabbiarsi, ma hai confrontato le mele con le pere sbagliando pure il prezzo. Non parlare a caso, dai.

cbss

Ma stai parlando di due cose ben diverse, il Mavic lo puoi confrontare con il Bebop2. Resta il fatto che il mavic con relativo visore costa ben di più del disco, prova a documentarti meglio.

cbss

Parrot sarebbe un principiante? Prova a vedere chi è stato a costruire il primo drone di successo...
Ma sai veramente le caratteristiche di questo drone o parli a caso?

M3r71n0

Sbaglio o non ho visto la parte dell'atterraggio?
Come cavolo si riporta a casa sto drone ad ala fissa.

scrofalo

Segnalatelo

6BlndT

parole sante... parole sante

erdarkos

sono modellista da tanti anni ormai, per lo più su pista, quindi non "volo" pero ho la mia personale idea su questa roba.

1. per lo più è robetta di bassa qualità, molto meglio auto costruirsi od utilizzare i kit di marche blasonate nel mondo del modellismo

2. se vogliono rendere accessibile a tutti anche per chi prende in mano per la prima volta un drone di questo tipo, devono cambiare il sistema di controllo classico a doppio stick, i sistema di controllo a doppio stick richiede pratica anche se si sta in FPV, mentre un sistema di controllo tipo a joystick come si usa nei caccia è meglio, un po come i vari joystick per i videogiochi di volo, è molto più intuitivo. Il problema è che se non si è abituati all'utilizzo del doppio stick rischi di fare i danni, basta una caduta rovinosa e via si butta tutto al secchio.

3. chi vuole di più non si rivolge a questi prodotti che costano comunque tanto, è un cane che si mode la coda.

Squak9000

???
E poi come diventano martiri se rimangono incolumi?

Forse non ci siamo... non hai proprio capito le basi del "fanatismo islamîco"

M_90®

vabbè ora c'hai i big money, vai in qualche parco a giocare :D attento però all'MI6, chissà dove ti fanno scomparire.

matteventu

Sono stato un aeromodellista in passato :(

M_90®

quanto sei sapiente, sei da sposare <3(non hai la fig4 però, mi disp :( :D ).

Rik Bon

Aziona tu il cervello, cerebroleso...
Io ho evidenziato che sono 2 cose completamente diverse perché tu, gran minchione, hai paragonato i 2 modelli dicendo che uno é meglio dell'altro

Ngamer

prima di sputare sentenze aziona il cervello perchè mi è venuto il dubbio che tu non lo abbia fatto se hai voluto evidenziare il fatto che sono 2 modelli di volo differenti .

matteventu

Hey caro mio, questo è un prodotto consumer lol

matteventu

Non è polistirolo né è polistirolo rafforzato, è esteticamente simile ma è composto in modo differente ed è molto molto più elastico.

matteventu

Per le persone normali possono servire per semplice sfogo o passione nel pilotarli.

Antobot Mc Gyver

"Certo costa un occhio della testa...", vuol dire che non hai mai visto il prezzo di un'Inspire -_-

modhdblog

Lo segnali e lo ignora avendo disqus fortunatamente introdotto questa possibilità da tempo.

Gianni

Per farsi esplodere o per sorprendersi in caso si rimanga incolumi dall'esplosione?

Ngamer

telecamera direi suff , modello che richiede molto spazio , prezzo molto alto , 1.000.000 volte meglio il dji mavic pro che costa uguale anzi cavolo dico? mavic costa 100 euro in meno :P

AntonioSM77

Provalo, è molto accurato ed a volte in ambienti rumorosi mi dà il risultato dove shazam non ne trova.

Nax

Ecco questo non lo sapevo, volevo chiedertelo ma mentre scrivevo il commento mi è sfuggito, grazie ancora!

Squak9000

Infatti.... l'umano1.0 che si fa espodere ormai ci siamo abbituati tutti e non fa sorpresa.

Ormai ci sono anche i corsi online!

AntonioSM77

Figurati.
Giusto per la cronaca ho usato il riconoscimento della musica integrato nella ricerca Google da smartphone. Dopo che clicchi il microfono sotto escono delle note musicali, le clicchi e riconosce la canzone in stile Shazam.

RECENSIONE DJI SPARK: tutto quello che dovete sapere | Limiti volo e Regole

TV LG OLED 55E6V con webOS 3.0: la nostra recensione

TV OLED Sony KD-65A1: la nostra Recensione

DJI Phantom 4 Advanced: la nostra Recensione