Panasonic lancia un nuovo impianto home cinema 5.1 con diffusori posteriori wireless

15 Marzo 2014 0


Panasonic ha mostrato uno dei nuovi sistemi compatti per home cinema, il SC-BTT505. Come si può osservare nell'immagine in apertura, questo impianto a 5.1 canali dispone di diffusori da scaffale con sviluppo prevalentemente verticale (ad eccezione, ovviamente, del centrale). La costruzione delle piccolo colonne è a due vie, mentre il subwoofer è passivo. Per facilitare il posizionamento, inoltre, si è fatto ricorso al collegamento wireless per i diffusori posteriori. L'unità centrale integra la sezione di amplificazione, in Classe D e con una potenza totale di 1200W RMS su 3 Ohm (come sempre, prendete questi numeri con le dovute cautele).

Sempre sull'unità centrale troviamo un lettore Blu-ray, capace di leggere dischi 2D e 3D, CD e DVD, con la possibilità di effettuare un upscaling fino alla risoluzione Ultra HD. La connettività può contare sulla presenza di una porta Ethernet, Wi-Fi integrato con Wi-Fi Direct e supporto a Miracast. E' possibile accedere a VIERA Connect, la piattaforma di Smart TV Panasonic (con i soliti servizi, VOD e non, ed applicazioni di vario genere), nonché riprodurre una vasta gamma di file, anche da USB. Le tipologie di file supportate includono MKV, Divx Plus HD, XviD, AVI, M2TS, WMV HD, MP4, Flac, MP3, AAC, WAV, LPCM, WMA, JPEG e MPO.


Le connessioni disponibili non sono molte: oltre all'uscita HDMI 1.4 troviamo due porte USB, l'uscita audio ottica ed una porta Ethernet. La disponibilità è data per Marzo-Aprile, mentre il prezzo di listino non è stato ancora comunicato.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?