Ufficiale: Sony acquista la divisione sensori d'immagine di Toshiba per 155 mln di dollari

04 Dicembre 2015 33

AGGIORNAMENTO 04/12

Arriva l'annuncio ufficiale: Sony ha comprato la divisione sensori d'immagine di Toshiba per la cifra di 155 milioni di dollari. Tutte le fabbriche saranno di proprietà della nuova sussidiaria Sony Semiconductor Corporation (SCK).


Le indiscrezioni si sono rivelate veritiere, Sony ha infatti confermato pubblicamente che sta negoziando i termini per l'acquisizione della divisione Toshiba impegnata nella realizzazione dei sensori d'immagine. Sony è divenuta ormai una delle multinazionali più 'agili', dopo essersi guadagnata il primo posto tra i produttori di questo segmento ha deciso di diluire parte delle sue azioni per finanziarlo, programmando successivamente una separazione dal resto della compagnia, per dare ancora più margine di sviluppo.

Adesso Sony vuol portare a segno una mossa che suona come ulteriore determinazione per la leadership nel mercato dei sensori d'immagine: da Toshiba vuole le sue fabbriche, i macchinari, i dipendenti e tutte le strutture collegate al business presenti ad Oita, nel sud del Giappone. L'accordo definitivo non arriverà prima della fine dell'anno, ma i presupposti pare ci siano tutti affinchè venga portato a termine (anche finanziariamente) entro marzo 2016 (fine anno fiscale).

Non ci sono ancora dettagli sul costo dell'operazione, ma quando sarà il momento tutti i particolari verranno rivelati pubblicamente. Ricordiamo che Toshiba sta uscendo solo adesso da uno scandalo di enormi proporzioni che ha fatto saltare tutte le principali poltrone, la trasparenza è d'obbligo. I conti truccati per anni hanno avuto le loro ripercussioni, e la vendita di questo business a Sony potrebbe aiutare a risollevare le sorti della multinazionale.

Vedremo chi sarà a concludere l'operazione, se Sony o la controllata Sony Semiconductor Corporation, non conosciamo infatti i tempi di questo probabile spin off. Il mercato dei sensori d'immagine sta divenendo sempre più importante per la casa giapponese, soprattutto perchè legato al fenomeno mobile: Apple utilizza già da diverse generazioni i sensori Sony su iPhone, lo stesso dicasi per i nuovi device Xiaomi e Google. Ma anche le categorie più alte non sono da meno, Sony è leader tra i produttori di mirrorless e perfino Nikon utilizza quasi esclusivamente i suoi sensori per le fotocamere di questo segmento.

Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Tiger Shop a 389 euro oppure da ePrice a 440 euro.
Apple Iphone 8 256gb Argento Silver è disponibile da puntocomshop.it a 789 euro.

33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lorenzo

forse solo quelle, forse (non mi va di controllare).
però tutte le restanti montano sensori sony...

bliss

Che io sappia almeno la D5200 e la D7100 montano sensori Toshiba, D3100 e D3200 sensori prodotti direttamente da Nikon

Lorenzo

ma cosa diavoli dici?
1- nikon non ha ancora acquistato nessuno
2- le ultime nikon montano sensori sony

bliss

Ed ecco che si spiega l'acquisizione di Nikon dei brevetti Samsung NX, le ultime nikon montavano sensori Toshiba.

Sterium

omnivison?

Fabrizio

Nel campo di sensori professionali ci sono altre aziende tipo la belga Cmosis

Fabrizio

Memorie e altri tipi di sensori?

anonimoconosciuto

L'economia è frutto di scelte politiche, non ha alcuna logica matematica.
Siamo in un blog di tecnologia di consumo: ti sembra che i prezzi nel mondo smartphone siano più bassi? A me pare che negli ultimi anni, nonostante la concorrenza, i prezzi degli smartphone siano sempre in aumento.

Chi vuole mantenere i prezzi bassi li mantiene comunque, sia in regime monopolistico sia in concorrenza. Stessa cosa per i prezzi alti.

Srnicek

È un po' diverso, qui Toshiba ha venduto una sua divisione che comunque era sana, la divisione smartphone di Nokia invece (cioè quella acquistata da Microsoft) era in perdita e infatti è stata praticamente svenduta, è normale quindi che in quel caso ci siano stati anche tagli del personale.

M_90®

quindi per il mobile ha il monopolio ormai giusto?

Nickg126

qualche motorola almeno negli anni scorsi

maurizioxxoo

è quasi Natale, crediamo nei sogni (almeno per 1 mese all'anno)

xbros

Chi le monta?
Se non sbaglio Apple e MS erano le quasi uniche a non affidarsi a Sony.

Jam

Certamente, a pufflandia però.

Daniele Leopardi

Nokia ha perso un'infinità di lavoratori con Microsoft...

maurizioxxoo

quello non è ancora un mercato monopolizzato (forse lo è nella fascia dei prodotti di alta qualità), io pensavo proprio ad un abbassamento dei prezzo proprio per attirare più produttori (non necessariamente piccoli) che magari ci mettono roba valida anche su telefoni di fascia non stellare (al fine di creare chiaramente un monopolio).

Antsm90

Ma anche no, l'abbassamento di prezzi si effettua solo nel momento in cui la domanda cala a causa della concorrenza (perchè magari vende un prodotto migliore allo stesso prezzo o un prodotto simile ad un prezzo minore), se si è praticamente un monopolio non esiste ragione alcuna per abbassare i propri prezzi, dopotutto i compratori o vengono da te o vengono da te se non hanno alternative

maurizioxxoo

o magari un pesce se diventa molto grosso può anche decidere di vendere un po' più basso e ci troviamo camere migliori su tutte le marche

Xeronage

Dovrebbe esserci ancora omnivision

Jam

Brutta notizia si, più che altro per la concorrenza. I lumia montavano proprio i sensori Toshiba se non vado errato. Non che sony faccia schifo, anzi. E' proprio il discorso della concorrenza a diventare problematico a questo punto.

xbros

Brutta notizia.
Se ricordo bene, a questo punto si è annullata la concorrenza nel settore smartphone

Coo_per

A Toshiba ormai non rimane più nulla quindi

RiccardoII

Leggi il commento sotto che risponde perfettamente alla mia domanda

Staffworld

Lo spero vivamente per loro...

Demba Ba

In che senso?

RiccardoII

Grazie dell info! Molti nomi non li conoscevo nemmeno!
Il problema è che ad ogni telefono con un ottima fotocamera ( top gamma) o è sony o qualche isocell .... ma la gran parte sono sony.
Speriamo che i concorrenti presentino qualcosa all altezza della tecnologia sony

Paolo Panzeri

Omnivision, Samsung, Canon (rumors vogliono che pure lei stia valutando di rifornirsi da sony, in futuro,, anche su altri sensori. al momeno ha iniziato a comprare i sensori da 1"), Aptina Imaging, STMicroelectronics, GalaxyCore, SiliconFile, ON Semi, SK Hynix, Melexis, EM Microelectronics, Sharp son produttori di sensori. alcuni son già nel mercato, altri invece potrebbero entrare nel segmento. Più che i telefoni, a spaventare sono i segmenti fotografici commerciali e video con sensori compresi da 1" al FF, dove sony potrebbe avere il monopolio. tra samsung ed omn ivision su piccoli cmos potrebbero anche uscire novità (hanno uno share comunque di poco inferiore a sony)

DKDIB

Nella testa però, per via della sovrapposizione dei ruoli: più si scende, meno rischi si corrono.

RiccardoII

ma alla fine chi resterà a fare sensori per smartphone? ... ho un po' di paura :\

Ezio Crank Saske

un sensore curvo entro la fine del 2016 si può fare?

Staffworld

i dipendenti non tanto... in questi casi avvengono un sacco di licenziamenti

Gabriele Arestivo

ancora non è stata creata, c'è l'intenzione, ma sarà sempre una controllata Sony, chissà se si quoterà

Fabrizio La Daga

Sony Semiconductor Corporation è quotata?

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?

LG mostra il TV arrotolabile che sparisce all'interno della sua base | Aggiornata

"Stranger Things" 2 è disponibile su Netflix | 7 COSE DA SAPERE | Video

Recensione TV OLED Panasonic TX-65EZ1000: il Plasma ha trovato il suo erede