Sony presenta la videocamera UMC-S3C full-frame con sensibilità fino a ISO 409.600

07 Aprile 2016 4

Sony ha annunciato l'uscita di una nuova videocamera compatta. La UMC-S3C pesa solo 400 grammi ed utilizza un sensore full-frame Exmor, capace di catturare anche immagini fisse con una risoluzione pari a 12 megapixel. La sensibilità si estende da ISO 50 a ISO 409.600, con la possibilità di riprendere immagini in condizioni di bassissima luminosità ambientale. Il produttore dichiara che la videocamera può operare con meno di 0,004 lux.

Il processore d'immagine è stato ottimizzato per ottenere una migliore riduzione del rumore. E' inoltre presente una tecnologia che permette di elevare il dettaglio nelle aree molto scure dell'immagine, in modo da mettere in risalto particolari che potrebbero sfuggire ad occhio nudo. UMC-S3C è compatibile con le ottiche E-mount e può essere controllata in vari modi (tramite dispositivi compatibili con la porta micro USB, con controlli remoti o via software).


Tramite l'uscita HDMI è inoltre possibile ottenere una visione dal vivo di tutto ciò che viene inquadrato. I video vengono registrati a risoluzione 4K fino a 30 fotogrammi al secondo. La massima qualità si ottiene con il formato XAVC S, caratterizzato da un bitrate di 100 Mbps. E' ovviamente possibile riprendere anche a risoluzione Full HD fino a 60 fotogrammi al secondo. Tutti i filmati vengono archiviati su memory card.

Gli ambiti di utilizzo di questo prodotto sono prettamente professionali e spaziano dalla sorveglianza alle riprese naturalistiche. UMC-S3C sarà disponibile negli Stati Uniti a partire da Agosto. Il prezzo di listino non è stato ancora annunciato.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 347 euro oppure da ePrice a 410 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mario L

il cinema DNG e il prores sono per altri usi, di una fascia ben diversa.

Questa è destinata ad utilizzi particolari, non per produrre qualcosa di cinematografico, per quelle cose ci sono le RED & co. Poi si potrebbe "moddare" con dei registratori esterni, ammesso che abbia una uscita decente a 10bit e 4.2.2, ma non è detto, sony quando presenta qualcosa la posiziona commercialmente bene e non ti regala niente, sottraendoti delle caratteristiche che poi trovi in una fascia sony diversa, più costosa o non sovrapponibile.

Poi non tutti hanno bisogno del 4K, a molti un xavc hd 50 megabit bastano.

Ripeto, sony non ti regala niente. Fa sempre in modo di farti accontentare e di spendere di più se devi fare qualcosa di più elevato, e lo sa bene che la qualità elevata si paga, anche tramite l'attrezzatura.

Grande Puffo

Limitativo quando provi a montare... con il CinemaDNG si lavora molto meglio (anche se occupa una quantità di spazio inimmaginabile... e pure il ProRes lo ritengo superiore... almeno per i miei utilizzi)... forse portando il bitrate a 200mbit si potrebbero ottenere risultati migliori... ma 100mbit per il 4K sono pochi per poter avere immagini superlative...
PS: che te ne fai di un sensore così performante se poi salvi in XAVC a 100mbit? Magari collegandoci un BlackMAgic video Assist allora si che iniziamo a ragionare... sempre se ha un uscita non compressa...

Mario L

Definisci limirato un Xavc a 100 megabit?

Grande Puffo

il fatto che si utilizzi solo il codec XAVC S a 100mbit è una limitazione... cmq mi ricorda molto la Blackmagic Cinema Camera... chissà come mai...

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi