Come scegliere un TV Ultra HD: guida all'acquisto di HDblog.it

21 Marzo 2015 245

Le TV Ultra HD sono la diretta evoluzione tecnologica dei Full HD. Pur essendo stata introdotta da pochi anni, questa categoria di prodotti sta rapidamente acquisendo fasce di mercato importanti, anche per via della notevole spinta ricevuta da tutti i produttori. Con la nascita di UHD Alliance, che mira a creare standard condivisi e una stretta sinergia tra produttori di hardware e di contenuti, è auspicabile una diffusione sempre maggiore, che porrà in secondo piano i modelli Full HD (questo processo, in realtà, è già in atto).

Un altro elemento che gioca a favore dei TV Ultra HD è l'andamento dei prezzi. Quanto furono introdotti sul mercato i primi TV Full HD, i costi erano elevatissimi, e sono stati necessari diversi anni prima di assestarsi su prezzi alla portata di tutti i consumatori. Gli Ultra HD sembrano percorrere una strada ben diversa: i listini sono già drasticamente ridotti, con una velocità forse persino inaspettata. Il merito è da ascrivere, principalmente, ai modelli di fascia bassa, che offrono una dotazione "ridotta", compensata da prezzi molto aggressivi (specialmente in Oriente: molti prodotti ancora non arrivano in Occidente).

Sempre più consumatori, quindi, si orientano verso un TV Ultra HD, per i nuovi acquisti, anche se le sorgenti a risoluzione nativa sono ancora praticamente assenti. Probabilmente tra le motivazioni a supporto c'è la volontà di fare un acquisto più longevo, capace di risultare ancora attuale anche tra qualche anno. Per compiere una scelta oculata occorre conoscere alcune caratteristiche tecniche, in modo da poter individuare i requisiti essenziali e quelli in grado di scongiurare una rapida obsolescenza, con un occhio anche alle novità introdotte (o in arrivo) nel corso dell'anno.

HDMI 2.0 non può mai mancare


La caratteristica assolutamente essenziale, quella su cui non si può prescindere, è la presenza di uno o più ingressi HDMI 2.0. Questa versione è l'evoluzione di HDMI 1.4, introdotta nel 2009. Perché è stata necessaria questa evoluzione? Le varie versioni di HDMI differiscono, anzitutto, per la quantità di banda che sono in grado di veicolare. HDMI 1.4 offre, quindi, una banda insufficiente a garantire l'utilizzo di sorgenti Ultra HD con più di 30 fotogrammi al secondo. Alcuni TV Ultra HD, specialmente quelli economici (ma il discorso vale anche per alcuni prodotti del 2014 non di fascia entry-level), dispongono proprio di comuni HDM 1.4. Questa limitazione comporta l'impossibilità di riprodurre le sorgenti Ultra HD a 50 e 60Hz, come ad esempio i videogiochi per PC, i programmi televisivi da decoder esterni e anche i futuri Ultra HD Blu-ray (per lo meno quelli che verranno realizzati a 50 o 60Hz).


Ecco dunque la necessità di evolvere l'HDMI, introducendo quella che è poi diventata la versione 2.0. Qui si riscontra una seconda problematica: i chipset HDMI 2.0 veri e propri, quelli che possiamo chiamare "full", garantiscono una banda pari a 18Gbps. Questi chip sono stati disponibili, per lungo tempo, solo tramite Panasonic, che ne curava in proprio la produzione. Una buona parte dei TV del 2014 è stata progettato e venduta con HDMI 2.0 "draft", cioè con banda limitata. La conseguenza è una compatibilità solo parziale con le specifiche di HDMI 2.0. Sono supportati i segnali Ultra HD a 60Hz, ma solo con campionamento del colore in 4:2:0 a 8 bit. Su questo aspetto torneremo successivamente, perché avrà un risvolto molto importante.

I requisiti di una TV Ultra HD a prova di rapida obsolescenza

Sony X90C

HDMI 2.0 è la base di partenza, ma è ben lungi dal rappresentare tutto ciò che un TV Ultra HD completo deve avere. Direttamente legata a HDMI 2.0 è il nuovo sistema di DRM, la protezione contro l'acquisizione del segnale video. Si tratta di una misura contro la pirateria, dunque, che giunge sotto forma di HDCP 2.2. Questa breve sigla deve essere presa in seria considerazione: se si utilizza una sorgente protetta da HDCP 2.2, occorre che tutta la catena video sia in grado di supportare il nuovo sistema di protezione, pena l'impossibilità di riprodurre le immagini a video. Questa protezione nasce a causa dell'ormai quasi totale inutilità delle precedenti versioni, ed opererà "solo" sui contenuti a risoluzione Ultra HD. E' quindi assolutamente necessario, in ottica futura, dotarsi di un display che sia capace di supportare HDCP 2.2. La sua assenza impedirà, ad esempio, la visualizzazione dei nuovi Ultra HD Blu-ray.

Panasonic CR850

Con HDMI 2.0 e HDCP 2.2, si può essere sicuri di non incappare in limitazioni sui segnali in ingresso. Quanto detto, dunque, vale per le sorgenti esterne. La risoluzione Ultra HD, però, verrà in futuro adottata anche dalle trasmissioni televisive. Per renderle possibile si dovrà necessariamente abbracciare il codec HEVC, il successore dell'attuale H.264. Questo formato è caratterizzato da un'efficienza molto superiore, che permette di risparmiare fino al 50% di banda. A meno di non voler ricorrere a decoder esterni, è quindi necessario accertarsi che la propria TV sia dotata di un decoder hardware per HEVC, un componente che può assicurare il supporto alla decodifica dei relativi segnali. L'importanza di questo requisito è testimoniata dal recente provvedimento inserito nel Decreto Milleproroghe: dal primo Gennaio 2017 si potranno vendere solo TV dotate di sintonizzatore DVB-T2 e decoder HEVC.

Va sottolineato che HEVC non è utile solo per le trasmissioni televisive: anche i file multimediali possono sfruttare questa codifica, esattamente come lo streaming via internet. Tutti i servizi che offrono (o offriranno nel prossimo futuro) contenuti in 4K/Ultra HD, infatti, sfruttano proprio HEVC, in modo da risparmiare banda, sempre preziosa e mai sovrabbondante. In Italia questo tipo di servizi è ancora quasi del tutto assente, ma presto arriveranno Wuaki.tv, Chili e, se le insistenti indiscrezioni si riveleranno corrette, anche Netflix (in Autunno). In fase di acquisto andrebbe anche verificato l'effettiva estensione del supporto a HEVC. Non è infatti detto che la presenza di un decoder hardware implichi il supporto anche per i sintonizzatori TV, poiché al momento non esiste un vero e proprio standard per le trasmissioni televisive. Purtroppo le specifiche non chiariscono sempre questo punto: i produttori stessi, in assenza di requisiti precisi, parlano a volte di compatibilità sulla carta o di aggiornamenti firmware, per abilitare la ricezione dei programmi TV che sfruttano HEVC.

Philips PUS7150

Legato esclusivamente allo streaming via internet, invece, è il supporto a VP9. Questo formato è praticamente un'alternativa a HEVC, e ne replica i vantaggi, che si traducono in una maggiore efficienza, ovvero in un consistente risparmio in termini di banda utilizzata. Google utilizza VP9 per lo streaming dei contenuti a risoluzione 4K su YouTube. I TV compatibili con VP9 sono praticamente quelli in arrivo nel corso del 2015. Questi modelli, dunque, garantiranno la possibilità di poter visualizzare video in 4K dal noto portale, una caratteristica sicuramente non essenziale, per l'uso di una TV Ultra HD, ma che comunque potrebbe interessare ad una fetta considerevole dei potenziali acquirenti.

Le novità tecnologiche in arrivo nel 2015

Samsung SUHD JS9500

Il 2015 porterà numerose novità: sono infatti in arrivo nuove tecnologie, come HDR e gamut ampliati, senza dimenticare il nuovo supporto ottico Ultra HD Blu-ray. HDR ed il gamut ampliato sono caratteristiche fortemente volute da tutta l'industria, che sta ratificando nuovi standard tramite l'azione di UHD Alliance. Il gamut non è altro che la rappresentazione schematica della gamma di colori che un pannello è in grado di riprodurre. Attualmente viene utilizzato come standard il Rec.709, ma si tratta di una soluzione limitata, rispetto ai colori presenti nella realtà. Rec.709 non è in grado di riprodurre le gradazioni che vanno oltre le sue possibilità, e quindi finisce per rappresentare un risultato approssimato, rispetto al colore reale (come il rosso di alcuni fiori, ad esempio). Ampliando il gamut, invece (tramite Quantum Dot o soluzioni che vadano nella stessa direzione), è possibile riprodurre colori più fedeli a quelli che vediamo ogni giorno, ottenendo immagini più naturali.

LG EG960V

HDR, invece, permette di ottenere numerosi vantaggi: agendo contemporaneamente sull'incremento della luminosità e sul controllo delle basse luci (la riproduzione del nero, in sostanza), si raggiunge una gamma dinamica più elevata, che conferisce più tridimensionalità alle immagini, evitando di ingenerare l'impressione che il quadro sia "piatto", ovvero talmente povero di dettagli e distanza, tra i vari piani, da apparire come quasi bidimensionale. L'incremento della dinamica ha anche un effetto benefico sui colori, poiché consente di aumentarne la saturazione, anche senza espandere il gamut. Questo avviene perché HDR incrementa la luminosità massima, che è una delle componenti che determinano l'accuratezza nella riproduzione cromatica (le altre due componenti sono saturazione e tinta). La maggiore luminosità consente di mantenere un'accurata riproduzione dei colori anche con immagini più brillanti, prima di raggiungere il punto critico, superato il quale si assiste ad una progressiva perdita di saturazione. Un esempio ricorrente è dato dal cielo, che spesso viene visualizzato con tinte tendenti al bianco o grigio, se molto luminoso (questo fenomeno è definito anche bruciatura delle alte luci, proprio perché le informazioni cromatiche si perdono a causa della luminosità).

Sharp Beyond 4K Ultra HD

HDR e gamut ampliato saranno parte delle specifiche di Ultra HD Blu-ray (ma non solo: HDR arriverà anche tramite lo streaming via internet, come già annunciato da Netflix). Vi è però un'ultima caratteristica aggiuntiva, che non abbiamo ancora nominato. Il nuovo supporto ottico Ultra HD introdurrà anche una maggiore profondità del colore, che passerà dagli attuali 8 bit ai futuri 10 bit. Questo cambiamento permetterà di riprodurre un maggior numero di sfumature. Questa novità sarà particolarmente evidente nella riproduzione di colori più o meno uniformi: le transizioni tra le varie sfumature, con profondità del colore a 10 bit, diventano molto più graduali. Per riprodurre una profondità del colore a 10 bit, sarà necessario un TV con pannello a 10 bit nativi. Molti dei nuovi TV Ultra HD di fascia alta offriranno tutte queste caratteristiche (HDR, gamut ampliato, pannello a 10 bit). Se si disporrà di un pannello a 8 bit, la visione degli Ultra HD Blu-ray sarà comunque possibile: semplicemente non si potranno apprezzare le migliorie apportate.

Conclusioni

Con questa breve guida speriamo di aver chiarito alcuni concetti di base, fornendo ai lettori gli strumenti necessari per compiere una scelta consapevole. Se si intende acquistare uno dei modelli in arrivo, si potrà stare relativamente tranquilli (raccomandiamo di effettuare comunque tutti i controlli): molti prodotti saranno dotati di HDMI 2.0, HDCP 2.2, supporto a HEVC e spesso anche a VP9. Per HDR, gamut ampliato e pannelli a 10 bit, invece, occorrerà affidarsi ai modelli di fascia alta, gli unici che offriranno una dotazione completa al 100%.

Si deve prestare la massima attenzione, invece, se l'idea è quella di cercare un buon affare, orientandosi su un modello più vecchio, per via degli sconti che l'arrivo della gamma 2015 porterà inevitabilmente. In questo caso è bene non dare nulla per scontato, specialmente sui prodotti dal prezzo più basso.


245

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
loris lorenzi

Insomma, a parte che mancano molte altre informazioni tecniche, ma già queste mi fanno capire che chi usa il TV LED principalmente per vedersi i canali in SD e HD, l'UHD sia del tutto inutile e basta alla grande il FHD. Anche se però, a dire il vero, in alcuni TV LED UHD costosi (x i 55" sopra i 1400 euro) troviamo dei buoni refresh rate che permettono di ridurre l'effetto motion blur e l'effetto aureola. Ma a quel punto allora meglio scegliere di gran lunga gli OLED che quel problema non ce l'hanno.

loris lorenzi

io in una TV guardo in primis le caratteristiche tecniche, i servizi smart che offre sono l'ultima cosa in assoluto.
Samsung, fà sicuramente UHD anche migliori di altre aziende pur sempre limitati dalla tecnologia stessa, offre inoltre anche funzioni utili che diverse altre marche non hanno tipo il PIP, che per molti è davvero molto comodo.

loris lorenzi

Sarà l'interpolazione, sarà il response time scarso, sarà la tecnologia LED EDGE, ma vedo dei TV UHD anche di costo elevato davvero impresentabili con qualità immagini scadenti, mi riferisco alle trasmissioni sportive tipo calcio, pallavolo, basket, F1, ecc. dove compare il solito effetto Motion Blur oppure la famosa aureola, che è diverso dal motion blur. L'aureola è un mascheramento artefatto del motion blur, ovvero pixel inventati per coprire la scia.

loris lorenzi

Non conviene di sicuro, poi se uno non ha problemi di soldi libero di togliersi lo sfizio. Prima che arrivi il 4k dappertutto passa un altro decennio.

loris lorenzi

Incompleto anche questo purtroppo. Mancano parecchie informazioni, tipo segnale TV SD, HEVC, Respone Time, Input Lag, HDR, tipologia HDMI, ecc. ecc.

Cristiano


Ciao ragazzi !!!
Cosa mi consigliate.....
SONY -KD-55X8505
SONY - KD-55X9005C
Panasonic Viera TX-50AX800T
Grazie in anticipo !

giak

Sony KDL-40R453C o Panasonic TX-40CS520E? sono circa allo stesso prezzo

Robynes75

Ragazzi chi mi aiuta:
Sono indeciso tra il 65 pollici di Samsung 65uejs9000t o Sony kd-65x9005c
Mi incasina anche il fatto per quanto riguarda lo Smart lo cambio soprattutto per quello...uno ha android e l'altro ha le sue app
Cosa scegliereste? ?

Elvin Cannibale Barca

Ma ad oggi vale la pena prendere una TV 4k da 60' per 3000 euro e ritrovarsela tra 2 anni già superata e non averla sfruttata nel contempo per vedere materiale in 4k dato che non c'è ?? Un po come ol discorso del LTE del 2011 quando tutti lo volevano ma nessuno lha usato per un bel po, forse nel contempo avevano cambiato smartphon

Elvin Cannibale Barca

Prendere un 4k in 42 pollici è assolutamente negativo dato che per apprezzare i dettagli ti devi avvicinare molto di più alla TV e questa cosa non è il massimo dato che una TV si guarda mediamente da 2 metri o più. Devi partire da 55' , meglio 60'.

Gerbo Gerbin

Ciao e complimenti per il buon articolo abbastanza chiaro anche per i più ignoranti in maniera tipo me. Sono mesi che cerco di farmi un'idea che mi aiuti a scegliere bene un televisore sui 42"/48", SOPRATTUTTO che si vedono bene i bui, e ora forse ho più confusione di prima.

Ultra HD o FullHD? Son solo certo del Local-dimming, dimmi se sbaglio.

Ora ho capito che se mi oriento su un UHD sevo accertarmi che abbia anche HDMI2.0, HDCP2.2 e codec HVEC se no pare di aver capito che è inutile? Ne ho trovati di buon mercato 500/650euro con tutte queste caratteristiche.

Solo un paio di dubbi ancora vorrei togliermi se potessi.

- Quanto è importante avere il tuner digitale T2? E se cè al suo posto il DVB T HD?

- Con questi pollici (42"/max48") un UltraHD ha senso?

Se no risparmio qualcosa oggi e prendo un FullHd, ma non vorrei neanche cambiare nel giro di 2/3 anni.

Grazie, spero in una tua risposta e complimenti ancora per l'articolo.

Dario De Candia

Se si disporrà di un pannello a 8 bit, la visione degli Ultra HD Blu-ray sarà comunque possibile: semplicemente non si potranno apprezzare le migliorie apportate. Riusciremo a vederli, ma senza l'HDR. Il lato positivo è che la qualità di questi Video 4K Nativi (senza HDR), sarà superiore ai Blu-Ray attuali in Upscaling 4k!

Dario De Candia

Si, ma non sono cavi certificati. E' ancora presto per acquistare i cavi HDMI 2.0! Aspettate Gennaio 2016 perché usciranno i cavi HDMI 2.0a.

lino colosimo

Bravo! Difatti, nello specifico, l'LGeg55920v, è una buona scelta (2990€) o occorre aspettare?! Boh!

Dario De Candia

Ma sarà assolutamente necessaria la porta hdmi 2.0a per vedere video in 4K?
Tutti coloro che hanno un tv UHD con pannello a 8 bit e con porta hdmi 2.0 come faranno???
Nel lettore avranno fatto un'altra porta HDMI 2.0 spero....

Dellakkk

Io posso solo sconsigliare Samsung del quale sono rimasto molto deluso.
Ho acquistato un serie 6, ma dopo pochi mesi Samsung ha rimosso alcuni dei servizi che tanto aveva pubblicizzato al momento dell'acquisto. Sono 3 mesi che molti utenti ricevono la solita risposta: "A breve saranno disponibili nuovi servizi".
Praticamente in molti si sono ritrovati con un televisore "castrato".
Faccio presente che il televisore non ha neppure un anno di vita ed è ancora a listino e che i servizi sono stati rimossi su numerose serie (presenti nel listino).

Giuseppe Saltaformaggio

Salve volevo un consiglio per quale modello scegliere LG32LB561V OPPURE LG32LF561V. GRAZE

ULTRAS

Salve,io volevo un consiglio...mi piacerebbe acquistare una tv Philips 48pfs8209/12 qualcuno la conosce? Si tratta di un ottimo acquisto?

Nicola Buriani

Certo che può aumentare: lo puoi aumentare anche senza toccare la risoluzione.
C'è chi utilizza processori video anche per questo scopo, su proiettori o TV Full HD.
Basta aver provato per saperlo, ma provato davvero, cioè prove comparative con più prodotti, a parità di sorgente.
Quando vedi una scritta che su un Full HD non riesci a leggere, su un Full HD (stando a distanza di visione), mentre su un Ultra HD la leggi senza problemi, cosa può essere cambiato se non il livello di dettaglio?
E di esempi se ne potrebbero fare a decine (la trama di un vestito, le linee di separazione su un muro fatto di mattoni, eccetera).
Vendono da anni proiettori 4K di fascia alta o altissima, se si vedessero uguali ai Full HD non li avrebbe comprati nessuno.

Max72

Forse non riusciamo a comunicare, io ti credo quando dici che per Te si vede meglio un bluray su uno schermo 4K con H/W di livello. :)

Ma il dettaglio non può aumentare, può essere modificata l'immagine dando la percezione (saprai che l'occhio umano è facilmente ingannabile) che sia aumentato. C'è chi se ne accorge e non gli piace, come me.. Quindi è una cosa soggettiva. ;)

Nicola Buriani

Anche la riduzione del motion blur è un "artificio": per caso la risoluzione in movimento non aumenta?
Che a te non piaccia è un conto, che il dettaglio non aumenti è un altro e non è vero, oggettivamente :).

Max72

E' un artifizio o no? Per quanto qualitativamente valido possa essere, siamo daccordo che stiamo aggiungendo informazioni artificiali all'immagine?
A me ad esempio non piace, sulle TV. Posso, o non posso, a seconda dell'hardware (e non del mero software delle TV..) apprezzarne la resa su grandi schermi (> 90") .. Ma non è un mantra.
E non è una cosa oggettiva. ;)

Nicola Buriani

Non è questione di soggettività: un filtro per l'aumento del dettaglio (così come una maschera di contrasto, saliency map, eccetera) o funziona o non funziona, non può funzionare o meno a seconda di chi guarda.
Tra l'altro non stiamo parlando né solo di upscaling, né di tecnologie esoteriche mai viste prima: sono tutte cose più che collaudate, il problema è che pochissimi le hanno provate davvero, e quindi le associano all'upscaling da sorgenti SD, che non hanno praticamente niente in comune.

Max72

Ma infatti il mio paradosso è proprio questo.
Si può migliorare solo SOGGETTIVAMENTE la resa. Figuriamoci, per alcuni, si vede "meglio" l'immagine totalmente processata di alcuni modi delle TV... Quindi ripeto è solo una opinione basata suulla personale percezione delle cose. Siamo daccordo almeno su questo? :)

Nicola Buriani

Ti sei contraddetto da solo: se la resa non si può migliorare su una TV Ultra HD, perché dovrebbe essere possibile farlo su un proiettore o con un processore video?
Ed i processori video perché esistono, se tanto non è possibile aumentare il dettaglio in alcun modo (e no, la risoluzione non ha niente a che fare con questo discorso)?

Max72

Non è un fatto ma è una opinione e neanche così generalizzata peraltro. Allora se porpio voglio upscalare un bluray mi compro un proiettore con uno scaler esterno e mi godo il vero cinema a casa.. Non compro una TV UHD per andare dietro al marketing..

Nicola Buriani

Sì, in genere basta che cerchi quelli con riportato "HDMI 2.0" o diciture simili.

Arch Stanton

I cavi HDMI 2.0 2160p 60hz esistono in commercio ?

hassunnuttixe

eh già, purtroppo per gli italiani che hanno ancora le trasmissioni i SD... infatti io in italia mi tengo il plasma panasonic hdready che su quelle resta al top :D

Nicola Buriani

Diciamo che presto non ci sarà nessuna scelta: i Full HD stanno già venendo riposizionati su una fascia più bassa, credo non impiegheranno molto per fare la fine degli HD-Ready.

hassunnuttixe

è appunto lì dove volevo arrivare... la discriminante per la scelta è la distanza di visione ;)

Nicola Buriani

Scusa, non avevo assolutamente capito.
Sì, per l'Ultra HD devi o avvicinare la seduta, oppure aumentare la diagonale del pannello (tendenzialmente: personalmente conosco anche persone che attualmente guardano schermi enormi da molto vicino, in quel caso non ci sarebbe bisogno di avvicinarsi o ingrandire).

hassunnuttixe

aspè che non ci siamo capiti: io non ho parlato nè di tecnologie nè di risoluzione... ho chiesto se l'aumento di particolari con l'UHD rispetto al FHD lo noti alla distanza di visione consigliata per il "polliciaggio" del pannello oppure se per notarlo ti devi avvicinare rispetto ad essa

Nicola Buriani

Continuo a non vedere il nesso: Ultra HD non è una tecnologia, è una risoluzione.

hassunnuttixe

alla stessa distanza di visione oppure ti devi avvicinare? per scegliere UHD o FullHD alla fine è quella la discriminante...

MatteoCafi

In pratica io, che non posso tenere un televisore più grande di 32", non me ne faccio niente degli UHD?

Diego Bonomi

Giustamente LOL :D

Fabrizio

Se acquistassi un oled sicuramente l'ultima cosa a cui penserei è buttarlo via xD

Diego Bonomi

Già.. Se non fosse per il costo...

L' efficenza energetica è già ottima, figuriamoci tra 2 - 3 anni!

Domanda : ma gli OLED sono biodegradabili? (compostabili) :D

Stefano

interessante, grazie. Fin'ora io conoscevo solo iboum come sito dedicato a questi...

ticktick

Non avere fretta nel racimolare il denaro e cerca sempre qualche offerta. L'unico consiglio che posso darti è, chiedi il parere di un esperto su quale modello è più conveniente per te, io ad esempio avevo chiesto su yahoo answer e mi hanno consigliato molto bene. :)

NokiaHTCth3b3st

Adesso vedo quanto posso racimolare di denaro.. Sicuramente non sarà una TV Samsung, molto probabilmente sarà una Toshiba, Panasonic, Sony o Sharp.. Al limite una LG ( mi piacciono tantissimo le oled ma mancano i soldi e lo spazio dove metterla )..

ticktick

Sicuramente si, soprattutto guadagneresti in termini di risoluzione per riuscire a godere meglio i contenuti della tua console. Valuta anche i 32" Full HD con i bordi ridotti al minimo, hanno delle dimensioni pari a un 28" ma hai un pannello di dimensioni maggiori. :)

NokiaHTCth3b3st

Non è che ad oggi abbiamo tutti sti canali HD della RAI/Mediaset.. leva rai HD ( che è un canale messo tanto per ) , non mi risultano esserci altri programmi.. Già l'HD sky è molto bello, non oso pensare l'UHD

NokiaHTCth3b3st

Da una tv 800x480 20" ad un 27" FHD lo vedi un buon passo? devo assolutamente comprarmi un tv nuovo ma del resto lo uso solo per giochi ( xbox ) e poca tv

Massimo Olivieri

è il sito più famoso dove tutti pescano le news sui box arm ecc ... cnx

Nicola Buriani

Perdonami, ma stiamo girando intorno al punto: tu hai provato come si vede un Blu-ray o no?
Dovresti anche sapere come funzionano gli algoritmi di upscaling più evoluti: non si limitano ad interpolare, ma applicano anche filtri appositamente studiati per esaltare il livello di dettaglio e intervengono sulla base di database.
Che i Blu-ray si vedano meglio, su un TV o proiettore Ultra HD con elettronica di livello, è un fatto, non sono opinioni.

Alex4nder

L'Upscaling è un aggiunta di informazioni al file sorgente, quindi un aggiunta "inventata" da un algoritmo, non credo che i benefici di cui parli siano già contenuti nel Blu-Ray.

Stefano

interessante come tabella...dove l'hai recuperata? mi metteresti il link che un sito che pubblica dati del genere può essere interessante da spulciare

FedeC6603Z

in realtà ci sono, ma non avranno il mio rene!

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!