Le specifiche delle trasmissioni TV si aggiornano con HDR, HFR e audio di nuova generazione

09 Marzo 2017 23

ETSI (European Telecommunications Standards Institute) ha approvato, come da programma, le specifiche per DVB UHD-1 Phase 2. Dietro questa sigla si celano gli standard che verranno utilizzati per le trasmissioni televisive a risoluzione Ultra HD. Tra le novità più importanti vi sono il supporto a HDR con due differenti soluzioni: in UHD-1 Phase 2 sono inclusi sia il Perceptual Quantizer (PQ: la curva che sostituisce il gamma per Dolby Vision e HDR10: ne abbiamo parlato qui nel capitolo su HDR) sia Hybrid Log-Gamma (HLG), il formato retro-compatibile sviluppato da NHK e BBC. Entrambe le soluzioni sono parte dello standard BT.2100 di ITU (International Telecommunication Union).


Un'altra novità riguarda HFR (High Frame Rate), cioè tutti quei segnali video che vanno oltre i 50/60Hz. Un assaggio lo abbiamo avuto già a IFA 2016, dove LG, BBC e EBU (European Broadcasting Union) hanno mostrato alcune trasmissioni sperimentali in Ultra HD e con 100 fotogrammi al secondo sui TV OLED. L'attenzione al comparto video non ha escluso novità in campo audio: nelle nuove specifiche è infatti incluso anche il cosiddetto Next Generation Audio (NGA), capace di supportare i formati "scene based" (gestiti ad esempio da MPEG-H) e "object-based" (Dolby Atmos e DTS:X).

La prossima fase, già avviata, porterà alle specifiche denominate UHD-2. Tra le novità incluse citiamo la risoluzione 8K (7680 x 4320 pixel) e forse anche nuovi sistemi per la compressione dei video (più efficienti).

Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact è in offerta oggi su a 380 euro.

23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimiliano Cozzi

Veramente lo standard definito come pal trasporta solo segnale interlacciato.
Che si possa fare in altre situazioni un segnale a 576p si può anche discutere.

Leonardo Antoniono

Io per cambiare tv aspetto il 2020, tanto per ora, ancora non ci si capisce niente, poi fai come un mio amico che si è comprato una tv 4k che non permette neanche di vedere le uniche cose in 4k, cioè i video di youtube, perche il suo tv non ha la decodifica. Per ora ho acquistato un proiettore fhd che si vede bene quanto una tv fhd, ma con la differenza che quando voglio vedere un film lo vedo a 110 pollici. Poi per vedere lo schifo dei programmi che fanno e il tg uso un piccolo 55 pollici.

Matteo

quello che ho detto io ;)

Filippo Rossano

La Rai trasmette il 4K giustamente via satellite su tivusat, non spegne nessun canale (che per inciso alcuni clienti premium si vedono tolti servizi pagati per permettere la trasmissione 4K) e il bitrate è più alto con conseguente migliore qualità. Voler tirare allo stremo il DVB-T è masochismo, è pieno di problemi soprattutto nel nostro paese, a causa della conformazione del territorio. Ci sarà un motivo se la Rai, che non ha alcun interesse economico nel DVB-T, trasmette tutti i suoi canali in HD e 4K su tivusat.

Filippo Rossano

Questo standard è utopia pura, prima di vedere una roba del genere altro che decenni. Già si farebbe fatica col T2 e l'HEVC ad avere tutti i canali in HD (dato che si devono ancora tenere i canali in SD), figurati ad averli tutti 4K per mio modo di vedere non si vedrà proprio mai, si cambierà direttamente tecnologia, IPTV o satellitare.

Matteo

infatti, per trasmettere 4k ci vuole tanta banda e solo chi ha tanti canali può farlo, premium quando lo fa spegne dei canali. gli altri ne hanno si e no 1 o 2. l'altra alternativa è la rai, ma anche lì non mi sembra abbiano trasmesso qualcosa in 4k ancora

Paulo

Si ma io intendevo dire free x tutti e non a pagamento...

Ale Rox

Inizia già ad abituarti al decoder collegato alla tv nuova ormai non più compatibile coi nuovi standard.
E probabilmente bisognerà rimettere mano anche alle antenne se introdurranno la trasmissione in doppia polarizzazione per aumentare la banda.
Aaaah, il progresso! :D

MasterBlatter

cambia poco la trasmissione in interlacciato può trasportare anche video progressivo

Matteo

tu hai detto che non riescono a trasmettere, non la quantità. quello si, ma credo che con questo standard sia quasi impossibile

Paulo

Si, ma quanti eventi ti fanno vedere all'anno? 2/3
Io dico UHD 24 su 24.

Diego Lauretti

hahahaahahahhaahhahahaahhaahahha

Massimiliano Cozzi

576i
scusa la correzione :-)

Matteo

Riteniamoci fortunati di aver saltato il dvb-t2, ormai non avrebbe senso fare uno switch-off su questo standard

Matteo

Perché quello di premium non é UHD?

Fabrizio La Daga

Questo standard andrà a sostituire ol DVB-T2/S2?
Dopo il 2020 si programma un altro switch off oppure esiste una qualche compatibilità?

Leon94

8K??? Ancora parecchi canali tv non sono ne anche a 1080 e qui si parla di 8K.....mha!

Paulo

Non sono cose che riguarderanno il nostro paese.
Ancora oggi non riescono a trasmettere in FHD, figuriamoci in UHD!

MasterBlatter

a dire il vero non hanno cambiato ancora nulla

MasterBlatter

Commento tipo a notizia di standard UHD-1:
"Ma a che serve? Ancora abbiamo tv che lo supportino!"

Commento tipo a notizia di tv che supporta UHD-1:
"Ma a che serve? Ancora abbiamo trasmissioni in 4:3 576p!"

Simone

Questi sono folli, non possono cambiare standard ogni anno, mi sa che vogliono indurci a cambiare tv allo stesso modo di uno smartphone, almeno potevano farlo prima dell'introduzione dei modelli 2017 che spero si possano aggiornare via sw

Rieducational Channel

Di definitivo c'è solo la morte.

Diego Lauretti

se vabbè.......stiamo apposto, ma per avere un tv con delle specifiche compatibili con degli standard definitivi? cosa bisogna fare? cioè fate passare la voglia di comprare le tv.

Recensione Android TV Ultra HD TCL U55C7006: dotazione completa a meno di 1.000€

RECENSIONE DJI SPARK: tutto quello che dovete sapere | Limiti volo e Regole

TV LG OLED 55E6V con webOS 3.0: la nostra recensione

TV OLED Sony KD-65A1: la nostra Recensione