Il principale produttore di Ultra HD Blu-ray ha già stampato 3 milioni di dischi

22 Marzo 2017 48

Il formato Ultra HD Blu-ray sta facendo registrare ottimi numeri. Pur trattandosi chiaramente di prodotti indirizzati ad una nicchia di appassionati esigenti, i nuovi supporti ottici hanno saputo imporsi sul mercato meglio di quanto fece il Blu-ray durante la fase di lancio.

A confermare l'andamento positivo sono anche i dati riportati da Sonopress, uno dei principali (se non il principale) produttore di dischi in formato Ultra HD Blu-ray. Tra i clienti di questa compagnia citiamo Universal Pictures International, Warner Bros., Highlight Constantin e Concorde Entertainment.


Sonopress ha annunciato di aver realizzato oltre tre milioni di dischi a circa un anno dal lancio del nuovo supporto ottico. Tra i film attualmente in produzione vi sono tutti le versioni Ultra HD di "Harry Potter", "Mechanic: Resurrection" e "Lone Survivor". Ricordiamo anche che Sonopress ha ricevuto il DEG Award per il "Best Digital Product or Service Innovation for 2016", conseguito per aver prodotto gli Ultra HD Blu-ray a triplo strato da 100GB.

Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge è in offerta oggi su a 345 euro.

48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicola Buriani

Praticamente parliamo di TV da 600 Euro?
Nel caso direi che l'utente non è molto interessato alla qualità e tendenzialmente non rientra nel target degli Ultra HD Blu-ray.
Questo fermo restando il fatto che continuo a non capire come questo discorso si incastri con il resto: il costo dei lettori è proprio l'ultimo dei problemi, sta calando rapidamente e ci saranno presto alternative a basso costo (LG con Dolby Vision dovrebbe costare intorno ai 300 Euro).
Per la connessione la soluzione oggi non c'è e non ci sarà a breve e la rete cellulare non è neanche lontanamente una soluzione (100GB con quale contratto vorresti scaricarli? Mai visto niente che ti dia quantità del genere anche all'estero e parliamo di un solo film). E perché mai chi non ha una rete veloce dovrebbe continuare con i Blu-ray? Non è la disponibilità di connessioni veloci a determinare l'interesse verso film di altissima qualità. L'unica cosa che otterresti con una distribuzione solo online sarebbe ridurre la platea dei consumatori, dubito che le major siano interessate. Comunque sono svariati milioni le persone che non vivono nelle grandi città.
Per la questione download scordati che qualcosa cambi fino a quando non saranno costretti a rendere disponibili i download, è forse l'unico punto che mette d'accordo tutte le major, vogliono misure di sicurezza ferree anche solo per lo streaming, figurati per file con qualità 1:1.
Per la banda tieni presente che Netflix avrà più utenza simultanea, ma il consumo di banda è molto più basso (basta che vai a vedere le velocità medie delle connessioni in prima serata, non si arriva a 4Mbps), quindi la differenza rischia di non essere molta (avrai sempre chi scarica qualcosa, sempre e comunque in qualunque momento) e tenere in piedi server di un certo tipo costa tanto (approntare tutto il necessario temo sia un esborso più grande rispetto a stampare i dischi).

Felk

Mi permetto di dissentire. Se hai una TV UHD non di una certa fascia, è francamente inutile prendere un lettore che da solo, magari ti costa come 2/3 della Tv. Magari ti compri una XO e un paio di Blu Ray UHD e pure se ha problemi con il 10 bit o con il Dolby Atmos, te ne importa relativamente per quello che l'hai pagata.
Lo trovo come andare in pista con una berlina compatta. Non è come girare con una Supercar, ma comunque ti puoi divertire. Insomma, vale quello che paghi.

Per quanto riguarda la connettività, i problemi non si risolvono oggi, domani e nemmeno domani l'altro e non riguardano chi abita in montagna (vai negli Stati Uniti e sappimi dire quante connessioni da 100Mbps trovi fuori dalle grandi città).

Ok, va bene, ma sono tre volte che ripeto che c'è anche il 4g/5g o, nel caso, si continua con i Bluray. Poi la maggior parte delle persone vivono nelle grandi città, quindi che quattro casette a 300Km dalla città più vicina restino senza poter scaricare i film in UHD, poco male sinceramente. Continueranno a comprare i Blu Ray.
Non è che la tecnologia deve essere accessibile al 100% della popolazione. Le città, dal punto di vista dello sviluppo di qualsivoglia tecnologia, sarà sempre più avanti, nel bene o nel male.

Per i file il problema è che non te li fanno proprio scaricare, questo intendevo con "non li sposti".

Si, questo è un problema, ma che se vogliono possono risolvere facilmente. Gli accordi tra le varie aziende non ci competono, quindi possiamo solamente aspettare che cambi qualcosa.

"Chiudo con il discorso sulla banda: non cambierebbe un granché, se gli Ultra HD Blu-ray si spostassero sulla rete avresti costantemente gente che compra e dovresti mantenere molte connessioni simultanee ad alta velocità (e per periodi di tempo non brevi), il che ha ovviamente un costo. Conviene per chi produce? Il P2P per queste cose semplicemente non funziona: devi avere garanzie, non sperare che ci sia qualcuno al momento che condivide il film che ti interessa." Il P2P lo usi da supporto per la tua banda nel caso, così da aiutarti a non intasare completamente il flusso Server-Lettore. In più ci sarebbe la possibilità di scaricare il film ancora prima della data di uscita del Blu ray (come succede per i giochi), così da non intasare nulla il giorno dell'uscita ufficiale.
Si bisognerebbe mantenere delle connessioni simultanee, ma come ho già ripetuto, sono comunque più sporadiche e meno continue rispetto ad un flusso generato da Netflix.

Nicola Buriani

Non costano la metà ed è un grosso problema se non offrono la stessa qualità: l'Ultra HD Blu-ray è proprio per chi vuole la massima qualità, per gli altri di alternative ce ne sono parecchie. Non vedo neanche cosa potrebbe cambiare in futuro: le console non sono costruite con in mente le prestazioni di un lettore Ultra HD Blu-ray
Per quanto riguarda la connettività, i problemi non si risolvono oggi, domani e nemmeno domani l'altro e non riguardano chi abita in montagna (vai negli Stati Uniti e sappimi dire quante connessioni da 100Mbps trovi fuori dalle grandi città). Se ne riparlerà quando cambieranno le cose, dubito che per ora ci sia qualcuno che vuole investire somme niente affatto contenute per rivolgersi alla nicchia della nicchia (massima qualità e con connessioni molto veloci).
Per i file il problema è che non te li fanno proprio scaricare, questo intendevo con "non li sposti". Per farteli scaricare vogliono dispositivi blindati, quindi scordati di poter prendere un dispositivo che potresti manipolare senza troppa fatica. Ripeto: non è un caso se l'unico servizio di questo tipo attivo oggi è quello di Kaleidescape (il primo requisito richiesto è la sicurezza e per garantirla hanno speso tantissimo, tanto che tra questo e le cause legali hanno concretamente rischiato di chiudere i battenti). Non c'è nient'altro del genere all'orizzonte e proprio perché non vogliono che i file di quella qualità finiscano in mano agli utenti.
Chiudo con il discorso sulla banda: non cambierebbe un granché, se gli Ultra HD Blu-ray si spostassero sulla rete avresti costantemente gente che compra e dovresti mantenere molte connessioni simultanee ad alta velocità (e per periodi di tempo non brevi), il che ha ovviamente un costo. Conviene per chi produce? Il P2P per queste cose semplicemente non funziona: devi avere garanzie, non sperare che ci sia qualcuno al momento che condivide il film che ti interessa.

Felk

Non offrono la stessa qualità ma attualmente costano la metà, che secondo me è già una grandissima cosa. Presumibilmente da Scorpio in poi, problemi non ce ne saranno e se continueranno ad uscire con la frequenza attuale (ogni quattro anni), problemi anche per futuri upgrade non esisteranno.

Non è comunque nemmeno quello il problema: puoi usare quello che vuoi, anche un TV eventualmente, ma tutti i problemi che ho elencato rimangono.
Come li raggiungi i milioni di persone non coperte da connessioni da 50-100Mbps o più?

Te l'ho scritto. Lo switch al digitale non deve essere immediato e, se verrà fatto, ci saranno comunque dei blu ray (con il prezzo attuale) a disposizione per i chi ha le manie di collezionismo. Se abiti in montagna e non hai la FTTC, comunque il film te lo puoi vedere. Poi stiamo spingendo anche verso il 5g e l'IoT, quindi che ne sai, magari qualcosa per le persone sperdute tra i monti ci potrà essere.
Se invece fai riferimento ai paesi emergenti, beh, in quel caso è da vedere se riescono anche solo a permettersi una televisione in 4k decente.

Come risolvi il problema dell'archiviazione? Non non mi pare affatto meglio del supporto fisico (che occuperà anche spazio, ma almeno non ti richiede di dover sborsare altri soldi e dover attrezzarti con NAS o simili), e ti ripeto che il file da spostare come vuoi non te lo daranno mai se non saranno assolutamente costretti.

Parliamoci seriamente... Che interesse avresti nello spostare il file? Se voglio vedermi un Blu-ray UHD, lo faccio sulla televisione che ho ipoteticamente in sala, non lo vado a fare altrove.
Non so, basta anche un collegamento con un Wifi AC, tanto ce la fa abbondantemente. Tanto nei 300/400€ di un lettore blu ray, sono cose che ci entrano abbondantemente.

Quanto costa assicurare download continui a minimo 100Mbps (altrimenti diventa tutto troppo lento)? Netflix non è un buon esempio: non eroga costantemente 100Mbps a migliaia di utenti.
Il ragionamento che ho fatto per Netflix è leggermente diverso. In quel caso paghi un abbonamento mensile e vedi tutto ciò che vuoi, quindi molto probabilmente la sera troverai, non so, 100k persone connesse (numero a caso). 100k persone connesse tutte ai server che continuano ad avere bisogno di un certo quantitativo di banda per un determinato tutto il film. Siccome paghi mensilmente, avrai sempre e comunque quel tot di utenti connessi che occupano banda.
Per quanto riguarda il download di un Blu-ray no. Il Blu ray lo devo prima comprare e poi lo posso scaricare, quindi difficilmente si creerà quell'intasamento. Poi ti ripeto, basta dislocare dei server in più nazioni, cosa fattibile per una multinazionale.
Poi volendo si potrebbe anche usare una sorta di P2P (mi viene in mente la condivisione degli aggiornamenti di Microsoft), ma qui vabbè parliamo di ipotesi un po' fine a se stesse.
Nicola Buriani

Le console non possono soppiantare i lettori, non offrono la stessa qualità e per sorgenti che puntano tutto sulla massima qualità è un problema.
Non è comunque nemmeno quello il problema: puoi usare quello che vuoi, anche un TV eventualmente, ma tutti i problemi che ho elencato rimangono.
Come li raggiungi i milioni di persone non coperte da connessioni da 50-100Mbps o più?
Quanto costa assicurare download continui a minimo 100Mbps (altrimenti diventa tutto troppo lento)? Netflix non è un buon esempio: non eroga costantemente 100Mbps a migliaia di utenti.
Come risolvi il problema dell'archiviazione? Non non mi pare affatto meglio del supporto fisico (che occuperà anche spazio, ma almeno non ti richiede di dover sborsare altri soldi e dover attrezzarti con NAS o simili), e ti ripeto che il file da spostare come vuoi non te lo daranno mai se non saranno assolutamente costretti. Già con lo streaming richiedono notevoli misure di sicurezza (ed è il motivo per cui serve la certificazione per i servizi in Ultra HD), figurati con copie 1:1 degli Ultra HD Blu-ray.
Anche la questione del prezzo dei lettori non cambierebbe di una virgola: il costo non è di sicuro determinato dalla meccanica di lettura e tutto il resto dovrebbe rimanere uguale.
Ci vedo più problemi che comodità.

Felk

Volendo si potrebbe fare in due modi secondo me: la prima è tramite console, eliminando completamente i lettori blu ray. Rilasci la tua applicazione che permette il download, lasci la console un paio di ore a scaricare (nel caso tu abbia una 100Mb, meno se hai connessioni ancora migliori) e la sera ti vedi il film. Elimini un supporto fisico a favore di uno riutilizzabile più e più volte e soprattutto risparmi spazio.

Fin quando si trattano di 2-3 blu ray non è un problema, ma quando inizi ad averne una decina, il loro spazio lo occupano. Con un HD risolvi tutto, visto che in quelli da 2,5" (a seconda del taglio), almeno un 8-9 ce ne entrano. Tutto programmabile da remoto tramite smartphone, così non perdi neanche tempo.
Il secondo è appunto con un mediaplayer. Tagli il costo dei lettori, che 400€ per un lettore blu ray a mio modo di vedere sono una rapina a mano armata, togli il lettore blu ray e inserisci un HD. Anche per questo, tutto programmabile tramite remoto.

La scomodità è relativa. La sera voglio vedermi un film? Invece di andare a comprare un blu ray al negozio, prendo il telefono, vado sul mio gestore che mi permette il download e faccio scaricare il film sulla console o sui lettori compatibili.

La fornitura di banda è relativa come cosa. Basta dislocare più server in più nazioni e risolvi. Poi parliamo di un download che avviene una tantum e non sempre, mentre lo streaming (come ad esempio per Netflix), seppur consumando meno banda, è continuo e soffre più di intasamento, visto anche le persone connesse.

Si, taglieresti fuori le persone senza una connessione decente, ma parliamo comunque di un servizio che inizialmente può essere affiancato ai blu ray.
Entro qualche anno, almeno una 100 Mb FTTC sarà a portata di tutto penso.

Nicola Buriani

Il problema è che i servizi in download con file uguali a quelli di un Ultra HD Blu-ray sostanzialmente non esistono (c'è Kaleidescape, ma bisogna avere il loro media-player) e non se ne intravedono nemmeno all'orizzonte.
Del resto posso capire il perché: scomodo scaricare, problematico fornire tutta la banda necessaria (bisognerebbe far scaricare ad almeno 100Mbps sempre, quindi per svariate di migliaia di persone simultaneamente), scomodissima l'archiviazione dei film e comunque auguri con i DRM, perché un file non compresso in Ultra HD da spostare liberamente oggi non lo rende disponibile nessuno (non a caso l'unico servizio è di Kaleidescape: sono lettori blindatissimi).

Mauro

Il fatto di avere 6 apparecchi hai perfettamente ragione,ciucciano,io sfrutto le ore notturne,se ci fosse la possibilità di scaricare un film intero a qualità bluray se avvi il download verso le 23 quando vai a letto e lo fai andare fino al pomeriggio (considero che la mattina tra scuola e lavoro non ci siano tante persone a casa che usano internet) verso le 15 ad esempio sono 15 ore in download (sono quasi 50 GB)

Nicola Buriani

Ne dubito fortemente: anche solo per una questione di costi non è minimamente conveniente e tra l'altro andrebbero buttati praticamente tutti i lettori in commercio.

acco963

pure io ho una 7 mega, ma in casa abbiamo 6 apparecchi tra smartphone tablet e pc e tv connessi al wifi, e fai conto 2 streaming in 720p fanno fatica, dimmi se inzio a scaricare anche un un film da 100gb diventa ingestibile la cosa, poi ok la rete non è satura 24 ore su 24 ma comunque se fai una media di 10-12 ore al giorno per scaricare 100gb ci vorranno 4/5 giorni, per un film, decisamente troppo.

acco963

io non sono contro lo streaming e download, sto solo dicendo che paragonare un supporto fisico al download non ha senso, magari per uno che abita in città sicuramente puó fare la differenza avere una 100/200 mega, ma per me e per altre centinaia di migliaia di persone non ha senso adesso, se nei prossimi anni mi arriverà la fibra e faranno un servizio di streaming/download con qualità bluray al giusto prezzo certamente ne approfitteró, adesso come adesso per chi non ha la fibra per guardarsi un film in 4k/1080 non compresso l'unica soluzione è il bluray.

Felk

Rispondo a te, ma vale anche per acco963 Con una 100Mb piena scaricheresti un film in due ore e qualcosa. Se ti costano effettivamente la metà, con i soldi risparmiati, ti compri un HD da 2/4tb se sei un Cinefilo, caso contrario, ne scarichi uno, lo metti nel hd, lo vedi e quando ne compri un altro, lo cancelli.

Fastweb già ha il profilo a 35db per la 200Mb, Tim lo inserirà per Maggio, quindi il tempo si riduce ancora.

Perché cambia qualcosa se hai una connessione scrausa doversi tirar giù 100gb?

No, è la stessa identica cosa. Scaricati 100gb con la 56K... Ci risentiamo tra un mese.

Luca Badalini

Il tuo quasi tutti è pura e semplice utopia e nn parliamo di frascati a mare...in italia la situazione è un po' diversa da quello che credi ancora.

Luca Badalini

Perché cambia qualcosa se hai una connessione scrausa doversi tirar giù 100gb? Da mettere poi dove?

DonatoMonty81

PAGA DI PIU' E LO HA.
Il problema è che almeno in ambito videoludico su console non funziona così: fanno pagare un gioco digitale allo stesso prezzo, motivo per il quale la gente continua a preferire il supporto fisico che almeno può rivendere.

Mauro

Io con 7 mega pieni scarico 20 GB in 6 ore, non è poi così impossibile.....

acco963

Download, streaming, ti serve sempre una connessione, e 100 gb non sono pochi, neanche per una 100 mega

LeChuck

Stai paragonando dei costi commerciali, che nulla hanno a che fare con i costi di produzione.
Con i costi di una sd da 100+ giga si stampano decine, forse addirittura centinaia di BD a tre strati.

Felk

Perché parli di streaming se ho scritto più volte in cui parlo di Download?
Perché non leggete tutta la conversazione prima di commentare?
Perché la domenica mi lasci sempre sola per andare a vedere la partita di pallone?

riccardik

beh io parlavo di quelli normali, i cui corrispettivi download comunque dovrebbero costare meno e pesare meno, ovviamemte

TheRaptus

100GB a 10 € lo trovi da scrivere, non stampato. Ne parlai tempo fa con un esperto, ed il paragone che m fece fu devastatnte: anche io preferivo una memoria fisica (accesso sequenziale migliore e più veloce di un disco ottico). Anche se la scheda SD la facessero a sola lettura non potrebbe costare meno, ed il supporto ottico (3 strati, 100GB) costa indubbiamente meno!

acco963

In Italia in questo momento li trovo utili, nel senso non tutti hanno una 100 mega, quindi se hai un TV 4k al momento è l'unico modo per goderti i film e per sfruttare la TV, che poi per vedere uno streaming con la stessa qualità del bluray è impossibile. Per adesso sono una tecnologia nuova e quindi i lettori/dischi costano tanto rispetto a bluray standard, col passare del tempo saranno accessibili a sempre più persone.

Felk

I br uhd costano 30€... Comunque prima o poi qualcosa uscirà fuori. Dubito vadano avanti ancora con i cd e lettori da 400€.

riccardik

i br costano 15 euro oramai, comunque il download sarebbe preferibile ma con i casini di drm che ci sarebbero lo renderebbero una menata pazzesca e poi servirebbe comunque un nas bello cicciuto per archiviarli (perchè scaricare 30 gb per poi cancellarli subito dopo due ore di visione sarebbe un po' fastidioso)

Felk

Ahhh, mi hanno risposto trecento persone diverse e ho fatto un casino... Si comunque.

Sagitt

il lettore occupa spazio... e il motorino del lettore consuma oltre che rischio rottura...

ovviamente si parla in confronto a memorie a stato solido di ogni genere.

in ogni caso appunto parlavo di bluray che si possono rovinare...... i miei punti erano contro il bluray

Felk

Idem con patate, lo streaming lo avete menzionato voi, io parlavo proprio di download.

Felk

Parlo di download principalmente

Felk

L'ho scritto... Magari lasciare le copie fisiche che possono essere acquistate, ma spostare il grosso sul digitale. Chi vuole avere il dischetto, paga di più, e lo ha.

Felk

Dispositivi più grandi che significa?
-Perché? Poi vabbè, se si tratta di HDD, parliamo di un consumo talmente irrisorio che neanche te ne accorgi.
-Il mercato punta verso gli SSD. Tolti i costi attuali e le speculazioni, entro una decina di anni, a stare molto larghi, ci saranno solo quelli. Poi mi parli di rotture? Un blu ray si può graffiare, può essere graffiato dal lettore, può essere rotto ecc ecc...

Felk

Ma non parlo di streaming, ma di download.
I blu ray costato 30€ alla botta, se metti il download (e lo streaming, se la tua linea te lo permette, ma principalmente parliamo di download) a 10/15€, per un Cinefilo, ma anche chi non lo è, si tratta di un risparmio mostruoso.
Invogli anche la gente a comprarli (ho parecchi parenti che, una volta comprati due tre bluray iniziali per vedere come si vede la tv nuova, hanno smesso di comprarli), visto il costo più abbordabile.

Sagitt

anche, comunque penso che sarà tutto su usb-c nel caso.

Magari un nuovo formato standard

gioboni

il tuo è un "SE" mica da poco... in campo video il miglior servizio di streaming non si avvicina neanche lontanamente alla qualità di un supporto fisico: e non serve neanche scomodare dischi UHD per rendersene conto visto che anche un normale BD full hd è migliore dei fantomatici 4k di netflix/sky/&co. Diciamo che c'è chi si può accontentare e chi, giustamente, vuole il massimo.
P.S. a meno di essere ciechi, la differenza si vede anche sul monitor di un portatile, non serve una tv di fascia alta.

Dark Entries

Le schede SD durano meno di un supporto stampato.
Forse potrebbe essere possibile tornare ai supporti ROM in sola lettura per vendere videogiochi, non sarebbe una novità, si utilizzavano dai tempi del Commodore Vic 20, poi sono stati abbandonati...

DonatoMonty81

Poi ci sono agli amanti del collezionismo (almeno in ambito videoludico) come me che non concordano assolutamente.
Sicuramente la via è quella di cui parli tu, ma i supporti fisici difficilmente moriranno. Almeno in tempi brevi

Dark Entries

Invece cambia moltissimo guardare o ascoltare in streaming (affitto), comprare film o musica liquida da scaricare, o avere un supporto.
Sono tre livelli che non si escludono l'un con l'altro. Se un titolo interessa molto fa piacere averlo fisicamente da mettere in libreria, se interessa poco si va di streaming, in mezzo tra le due il supporto liquido.
Parlo di persone che hanno almeno un buon impianto home theater, altrimenti inutile discutere va bene tutto...

GianlucaA

La differenza è sempre meno. Ad oggi un BD 100gb lo trovi a 10€. Una SD a circa 25€
Se si salirà ancora di capacità la differenza di costo sarà ancora meno. Senza considerare il vantaggio di non dover cambiare tecnologia ogni 4/5 anni come sta accadendo per i dischi

GTX88

scusa ma tra una sd da 128 e un bluray da 100 penso non ci siano paragoni di costo

Sagitt

non è quello, è che:
- dispositivi più grandi
- più dispendiosi in energia
- più rumorosi
- più possibilità di difetti di lettura \ supporto danneggiato

bla bla

riccardik

non è esattamente vero, i bluray hanno un bitrate decisamente superiore, per poter avere la stessa qualità servirebbe una fibra 100. per quello che riguarda i videogiochi invece sono d'accordo, considerando che durano almeno 10-15 ore

Felk

Il supporto è un mezzo, non il fine. Per un Cinefilo, poco cambia se deve inserire il dvd o deve scaricare il film. Se poi c'è del risparmio e il contenuto è IDENTICO (stesso peso e stessa qualità), poco importa onestamente.
Poi vabbè, i collezionisti sono un'altra cosa... Magari rilasci qualche blu-ray, ma solo per loro.

GianlucaA

Si il concetto rimane uguale cmq. Sempre più memoria solida e sempre meno dischi.

Felk

Ma i supporti di memorizzazione

Rosario916

Un amante vero del cinema non può non avere i film su supporto fisico, se tu a stento ti guardi netflix e ti senti uno buono so cazzi tuoi.

Sagitt

penso anche io, più che sd presuppongo pennette usb-c che è lo standard del futuro, e presto anche le tv dovrebbero integarlo per il supporto ai display.

Sagitt

allora, per i film può anche esistere... o meglio non è sto problema...

ma i giochi dai....... nintendo ci provò col N64 a evitare i cd.. ma al tempo era altra storia... ora vendere giochi su BD e poi digitalmente è una cosa assurda!!

Cosa gli costa una memoria da 32 gb?? tanto già vendono i giochi a 70€...

Felk

Boh, secondo me è una tecnologia vecchia. Idem per i videogiochi su cd.
Basta, ormai hanno fatto il loro tempo, è ora di usare altro.

GianlucaA

Credo che a breve vedremo i film in schede SD sempre che lo streaming e il download non cannibalizzi tutto. Il margine di convenienza tra un disco è una scheda è sempre più risicato. Un po' come tra HD e SSD

TV OLED Sony KD-65A1: la nostra Recensione

DJI Phantom 4 Advanced: la nostra Recensione

ACTION CAM DA 19€: Vale la pena? | Recensione

Hasselblad X1D e la sfida con la fotografia di strada | il nostro Test