Domotica BTicino MyHome: approfondimento video da HDblog

13 Dicembre 2013 70

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il mobile si evolve con una velocità incredibile e le potenzialità offerte dai moderni smartphone e Tablet ci integrano sempre di più con la nostra vita quotidiana. Se lo smartphone è sempre nelle nostre tasche e il Tablet è ormai su tutti i divani italiani, la domotica è il prossimo passo che unirà il mondo mobile a quello domestico. Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di provare la soluzione MyHome di BTicino, un sistema già conosciuto da tempo e sul quale ci siamo focalizzati per capire il funzionamento e le relazioni con i dispositivi mobili.

Tramite il proprio smartphone o tablet (ufficialmente iOS ma esistono diverse applicazioni di terzi sia per Android che Windows Phone) è possibile controllare agevolmente l'intera illuminazione di casa, le telecamere e qualsiasi altro sistema intelligente associato, dal termostato alla caldaia, con notevole risparmio se ottimizzati a dovere. Il tutto comodamente da remoto attraverso il portale web di MyHome, entrando semplicemente all'interno del nostro account con login e password con la massima sicurezza. Oltre ai device mobili, a disposizione abbiamo anche accessori come My Home Screen 10, touch screen 10" in 16:9 ideato per soddisfare al meglio le esigenze di controllo e molto altro.

Tramite la domotica BTicino MyHome possiamo anche impostare differenti scenari che ci permettono di personalizzare la nostra casa o il nostro ufficio in base alle esigenze del caso, esattamente come mostrato in video. Grazie al lavoro di molteplici sensori è possibile poi monitorare i consumi reali del proprio impianto, persino conoscere in tempo reale quale sia l'apporto di una singola zona o stanza. La domotica sempre più vicina alle esigenze degli utenti più high-tech e non solo, grazie ad un semplice schermo touch come My Home Screen 10 o il nostro stesso smartphone.

Ringraziamo ovviamente BTicino per averci ospitato


70

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ermanno Prosperini

Sono anche io possessore dell'impianto MyHome e volevo aggiungere alla discussione che è possibile gestire l'impianto da remoto con altre app rispetto a quelle segnalate.
In particolare io uso Domotica di IngegniTech, unica accortezza è, come detto da qualcuno, ho avere una vpn in casa oppure utilizzare un servizio di ip statico per raggiungere l'impianto da remoto.

Luca Leen

Assurdo il costo di questi impianti.. Io ho sviluppato da zero il mio impianto domotico completamente in autonomia e non ho speso piu di qualche centinaio di euro.
Ai suoi tempi mi ero fatto fare alcuni preventivi tra bticino vimar e altri marchi, ma le cifre erano intorno ai 10k euro.
Prezzi imbarazzanti per la tecnologia che ci sta dietro.

ISimo

tramite webserver si, ma ci vuole 1 minuto per avere l'informazione. Tramite app in 5 secondi solo dopo l'aggiornamento do imyhome un mese fa. O mi sfugge qualcosa da tre anni ?

Mario G.

Un mese? Lo faccio da più di tre anni, non diciamo cavolate per favore...

pisqua187

appunto!! non è un filo il problema... il problema è collegare tutto su una nuova centralina che fa da tramite tra il pannello elettrico,la caldaia e l'impianto a gas!

Svasatore

Hai detto bene, credo che rientrino solo le persone che fanno degli impianti mostruosi.
E' incredibile come da questo punto di vista nessuno porti degli esempi pratici ma da semplicemente dei dati teorici...e si che i pannelli ci sono sul mercato da oltre 20 anni.

PilotaFulmine

Tutto molto bello, peccato che il costo sia del sistema che proprio dell'installazione stessa è esorbitante!

Squak900O

....e giu do soldi per l'assicurazione... dove sta questo risparmio?

Squak900O

Fino a qualche tempo fa lo stato dava incentivi per i pannelli... forse con 10 anni (salco inconvenienti) forse ci si rientra (sempre che si possegga un castello)

Squak900O

Ma quante luci accendi quando rientri?
Quando si parla di risparmio... le luci si spengono e non si accendono

Il tuo é piu risparmio di alzata di braccio... diciamo un risparmi di calorie che puntualmente si sedimenteranno nel fondoschiena... e poi devi pagare la palestra.
(infatti da notare il Galeazzi non é un tipo fondamentalmente atletico... e alle ragazze di certo non interessa vedere come accendi le luci del bagno dalla cucina).

Si Parlava di risparmio "energetico" e non di comodità... cosa che apprezzo anche io!

Ma l'articolo é abbastanza "ìpocrita" quando parla di "risparmio" poiché.... é 'na ca....ata.

Andrea Galeazzi

Ahahaahahahahhahha. Grande Pozzetto!!!

Jack Greek

Va fatta la distinzione fra il domotizzare l'abitazione successivamente o precedentemente alla costruzione. La differenza di prezzo fra un impianto domotico rispetto a quello tradizionale è veramente poca roba. Se si cominciasse a progettare abitazioni di qualunque tipo in funzione di ciò si potrebbe abbattere i costi degli impianti, i consumi dei vari servizi, aumentare la sicurezza e risparmiare anche tempo.

RockMillion

Andrea, cosa ne pensi dei sistemi Sitzia? Mi sembrano abbastanza più avanzati rispetto al MyHome. Sul loro sito hanno rimosso i prezzi, se uno vuole deve chiedere un preventivo ma mi ricordo che fino a poco tempo fa il prezzo per un impianto che gestisca il classico appartamento da 100mq era di 13k.

asd555

Domotica grazie al Wi-Fi, bene.
Non lamentarti se poi ti cresce un terzo braccio sulla tempia.

Rick Deckard

C'è architetto e architetto (foto)
Scherzo

Filarono

A parte la 1 e la 4, le altre sono fesserie:2) Ma ti fa schifo premere il classico interruttore quando entri?
3) Cioè, tu hai speso un sacco di soldi per evitare di alzarti da divano e fare 2 metri per accendere le luci dagli interruttori???
6) Una volta che hai controllato temp e consumi, cosa te ne fai? Il brodo...

Filarono

In America stanno andando molto di moda gli impianti domotici Wifi. Il problema sono le interferenze e il maggior costo dei componenti Wifi (già quelli cablati costano un sacco...)

pisqua187

era il primo esempio che mi è passato per la mente! XD

potrei dire allora il cappotto sui muri esterni della casa!

Svasatore

Anche qua sono perfettamente d'accordo con quello che dici e hai stra-ragione, l'unica cosa il costo dei pannelli non lo ammortizzi neanche se vuoi in 10 anni.

Svasatore

Tutto giusto tranne sulle lampade a led, non rientrerai mai del costo speso!
Una normale lampada da 80 centesimi a basso consumo è la scelta migliore.

Tizio Caio

lasciamo stare i fili della corrente per le lampadine che quelli ci sono comunque! io intendevo dire che basta collegare un filo (per ogni punto luce ovviamente) alla centrale! dopodichè puoi programmarlo come più ti piace!

Tizio Caio

no no aspetta.. andiamo coi robottini su marte e la domotica è complessa????? Ma sono questo tipo di aziende qui che la rendono complessa perchè ci devono guadagnare sopra.. cioè non posso decidere di spegnere tutte le luci da app o programmando un pulsante? ma dai! Non ci voglio credere che tutta la domotica sia così! continuo a dire che per me questa azienda ha qualcosa che non va

pisqua187

infatti l'ho chiamata "comodità del momento" quella attuale è l'ipad.. fino a 3 anni fa c'erano gli schermini dell'azienda di turno attaccati al muro!..

Tizio Caio

insomma delle funzioni che dovrebbero essere parte integrante della domotica e le più utili, sono impossibili anche per un tecnico? c'è qualcosa che non va di fondo allora (parlo di questa MyHome si intende).. cavolo la gestione delle luci è una delle prime cose che si pensa con la parola DOMOTICA!

ISimo

Se guardo a quello che è cambiato negli ultimi 6 anni è poco o niente, aggiornamenti ma nulla di sostanziale. Le luci si accendono sempre con gli interrutori ed i comandi lanciato sul bus saranno uguali anche su IPhone9... poi ovviamente i guasti ci potranno sempre essere ma di solito è a causa di fulmini o altro e copre l'assocurazione

Tizio Caio

e beh molto utili allora!!! dei veri genius!!

pisqua187

si ma ci lasci giu 50 sacchi come ridere per tutte le cose che dici tu piu il costo della casa... insomma..se devo investire è perche entro 5/10 anni comincio a riavere un rientro economico... non sono come i pannelli solari che dici "ok tra 10 anni ho ammortizzato il costo e comincio a produrre energia" ..tu tra 10 anni se vuoi avere le comodità del momento devi lasciarci giu minimo altri 10 sacchi per aggiornarti... insomma...come ha detto qualcuno piu giu è una comodità per chi ha i soldi per farlo!

pisqua187

Finche con la domotica si dovrà costruire/distruggere mezza casa per montarla non converrà a nessuno tranne che per quelli che la vendono!.. voglio una casa senza fili!!!! attaccarsi direttamente al pannello elettrico e mettere dei "relè Wifi" che accendono e spengono la corrente e mettino mano ai termostati!!
lo so che per alzare7abbassare le tapparelle ci vuole il motore ma almeno le cose basiche in wifi , quindi qualcosa di piu economico e meno macchinoso, nel 2013 dovrebbero averlo gia inventato!!

pisqua187

oltre che o ti fai una casa da zero(cosa che ormai l'italiano medio non puo piu fare)o devasti una casa che hai gia con il doppio dei soldi...mi sa che non è l'unico filo il vero problema..

Svasatore

Seee lavoro principale architetto...ti posso assicurare che un architetto che lavora seriamente e lo fa come lavoro principale e ha una famiglia con un bambino, di certo non trova il tempo per provare auto o altre menate in giro per il mondo.

Rick Deckard

Devi tener conto poi che la tecnologia invecchia subito.. Ad esempio ora controlli tutto da ipad che è comodo e rispetto a soluzioni simili precedenti economico.. Se l'impianto l'hai fatyo proma aggiornarlo costa.. Ci som diapositivi che si collegano magneticamente ai connettori apple in mpdo da poterlo usare attaccandolo al muro.. Ti cade il tuo vecchio ipad e prendi l'air.. Ops.. Cavo lighting per usarlo devi fare un upgrade alla casa..
La domotica è eccezzionale quanto costosa.. La consiglio a tutti quelli che se la possono permettere

ISimo

Si scappati di casa... un esempio che forse racchiude meglio questo pensiero è se suona l'antifurto puoi programmarlo per inviarti delle foto in jpg dalle telecamere (e fin qui tutto ok molto carino) ma.... te le mandano compresse in .zip !!!! AHAHAHA

ISimo

Ci sono alcune chicche che non potrei più farne a meno, ad esempio 1) chiudere le tapparelle automaticamente quando esco di casa o quando sono in casa dopo il tramonto. 2) Accendere le luci quando si entra in casa solo dopo una certa ora dopo il tramonto 3) gestire tutte le luci dal cellulare (svacco sul divano pronto per vedere un film spengo tutto senza alzarmi) e tirare giù il telo del video proiettore. 4) Spegnere i condizionatori quando esco di casa (od accenderli da remoto quando so che sto per rientrare) 5) Gestire l'irrigazione in orari precisi e periodi precisi 6) Controllare le temperature interne ed i consumi in real time da cellulare (questo fino ad 1 mese fa non era manco possibile, non esistevano app :) ).

Squak900O

"con notevole risparmio se ottimizzati a dovere..." solo con l'intera domotizzazione di casa... spendi quello che normalmalmente spenderesti in 30 anni di normali consumi di uso quotidiano. (Se non di piú)... e in 30 anni le tecnologie cambiano = il riadattamento = altri costi.

Personalmente ho un Termostatp WIFI che mi fa risparmiare sul GAS e pagato 130 euro.
Per le luci uso il buon senso e lampade a LED a bassissimo consumo (oltre al buon senso).

Non prendiamoci in giro... questi sono sistemi MOLTO costosi e che apesso COSTANO anvhe a livello manutentivo (non ho mai trovato una casa totalmente domotizzata senza qualche sorta di problema di rete).

Della serie... giusto per avere la casa "fíga" e ckn tanti soldi da buttare...

Rick Deckard

Finché le tende non vengon programmate per strangolarti nel sonno XD

Various For

Io ti dirò che avendo da poco preso casa e avendo avuto la possibilità di montare l'impianto, ho declinato perchè ancora non c'è uno standard ben definito e futuribile. Qui si finisce come coi frutti e gli interruttori delle luci, che sono incompatibili anche rispetto allo stesso marchio col passare del tempo (Vedi linea Living BTicino, per rimanere in tema, che in un decennio ha reso incompatibile la nuova linea con quella vecchia cambiando alcune virgole). Coi soldi risparmiati ho comprato il box.

ISimo

1) Lanciare degli eventi al superamento di un consumo certo in modo da poter spegnere delle luci (se sono accese) prima di interventire per esempio sull'induzione troncandomi quello che sto cucinando.

2) Aprire il portone condominale sotto bus "publico" e rispondere al citofono tramite una qualsiasi app o da un interruttore e non solo dallo schermo da 10" proprietario!)

3) gestire l'antifurto tramite app (avete mai provato a disattivare l'antifurto tramite dtmf mentre questo continua a chiamarti sul cellulare ?!) o gestire gli inserimenti in orari precisi e con condizioni booleane (ora si può fare con modo non ufficiale perchè buggato ed infatti funziona pure male).

4) una gestione delle notifiche che manca totalmente (potrò almeno sapere anche via email quando qualcuno mi accende un attutatore, no ? Questo si può fare tramite un modo non ufficiale e cmq in modo limitato e funziona male).
5) Avere per e.mail degli alert quando si sta per superare un certo consumo.
6) Poter variare le temperature di ogni zona via app, webserver o altro.
7) Poter fare scattare eventi solo inviando delle e.mail anche.
8) Gestire gli stati degli interruttori in modo intelligente ad esempio se un interruttore ora lo assegno per accendere un gruppo di attutatori, l'interruttore axolute rimane "spento" pur avendo le luci accese.

Potrei andare avanti....

Rick Deckard

Si infatti.. A costi accettabili dovendo prendere una casa nuova preferirei comunqie queste soluIoni al vecchio impianto elettrico.. La cosa seccante è dover appoggiarsi a loro per i servizi che di bollette ne ho gia a sufficenza.. Poi metti che tra 10 anni bticino chiude cosa faccio? Smonto tutto?

Filarono

Le cose impossibili per esempio sono rispondere al videocitofono dallo smartphone o dalla TV oppure farti mandare una mail quando il consumo di energia elettrica supera i 2 kWh. In realtà è possibile farlo ma neppure l'installatore sa come farlo.

Ritorna il discorso che ho fatto già io in un commento più sotto: al momento la domotica è costosa e complessa.

Filarono

Quelli sono problemi suoi, non miei...

Filarono

Ti sbagli. Hai bisogno della centrale, dell'alimentatore della centrale, di un relè, del filo del bus dati e del filo della corrente per la lampada. Oltre a questo poi bisogna programmare la centrale.

Tizio Caio

con la domotica basta un filo solo! però poi lo devi programmare :)

Rick Deckard

Tieni anche conto che mettendo le mani nell'impianto elettrico devi rilasciare il certificato e non puoi pretendere che l'elettricista medio sappia anche programmare..

Tizio Caio

ASSOLUTAMENTE d'accordo!!!

ISimo

Per qualcosa di completo sui 10k. Basta andare sul sito bticino e vedere gli installatori e rivenditori di zona.

Tizio Caio

quali sono queste cose "impossibili"? perchè io avrei una certa idea di impianto domotico, con certo funzioni utili e di base.. ma se il massimo è "la mamma che accende il riscaldamento della camera del bambino".. beh sono (come ho già detto ) da evitare!

ISimo

Per esperienza personale sono assolutamente certo che l'impianto è talmente macchinoso da configurare che per spremerlo al di fuori del "spegni tutte le luci quando inserisco l'antifurto" o "abbasso tutte le tapparelle dopo il tramonto", bisogna fare veramente i salti mortali. Molte mie richieste che il mio installatore non era in grado di fare sono state girate al cat di zona ufficiale bticino, ma neanche questo era capace di farle... solo io dopo tempo e ricerche sono riuscito a fare molte cose che erano per tutti "impossibili".

Molte altre cose che io reputo normali e basilari per un impianto di questa fascia di prezzo non si possono fare! Per esempio rispondere al videocitofono via app ed aprire il cancello o generare dei semplici eventi al superare di certi consumi od una gestione di notifiche via email completa.

BTicino sicuramente era stata valutata perchè esteticamente la linea Axolute è avanti come estetica, ma come domonica se dovessi tornare indietro non penso che la prenderei più in considerazione a occhi chiusi.

Tizio Caio

a me questi solo a vederli e sentirli sembrano degli scappati di casa.. come programmazione sembra scarso (rispetto a tutto quello che potresti fare con un SERIO impianto domotico) di VERAMENTE utile c'è poco o nulla.. o ,per meglio dire, lo devi programmare PRIMA! Ed è assurdo.. se per qualche motivo devo tornare a casa prima voglio poter accendere il riscaldamento (ad esempio) o impostare l'accensione della tv/radio appena entro in salotto.. voglio poterlo fare! Ma solo se glielo dico IO! Non mi interessano le impostazioni della mamma da inserire su un pannello da 10 pollici.. tutalpiù preferirei anche qualcosa di più immediato ad esempio un bel SMS mandato al numero di casa con dei comandi semplici! I PRO di un impianto domotico sono tanti ma SOLO se BEN strutturato.. e non mi sembra il caso di questo qui.. solo la presentazione mi ha fatto drizzare i capelli! e poi scusatemi.. perchè dovrei appoggiarmi a terzi per la MIA CASA? esistono semplici impianti che mi programmare da solo.. questi sono da evitare

Filarono

Il problema è che attualmente la domotica è costosa, complessa e senza standard.

Se devo far accendere una lampada con un interruttore mi basta collegare 2 fili. Con la domotica invece devo chiamare un ingegnere!
Finora ancora nessuno ha inventato un sistema domotico facile da configurare...

Filarono

Andrea nel video dici che hai un impianto myHome. Ci puoi dire quanto ti è venuto a costare e quanto sarebbe costato fare un impianto tradizionale?

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?