Intel abbandona la piattaforma TV basata sul web, e cede il business a Verizon

22 Gennaio 2014 1


Poco meno di un anno fa abbiamo parlato di un nuovo progetto di Intel, che mirava alla realizzazione di una nuova piattaforma TV legata allo streaming dalla rete, fruibile attraverso appositi set top box. Da allora le notizie trapelate sono state poche e non propriamente incoraggianti. La parola "fine" è stata posta ieri, quando Intel ha annunciato di aver trovato un accordo col carrier Verizon, che acquisirà tutti gli assett di Intel Media, la branca appositamente istituita per occuparsi dello sviluppo della piattaforma TV.

Tutti i 350 dipendenti della divisione Intel Media saranno riassorbiti in Verizon: si stima che l'operazione possa avere un costo di circa 500 milioni di Dollari (ma la cifra è assolutamente ufficiosa). OnCue, questo il nome attribuito al progetto di Intel, proseguirà quindi lo sviluppo sotto una veste completamente nuova, con l'intenzione di diffondere i contenuti tramite rete 4G LTE e tramite la rete in fibra ottica, FiOS.

Le motivazioni che hanno portato all'accordo sono sostanzialmente coincidenti per entrambi i soggetti: Intel si è resa conto che lanciare servizi TV implica l'avere accesso a reti e ad un vasto numero di potenziali abbonati. Ovviamente il colosso dei semiconduttori non dispone né di reti, né di un pubblico di abbonati, e dovendo partire da zero ha preferito cercare acquirenti, trovando la controparte ideale proprio in Verizon, che invece dispone di entrambe le risorse, oltre che di accordi già in essere per la distribuzione di contenuti sulle proprie reti, sia wireless che fisse. Intel si concentrerà ora sulle aree di interesse più "tradizionali", oltre che sui datacenter e su "internet delle cose".

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 401 euro oppure da Unieuro a 479 euro.

1

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Dal lockdown al calcio senza spettatori: l'analisi di DAZN sul nuovo sport in TV

Recensione Sonos Arc: oltre al Dolby Atmos c’è di più

Appunti fotografici: i segreti del ritratto con Amedeo Novelli

DVB-T2: chi, come e quando dovrà cambiare TV? | #HDonAir oggi ore 17