Le vendite di DVD e Blu-ray sono in rapida contrazione, e non si prevede una crescita in futuro

01 Maggio 2014 101

Sony si aspetta un risultato non positivo per l'anno fiscale, peggiore di quanto previsto. Il colosso giapponese, infatti, ha tagliato le precedenti stime sull'utile operativo, portandole da 782 milioni di dollari a 254. A determinare l'andamento negativo, oltre alle note difficoltà (ed alla relativa opera di ristrutturazione interna), sono due fattori: i costi derivanti dall'abbandono del mercato PC (con la cessione della divisione VAIO), più elevati di quanto ci si aspettasse, e l'andamento del mercato legato ai supporti audio-video. Parliamo, quindi, di DVD e Blu-ray. Il DVD è stato una scommessa vinta, ai tempi, con una larghissimo diffusione, ma il Blu-ray, invece, non è mai riuscito a fare davvero breccia nel cuore dei consumatori. Il mercato di massa è ancora in larga parte fermo al formato in SD, e questo ha relegato il Blu-ray ad una quota marginale.

A peggiorare la situazione è intervenuto il mutamento portato dalla rete: le vendite di DVD sono infatti in calo, negli ultimi anni, con un trend che va accelerando sempre più, ma la migrazione non è verso il Blu-ray, bensì verso i servizi in streaming, come iTunes, Netflix, Hulu eccetera. Secondo Sony la domanda per i supporti fisici si sta contraendo più velocemente del previsto, specialmente in Europa.

Le prospettive per il futuro, dunque, non sono per nulla positive: non si ritiene più possibile una crescita per il mercato dei supporti fisici, che non permetterà più di ottenere un flusso di guadagni pari a quello generato in passato, con ovvie e dirette ripercussioni sugli investimenti, da parte dei "big" dell'industria (ed infatti Sony ha già subito una perdita di circa 2,45 miliardi di dollari, dovuti alla svalutazione di alcuni assett).

Questi dati e queste dichiarazioni ci portano a porci un interrogativo: esisterà mai un supporto fisico a risoluzione 4K Ultra HD? La BDA (Blu-ray Disc Association) ne parla da tempo, e più volte si è detto di un annuncio entro la fine del 2014. Ciononostante ci chiediamo quale quota di mercato potrebbe ottenere, realisticamente, un supporto ancora più elitario del Blu-ray, che richiederebbe un totale rinnovamento della catena video (display o proiettore, oltre ad un nuovo lettore e a nuovo software). Anche Sony non ci sembra più così convinta da questa via, come dimostra il lancio del suo media player FMP-X5, specificamente progettato per i contenuti a risoluzione 4K Ultra HD, ma compatibile solo con lo streaming online.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 349 euro.

101

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giacomo

con la qualità dei film di ora? ma in che mondo vivi

Antonio

Ahhahhahhahha

Giacomo

Le persone come te son tristi dentro... Lo sai che per colpa tua milioni di persone vengono licenziate? Se non paghi i film abbi almeno la dignitá di non scaricarli

Antonio

Pagatelo te!

Shamàlaya

Netflix credo che attualmente costi 6 dollari in versione standard e 9 premium (la versione standard non ha limiti di catalogo, credo solo di streaming contemporaneo di contenuti diversi), e si vocifera di prezzi italiani (nel caso di un eventuale sbarco in patria) di 8 euro al mese.
Tutto compreso.
Primo mese gratuito.

I prezzi e i cataloghi di infinity, sky online e compagnia in confronto fanno ridere i polli.

alystra

Che dire: veramente TRISTE leggere questa notizia. Essendo abituato a comprare regolarmente il mio film preferito appena esce in formato BD (15 - 20 titoli annui) mi auguro che il formato blu-ray decolli. Anzi mi aspetto che entro fine anno saranno decise le specifiche finali del prossimo formato BD-4K con il seguente l'arrivo dei nuovi Player dedicati. Speriamo bene.

Giacomo

Il problema è proprio il prezzo giusto... Quanto saresti disposto tu a pagare per un servizio come Netflix? quella larga fetta di persone che come dici tu son pronte a sborsare non appena vedranno il prezzo torneranno su torrent

Giacomo

Briciola dopo briciola si forma il pane... Ok che vogliono avere guadagni altissimi ma se si vedono le entrate in calo non si investe più. Per colpa di chi usa torrent o servizi di streaming non lecito (firedrive ecc) spesso mi vedo le serie tv troncate in quanto a loro risulta che non le segue più nessuno, non è solo una questione di soldi

Nicola Buriani

In realtà alcune problematiche rimarrebbero: se nel Paese X il diritto è stato ceduto alla compagnia Y, non si potrebbe comunque revocarlo, fino a scadenza.
Ma al di là di questo, che sarebbe il male minore: come convinci le Major a lanciare una piattaforma comune?
Ho idea che ognuna vorrebbe gestire le cose in proprio.

Hoxygen

Lo so, ma se li gestissero loro, questi problemi non si verificherebbero.

O almeno credo,

Nicola Buriani

I maggiori servizi di streaming non sono gestiti dalle major, quindi non possono fare quello che vogliono con i diritti.

Non a caso stanno tutti puntando forte sui contenuti prodotti in proprio.

Enrico

assolutamente falso!!!
io sono anni che mi sono imposto di spendere massimo un 12€ a titolo e riesco a starci dentro tranquillamente comprando tutto quello che mi pare

Enrico

anch'io vorrei una Ferrari a 1000€

Nicola Buriani

No, non mi dice niente, perché non ha il benché minimo collegamento con i lettori Blu-ray: gli smartphone sono status symbol, vedono tanto proprio per questo motivo.
Prova a proporre un Blu-ray con un modello di marketing da smartphone, poi fammi sapere come va.
C'è talmente tanto margine che molti produttori storici non producono più niente, o si basano su OEM (cioè rimarchiano, con piccoli aggiustamenti, i prodotti di terze parti), quando pochi anni fa rilasciavano prodotti di fascia high-end, progettati tutti interamente.

Filarono

Tutti i prodotti elettronici sono sovraprezzati. Smettila di dire il contrario!
Ti dice nulla il prezzo del Oneplus One?

Nicola Buriani

La vorresti a prezzi impossibili, perché capiamoci: neanche a 60€ compri "la qualità", hai un prodotto che funziona, ma la qualità vera è ben altro.
Tra l'altro: ma se il prodotto "di qualità" lo vuoi pagare 29€, quello fatto al risparmio a quanto lo dovrebbero proporre? A 5€?
Parliamo di prodotti con margine praticamente a zero, non è pensabile che li propongano ancora a meno (e continuo a non capire quale differenza farebbero 30€: non sono cifre che possono incidere, su prodotti che si tengono a lungo).

Filarono

Mi importa della qualità, ma la voglio a un prezzo ragionevole. 60€ non è un prezzo ragionevole.

Enrico

quoto tutto il discorso che state facendo al 100% ragazzi!
credo anch'io che sia proprio una questione di educazione e di cultura.
comunque la mia speranza è che la nicchia della qualità in ambito audio/video resti, se poi la maggior parte della gente si accontenta di meno cavoli loro.

Nicola Buriani

Sii serio tu, per favore: a che pro intervenire per fare affermazioni palesemente false?
Si trovano film come Oblivion, L'uomo d'acciaio a 9€, cioè relativamente nuovi e non assolutamente roba che non comprerebbe nessuno.
E prima che qualcuno lo dica, si trovano anche tantissimi film d'autore a cifre simili.

Nicola Buriani

Appunto: quindi non ti importa praticamente nulla della qualità, che è esattamente il motivo per cui il Blu-ray non vende.
Se ti importasse un minimo, direi che 60€ per un lettore decente (no, a 29€ non sono neanche decenti, per ovvi motivi: va bene costare poco, ma su quelle cifre non ha senso produrre, se non sei una sottomarca, il margine non esiste) li spenderesti.

Nicola Buriani

Sì, le cause sono varie, però l'andamento è proprio in calo consistente.
Non a caso Sony accusa perdite anche per la produzione di supporti per la distribuzione dei film, segno che è proprio il mercato a registrare una domanda in calo.

Shamàlaya

Penso seriamente che una buona fetta della pirateria cesserebbe di esistere, perché semplicemente ad oggi reperire certe cose o costa cifre spropositate o proprio non è possibile.
E un mercato disponibile a pagare cifre ragionevoli per un servizio moderno esiste ed è vasto.

Ovviamente la pirateria non sparirebbe del tutto (anche se vorrei proprio vedere cosa accadrebbe se i film e le serie arrivassero su queste piattaforme di streaming nel giro di qualche giorno o settimana, al posto degli anni attuali, causa esclusive e diritti) perché semplicemente molti di coloro che scaricano qualcosa, dalla musica ai film, si accontenta di qualità mediocre perché quel film o quella canzone, se avessero dovuto pagarli, non li avrebbero comprati comunque.
In pratica, la pirateria va a pescare anche tra quelli che in qualunque caso non porterebbero un euro in tasca a produttori e major.

Insomma, lo zoccolo duro della pirateria di "taccagni per principio" rimarrà sempre, ma una larghissima fetta, monetizzabile da chi sarà più lungimirante, è lì pronta che aspetta che qualcuno gli offra il servizio giusto al giusto prezzo.

Fra86

Dev'essere stato un amore non corrisposto :-D !

Fra86

Per quanto riguarda il mercato francese, posso dirti che si stanno zappando i piedi da soli, visto che molte volte il mio collega deve importare i Blu-Ray dalla Germania, dall'Italia o dalla Spagna (Sony e non).
Per quanto riguarda la crisi globale in questo mercato: penso che la causa venga da più fattori.
Ad esempio: hanno ri-distribuito "Get Carter" (quello con Stallone, che in Italia si chiama "La vendetta di Carter"); la prima cosa che facciamo qui in negozio e controllare il Blu-Ray per la qualità dell'immagine e del suono.
Alla fine scopriamo che il film masterizzato sul disco è quello del 1971 con Michael Caine e non quello con Stallone, come ben scritto nel box del film.

Mattia Righetti

Le app, se valgono, le compro sempre...

Enrico

Da cosa deriva questa sicurezza!?! Non sai neanche che impianto utilizzo per vedere i film! boh, mi sa che generalizzi un po troppo. Io qualche film in vita mia l'ho scaricata, ho provato a noleggiare film dalla PS3 e ho visto qualche film su infinity, nulla si avvicina minimamente ad un blu-ray

Squak900O

Si vabbè si intende per file dinmedie dimensioni.... ma in un futuro prox dove le velocirà dibconnessione saranno migliori tutto cambierà...

Filarono

Lo vorrei pagare 29 €, quanto pagai all'epoca il lettore DVD!
Tanto quei lettori sono tutti made in China e a loro costa pochissimo produrli...

Squak900O

Sono sicuro che tra 2 film, un in BD e uno in MKV... non sapresti distinguerli...

G.Rossi

Perdonami ma te la rigiro: veramente credi che la pirateria sparirebbe?
In America è sparita da quando c'è Netflix? No.
E parliamo delle stesse persone che, misteriosamente, hanno abbastanza soldi per un telefono da 700€, ma non per applicazioni da pochi euro o centesimi.
Il problema non è il prezzo, quella è una scusa, basta vedere quante persone fanno finta che i bluray costino tutti 30€.

theskig

Film sovvenzionati dalla comunità Europea.

Davide Nobili

O dai vari Sky e MP

Davide Nobili

Sì ho capito, va bene che è agli inizi, ma non pago un servizio sul quale non trovo nessun film o serie TV che mi interessa, mi sembra ovvio. Hai visto che catalogo ridicolo che hanno?
Spotify sarà anche migliorato molto, ma aveva un catalogo molto più ampio già agli albori.

Mentre nel mondo del cinema c'è un mangia mangia pazzesco, il problema sta soprattutto lì. Un film esce prima al cinema in esclusiva e prima che possa arrivare su un servizio come Netflix deve passare da vari step, perché ci devono mangiare su. Inoltre se arriva su Netflix probabilmente non si troverà su altri servizi analoghi per un bel po'.

Luca Ansevini

Infinity è anche agli inizi.... Ovvio che nessuno è disponibile a credere nel servizio non crescerà mai... Personalmente io in Spotify ho visto un miglioramento PAZZESCO negli ultimi mesi e questo grazie al fatto che probabilmente, in quanto servizio straniero, la gente è stata disposta a crederci di più...

Luca Ansevini

Al di la del fare le morali hai ragione su ogni cosa e ne pago le conseguenze ad esempio io per la musica... Per produrre e distribuire il mio disco mi tocca pagare 1500 euro perchè nessuna etichette ormai investe su gruppi emergenti per timore di non rientrare dei costi...

Alla fine chi ne fa le spese sono proprio artisti emergenti che, se non hanno ingenti somme di denaro da investire, rimangono a galleggiare...

Enrico

a parte che secondo me una grande fetta della gente che scarica lo continuerebbe a fare anche se a 5-10€ al mese gli fai un servizio mega galattico da sogno.
poi ci sono problemi di natura tecnica per me ancora non superabili: ancora non si riesce a fare lo streaming si una canzone con la qualità di un CD (che non è la qualità più alta che esista), fare lo streaming di un film con la qualità di un Blu-ray è ancora una lontana chimera e io, che non sono un utilizzatore casuale ma un appassionato della materia, di certo rimarrei molto scontento se fossi costretto abbassare drasticamente la qualità della visione dei film.

comunque come già ho scritto in altri messaggi, spero ci sia spazio per tutti, per l'appassionato che non ha problemi a fare un ordine su internet e spendere 10€ per vedersi un film al top della qualità e per chi predilige comodità ed economicità rinunciando ad un po di qualità.
come per le fotografie,c'è chi le fa con il cellulare da 100€ ed è contento e chi invece si tira su un corredo da 3000€, penso che il mercato abbia la possibilità di accontentare tutti.

Luca Ansevini

Spero vivamente che siano in pochi a pensarla come lui perchè per
colpa della gente come lui, che non compra un disco musicale e non compra film, a me tocca spendere 1500 euro per autoprodurre il mio disco in quanto ormai nessun discografico investe su una band emergente per
timore di non rientrarci dei costi. Non sto dicendo di comprare ogni
cosa perchè nemmeno io lo faccio ma personalmente i miei 20 euro al mese
tra spotify e infinity li spendo abbastanza volentieri!

Tanto non è un problema di costi.... Costassero anche 1 euro ci sarebbe sempre gente barbona che scarica.... Basta vederlo con le applicazioni... CI si compra un telefono da 700 euro e poi ci si lamenta per 89centesimi annuali di Whatsapp... Questo la dice lunga...

Guest

Devi sempre pensare che per quanto bassi i potrebbero essere i soldi dello streaming tutti i soldi che entrato sarebbero probabilmente soldi persi dietro alla pirateria.

Luca Ansevini

Sono d'accordo con te al 100% e lo vedo sulla musica anche... La maggior parte degli amici che conosco scaricano solo mp3 a bassi bitrate spesso... Della qualità ormai importa molto poco ma importa la quantità e che questa quantità sia gratuita. Sarà che io nei limiti del possibile cerco sempre di comprare sia musica che film perchè le cose mi piace godermele, non vedermele e basta. Ad ogni modo credo che il futuro sia lo streaming...

Enrico

a prezzi bassi inizialmente la vedo quasi impossibile

Enrico

quoto 100%

Danilo Piteo

Fatemi capire, che ci dovreste fare con tutti quei GB ?
Un flac 5.1 a 24 bit e 88 khz da 60 minuti ti pesa circa 2,5 GB...
Insomma basta serenamente un DVD-Audio.
Che ci dovresti fare col resto dello spazio di un BRD....?

Danilo Piteo

Sotto i 10 € ti prendi "Una poltrona per 2" o "Mamma ho riperso l'aereo" ...
Siate seri ...

Shamàlaya

Ma credi veramente che se domani qualcuno mettesse in piedi un servizio di streaming legale a 5-10 euro al mese in stile netflix, con film appena usciti, serie recenti e di qualità, tutto in HD, lingua italiana e originale, doppi sottotitoli, tutto a portata di app sulla tv, qualcuno si prenderebbe la briga di mettersi a trafficare con torrent, film registrati al cinema e altre scocciature simili?
Ma per favore...

C'è un mercato di milioni e milioni di persone pronte ad aprire il portafogli per servizi di qualità e facili da usare, ma i soliti noti sono troppo legati a meccanismi vecchi di 40 anni ai quali non vogliono rinunciare per nessuna ragione al mondo.

Ma al mercato o ci si adegua o si soccombe, e il futuro è tracciato.
In altri paesi il futuro è già realtà, ma ancora rimane lo scoglio/pagliacciata delle esclusive e dei diritti dopo l'uscita dei film.

Superato quello probabilmente la stragrande maggioranza degli utenti dei torrent non ricorderà più nemmeno il nome.

Roberto C

È inutile disquisire su certi argomenti. Il mercato decide cioè noi che lo dominiamo. Gli ultimi anni ci hanno visto preferire casual game giocati in un telefono che non telefona pagato magari 6 700 euro, vedere film anche di grande impatto e di qualità in versione pirata audio 2.0 e poco sincronizzato. Immagine non precisa e cosi via. Insomma per noi è rimasta solo la quantità che importa finiti cosi per dimenticare la qualità. Grazie

Carmine Volpe

il futuro è questo... zona . ru Lasciate stare l' illegalità del software al momento. Ma proporre un servizio così, con un abbonamento mensile sarebbe il top. E il primo che ci arriva riuscirà a mettere su un bel gruzzoletto :D

Anakin988

Stanno facendo la stessa fine delle VHS che proprio i DVD hanno sostituito...

htmole

Ma chi lo avrebbe mai detto? Ed io che pensavo che i bluray si vendessero come il pane...

Svasatore

Concordo con tutto quello che hai scritto però non credo che sia un problema di qualità dei programmi tv, poichè alcuni di questi hanno anche sky (ok è un discorso di principio, non giudico sky come il top della qualità) ma purtroppo non gli cambia un granchè dal guardarsi una partita in hd su sky o in streaming flash a 360p sul pc...
Non capisco veramente come facciano a giudicare un film dopo che l'hanno visto sul pc, praticamente con scene solo buie e con audio registrato in mono. Mah?!
E' proprio mancanza d'educazione e sensibilità ma che parte dall'infanzia, non credo si riesca nell'impresa a fargli preferire un film in blu ray piuttosto che lo stesso scaricato da emule con una qualità da vhs, oppure a fargli spendere qualche centinaio di euro in più per la tv solo per una qualità migliore ma che mantenga lo stesso polliciaggio.
Ognuno è libero di essere quello che vuole ma credo che 30-40 anni fa la gente avesse molta più consapevolezza della parola qualità.

Hoxygen

Teoricamente se loro distribuiscono, e sempre loro gestiscono la piattaforma, non dovrebbero esserci problemi.

Però stranamente non è così vero ?

Canon PowerShot G7 X Mark III: come va la compattina per gli YouTuber | Recensione

Canon EOS RP: la mirrorless full frame si fa leggera (anche nel prezzo) | Recensione

Recensione TV LG OLED55B8PLA: il campione del rapporto qualità/prezzo

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli