TV LG OLED 55EC930V: la recensione di HDblog.it

15 Settembre 2015 140

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il mercato TV sta subendo cambiamenti importanti: la dipartita della tecnologia Plasma e le innovazioni introdotte recentemente (prima la risoluzione Ultra HD, dal 2015 anche l'High Dynamic Range) hanno introdotto nuovi elementi e mutato alcuni equilibri (su tutti citiamo l'avanzata dei produttori cinesi, capaci di offrire TV Ultra HD a prezzi molto aggressivi). A questi elementi se ne aggiunge un altro: la tecnologia OLED, descritta da anni come un passo in avanti decisivo, da punto di vista qualitativo, ma fortemente limitata da problematiche inerenti alla produzione dei pannelli.

Solo un produttore è riuscito a proporre una vera e propria gamma di TV OLED: si tratta della coreana LG, che si propone come il leader assoluto in questo campo, potendo contare su una serie di soluzioni proprietarie (che descriveremo in seguito), capaci di consegnarle un vantaggio netto, rispetto ai concorrenti. Tra i prodotti attualmente a listino (in attesa delle novità 2015), spicca il modello 55EC930V, un Full HD particolarmente interessante, poiché è possibile reperirlo a prezzi interessanti. In questo articolo scopriremo quali prestazioni garantisce l'OLED di LG e quali sono pregi e difetti.

Caratteristiche tecniche e dotazione


Il 55EC930V si presenta con un aspetto minimalista: rispetto ai primi OLED realizzati da LG, sparisce la base in plexiglass, sostituita da un supporto a "U" , molto gradevole alla vista e perfetto per ingentilire l'impatto del pannello curvo da 55". Gli spessori sono tutti ridotti al minimo: la cornice è molto sottile ed anche il retro sporge solo verso il centro, per garantire lo spazio necessario a contenere l'elettronica, gli ingressi e le altre componenti. La sezione audio è stata collocata lungo il bordo inferiore, occultata completamente alla vista. L'aspetto è complessivamente molto gradevole, anche per via di una costruzione che appare molto accurata, con finiture di buon livello (come ad esempio la scritta OLED, posta sulla base).


Veniamo alle specifiche tecniche: LG ha utilizzato un pannello WRGB con risoluzione Full HD, capace anche di visualizzare le sorgenti 3D, tramite il ricorso agli occhiali 3D passivi (in dotazione ne vengono fornite due paia, abbinate a due "mascherine", da agganciare agli occhiali da vista). La piattaforma Smart TV è costituita da webOS, il sistema operativo proprietario lanciato lo scorso anno dal produttore coreano. La connettività comprende Ethernet, Wi-Fi, DLNA, Miracast e WiDi.


I file supportati comprendono praticamente tutti i formati maggiormente diffusi:

Estensione
Codec
.asf
.wmv
Video Profilo avanzato VC-1 (WMVA escluso), profili VC-1 semplice e principale
Audio WMA Standard (WMA v1/WMA Speech escluso), WMA 9 Professional
.divx
.avi
Video DivX3.11, DivX4, DivX5, DivX6, XViD (ad eccezione di GMC a 3 warp point), H.264/AVC, Motion Jpeg, MPEG-4
Audio MPEG-1 Layer I, II, MPEG-1 Layer III (MP3), Dolby Digital, LPCM, ADPCM, DTS
.mp4
.m4v
.mov
Video H.264/AVC, MPEG-4
Audio AAC, MPEG-1 Layer III (MP3)
.3gp
.3g2
Video H.264/AVC, MPEG-4
Audio AAC, AMR-NB, AMR-WB
.mkv Video MPEG-2, MPEG-4, H.264/AVC, VP8
Audio Dolby Digital, PCM, DTS, MPEG-1 Layer I, II, MPEG-1 Layer III (MP3), AAC
.ts
.trp
.tp
.mts
Video H.264/AVC, MPEG-2
Audio MPEG-1 Layer I, II, MPEG-1 Layer III (MP3), Dolby Digital, Dolby Digital Plus, AAC, PCM
.mpg
.mpeg
.dat
Video MPEG-1, MPEG-2
Audio MPEG-1 Layer I, II, MPEG-1 Layer III (MP3)
.vob Video MPEG-1, MPEG-2
Audio Dolby Digital, MPEG-1 Layer I, II, DVD-LPCM
.rm
.rmvb
Video RV30, RV40
Audio Realaudio6(cook), AAC LC, HE-AAC
Questa funzione è disponibile solo per alcuni Paesi.

Per quanto riguarda i sottotitoli, sono supportati i file mi, set, sub, ass, essa, txt, pub e dcs.


I sintonizzatori integrati sono due: DVB-T2 e DVB-S2, con la possibilità di registrare i programmi tramite hard disk USB. 55EC930V è certificato tivùon! (garantisce una fruizione sicura e stabile dei contenuti e servizi interattivi on demand), Tivùsat e DGTVi Gold.

La sezione audio mette a disposizione la decodifica del formato DTS, con un sistema composto da 2 canali, in grado di erogare una potenza complessiva di 40W. E' inoltre presente la funzione Virtual Surround Plus, che consente di ricreare un suon surround virtuale, per una maggiore sensazione di coinvolgimento.

La compensazione del moto viene gestita dalla funzione TruMotion, che può essere abilitata su alcuni valori pre-impostati, oppure può essere gestita in modalità utente, agendo manualmente sul De-Judder e De-Blur, rispettivamente preposti ad aumentare la fluidità e a minimizzare il motion blur, elevando il livello di dettaglio delle immagini in rapido movimento.

I connettori sono tutti collocati lungo il lato e il bordo inferiore: troviamo quattro HDMI (uno è compatibile con MHL e ARC, il canale di ritorno audio), un ingresso scart e component (tramite adattatori inclusi nella confezione), tre porte USB 2.0, uno slot CI+, una porta Ethernet, un'uscita cuffie ed un'uscita digitale ottica.

I telecomandi forniti con la TV sono due: uno è la classica unità di controllo, dotata di tasteranno numerico e di pulsanti per accedere a tutte le funzioni. La costruzione e la qualità sono nella media, come anche l'ergonomia. Il secondo telecomando, il Magic Remote, è progettato specificamente per le applicazioni Smart TV. Questa seconda unità integra accelerometro, consentendo di controllare un puntatore a video, molto comodo sia durante la navigazione in rete, sia con alcune tipologie di app.

Telecomando "tradizionale" (sinistra) e Magic Remote (destra)

Il numero di tasti è ridotto al minimo indispensabile: troviamo i pulsanti per cambiare canale, alzare o azzerare il volume, attivare o disattivare il 3D, attivare un tastierino numerico a video, accedere al menu, accedere ai programmi TV, tornare indietro nei menu, accensione e spegnimento ed una croce direzionale, con in mezzo un rotella simile a quella presente nei mouse (ed in effetti il funzionamento, all'interno del web browser, è il medesimo). Il Magic Remote integra anche un microfono, attivabile tramite la pressione del tasto dedicato. La sua presenza è legata ai comandi vocali, utilizzabili per le ricerche, per il controllo di alcune funzioni (alzare o abbassare, il volume, cambiare canale, eccetera) e per lanciare le applicazioni.

Occhiali 3D passivi (sinistra), clip per gli occhiali da vista (centro) e confezione degli accessori 3D (destra)

Il TV OLED 55EC930V si può orma facilmente trovare con prezzi intorno (e a volte inferiori) ai 2.000 Euro.

A seguire il riepilogo delle specifiche tecniche:


La tecnologia WRGB di LG


La caratteristica che differenzia i pannelli OLED da quelli LCD è l'assenza di una retroilluminazione. Gli OLED sono infatti definiti "self-emitting display", ovvero schermi capaci di generare luce autonomamente. Ne consegue una struttura semplificata delle TV, che permette di realizzare modelli tendenzialmente più sottili. L'altra diretta conseguenza consiste nella possibilità di pilotare l'emissione luminosa di ciascun pixel, ottenendo un livello del nero estremamente basso, tanto da risultare difficile da rilevare con gli strumenti.

La tecnologia OLED utilizzata da LG viene chiamata WRGB, per via della struttura dei sub-pixel. Tutto nasce dai brevetti di Kodak per gli OLED bianchi, una soluzione sviluppata nel 2004. LG ha acquistato i brevetti nel 2009, mettendo a frutto il lavoro di Kodak per creare i pannelli attualmente in uso su tutti i TV OLED in commercio (anche quelli cinesi).

La struttura dei sub-pixel di un TV OLED WRGB

I pannelli WRGB utilizzano componenti blu e gialle, poste su substrati differenti. La luce emessa, risultante dal mix delle due componenti, è bianca. I colori vengono riprodotti mediante l'utilizzo di filtri colorati per ciascun pixel: tre dei sub-pixel sono abbinati a filtri RGB (rosso, verde e blu), denominati Colour Refiner, mentre il quarto viene lasciato bianco, per incrementare la luminosità e l'efficienza dei pannelli.

Le misure ed i consigli per regolare la TV

L'autore delle recensioni ha conseguito l'attestato ISF Certified Calibrator Level II

Il TV 55EC930V mette a disposizione un menu molto ricco, con varie modalità video e molte impostazioni. Iniziamo dalla modalità Standard, quella che, tendenzialmente, potrebbe risultare adatta ad un utilizzo "a tutto tondo".

Modalità Standard: bilanciamento del bianco (in alto), gamma (in basso a sinistra) e gamut (in basso a destra)

La modalità standard si presenta molto luminosa e quindi tendenzialmente adatta alla visione diurna, in ambienti con una buona quantità di luce. Come si può vedere dai grafici, le prestazioni non sono molto vicine al riferimento. Due dei colori primari, verde e rosso, peccano in quanto a saturazione (sono meno saturi di quanto dovrebbero), con una diretta influenza anche sul giallo (uno dei colori secondari). Il magenta vira verso il blu, mentre il ciano e soprattutto il blu sono piuttosto precisi.

A determinare le problematiche maggiori è il bilanciamento del bianco: le misure mostrano un eccesso di blu, riscontrabile molto facilmente anche ad occhio nudo, durante l'uso. Sconsigliamo, dunque, l'utilizzo di questa modalità, troppo lontana dai riferimenti ed incapace di mostrare le reali capacità del TV LG.

Passiamo quindi ad alla modalità Cinema, presente praticamente su qualsiasi TV in commercio (a volte identificata come Film).

Modalità Cinema: bilanciamento del bianco (in alto), gamma (in basso a sinistra) e gamut (in basso a destra)

Le prestazioni migliorano notevolmente: i colori sono molto più vicini al riferimento, con differenze molto contenute per tutti i primari. Il gamma è abbastanza lineare (la media è intorno a 2.3) e soprattutto cambia radicalmente il bilanciamento del bianco. Il blu non è più così preponderante e gli scostamenti sono meno significativi. La luminosità è (con i valori di fabbrica) più contenuta, rispetto alla modalità standard, ma questo non costituisce un limite (ovviamente una modalità chiamata Cinema è pensata, prima di tutto, per la visione con luminosità ambientale bassa). E' sufficiente agire sulla voce "Luce OLED" per incrementare la luminosità emessa dal pannello. I valori che si possono raggiungere sono sufficienti per la maggior parte delle esigenze (potrebbero risultare non soddisfacenti solo per ambienti molto luminosi). Per queste motivazioni consigliamo, a tutti gli utenti non molto esperti, di selezionare la modalità Cinema, avendo cura di controllare le impostazioni di contrasto e luminosità (sono regolazioni da effettuare ad occhio con apposite schermate).

Raccomandiamo anche di controllare che sia sempre attiva l'impostazione "Solo ricerca" (traduzione non esattamente da manuale dell'inglese "Just scan", che probabilmente era meglio rendere come "Solo scansione"), relativa al rapporto d'aspetto, poiché è quella che disabilita l'overscan, permettendo di far corrispondere ciascun pixel della sorgente al relativo pixel sul pannello (diversamente si perde una parte delle informazioni, il che implica che anche un segnale Full HD sarà rielaborato dall'elettronica).

Per gli utenti più esperti, infine, sono disponibili due modalità ISF Expert (sono due perché, in linea di massima, si dovrebbe impostarne una per la visione diurna, per ambienti luminosi, mentre l'altra per la visione notturna, con poca luce nella stanza). Queste due modalità mettono a disposizione più controlli, in modo da poter calibrare la TV nel modo più preciso possibile.

Modalità ISF: bilanciamento del bianco (in alto a sinistra), gamma (in basso a sinistra) e gamut ( a destra)

La modalità ISF permette di raggiungere un risultato molto prossimo al riferimento. Abbiamo regolato la luminosità a circa 130 cd/m2 - nits, ottenendo un DeltaE (l'errore rispetto al risultato ottimale) poco superiore ad uno per il bilanciamento del bianco e pari a circa due (come massimo) per la riproduzione dei colori primari e secondari (la soglia critica, per l'occhio umano, è quella superiore a tre). I risultati sono quindi ottimi, ma ottenerli non è semplice.

Abbiamo infatti riscontrato alcune problematiche con i controlli messi a disposizione da LG. La prima riguarda il bilanciamento del bianco a 20 punti. Questa modalità (che si affianca a quella su due punti), permette di raggiungere un'ottima qualità delle immagini (è anche quella che permette di ottenere un gamma più corretto), ma a patto di spendere molto tempo e molta pazienza. I risultati ottenuti sembrano dipendere molto da una combinazione di fattori e dalle altre regolazioni effettuate. Il nostro consiglio è di regolare solo un punto per volta, ripetendo ogni volta una misura completa. Il motivo è da ricercare nel fatto che i controlli per un valore hanno spesso influenza su altri (che in teoria non dovrebbero subirne l'influenza). Durante le nostre prove, ad esempio, abbiamo verificato come l'agire sul controllo a 20 IRE può portare errori di notevole portata sui 40 IRE (nel nostro caso si era venuta a creare una dominante rossa molto pronunciata, impossibile da correggere con i soli controlli sui 40 IRE).

Consigliamo, quindi, di partire utilizzando la regolazione su due punti e solo dopo quella a 20, se si ritiene necessario per raggiungere un risultato migliore. L'altra criticità che abbiamo rilevato riguarda i menu a video: per cambiare i valori è ovviamente necessario visualizzarli su schermo, ma le misure andrebbero rilevate con il menu chiuso, poiché l'interfaccia grafica influenza la rilevazione, alterandola. La procedura diviene, in questo modo, più laboriosa, perché implica ripetuti controlli da effettuare entrando ed uscendo dai menu.

La Smart TV


Tutte le funzioni "smart" sono gestite da webOS, la soluzione scelta da LG per sostituire il precedente NetCast. La prima differenza risulta evidente fin dalla prima accensione: webOS non è solamente una piattaforma Smart TV, ma costituisce il cuore di tutta la TV. Il sistema operativo è infatti onnipresente: al primo avvio la TV esegue una sorta di boot del sistema, richiedendo alcuni istanti per risultare operativa. Tutto ciò che è presente nei menu, dalle applicazioni agli ingressi (anche i sintonizzatori TV), è gestito da webOS, che integra ogni voce all'interno di un'interfaccia grafica esteticamente molto chiara e piacevole.


La UI si sviluppa orizzontalmente, lungo il bordo inferiore dello schermo. Tutti i contenuti sono racchiusi all'interno di icone rettangolari, differenziate anche per colore, in modo da facilitarne l'identificazione. Muoversi tra i menu è molto semplice, soprattutto se si utilizza il Magic Remote, più veloce e comodo nel destreggiarsi tra le varie applicazioni.


Le applicazioni si scaricano tramite LG Store, un portale creato ad hoc. Al suo interno troviamo molte tra le app più diffuse ed utilizzate, come YouTube, Spotify, Chili, Wuaki, TIMvision, Skype, Foxfan, eccetera. Le potenzialità multimediali includono anche la possibilità di riprodurre file audio e video, tramite USB oppure DLNA. Il funzionamento è generalmente buono, con un'ottima compatibilità

La TV integra anche un web browser, piuttosto comodo da utilizzare per via del Magic Remote. Le pagine si caricano generalmente bene e senza eccessivi tempi di attesa. L'unica problematica che abbiamo riscontrato riguarda la presenza di video all'interno delle pagine: avviare un filmato da YouTube porta ad un immediato rallentamento generalizzato. La riproduzione risulta spesso non molto fluida ed intervallata da vere e proprie interruzioni momentanee. Non si tratta comunque di una pecca troppo grave, poiché l'applicazione YouTube non presenta problematiche di sorta, con caricamenti rapidi, fluidità perfetta e nessuna interruzione.


I comandi vocali rispondono molto bene, facilitando soprattutto le operazioni di ricerca. Risultano poco utili, invece, i comandi per le funzioni più "tradizionali", come l'aumento o l'abbassamento del volume, più farraginosi e lenti rispetto alla semplice pressione del relativo tasto sul telecomando. Ottima anche la possibilità di lanciare le applicazioni tramite microfono, senza doverle ricercare all'interno della UI.


La nostra valutazione su webOS, per quanto riguarda interfaccia e funzionalità, è quindi positiva. La valutazione globale, invece, deve necessariamente rilevare un difetto: la reattività del sistema. webOS non è veloce: tutte le operazioni svolte mostrano un certo ritardo nella risposta ai comandi, un fatto che a volte può creare fastidi (ad esempio in fase di calibrazione, quando si scorrono velocemente le voci nei menu: capita sovente di inviare comandi doppi, poiché il ritardo nel recepirli induce a pensare che la pressione del pulsante non sia stata rilevata).

In sostanza tutte le operazioni si svolgono con una rapidità non ottimale, poiché, come abbiamo visto, tutto viene gestito dal sistema operativo proprietario di LG. Fortunatamente la situazione dovrebbe migliorare a breve: 55EC930V verrà aggiornato per includere le principali funzioni di webOS 2.0, migliorando anche la reattività del sistema.

Concludiamo con l'ormai immancabile applicazione per dispositivi iOS e Android.

L'app permette di sostituire il telecomando, replicando anche la possibilità di controllare un puntatore a video. Si può scorrere e lanciare direttamente le applicazioni installate sulla TV, consultare la lista dei programmi ed effettuare ricerche.

La prova di visione


Il 55EC930V è un TV capace di regalare notevoli soddisfazioni. Le prime qualità che si possono riscontrare sono la naturalezza e l'equilibrio. Le sorgenti vengono riprodotte rispettando il materiale di partenza, senza voler eccedere nella riproduzione dei colori (mai troppo accesi o artificiosi) e nel livello di dettaglio. Sotto quest'ultimo punto di vista, segnaliamo una certa somiglianza con i Plasma: si nota, infatti, la tendenza a riprodurre immagini più morbide, prive di quel dettaglio esasperato a volte riscontrabile su alcuni LCD.


Il maggior punto di forza risiede nel livello del nero: 55EC930V esibisce prestazioni da primato, sotto questo punto di vista, inarrivabili per qualunque altra tecnologia. Gli LCD, a causa del funzionamento dei pannelli, non sono in grado di controllare l'emissione luminosa di ogni singolo pixel e non possono quindi rappresentare un nero veramente assoluto, ovvero privo di una seppur minima quantità di luce. Anche i Plasma, pur potendo ambire a prestazioni decisamente migliori, da questo punto di vista (possono anche controllare la luminosità dei singoli pixel), sono comunque lontani dalle prestazioni dell'OLED LG, capace di mostrare un nero tanto profondo da risultare non più misurabile (se non con strumenti di altissimo livello).

Anche mantenendo su schermo alcune porzioni luminose, la rilevazione su una porzione nera dello schermo rimane fissa a zero cd/m2 - nits, come se la TV fosse spenta. E' proprio questo aspetto a stupire lo spettatore: tutte le zone completamente nere (le bande nere nei film in 21:9, ad esempio) non emettono sostanzialmente luce, apparendo completamente nere, come se la TV non fosse accesa.


La profondità del nero non inficia il numero di particolari visibili sulle basse luci, cioè nelle porzioni più scure del quadro. Tutti i dettagli che dovrebbero essere visibili sono effettivamente presenti su schermo. La differenza, tra l'OLED di LG ed altri TV con un nero più elevato, è data solo dal superiore rapporto di contrasto nativo, capace di offrire una maggiore dinamica delle immagini ed un quadro caratterizzato da un maggior senso di profondità e di tridimensionalità (da non intendersi come il 3D stereoscopico, quello che richiede gli occhiali, ma come un più realistico stacco tra i piani, tale da rendere la visione più appagante).

Un punto sul quale si può ancora migliorare, invece, è la gestione delle immagini in rapido movimento. La tecnologia OLED è caratterizzata da tempi di risposta molto bassi, di conseguenza non sono presenti "trascinamenti" (o effetto scia) che possano arrecare detrimento al dettaglio. Gli OLED LG, però, sono comunque gestiti in maniera simile agli LCD, ovvero come display "sample and hold". Questa definizione indica tutti i pannelli che, durane il passaggio tra un fotogramma e l'altro, non spengono i pixel, facendo permanere un fotogramma a video, continuativamente, fino all'apparizione del successivo. Questo comportamento causa una minor percezione di dettaglio, durante i movimenti rapidi: la risoluzione è praticamente la stessa che si riscontra sugli LCD, ovvero circa 300 linee. LG ha inserito la funzione TruMotion, utile per migliorare sia la fluidità delle immagini, sia la percezione di dettaglio. Abilitandola si possono raddoppiare le linee, portandole a circa 600. Consigliamo di non ricorrere alle impostazioni predefinite, ma di utilizzare la modalità utente, regolando la fluidità e l'aumento di dettaglio (anche se in realtà si dovrebbe parlare di riduzione del motion blur, ma in sostanza l'effetto ottenuto è proprio quello) a piacimento, in modo da trovare il giusto compromesso per tutti i gusti.


L'uniformità dell'esemplare che abbiamo testato è buona, anche se non perfetta (ma va detto che TV con uniformità perfetta sono praticamente una chimera). Utilizzando segnali test (in particolare modo le scale di grigio prossime al nero assoluto), si nota come il pannello tenda a scurirsi verso i bordi, perdendo un po' di luminosità. Non si tratta comunque di un limite rilevante, poiché durante il normale utilizzo è praticamente impossibile notare queste imperfezioni, data l'incidenza piuttosto contenuta.

55EC930V risulta molto convincente anche per quanto riguarda l'angolo di visione, non legato alle stesse limitazioni da sempre correlate alla tecnologia LCD. Come dimostrano alcune foto allegate alla recensioni, non si riscontrano problematiche rilevanti nemmeno posizionandosi ad angolazioni molto accentuate.


Anche se il 3D non gode di una grande popolarità, è comunque doveroso trattare anche questo capitolo. Come tutti i TV LG, anche 55EC930V ricorre agli occhiali passivi, una soluzione che permette di riprodurre immagini luminose, una riproduzione fedele dei colori, la totale assenza di flickering e una sovrapposizione tra i fotogrammi per l'occhio destro e quello sinistro (il crosstalk) praticamente inesistente. Il prezzo da pagare è una risoluzione verticale dimezzata, a causa del filtro necessario per abilitare la visione in 3D (tutte le TV con occhiali passivi presentano questo limite, di fatto risolto solo sui TV Ultra HD, per via della risoluzione di partenza, quattro volte superiore). La visione è comunque molto piacevole, tendenzialmente rilassante per la vista (almeno rispetto ad altri sistemi) e a nostro avviso preferibile ad una visione con piena risoluzione, ma affetta da luminosità molto più basa, colori falsati e crosstalk visibile.

Buona anche la resa delle sorgenti SD (Standard Definition, tutte quelle non HD): l'elettronica si è dimostrata in grado di gestire un upscaling soddisfacente, non particolarmente ricco di dettagli, ma capace di non enfatizzare i difetti inevitabilmente presenti in questo tipo di materiale, proprio per via della già citata tendenza ad ammorbidire il quadro.

Concludiamo con le prestazioni in ambito "gaming". 55EC930V è una TV adatta anche agli appassionati di videogiochi, grazie ai tempi di risposta molto bassi e ad un input lag abbastanza contenuto: abbiamo misurato tra i 40 ed i 50 millisecondi nelle modalità PC e Gioco, mentre è sconsigliabile l'utilizzo delle modalità Cinema o ISF con filtri attivi (il primo da disabilitare sempre è il TruMotion: come tutte le funzioni di compensazione del moto, aumenta nettamente il ritardo nella risposta ai comandi).


Conclusioni

Il TV 55EC930V è uno dei migliori prodotti attualmente presenti sul mercato. Il livello del nero e quindi il rapporto di contrasto nativo sono da riferimento: nessun'altra TV (se non consideriamo gli OLED Ultra HD di LG) è attualmente in grado di competere, sotto questo punto di vista. Ovviamente sussistono anche alcuni difetti (non è mai esistita e probabilmente mai esisterà una TV perfetta): i principali sono da ricercare in una gestione migliorabile delle immagini in rapido movimento e nella reattività non ottimale della piattaforma Smart TV. A webOS vanno però riconosciuti anche molti meriti, come un'interfaccia molto riuscita ed una semplicità d'uso tra le migliori in assoluto (a cui si abbina un tutorial per abilitare tutte le funzioni in pochi minuti).

Si potrebbe indicare, come limite, la risoluzione nativa del pannello "solo" Full HD, ma è anche vero che, sia per le qualità espresse, sia per una questione di costi, il 55EC930V è un acquisto assolutamente sensato, anche considerando l'esigua disponibilità di contenuti a risoluzione Ultra HD. Degno di menzione è anche l'equilibrio mostrato nel riprodurre le immagini: il nero è molto profondo, ma non a discapito dei dettagli. La buona luminosità, la naturalezza nella riproduzione dei colori e l'ampia gamma di funzioni multimediali completano un quadro estremamente positivo. 55EC930V non è la TV definitiva (ne esisterà mai una?), ma è quanto di meglio si possa offrire attualmente, sotto vari punti di vista. Almeno in attesa dei modelli Ultra HD, che contiamo di testare a breve.

Un ringraziamento ad Audioquality per il supporto logistico.


140

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

Felice possessore da circa 4 mesi di un tv LG 55EG910V OLED, ieri sera mi ha regalato un colpo al cuore dopo aver individuato all'improvviso un bel pixel verde/rosso al centro dello schermo che spicca prepotentemente e rovinando tutta la magia del nero infinito.
Nessuno ha avuto sfortuanatamente il mio stesso problema?

cheope

Mi rispondo da solo. La registrazione su hd e anche il timeshift è possibile solo per la live tv ovvero il dtt e il sat del tv. Niente registrazioni da hdmi

Davide

Ciao, no non ho ancora provato a registrare su una unità HD USB. Devo comprarne una da formattare per l'utilizzo su questo TV.

cheope

Riguardo ai settaggi ti do una risposta io.
Ogni sorgente ha i suoi setting quindi expert 1 x la tv non modifica expert1 x l hdmi1 o addirittura netflix !
Quando nell elenco degli input definisci ciò che è collegato al tv ( decoder ,sistema di gioco , bluray ecc.ecc) il tv ti abilita/disabilita dei settaggi in base a quello. Vedrai che se hdmi1 lo definisci come pc i settaggi immagine saranno differenti che se lo definisci come bluray.
Ora ti faccio una domanda io
Hai provato la registrazione su hardisk usb?

Davide

Ciao a tutti. Ho da un paio di settimane un OLED LG55950V (è un Oled 4K piatto) e dopo due settimane sono ancora a bocca aperta... fantastico è l'unico termine che viene in mente a me e a chi lo guarda con me. Ma per godere a pieno di un Oled così, i settaggi sono importanti. Va detto che non esiste il "settaggio dei settaggi" perchè tiene conto delle condizioni di luce della stanza, dei mobili dove è posto, dei gusti personali e soprattutto del tipo di trasmissione che guardate (e sua qualità di produzione e messa in onda).
Detto questo rispondo al primo dubbio che qualcuno potrà avere leggendo: " e cosa importa il mobile?" importa perchè, premesso che il top del godimento di un oled è guardarlo AL BUIO TOTALE, il mio mobile è bianco e laccato e il riflesso dello schermo sulla superficie del piano di appoggio, disturba un pò l'occhio. Mettendoci sopra un panno nero opaco, l'effetto di visione è migliore (è solo una dritta).
Settaggi: come tutti ho fatto anche io ricerche e per i video 4K da vedere anche con l'opzione del telecomando che passa un 2D in 3D, devo dire che i settaggi che indico, Expert1 in particolare, hanno ENORMEMEMNTE aumentato l'effetto 3D (a test prendo un fantastico video Costa Rica 4K che trovate su YouTube). I settaggi standard Utente invece sono frutto della mia scelta personale. Provo ad allegare uno snapshot di excel dove ho inserito tutti i settaggi.
Ho notato però che se collego un DVD con HDMI i settaggi Standard non sono tenuti quelli della normale visione televisiva, sembra un secondo menù, che però se personalizzato non sovrascrive quello principale standard in visione tv. Sempra uno "standard" per uso dedicato alla perififerica.
Chi volesse la foto allegata, in formato excel mi può inviare mail a siski@tin.it
Saluti
Davide

Diego

Ciao ragazzi, per caso mi sapete dire la differenza tra l'LG 55EC930V e l'LG 55EG910V?? Perchè proprio non riesco a capire quale sia meglio!

Grazie in anticipo e ciao a tutti!! ;D

Loris Lorenzi

Sempre, non solo le prime 200/300 ore.
Vale per sempre!

Loris Lorenzi

Non trovo la sensatezza di quello che hai scritto da nessuna parte.
E' una tua considerazione personale?

Loris Lorenzi

No! Anche tu vedi male...
55" FHD = ok tra 2 e 3,4mt
55" UHD = ok tra 1 e 2mt

Paolo Mussini

sto cercando anch'io un nuovo TV e mi chiedo: ma perché 4K?!?! a meno che tu non compri un 75' oppure veda il TV ad 1 metro di distanza non potrai mai distinguere la differenza... il KDL-55W805C è un'ottima scelata, ma considerando il tuo budget oserei con Sony KDL-55W955BBI oppure Panasonic TX-55AS800T restando con budget più limitato invece LG 55LF630V. Questo Oled se abbassasse a €1500 diventerebbe irresistibile, anche se il "curved" non mi fa impazzire

Nicola Buriani

Hai fatto tutto da solo in pratica.
Se ti servono consigli per le regolazioni, chiedi pure :).
Ottimo acquisto comunque.

Giuseppe

Ho Preso il 930V!
Ho visto il 920v appena uscito, bello, 4k, oled, ma costa troppo per il momento e se mi mettevo ad aspettare che il prezzo scendesse non l'avrei preso più.
Grazie!

Giuseppe

Ciao Nicola, scusami se ti disturbo in continuazione, ma vorrei aggiornarti.
Sono andato nei vari centri commerciali.... I commessi consigliano oled!
Ora, premesso quanto sopra: 3mt di distanza, uso per film e giochi (calcio e sparatutto), ambiente luminoso (di giorno ovviamente) e prezzi:

Giuseppe

Ciao, buongiorno e grazie per avermi risposto. È passata una settimana e nel frattempo ti informo che l'amico ha trovato qualcosa, ma modelli precedenti a prezzi comunque alti. Invece è uscita l'offerta unieuro: il 55Ju7500 a 1399€... Che mi alletta molto, anche perché l' andrei a prendere per portarlo a casa senza perdite di tempo. Però rimane un 55... In altri store come mediaworld il 7500 e l'8500 hanno lo stesso prezzo, 1999€. Queste info magari servono più a te che a me... Io magari lo vado a vedere e decido... Ci sono anche 65" pollici a meno di 1000€. Ma siamo sicuri che una differenza superiore a 1000€ (La serie 6500, 65" costa 2100) dia comunque i suoi risultati? Non vorrei ridurre i costi e rimanere insoddisfatto, rischiando di spenderli 2 volte. Cercavo quindi il miglior compromesso (ecco perché vedevo ottima l'offerta del 55 7500 a 1400€, visto che anche online finora era sopra le 2000).
Grazie!

Nicola Buriani

Ciao, scusa per il ritardo, ma volevo risponderti con un po' di calma.
Sicuramente sarebbe meglio un OLED (per tenere testa a quel livello di prestazioni servono LCD di fascia alta), però diciamo che per te è decisamente importante anche la diagonale: 65" li sfrutteresti molto meglio e anzi, un 55" Ultra HD non ti permetterebbe di apprezzare realmente l'aumento della risoluzione (il rapporto tra dimensioni e distanza ti farebbe notare poco o nulla).
Se non riesci a prendere un 65", quindi, puoi anche pensare di orientarti su un Full HD.
Sicuramente cose come il rapporto di contrasto e la qualità dei colori li vedi da qualunque distanza, quindi puntare al pannello migliore avrebbe decisamente senso.
A questo punto farei una cosa: sentiamo prima cosa può trovare il tuo amico, poi vediamo il da farsi.
A quella cifra molti 65" di ottima qualità sono fuori budget, quindi prima cerchiamo di capire cosa puoi reperire a buon prezzo, poi scremiamo e vediamo di scegliere il prodotto migliore per le tue esigenze.

Giuseppe

Ciao Nicola, seguo da molto il vostro blog, ma non partecipo molto alle attività social. Avrei piacere di avere alcune dritte sui parametri di configurazione del TV che tu hai impostato e calibrato, partendo dalla modalità cinema. Un Grazie anticipato

Giuseppe

Ciao, qualora non ti fossi segnato di rispondermi questa volta, ti rinnovo le informazioni (resto in attesa): Grazie per avermi risposto innanzitutto. Premesso che tecnicamente non ci capisco molto, Il mio budget diciamo che è di 2000€. Tenendo presente che la 65" JU6500 l'ho trovata a 2100€, la JU7500 55" a 1400-1500€ (da qui è nato l'interesse per il 55 che avevo scartato, poiché spendo 700€ in meno ed ho una serie superiore), la oled 55" invece sta intorno alle 1800-1900€. Ovvio che preferirei il 65", che tra l'altro entra benissimo nello spazio creato di proposito. Per l'oled leggevo che ha un lag alto (nella mia ignoranza).
Tramite un amico rivenditore, nel giro di questa settimana mi farà sapere se mi trova qualcosa di esposizione ad un buon prezzo. Forse una serie Samsung superiore, ma nulla è certo!
Quello che è certo, è che non voglio spendere soldi per una TV "inutile". Meglio l'oled o il 4k? Considerato che domani ci saranno tv con entrambe le caratteristiche e che oggi non possono essere sfruttate al massimo (forse con Sky hd e nemmeno). Questo particolare mi fa pensare anche di mantenermi basso con i costi, perché ancora non c'è la tv perfetta (consapevole che non ci sarà mai), poiché magari l'anno prossimo avremo gli oled 4k a prezzi decisamente più bassi e magari con qualche caratteristica in più. Io finora ho avuto la 46" Samsung serie 7 e devo dire che rispetto ai miei amici che avevano la serie 6, la mia si vedeva decisamente meglio per i giochi: Fifa ad esempio era molto più definito, i nomi era chiari e marcati, mentre a loro uscivano sfocati. Stessa cosa per GTA. Non so se fosse solo un problema di regolazioni...
Ora attendo tue notizie. Ti faccio presente che praticamente stai scegliendo la mia TV :D. Grazie ancora per la tua disponibilità!

Giuseppe

Attendo tue notizie... :D

Giuseppe

Grazie per avermi risposto innanzitutto. Premesso che tecnicamente non ci capisco molto, Il mio budget diciamo che è di 2000€. Tenendo presente che la 65" JU6500 l'ho trovata a 2100€, la JU7500 55" a 1400-1500€ (da qui è nato l'interesse per il 55 che avevo scartato, poiché spendo 700€ in meno ed ho una serie superiore), la oled 55" invece sta intorno alle 1800-1900€. Ovvio che preferirei il 65", che tra l'altro entra benissimo nello spazio creato di proposito. Per l'oled leggevo che ha un lag alto (nella mia ignoranza).
Tramite un amico rivenditore, nel giro di questa settimana mi farà sapere se mi trova qualcosa di esposizione ad un buon prezzo. Forse una serie Samsung superiore, ma nulla è certo!
Quello che è certo, è che non voglio spendere soldi per una TV "inutile". Meglio l'oled o il 4k? Considerato che domani ci saranno tv con entrambe le caratteristiche e che oggi non possono essere sfruttate al massimo (forse con Sky hd e nemmeno). Questo particolare mi fa pensare anche di mantenermi basso con i costi, perché ancora non c'è la tv perfetta (consapevole che non ci sarà mai), poiché magari l'anno prossimo avremo gli oled 4k a prezzi decisamente più bassi e magari con qualche caratteristica in più. Io finora ho avuto la 46" Samsung serie 7 e devo dire che rispetto ai miei amici che avevano la serie 6, la mia si vedeva decisamente meglio per i giochi: Fifa ad esempio era molto più definito, i nomi era chiari e marcati, mentre a loro uscivano sfocati. Stessa cosa per GTA. Non so se fosse solo un problema di regolazioni...
Ora attendo tue notizie. Ti faccio presente che praticamente stai scegliendo la mia TV :D. Grazie ancora per la tua disponibilità!

Nicola Buriani

Ciao, scusa per il ritardo: mi ero segnato di doverti rispondere e stavo riuscendo a dimenticarmi lo stesso.
La serie JU7500 Samsung mi risulta molto buona, in modalità game, quindi potrebbe essere un buon acquisto.
Non ho invece riscontri diretti dei JU6500, mi devo informare.
Sicuramente con gli OLED hai però una qualità dell'immagine migliore e soprattutto non hai i peggioramenti dovuti all'impossibilità di elaborare il segnale, pena l'alzare il lag (il nero dell'OLED è sempre quello, non dipende da local dimming o da elettronica di altro tipo).
Dalla tua distanza, però, un 65" effettivamente sarebbe l'ideale.
Qual è il tuo budget massimo?

Giuseppe

Ciao, scusami se ti interrogo, ma sono nuovo ed hai nominato una TV a cui sono interessato ed indeciso allo stesso tempo. Ti chiedo quindi un consiglio:
Meglio il 55ju7500 Samsung, il 65ju6500 Samsung (quindi più grande ma serie 6 anziché 7), oppure gli lg oled? O addirittura conviene aspettare? Considera che io gioco con la xbox e sono amante dei film con Sky hd, divano a 3 metri di distanza.
Spero che tu o qualcuno di voi, possa darmi un consiglio, grazie

Giuseppe

Ciao, scusami se ti interrogo, ma sono nuovo ed hai nominato una TV a cui sono interessato ed indeciso allo stesso tempo. Ti chiedo quindi un consiglio:
Meglio il 55ju7500 Samsung, il 65ju6500 Samsung (quindi più grande ma serie 6 anziché 7), oppure gli lg oled? O addirittura conviene aspettare? Considera che io gioco con la xbox e sono amante dei film con Sky hd, divano a 3 metri di distanza.
Spero che tu o qualcuno di voi, possa darmi un consiglio, grazie!

Ivan Clemente Cabrera

Non esageriamo :)

Nicola Buriani

Grazie per la tua conferma :).

Dexter

Ciao Nicola, cambiando l'etichetta della porta HDMI in "PC" in combinazione con la modalità game, si ottiene l'input lag che vedi in foto. Sfido chiunque a distinguere la differenza tra 20ms e 30ms.

Dexter

Vedi sopra

Dexter

Input lag ottenuto impostando la modalità game e modificando l'etichetta HDMI in "PC"

Nicola Buriani

Non esistono domande stupide :).
Chiedete sempre se avete dubbi.

Moreno

Grazie Nicola

Nicola Buriani

Il tempo di risposta e l'input lag sono due cose differenti.
Il tempo di risposta è inerente alla reattività dei cristalli liquidi (nel tuo caso), mentre l'input lag riguarda il ritardo nel recepire i comandi a video.
Tutti i display hanno input lag, perché tutti elaborano, seppure in modo minimo, il segnale. Tanto più è sofisticata l'elettronica, tanto più si rischia di aumentare il ritardo, poiché ogni filtro applicato, ogni elaborazione attiva, richiede un tempo diverso da zero per essere eseguita.

Moreno

Io ero in procinto di acquistare questo stupendo televisore ma, in considerazione del fatto che sono obbligato ad appenderla alla parete per per questioni di spazio, poiché NON ESISTE un supporto murale NON FISSO, sono costretto a cambiare la mia scelta :(

So che sono fuori tema ma mi sareste di grandissimo aiuto se mi aiutasse nella scelta della nuova TV. Nella lista seguente ci sono parecchie Philips per il semplice fatto che sono 6 anni che ne possiedo uno con ambilight, non so se riuscirei a farne a meno.

Voi personalmente, in base al rapporto qualità/prezzo quale acquistereste? La TV la guardo dai 3-3.5m e sempre per questioni di spazio non posso prenderla più grande di un 55".

Sony KD-55XX8505C 4K UHD - 1'160 euro
Sony KDL-55W805C - 870 euro

Philips 55PFK7509 - 1'465 euro
Philips 55PUS7600 - 1'650 euro
Philips 55PUS9109 - 1'465 euro
Philips 49PUK7150 - 1'100 euro

Panasonic TX-55 CXT756 UHD - 1'830 euro

Ci sarebbe anche una Panasonic, la TX-55 CRW854C che però costa 2'750 euro (fuori budget ma spettacolo di televisore ragazzi.

Sperando che possiate darmi qualche dritta, vi ringrazio infinitamente.

Moreno

Moreno

???? io non ci capisco una mazza lo confesso, ma com'è che il mio Philips 40PFL8664h/12 del 2009 ha come tempi di risposta 3ms ???

Cioè, mi state dicendo che devo tenermelo ben stretto mentre io lo sto vendendo?

Thomas Turbato

Dove?

luigi

A € 1.680 lo trovi già ora su un sito che fa il 10% di sconto

Ngamer

domanda ... ma è vero che gli oled hanno una durata minore di quelli a led?? o cmq dopo un po di tempo 2-3 anni tendono a "perdere " un po i colori??? . non vorrei spendere un sacco di soldi e poi dopo pochi anni essere costretto a cambiarlo e spendere altri soldi.

Nicola Buriani

Non credo, per un semplice motivo: dubito resterà sul mercato così tanto. Ovviamente non mi esprimo su eventuali rimanenze (ho visto TV, in alcuni negozi, usciti dal mercato anche da oltre un anno).
Se invece intendi se si troverà un modello con caratteristiche analoghe, ne sono praticamente certo ed anzi, non sono nemmeno convinto che occorrerà attendere un anno.

Altri prodotti analoghi con le stesse qualità, in termini di nero e dinamica delle immagini, non sono al momento disponibili sul mercato.

Thomas Turbato

Secondo voi, fra 1 anno, è possibile trovarlo attorno ai 1500€?

Ad oggi, che prodotto è di qualità simile a questo?

Grazie!!

Giuseppe

Ottimissima osservazione, io non riesco a capire sta cosa delle 300 linee in movimento, sono pochissime cavolo, chi come me ha una console collegata (io xboxone) con i giochi sportivi o di guida con quel numero di linee cosi' basso risulta come se stesse giocando con la PS2, si perde tantissimo dettaglio, tanto vale a sto punto che mi tengo il mi Pioneer al Plasma serie 9 che muove 1080 linee!!

Fez Vrasta

E' una voce artificiale quella che parla nella recensione? :|

Michele Furio

speriamo! l'ho chiesto perché da unieuro da domani ci sarà il 930v a meno di 2000

Nicola Buriani

Dovrebbe arrivare a breve, non conosco la data esatta ma è imminente.

Fabio Pelliciari

ec900v che ce in promo all uniexxx che modello e'?

Michele Furio

sapete quando sarà commercializzato il 55EG910V? sul sito spagnolo lg è già in vendita a 2,499

Nicola Bertelli

Non è possibile installarci KODI ?

efremis

Ottima recensione, anche se aspetto quelle degli OLED UHD di quest'anno (questa non è più nuovissima).

Re Giallo

1,5mt se consideri un 20''.... se ci si spinge oltre i 50'' la differenza si nota eccome

GeneralZod

Anche io percepisco migliore un 4K. La cosa bella, anche con sorgente FHD. È più nitido. Credo sia dovuto allo spazio fra pixel (dot pitch) più ridotto. Poi non saprei.
Oggi non spenderei quella cifra per un FHD che non riproduce HEVC/H265 quando a meno trovo un ottimo pannello LCD a 10 bit 4K con HDR. E si vede strabene...

Nicola Buriani

In realtà è meno problematica di quel che potrebbe sembrare.
Considerando le 600 linee del TruMotion, in movimento non rende male, anche perché il tempo di risposta bassissimo non impatta sul dettaglio.
Tieni presente che un Full HD non risolverà mai pienamente le 1080 linee in movimento, vuoi per l'elaborazione dell'elettronica, vuoi per il motion blur presente nel materiale originale, vuoi per il tempo di risposta (specialmente negli LCD, ma anche sulle altre tecnologie non è zero).
C'è ovviamente da migliorare (infatti l'ho scritto nella recensione), ma non è qualcosa di tremendo da vedere.

messaggero57

Dunque: da poco meno di un anno ho il 930 e mi trovo benissimo. Non noto nessun effetto griglia se non attaccandomi col naso al TV e anche le scene più movimentate sono fluide e prive di scie e in questo senso è ASSOLUTAMENTE sconsigliabile utilizzare la funzione TruMotion o comunque usarla al minimo. Al tuo posto opterei per il 910 anche per una questione di prezzo: il 930 appena uscito costava 3.000 € mentre il 910 ufficialmente costerà 2.200 € ed è presumibile che nel giro di poco tempo si troverà a parecchie centinaia di euro in meno.

capitanharlock

Mi lascia MOLTO perplesso questa cosa delle 300 linee per le immagini in "rapido movimento".
Scherziamo?
Un tv riproduce per sua natura immagini in movimento, altrimenti sarebbe un proiettore di diapositive.

Non per altro questi super tv vengono tutti dimostrati con filmati "quasi statici".

Con questa limitazione mi tengo il plasma finchè non si rompe.

Recensione TV OLED Sony KD-55AF8, alta qualità audio-video e Dolby Vision

Recensione QLED TV Samsung QE65Q9FN, nero profondo e ideale per i videogiochi

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB