Samsung punta a semplificare l'esperienza d'uso sui QLED TV (video)

03 Febbraio 2017 3

Ieri abbiamo parlato della nuova gamma TV 2017 di Samsung. Le serie su cui il produttore coreano punta con forza sono ovviamente la Q7, la Q8 e la Q9, ovvero i QLED TV. Samsung non intende concentrarsi solo sulla qualità delle immagini. La gamma di fascia alta del 2017 è infatti progettata anche per semplificare l'esperienza d'uso. E' del resto innegabile che i TV siano ormai divenuti prodotti piuttosto complessi, anche per via di tutte le funzioni che hanno accentrato nel corso degli anni.

Si parte dalle connessioni con le altre sorgenti e dalla necessità di minimizzare l'impatto sull'ambiente, spesso complicato dalla presenza di un numero fin troppo elevato di cavi da tenere in ordine e, se possibile, da occultare dietro i TV. Come abbiamo già riportato in altri articoli, Samsung proporrà quest'anno gli ormai classici box esterni "One Connect Box", al cui interno sono racchiusi l'elettronica e tutti i connettori. A cambiare è il cavo di collegamento tra box e TV: quest'anno l'unico filo da tirare è un cavo in fibra ottica semi-trasparente chiamato "Invisibile Connection", più lungo rispetto a quello impiegato per i modelli del 2016 e molto più semplice da occultare alla vista.

Anche il telecomando è cambiato: dal One Remote si passa al Premium One Remote, una soluzione più rifinita e migliorata anche nell'ergonomia (secondo quanto dichiarato da Samsung). Come l'anno scorso permane la possibilità di controllare altri dispositivi collegati al TV. I QLED TV riconoscono automaticamente le sorgenti connesse e programmano l'unità di controllo per gestirne tutte le funzioni, anche tramite comandi vocali (che dovrebbero quindi presentare interessanti migliorie).

Anche il supporto ai servizi in streaming e alle applicazioni presenterà alcune migliorie. Tramite l'app Smart View si potranno consultare i contenuti presenti su vari servizi compatibili con i TV Samsung. Una volta trovato il video desiderato lo si potrà lanciare direttamente da smartphone, in maniera simile al Chromecast di Google. I TV integreranno inoltre una sorta di EPG (la guida elettronica ai programmi) che comprenderà non solo le trasmissioni TV in diretta ma anche i vari servizi. Si potrà quindi avere una panoramica più completa sui programmi e sui video disponibili all'interno di un unico menu, senza dover accedere a varie applicazioni (una per volta) per trovare un contenuto interessante.

Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact, in offerta oggi da Tiger Shop a 275 euro oppure da Amazon a 381 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
momentarybliss

Già penso che in tanti siano andati in crisi con il telecomando senza tasti delle smart TV dello scorso anno, figuriamoci

Svasatore

Parole al vento. L'alternativa é non averlo quindi non lamentarti.

ale

One connect Box sarebbe anche sensato se usassero per interconnettere il box alla TV un connettore standard, un bel mini displayport, che è anche facile da estendere in caso o far passare nel muro, così metti fra 4/5 anni quando il box in corredo con la TV è oramai obsoleto, ma il pannello ancora buono, ci attacco un PC o qualsiasi altra cosa e lo uso praticamente solo come monitor... ed in questo modo potrebbero, per chi comunque usa la TV solo come monitor, vendere solo il pannello separato dal box, in modo che possa risparmiare soldi, e pure non pagare il canone televisivo in caso dell'Italia (essendo a tutti gli effetti il box a contenere il sintonizzatore DTV)

Ma così, fatto con un cavo proprietario che se poi ti si rompe fra 3 anni ti sfido a trovarne uno di ricambio, e devi cambiare TV, con un box che comunque non puoi rimpiazzare, non ha tanto senso...

TV OLED Sony KD-65A1: la nostra Recensione

DJI Phantom 4 Advanced: la nostra Recensione

ACTION CAM DA 19€: Vale la pena? | Recensione

Hasselblad X1D e la sfida con la fotografia di strada | il nostro Test