Top Audio Video Show: visita all'area V-experience (video)

22 Settembre 2012 0


Una delle aree espositive più interessanti, tra quelle presenti all'ultima edizione del Top Audio Video Show 2012, era quella denominata V-experience, allestita grazie alla collaborazione tra la testata giornalistica AV Magazine e alcuni marchi molto noti nel mercato dell'elettronica di consumo, ovvero Asus, JVC, Panasonic e Sony.

TL'area espositiva era suddivisa tra un open space contenente i televisori Panasonic TX-P50VT50T e TX-L42WT50T, un ampio spazio dedicato ai prodotti Asus e due salette contigue , completamente oscurate, che ospitavano i proiettori Sony e JVC.

I primi prodotti che si incrociano entrando sono proprio i TV Panasonic: il modello TX-P50VT50T è una nostra vecchia conoscenza, per cui non ci soffermeremo più a lungo, mentre qualche parola la merita l'altro esemplare in mostra.

Il TX-L42WT50T, del quale potete vedere un'immagine in apertura dell'articolo, è un televisore dal design molto ricercato ed elegante. La forma insolita della base, lo spessore ridotto, le finiture curate e l'inserto trasparente lungo il bordo inferiore, che ospita anche il logo del produttore, contribuiscono a renderlo un oggetto capace di distinguersi ed elevarsi dalla massa di prodotti analoghi, conferendogli una spiccata personalità.

Ovviamente nessun prodotto tecnologico sarebbe un buon prodotto, se si limitasse ad assolvere adeguatamente solo il compito di completo di arredo, ma fortunatamente non è il caso dell'LCD Panasonic: il pannello IPS con illuminazione Edge LED, per quanto possa non offrire le migliori prestazioni in assoluto, in quanto a livello del nero, mostra un ampio angolo di visione e una notevole fedeltà cromatica. Anche il filtro posto sul pannello, al fine di limitare i riflessi, sembra funzionare piuttosto bene, contribuendo anche a far percepire un ottimo livello del nero, quanto nella stanza è presenta una certa quantità di luce ambientale.

Molto buone anche le prestazioni in 3D: grazie all'elevata luminosità di cui il WT50 è capace, l'effetto "oscurante" degli occhiali attivi non finisce per risultare penalizzante, mentre si apprezza la limitata presenza di crosstalk, segno che la reattività del pannello ed il backlight scanning ad 8 fasi svolgono il proprio ruolo con pieno merito. Pur non potendo esprimere un giudizio "pieno", in mancanza di test approfonditi, possiamo sicuramente affermare che il TX-L42WT50T è una TV interessante.

Passiamo alla saletta Sony: all'interno troviamo due proiettori, il top di gamma VPL-VW1000ES con risoluzione 4K e il nuovissimo VPL-HW50ES, in anteprima esclusiva (era presente all'IFA, ma non era stato mostrato in funzione).

La presentazione del proiettore 4K è stata particolarmente significativa a causa dell'utilizzo di materiale 4K nativo, affiancato alla visione di materiale Full HD. Per la prova in 4K è stato utilizzato un time lapse realizzato da Emidio Frattaroli e Ermanno Di Nicola di AV Magazine: il contenuto è quello che potete vedere in questo video:

La qualità delle immagini lascia assolutamente sbalorditi: posizionandosi ad una distanza, in rapporto alla base dello schermo, vicina a 1:1, è possibile osservare un numero di dettagli elevatissimo, non visibili durante la visione alla risoluzione Full HD, e senza mai notare la griglia dei pixel, che da distanza così elevate potrebbe infastidire, se la risoluzione del proiettore fosse inferiore. La sensazione di tridimensionalità e profondità che le immagini sono in grado di ricreare sono molto realistiche e coinvolgenti, ben di più di quello che può offrire, mediamente, una visione in 3D. Particolarmente ben riuscita è la tecnologia Reality Creation: attivandola viene applicato un insieme di filtri, tra cui maschera di contrasto e riduzione del rumore video, che riescono con grande efficacia ad aumentare il dettaglio a video, migliorando sensibilmente le immagini.


Completamente rinnovato è il VPL-HW50ES: in realtà dovremmo dire che è "quasi" completamente rinnovato, perché se si dovesse giudicarlo dall'aspetto esteriore, probabilmente nessuno saprebbe distinguerlo dal precedente VPL-HW30ES, altra vecchia conoscenza. Tutte le novità si trovano sotto la scocca, e sono frutto del lavoro degli stessi creatori del 4K di Sony: il percorso ottico è stato completamente rivisto (operazione che ha dato i suoi frutti, come vedremo), la luminosità è stata aumentata, è stato introdotto il Reality Creation ed il sensore per la sincronia tra occhiali 3D e proiettore è ora integrato.


La prova di visione rivela immediatamente tutti i miglioramenti: la luminosità appare evidentemente superiore, e non di un margine risicato, permettendo così di ottenere immagini dotate di una maggiore brillantezza, capaci di riprodurre adeguatamente anche una scena ritratta nel pieno sole di mezzogiorno (scene di questo tipo, quando vengono visualizzate da proiettori un po' spenti, sembrano ambientate in momenti diversi della giornata, quando la luminosità ambientale è inferiore). Altro particolare molto importante è il livello del nero: nonostante l'aumento di intensità del flusso luminoso, il nero non è peggiorato rispetto al modello precedente, ma risulta anzi molto buono. In questo modo si ottiene una dinamica delle immagini (ovvero presenza di elementi molto brillanti e di neri profondi) notevole, con ovvie e positive ripercussioni sulla concretezza del quadro.

L'attivazione del Reality Creation mostra come questa tecnologia sia valida anche quando applicata ad un proiettore Full HD: la riproduzione di African Cats ne rivela la notevole efficacia, mostrando anche come le modifiche al percorso ottico abbiano giovato alla ricostruzione del quadro, che appare molto dettagliato (il dettaglio generale è sembrato superiore a quello dell'HW30) e pressoché scevro da aberrazioni cromatiche o altri effetti indesiderati causati da un'ottica non all'altezza. Se il prezzo di vendita sarà effettivamente fissato tra i 3000 ed i 3500€, come sembrerebbe dalle ultime indiscrezioni, l'HW50 sarà uno dei proiettori più interessanti nella sua fascia di prezzo.

La sala contigua, come abbiamo detto in precedenza, ospitava un proiettore JVC, ovvero il DLA-X90, l'attuale top di gamma in versione consumer (la controparte Pro è il DLA-RS65). Anche in questo caso la saletta era completamente oscurata, in modo da fornire un ambiente ideale per la visione.


Essendo un proiettore ormai conosciuto (e che stai ormai per essere avvicendato dai nuovi modelli) non ha riservato sorprese, ma solo conferme: pur non utilizzando un iride dinamico (come i Sony), ovverosia un diaframma che si apre e si chiude a seconda del contenuto a video, per ottimizzare la resa sulle scene luminose o scure, è capace di un livello del nero ancora imbattibile, tra i proiettori che utilizzano la tecnologia LCOS (e non solo tra quelli, in realtà). Grazie al livello del nero, molto basso, si ottiene un rapporto di contrasto molto elevato, e cosa ancora più importante, si tratta di contrasto intra-frame, o se preferite ANSI: non è il contrasto che si può ottenere alternando scene quasi completamente buie a scene luminose, situazione non molto frequente nell'utilizzo reale, che prevede molte scene miste, con chiaro-scuri contemporaneamente su schermo, ed è proprio su queste immagini che emergono le doti del proiettore JVC, che proprio per via dell'assenza di un iris dinamico è capace di riprodurre, contemporaneamente, sia il livello del nero più basso, sia la massima luminosità.

Qualche parola va spesa anche per lo spazio espositivo occupato da Asus: pur non essendo questa l'area più adeguata, trattandosi per lo più di PC o hardware dedicato, anche per questioni di spazio (vista la quantità di prodotti, si dovrebbe utilizzare un apposito articolo), non si possono non menzionare almeno i monitor a LED, come l'ottimo PB278Q, con risoluzione 2560 x 1440 pixel, angolo di visione pari a 178° e copertura del 100% dello spazio colore sRGB.


La dotazione di ingressi e la costruzione sono sembrate molto buone, come anche le funzionalità (il modello citato può anche ruotare il display per visualizzare immagini in verticale), con una gamma di prodotti capace di coprire ogni tipo di esigenza.

Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 270 euro oppure da Media World a 328 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi

Samsung Q900R: 4 QLED TV 8K Full LED con AI e HDR10+ | Video

Recensione Bose Quiet Comfort 35 II: leggere e comode come poche

Recensione TV TCL 55DP660, l'Android TV HDR da battere nella fascia dei 600 Euro