Il primo Laser bianco potrebbe rivoluzionare display, proiettori e connettività wireless

08 Agosto 2015 44

La tecnologia Laser è stata inventata nel 1960 ed è utilizzata per molte applicazioni. C'è però uno scoglio che non era mai stato superato: la produzione di una luce bianca. Quello che sembrava un limite invalicabile è stato aggirato con successo dai ricercatori della ASU, l'Arizona State University. Il progetto si è basato sul lavoro svolto, nel 2011, presso i Sandia National Laboratories (si trattava, però, di un concept, e non di un dispositivo effettivamente funzionante).

Tecnicamente il Laser realizzato dai ricercatori della ASU non è bianco fin dall'origine. Per creare una luce bianca è stato progettato un semiconduttore su nanoscala, capace di operare sull'intero spettro cromatico, grazie a tre segmenti paralleli, capaci di produrre luce rossa, verde e blu, le tre componenti cromatiche primarie. Sono i tre segmenti a determinare la capacità di riprodurre l'intera gamma di colori, grazie alla possibilità di modulare l'emissione in maniera indipendente. Quando tutti i segmenti sono in uso, viene prodotto un Laser bianco.

Le prestazioni di questa tecnologia nascondono un notevole potenziale: è infatti possibile riprodurre una quantità di colori molto più ampia, rispetto agli attuali standard in uso per i display (si parla del 70% in più), con una precisione molto superiore rispetto ai LED. Questa caratteristica renderebbe il Laser bianco molto interessante, per la realizzazione di display e proiettori (questi ultimi stanno puntando molto sul Laser, per il proprio futuro).

Un altro ambito di utilizzo potrebbe riguardare la tecnologia Li-Fi. L'idea alla base del Li-Fi consiste nell'utilizzo della luce per instaurare uno scambio di dati in wireless: in sostanza si tratta di un'alternativa al Wi-Fi. I vantaggi connaturati a questa tecnologia, attualmente in sviluppo, consistono in velocità notevolmente superiori (almeno sulla carta), con la possibilità di offrire, in un'unica soluzione, un sistema di illuminazione e di connettività alla rete. Attualmente il Li-Fi sfrutta i LED: secondo i ricercatori della ASU, il Laser bianco potrebbe incrementare notevolmente le prestazioni, migliorandole dalle 10 alle 100 volte.

I ricercatori della ASU sono attualmente al lavoro per migliorare la tecnologia e risolvere alcune problematiche (sicuramente non si parlerà di implementazioni, all'interno di prodotti, nel breve periodo).


44

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
davide94

Ma i fari laser delle auto, tipo quelli che usa Audi per i prototipi LMP1 e che presto porterà sulle auto di serie non sono già bianchi ?

Maurizio Mugelli

intendo, leggi sotto in questo thread, Nicola Buriani e' l'autore

DKDIB

Ad onor del vero non riesco a vedere dove sia indicata la modifica... però mi sembra del tutto plausibile. ;)
Anche a me è successo diverse volte, di leggere un articolo su HDBlog, rientrarci e trovare delle parti in più (senza la consueta dicitura "aggiornamento").

Maurizio Mugelli

se leggi sotto l'autore dell'articolo ha successivamente editato aggiungendo quanto dici.

DKDIB

Nel II paragrafo viene spiegato che il "laser bianco" è solo uno stato particolare di questa tecnologia, mentre nel successivo si parla della "quantità di colori riproducibili" e vengono fatti 2 esempi d'uso (nei display e nei proiettori).

Più chiaro di così... ^^''

Ngamer

si si io sono quello dietro occhio :P

Il Cappellaio Psicopazzo

Soprattutto se li sorpassi a razzo ... Magari avvicinandoti un pochino pochino....

Waglió ANDATE PIANO MI RACCOMANDO!!!

Lorenzo Cesari

O per far esplodere quelle che ti si piazzano dietro sfanalando come se non ci fosse un domani...

Ngamer

quindi poi un laser cosi che lunghezza d'onda ha?? da quello che ricordo io i laser hanno una banda molto stretta , qui con i 3 colori diventa molto grande noo? cmq finalmente avro i fari laser per distruggere le macchine davanti quando vanno pianissimo in mezzo alla strada :P

Srnicek

Credo che la difficoltà sia stata nell'inventare un semiconduttore su nanoscala adeguato all'uso piuttosto che nello scoprire che unendo i colori luce primari si ottiene il bianco...

DeltaDiDirac

uno sviluppo interessante potrebbe essere proprio il poter limitare la rete in zone circosritte...ad esempio un ufficio...con una rete visibile solo a chi vi ha accesso...oppure estenderla stanza per stanza con un piccolo ripetitore cablato...in questo modo é possibile capire da che stanza si é connessi creando molte microreti(con sviluppi in termini domotici..se sono in questa stanza posso agire su questo e quello ecc)
é giusto l'esempio che hai portato dell'irda...con la differenza che una sorgente piú potente puó sfuttare la riflessione di muri ecc(come i telecomandi ad esempio i quali non devono sempre essere puntati perfetti)

GeneralZod

Magari più un acquazzone. Alla fine ti scende la banda ma gestisce la ritrasmissione del pacchetto senza problemi. Ovviamente posizionati su tralicci e palazzi senza nulla in mezzo.

Maurizio Mugelli

zelda laser XD

italba

Secondo me "laser bianco" è solo un titolo ad effetto per un dispositivo elettronico comunque interessante. Lo avrebbero potuto chiamare "trilaser", magari, e non sarebbe cambiato niente.

ale

Si però se si inserisce qualcosa in mezzo non trasmetti più nulla, basta della semplice pioggia e il laser si interrompe, le onde radio non hanno questo problema

GeneralZod

Con queste tecnologie puoi sostituire i ponti radio e collegare due città in modo ottico senza rompere nulla e senza troppo inquinamento elettromagnetico. È stato condotto recentemente un esperimento che coinvolgeva la trasmissione di dati verso un satellite usando appunto un laser. Nel dettaglio non ricordo.

CAIO MARI

Meglio di tanti altri soldi spesi per niente (ogni riferimento è puramente casuale)

Nicola Buriani

Purtroppo ho visto che non c'è tutto: la notizia l'avevo trovata da un po' infatti, ma non l'avevo riportata subito nella speranza di trovare più informazioni (diciamo che non c'è esattamente un'incredibile ricchezza di dettagli su alcuni aspetti).
Con calma mi leggo il link che hai riportato (non l'avevo letto) :).

nba78

Assolutamente vero, Maxwell è stato un genio con poco da invidiare ad Einstein, che attinse a piene mani dal suo lavoro, poi c'è ne sarebbero tanti altri da citare che hanno dato il loro contributo, come Herz o Michelson, diciamo che ho voluto citare lo scienziato più famoso ed una delle sue teorie più importanti.

Ngamer

non so perchè ma a me è sembrato molto banale unire i 3 colori primari , è una cosa che so dalle elementari . non mi sono mai posto il problema del laser bianco ho dato sempre per scontato che si potesse fare come lo hanno fatto adesso .... mah!

Svasatore

Anche qua hanno toccato i nano conduttori, argomento simile al grafene...

Svasatore

Una porcheria.

Svasatore

Ricerca che non avrà un seguito.
Tu la leggi solo perchè hanno i soldi per sponsorizzarsi la pubblicità.

Josh

In realtà se si vogliono attribuire meriti non si può assolutamente dimenticare J.C. Maxwell. Unificare fenomeni elettrici e magnetici in un'unica, semplice teoria riassumibile con 4 semplici equazioni, non è certo um lavoro di poco conto. Da quel momento persino l'ottica, allora considerata disciplina a sé, viene descritta dalle interazioni elettromagnetiche. Semplicemente geniale e pazzesco.

-.Josh

Maurizio Mugelli

lo so, per questo e' un po' strano.
mancano dei pezzi - ad esempio dice "“The concept of white lasers first seems counterintuitive because the
light from a typical laser contains exactly one color, a specific
wavelength of the electromagnetic spectrum, rather than a broad-range of
different wavelengths. White light is typically viewed as a complete
mixture of all of the wavelengths of the visible spectrum,” said Ning,
who also spent extended time at Tsinghua University in China during
several years of the research." ,,,, e?
la frase e' lasciata monca, senza spiegare qual'e' la loro soluzione al problema :)

italba

Possono essere vicini quanto ti pare ma sempre tre sono! Tre frequenze, tre colori, tre fasi e quindi tre laser. Vero poi che si comportano (se passano da un sistema ottico acromatico) come un laser unico, ma non è questo il punto.

Nicola Buriani

Perfetto, te l'ho chiesto proprio per questo motivo (a volte si danno per scontate cose che scontate non sono) :).
Modifico con una spiegazione più estesa, grazie per il contributo.

Maurizio Mugelli

c'e' scritto letteralmente ma non amplia il concetto descrivendo quali possono essere gli usi pratici

Maurizio Mugelli

l'articolo originale e' dietro un paywall quindi mancano alcuni dati fondamentali per giudicarlo, da quel che si trova in giro sembrano usare dei semiconduttori fatti da nanowire estremamente vicini fra loro con una singola lente lasante, quindi secondo loro i tre laser si fondono in uno solo - dettagli un po' vaghi insomma.

CAIO MARI

Pazzesco, fantastico, bravi ricercatori

M_90®

Ecco questo dicevo.

Nicola Buriani

C'è scritto: "semiconduttore su nanoscala, capace di operare sull'intero spettro cromatico".

Daniele Leopardi

Scontato quanto necessario.
Tutto, e dico tutto, è incredibilmente importante.

italba

"Laser bianco" è una contraddizione in termini. Un fascio di luce laser è tale se è formato da un'unica frequenza, quindi un unico colore, e con la stessa fase. Qui in effetti sono tre laser (rosso, verde e blu, ma ogni colore può variare) che, combinati, danno luce bianca. Ma la luce bianca che ne risulta NON è laser! Ad ogni modo è molto interessante per i videoproiettori, una sorgente "laser" di questo tipo consentirebbe di fare proiettori piccolissimi di grande luminosità e basso costo, molto meglio del Sony portatile presentato nell'articolo di ieri.

Maurizio Mugelli

una cosa molto interessante che manca in questo articolo sul laser in questione e' che le tre fonti non hanno una frequenza fissa ma possono variare indipendentemente quindi il laser risultante non e' necessariamente bianco ma puo' coprire l'intero spettro - ottenendo l'intero gamut cromatico in un fascio singolo invece dei soliti tre pixel distinti.
per un proiettore sarebbe una gran cosa

Maurizio Mugelli

e vabbe', basta avere pazienza - mica si puo' pretendere tutto e subito.
lascia qualcosa di nuovo di cui stupirsi anche ai tuoi figli e nipoti :)

Maurizio Mugelli

il concetto e' lo stesso dell'irda ma con portata e velocita' di trasmissione immensamente superiori - in questo caso la portata limitata su traiettorie a vista e' un vantaggio visto che lo si vuole usare per spot mirati posizionalmente dove sei assolutamente sicuro della posizione del ricevente - ad esempio per musei e simili.
non e' pratico come sistema generalista tipo wifi, questo e' vero.
sul breve raggio (pochi m, ad esempio per sostituire il cavo usb) puo' raggiungere velocita' estreme.

domilanci

Centro casa non è un grande problema, pensa una tecnologia del genere impiegata al posto delle lampadine e quindi usabile in tutti i luoghi in cui ci sono.
Ovviamente ci sarebbero dei limiti, probabilmente verrà usata poco/alternata ad un altra tecnologia.
Un pò come si fa oggi con il bluetooth, volendo si potrebbe usare per scambiare dati ma resta spesso usato solo per comunicazioni con altri apparecchi, per i dati è preferibile il wifi per le piccole distanze.

Marocco2

deve essere nella stessa stanza, si.

M_90®

però non ho capito una cosa: le onde wireless ad esempio passano anche i muri di casa e il router può stare in qualsiasi zona. con una tecnologia simile, la luce non verrebbe bloccata ad esempio dai muri? non bisognerebbe essere vicino alla fonte di luce tipo come si scambiavano una volta i file con l'irda per usufruire di una connessione del genere?

Jordan Lawicki

Hahaha già anche loro stanno entrando nella leggenda :)

nba78

Incredibile pensare a dove si voglia arrivare considerando che tutto ha avuto inizio nel 1905 quando
Einstein (che per la precisione riprese le teorie di Plank) teorizzo
l'effetto fotoelettrico e l'esistenza dei fotoni e che di certo allora non
avevano la minima idea di cosa avrebbe portato,tipo usare il laser per
ascoltare la musica o operaci le persone.Questo per dire che la ricerca
di base che può apparire del tutto fine a se stessa al momento,può portare a conseguenze impensabili sul lungo periodo.

Flyn

Qualcuno ha detto batetrie al grafene di durata infinita? XD

Jordan Lawicki

Cosa stupenda ma prima che inizierà a uscire qualcosa di concreto passeranno parecchi anni

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?