The Micro, la stampante 3D da 299$ che ha raccolto oltre 2 Milioni di dollari in tre giorni (video)

11 Aprile 2014 17


Ci aspettavamo che prima o poi arrivasse un qualcosa di simile alla The Micro, ma la tempistica è davvero eccezionale. Dalle costosissime stampanti 3D ad una consumer da soli 299 dollari sono passati un paio d'anni, il settore è in crescita continua e perfino grandi piattaforme come Amazon hanno deciso di aprire dei canali dedicati, sia alla vendita degli accessori e delle plastiche che delle stesse stampanti. La piccola ed economica The Micro è giunta su Kickstarter soltanto tre giorni fa e in questo breve lasso di tempo ha già raccolto preordini da quasi 8 mila backers per un valore di oltre 2.2 milionidi dollari, un successo davvero straordinario per una stampante 3D, nonostante siano stati molti i progetti simili sulla piattaforma.

La chiave del successo è senza dubbio la semplicità del dispositivo, pochi elementi meccanici ed una risoluzione di 50-350 micron per soli 299 dollari, con le prime versioni 'early bird' che sono state letteralmente bruciate visto il costo eccezionale di 199 e 29 dollari.


Per la stampa basterà assicurarsi un classico filamento PLA o ABS con diametro da 1.75mm, queste le specifiche tecniche complete:

  • Printer Dimensions: It's a cube, 7.3 in (185 mm) per side.
  • It is lightweight, roughly 2.2 lb (1 kg).
  • It can also be used with any Windows, Mac, or Linux based system.
  • USB-Compatible connection.
  • Supports many different materials: ABS, PLA, Nylon, and more.
  • Filament: standard 1.75mm. Nearly 1/2 lb (225 g) rolls.
  • Standard filament rolls also supported.
  • Removable Print Bed.
  • 50-350 micron layer resolution.
  • 15 micron X and Y positioning accuracy.
  • Dimensions: Print height: 116mm (4.6"). Base Print Area: 109mm x 113mm.  Print Area Above 74mm: 91mm x 84mm.
  • M3D software for an effortless, plug-and-play experience.
  • Supports and uses open source software (for advanced users).

Kickstarter si conferma leader nel crowd funding, una vera e propria venture capital aperta a tutti e alle buone idee. The Micro non è soltanto economica e facile da usare, a differenza di molti progetti a lunga gittata sarà pronta alle spedizioni già a Luglio 2014 e, con oltre 2 milioni di dollari, siamo certi che i mezzi finanziari per rendere questa data veritiera non mancheranno.


17

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Guest

Per caso era questa? :D

Un_dollaro

Si si, indubbiamente, tant'è vero che insieme ad alcuni amici avevamo pensato di fare un piccolo investimento per comprarne una e cercare di "guadagnare" vendendo prodotti stampanti o realizzando progetti su commissione, ma poi facendo i conti con spedizioni, commissioni e costi del materiale abbiamo lasciato perdere..
Sicuramente è una novità interessante ma per un settore d'utenza molto ristretto secondo me..

mtmattia

ci si costruisce i lego xD

parabellum82

Io vedo infinite possibilità! Pensiamo se ad es. si rompe lo sportellino del telecomando, oppure il gancio del servo della macchina R/C, o il semplice tappo di una bottiglia...insomma ci si potrà creare in casa tanti piccoli pezzi di ricambio!
Per me che sono appassionato di modellismo sarebbe una manna dal cielo :)

Lorenzo Cot

di certo non è fatta per essere usata da tutti, ma tanti architetti o studenti potrebbero trovarla molto ma molto utile anche per orientarsi verso il futuro

qandrav

ehehehe

Un_dollaro

Bella è bella ma in ambito domestico oltre ad una cover per il cellulare o una tazzina cosa ci fai?
Ok che per 300€ è uno sfizio simpatico (e non ingombra nemmeno molto) però poi l'utilizzo non è così semplice come si può pensare (a meno di non scaricare da web i modelli 3d e limitarsi alla sola stampa), c'è bisogno di una manutenzione costante e altri accorgimenti ma molte persone nemmeno lo sanno..
Qualche giorno fa ero al MW e stavo guardando la stampante (non so il modello ma mi sembra costasse 1399) in esposizione che stampava una navicella spaziale, mi si avvicina un signore e mi fa "ma a questa cosa se gli do una foto me la stampa in 3d? Come fa a ricostruire le facce e le altre cose? che inchiostro usa?"..

losteagle17

Mi sfugge tutto questo interesse in ambito consumer ... ok per un progettista, ma un utente medio di PC che se ne fà ??

Ruben Tura

Che poi in realtà, il fine ultimo del crowd funding è proprio la commercializzazione, quindi tu paghi su kickstarter per avere il prodotto ad un prezzo inferiore, prima della vendita ufficiale, e per permettere la vendita stessa. Se il fund non si raggiunge, i soldi tornano indietro e la vendita non si fa, quindi se tu, pagando, fai raggiungere il fund, e ricevi l'oggetto in questione, stai certo che verrà commercializzato.

Ruben Tura

Guarda che tu progetti gli oggetti con il software che vuoi. Il software della Micro, al 99%, aprirà solo il file e lo leggerà.

Luca Borsari

Si tratterebbe solo di aspettare, certamente chi ci ha creduto e ha già messo avanti i soldi l'avrà prima; come mi è successo per il Pebble, aspetterò la commercializzazione vera e sarebbe un'ottima idea :)

Doczaky81

Stavo pensando alla stessa cosa :)

davide

solitamente la vendono solo a chi ha contribuito su kickstarter. che poi alla fine è per questo che le persone donano soldi sul sito, per avere pezzi unici nel loro genere che non acquisteranno tutti

AlbertoSONIC

Davvero interessante! Peró ho qualche dubbio a riguardo del sofware per progettare gli oggetti. Non dev'essere una cosa semplice!

Peppe15

Penso che la comprerò non appena disponibile. Bella davvero

io sono nappo

a 199 dollari beato chi l'ha presa... il materiale costa ancora molto cmq secondo me è davvero utile... ci si potrebbe aprire anche un negozio online per cui con 10-12 euro fai cover personalizzate a piacimento, prezzo basso rispetto ad altri.

baldanx

Sperando che non vendano tutto a Facebook :)

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima