McIntosh lancia uno speaker wireless con tecnologia Play-Fi di DTS

08 Gennaio 2016 2

Anche la statunitense McIntosh è presente al CES 2016 con alcune novità. Tra i prodotti più interessanti c'è lo speaker RS100, un prodotto che permette di fruire della musica in wireless, senza rinunciare al "DNA McIntosh". L'estetica richiama immediatamente gli elementi distintivi tipici di questo marchio: sul frontale è infatti presente un Vu Meter retroilluminato in azzurro.

All'interno troviamo un tweeter a cupola da 1,9 cm, abbinato ad un woofer a lunga escursione da 10,16 cm. La potenza erogata è pari a 60W, con una pressione sonora di 85dB ed una risposta in frequenza compresa tra 50Hz e 20kHz. RS100 funziona collegandosi alla rete Wi-Fi: in tutto si possono gestire fino a 16 speaker, sufficienti per riprodurre musica, in configurazione stereo, in 8 differenti ambienti.


La connessione wireless sfrutta la tecnologia Play-Fi di DTS, capace di supportare la riproduzione di file in alta risoluzione, con qualità fino a 192kHz/24-bit. Viene garantita la compatibilità con lo standard DLNA e con molte tipologie di file, inclusi, MP3, M4A, FLAC e WAV. La connessione alla rete permette anche di utilizzare servizi come Deezer, Spotify e Tidal.

Sullo speaker sono presenti una porta USB (per aggiornamenti firmware o per utilizzare l'adattatore opzionale USB-Ethernet), un ingresso audio su jack da 3,5 mm e l'uscita per un subwoofer. Lo speaker può anche essere gestito tramite un'applicazione per dispositivi iOS, Android o da PC Windows.

RS100 sarà disponibile da Marzo, al prezzo di 1.000 dollari.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 425 euro oppure da ePrice a 483 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lucaa

..da tempo lo storico marchio è "fuori" dal mondo "audiophile" per tanti motivi, ma soprattutto perché il rapporto prezzo-qualità è molto ma molto basso, dove circolano ormai solo devices di venti e passa anni fà. Mc mai ha costruito diffusori acustici degni di nota, ma ora, (mi piacerebbe sapere chi controlla la casa di NY ora..) siamo alla frutta... cinese?

Fabri Fina

ne compro 4!

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi

Samsung Q900R: 4 QLED TV 8K Full LED con AI e HDR10+ | Video

Recensione Bose Quiet Comfort 35 II: leggere e comode come poche

Recensione TV TCL 55DP660, l'Android TV HDR da battere nella fascia dei 600 Euro