Lighty, il sistema di illuminazione con luci robotiche controllate a distanza! (video)

10 Marzo 2013 5


Non si tratta del solito sistema domotico controllato da remoto. Lighty è qualcosa di molto più complesso e particolare. Ogni luce può essere orientata meccanicamente tramite un comando. Anche l'intensità luminosa può essere gestita facilmente. Una sorta di photoshop reale!

Il sistema in questione comprende un gruppo di luci robotiche montate sul soffitto, ed un'interfaccia intuitiva grazie alla quale può essere controllato sia il loro orientamento che la luminosità.

Per specificare quali luoghi debbano essere più chiari o più scuri, tutto quello che dovete fare è selezionare il colore nelle aree corrispondenti rappresentate sulla mappa digitale.

Viene utilizzato un display interattivo (con una penna) per "dipingere" i colori e le tonalità della stanza. Una telecamera posta sul soffitto restituisce i risultati in tempo reale sul display. Colorare di bianco le aree selezionate, vuol dire illuminarle. Chiaramente, al contrario, il nero serve ad oscurarle.


Unire le aree scure con quelle luminose è però un compito impegnativo. La caratteristica principale di questo sistema, infatti, è il duro lavoro effettuato dal computer in fase di calcolo. In pratica, fa tutto lui. L'utente può ottenere un buon risultato semplicemente colorando lo schermo. La distribuzione ottimale della luminosità viene gestita da una GPU che permette di riflettere il risultato sull'interfaccia immediatamente.

I responsabili di Lighty promettono:

Attualmente, abbiamo creato ambienti di test su una scala in miniatura. D'ora in poi, abbiamo intenzione di installare questo sistema in ambienti domestici reali. Certo, Lighty potrebbe essere utilizzato anche per le sale ampie. Ma noi pensiamo che, in futuro, sarà utilizzabile anche nelle case.

Secondo voi sarà possibile, a breve, installare sistemi del genere all'interno delle abitazioni?

Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 412 euro oppure da Amazon a 460 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
marco

Anch'io la penso come te, bello, ma per un'abitazione meglio un sistema domotico che si gestisce con un semplice controller sullo smartphone. Io ho il sistema Came Hei e controllo luci e lampade RGB con un tocco sul touchscreen, regolando facilmente ambientazioni luminose e cromatiche nelle stanze. Mi pare la soluzione migliore per un'abitazione privata.

Valerius Wankel Rella

non tutti i concerti si fanno allo stesso modo, ma è ovvio che la gente che commenta su internet è sempre tuttologa, presentami quelli che muovono le luci per esempio nei concerti dei daft punk e ti stringo la mano

squak9000

Bah... veramente nei concerti ci sono delle persone che muovono le luci e lo fanno in modo impeccabile.
Diciamo che questo sistema potrebbe aiutare qualche incapace a farlo.

Valerius Wankel Rella

potrebbe essere utile anche all'aperto o nei concerti, anzi sarebbe proprio una figata

squak9000

completamente inutile su piccoli ambienti.... sicuramente su sale conferenze o su grandi sale ristorante la gestione potrebbe essere interessante senza dover muovere e spostare i fari con manici di scopa vari.

Ma nulla di applicabile su abitazioni...

Recensione QLED TV Samsung QE65Q9FN, nero profondo e ideale per i videogiochi

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video