Canon lancia la videocamera Ultra HD compatta con sensore da 1" e Wi-Fi (video)

08 Aprile 2015 18

Lo scorso 28 Marzo avevamo parlato di una nuova videocamera compatta di Canon, capace di registrare video in Ultra HD. Dopo una prima fugace apparizione, Canon ha ufficialmente presentato questo prodotto, che prende il nome di XC10. Le dimensioni sono davvero ridotte: XC10 misura circa 125 x 102 x 122 mm per il solo corpo macchina, raggiungendo i 131 x 115 x 238 mm con mirino e paraluce, con un peso di 930 grammi. Il sensore è un CMOS da 1", dotato di un numero totale di pixel pari a 13,36MP. L'obiettivo è un 27,3 - 273mm equivalente, con zoom ottico 10x. L'apertura è f/2,8 ~ 5,6, con una distanza minima di messa a fuoco pari a 50cm, e un sistema di stabilizzazione delle immagini (Dynamic IS, Standard IS, Powered IS). La costruzione prevede l'utilizzo di 14 elementi suddivisi in 12 gruppi, con un diaframma a 8 lamelle.

Il processore che equipaggia XC10 è il DIGIC DV 5, capace di elaborare dati con un campionamento in YCC 4:2:2 a 8 bit. Canon dichiara 12 stop di gamma dinamica, mentre la sensibilità è compresa tra ISO 160 e ISO 20.000. L'impugnatura si collega al corpo macchina con un meccanismo rotante, mentre sul retro troviamo un display orientabile da 3", dotato di touchscreen (tramite il quale è possibile regolare la messa a fuoco) e con una risoluzione pari a 1.030.000 di punti. In dotazione è fornito un mirino ottico (loupe), da montare sul display.


Filmati e foto possono essere registrati sulla memoria CFast 2.0 (da 64GB), oppure su scheda SD (si raccomanda una Classe 10 per i video). I video possono essere registrati a risoluzione Ultra HD, 3840 x 2160 pixel, con un bitrate massimo di 305Mbps e 25 fotogrammi al secondo. I filmati in Full HD raggiungono un massimo di 50Mbps, con 50 fotogrammi al secondo. Se si opta per l'Ultra HD, è obbligatorio utilizzare la memoria CFast 2.0. In entrambi i casi viene utilizzato il formato XF-AVC in H.264. E' inoltre possibile realizzare effetti di slow e fast motion Le foto, invece, possono essere scattate a 12MP, oppure a 8,29MP, ricavandole dai filmati in Ultra HD.


La connettività comprende Wi-Fi dual-band, un ingresso per un microfono esterno, un'uscita cuffie, un'uscita HDMI (sia per la riproduzione, sia per la registrazione dei contenuti) e una USB mini B. La batteria integrata consente un'autonomia compresa tra i 75 ed i 110 minuti circa (ovviamente durante la ripresa dei video). Il prezzo di listino è fissato a 2.050 Euro.


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mario Gianni

quali sono le entrate e la qualità del suono?

Mario Gianni

non si sa quanti minuti può registrare in 4k ,qualcuno di voi lo ha capito?

morgysan

Di realmente professionale non ha molto, diciamo che hanno voluto cavalcare l'onda del 4K, hanno mantenuto il file delle eos, quindi ancora con una compressione H264 (anche se rivisitata), ormai vecchia e poco maneggiabile in post produzione, soprattutto per i suoi 8bit. Si deve tener conto che ormai file Raw DNG a 10bit, sono il minimo per una produzione professionale. Hanno voluto ovviamente tenere le distanze dai modelli più costosi, come 1C - C300 e C500. Detto questo è un bel giocattolo per fare i soliti videoclip ed eventi low budget.

Paolo Panzeri

Io personalmente non riuscirei, ma personalmente neanche i 200 di panasonic , i 100 di Sony.. Ed adirittura i 60 Mbps di gopro per il mio pc sarebbero tanti. Però io non sono profondo frequentatore del mondo del videomaking. Parlavo di sensazioni perché non è il mio campo e se guardo il mio pc e quello di un videomaker appassionato (neanche professionista) si apre un mondo. Nel senso che i soldi che io investo su un monitor, lì sarebbero spesi prima per 3 o 4 ssd o una vga adeguata (io l'idea di un ssd dedicato per il mix audio, affiancato ad uno per le clip, ad uno generale, etc che in parallelo possono sfruttare una velocità maggiore di un ssd che gestisce tutto, la guardo ma non la realizzo). Mentre io mi faccio i problemi su stampe e calibrazioni, loro si fan problemi su fp64 e memorie ben oltre i 64 gb. una memoria da 256/512 gb a 200mb/b per me è un mondo inesplorato, per questi mostriciattoli invece vuol dire avere qualche ora di registrato. inoltre, per essere onesti, se in fotografia sotto i 4/3 non sei nessuno (e già 4/3 è usato in ambiti definiti, non è ideale per tutto) nei video non è sempre vero. Sony ha 4k con sensori 1/2,33". E la PXW-Z100, ad esempio non è che sia un giocattolino da bancarella, quindi ti dico, quella è stata una mia impressione, per assimilabile a quello che conosco, in mancanza di raw, meglio un tiff che un jpeg, ed hanno dimensioni molto diverse. Per cui ipotizzo che questo possa rappresentare un bitrate maggiore, così come da una foto piatta (a meno che sia bruciata) posso tirar fuori foto decenti andando ad agire sui valori in PP, quindi potrebbe valer la stessa cosa (penso) sui filmatti. Che poi, io perdo 60 secondi in lr e apllico tutto ai 300 fotogrammi del timelapse, credo che con davinci resolve o speedgrade si possa farcosì, modifichi un fotogramma, poi torni allaversione base (magari con anteprima a 1/8 della qualità, giusto per il real time),poi quando fai il render applichi tutto. Poi ci impiega quanto ci impiega. io con il Fhd faccio così, ma sono montaggi certamente da 2 soldi, non so se vale anche con filmati così pesanti o se sarebbe uno spreco.

marco.versus

Certamente, alcune informazioni verranno perse rispetto alla GH4 a causa del bitrate minore, ma non per forza è un difetto, dipende sempre dall'uso che ne devi fare. Tu riusciresti poi a lavorare in pp con un flusso di informazioni e con un carico di lavoro così pesante? Io personalmente no, perchè non ho nessuno che mi aiuta e dovrei smazzarmi per ore davanti al pc, non sarebbe più una passione ma una rottura. Anche perchè non ho mezzi così potenti da gestire agevolmente tutto quel carico di lavoro dal bitrate così alto, che comunque non servrirebbe in ogni caso a niente per le riprese che devo fare io.
Comunque, sembra una banalità, ma sicuramente la dimensione del sensore inferiore (che fa perdere anch'essa informazioni se vogliamo essere precisi) e il numero esiguo di Mpx di sicuro non aiutano i colori delle riprese a 4K in cui verrebero sfruttati tutti in maniera completa e quindi "esauriti", non so se mi sono spiegato.

marco.versus

Io ho optato per una Sony A7R perchè era più adatta all'uso che ne faccio io (riprese e foto notturne ad iso parecchio alti solitamente) e svolge il suo lavoro egregiamente.
Però mi piacerebbe un sacco acquistare anche una GH4 per le riprese in 4K in modo da avere una gamma dinamica più elevata nei video. Ma penso che per il momento attenderò con ansia la futura GH5, voglio vedere cosa si inventeranno in Panasonic.

DangerNet

Anche io preferire una GH4 o al limite la Sony Alpha della stessa fascia.

Paolo Panzeri

la gh4 ha un bitrate decisamente inferiore a questa, che mi ha fatto pensare che i colori smorti son per via di impostazione flat, quindi da passare poi in cg durante la pp (o non mi spiego 300Mbps, se ha bitrate così alto dovrà pur avere informazioni che la gh4 si perde).

matteo795

ALLAH HU AKBAR!

Fandrea

"Canon lancia la videocamera 4K compatta" --> 7 morti e 14 feriti

marco.versus

Sulla GH4 puoi farlo direttamente on camera, l'avevo provata da un mio amico con il 12-35 (sempre Panasonic) ed è fantastica. Questo però grazie anche al firmware che Panasonic ha continuato con costanza a migliorare dalla sua commercializzazione. Su questa Canon sinceramente non so se si possa fare direttamente, comunque anche se si potesse fare c'è sempre il discorso del bilanciamento automatico del bianco, che non puoi cambiare manualmente in ogni scena o ad ogni cambiamento di luminosità, nel video non mi è sembrato molto "adattivo" ai vari tipi di luminosità e fedele alla realtà. Si può cambiare poi in post produzione (come del resto anche nitidezza, saturazione, luminosità, etc) però devi isolare la singola inquadratura, e ad ogni variazione della scena sei punto e a capo. Meglio avere un buon sensore con una buona resa cromatica e un'elevata gamma dinamica che si avvicina al risultato finale che non delle scene così, dove devi perderci ore anche per pochi minuti di video.
Datti un'occhiata ad alcuni cortometraggi online fatti con la GH4 (tranquillo la maggior parte delle persone dedica pochissimo tempo nei cortometraggi online alla color correction, quindi praticamente sono il risultato diretto delle riprese) e confrontali con questa, noterai subito notevoli differenze anche nelle variazioni di luce. Sinceramente dubito un pò sulla bontà e qualità di questo sensore Canon da 1 pollice

M.

Ma non sono valori (saturazione, luminosità, nitidezza, ecc) che si possono modificare direttamente sulla videocamera (ad esempio su una reflex si può fare) senza intervenire in post produzione? Non lo so non me ne intendo di videocamere.

marco.versus

Non è questione di preferenze o meno, sono proprio spenti, non hanno un minimo di saturazione e contrasto. Non mi piacciono i colori troppo saturi, stile Samsung per capirci, ma neanche così smorti, non mi dicono proprio nulla e la scena non sembra avere molto significato e senso. Non sono neanche naturali, perchè sembrano proprio sottotono, quasi sottoesposte, e ho provato a guardarlo un'altra volta il video in un monitor Asus 4K sta volta per paura che fosse un problema del monitor precedente. Con il risultato che era meglio se lo continuavo a guardare in un FHD.
Certamente, si può correggere in seguito, ma si sa benissimo che la post produzione di un video non è la stessa cosa della color correction di una foto in Photoshop. Oltre ad essere più esosa come risorse, è anche più difficile da gestire nelle varie scene e nei cambiamenti di luce. Quindi meglio avere un bilanciamento del bianco corretto in partenza con dei colori fedeli, che non fare un lavoraccio dopo.

marco.versus

Il paragone che hai fatto non regge con la XA10 semplicemente perchè stiamo parlando di due prodotti completamente diversi ed è uscita nel 2010-2011 quindi è abbastanza fuori luogo.
Se dovessi scegliere invece andrei a colpo sicuro su una Panasonic GH4 (ricordiamoci che stiamo parlando sempre di corpi compatti, non come la XA10) che monta un sensore molto più grande (Micro 4/3 contro 1 pollice), e nasce prima di tutto come una signora Mirrorless, quindi con tutti i vantaggi che essa porta: a partire dagli obbiettivi intercambiabili (alcuni, come il 12-35, di altissima qualità, studiati appositamente per i video), passando per gli ISO leggermente più alti e l'impegno di Panasonic nel migliorare sempre di più il suo firmware, ma potrei continuare. Il tutto in un corpo macchina dalle dimensioni ancor più ridotte, per questo motivo viene usata da moltissimi video maker.
Oltrettutto fra non molto, se hai pazienza, dovrebbe uscire la GH5 che, secondo i rumors, dovrebbe essere in grado di girare video in 8K e mantenere delle dimensioni molto compatte.

M.

Vabbé il "problema" dei colori in realtà non é un problema, c'é chi li preferisce più naturali e cho più saturi, ma in entrambi i casi si può risolvere..

DangerNet

Beh, pensare che la XA10 costa la metà ma offre davvero tanto di meno, 2000€ per questa non mi paiono molto eccessivi, soprattutto se contiamo che sono di listino (quindi street price indubbiamente più basso).

marco.versus

Insomma, a me non convince moltissimo. Certo ha delle buone caratteristiche tecniche e un prezzo ancora "appettibile" se confrontato alle big del settore, ma... C'è un ma: mi sono guardato guardato il video su un monitor FHD (al momento il 4K non ce l'ho qua) calibrato, e i colori sono davvero smorti! E in più questa forma non mi convince, ho capito che volevano farla portatile ma sembra un incrocio tra una reflex e un medio formato, e sappiamo tutti quanto sia scomodo usare le reflex per girare video a mano libera. Senza contare che non dispone di un'elevatissima gamma iso per essere una videocamera da 2000 euro.
Boh, l'avevano già annunciata un pò di tempo fa, ma continua a non convincermi, punterei ad altro sinceramente

Fabri

Leggendo tutto pensavo ad un prezzo molto più alto (non che la regalino eh, ma sembra un prodotto ottimo...).

Recensione TV OLED Sony KD-55AF8, alta qualità audio-video e Dolby Vision

Recensione QLED TV Samsung QE65Q9FN, nero profondo e ideale per i videogiochi

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB