Impossible Project I-1 è la fotocamera che stampa foto istantanee

12 Aprile 2016 19

Impossibile Project è un nome che non risulterà noto ai più. La compagnia olandese nasce nel 2008, a seguito dell'annuncio, da parte di Polaroid, dell'interruzione nella produzione di pellicole per le fotografie istantanee. Impossible Project è quindi subentrata nella produzione di pellicole Polaroid. Non stupisce, dunque, l'annuncio che il CEO Oskar Smolokowski ha comunicato alla Bloomberg Businessweek.


Dopo le pellicole è ora la volta della I-1, una "instant camera" chiaramente ispirata alle Polaroid tanto in voga in passato. Anche questo prodotto è infatti progettato per scattare e stampare foto istantanee. L'aspetto esteriore combina elementi "vintage" con linee minimaliste. I pulsanti presenti sono ridotti al minimo: per accedere ad alcune impostazioni avanzate si utilizza un'applicazione per smartphone o tablet. Tramite i dispositivi mobile è possibile controllare apertura, tempo di posa, funzionamento del flash o azionare lo scatto in remoto. La connessione avviene tramite Bluetooth.


Il flash è costituito da otto LED disposti in modo da formare un cerchio. I-1 ne regola l'utilizzo automaticamente, valutando parametri quali la luminosità ambientale e la distanza del soggetto inquadrato. Le foto vengono stampate su pellicole di tipo 600, mentre la ricarica viene effettuata sfruttando la porta USB. I-1 sarà disponibile a partire dal 10 Maggio con un prezzo di listino fissato a 299 dollari.


Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 306 euro oppure da Amazon a 365 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Elias Koch

complimenti a chi ha studiato il design, se la polaroid é stata un capolavoro di design funzionale, questa é l'esatto opposto.
Poi riguardo alla ghiera flash, c'é da sperare che sia stata dimensionata adeguatamente e posizionata bene, altrimenti le foto verranno tutte bianche o nere (ma non assieme)

Igor Mishin

controllarlo da cellulare però mi sembra un'azzoppata

Renton

Mha, non c'è un particolare modo per avvicinarsi... semplicemente, quando ero piccolo scattavo con macchine che adesso sono diventate "lomo", ma le usavo come adesso uso la digitale, cioè per fare delle foto ragionate. Con l'avvento delle digitali, sono state un po' tutte abbandonate finchè non mi sono imbattuto per caso in questa nuova forma di fotografia e adesso le uso in un altro modo.

miki

Da utilizzatore di impossible lab la prenderei al volo,una polaroid in veste tecnologica mi stuzzica parecchio,purtroppo il prezzo delle pellicole è proibitivo e,secondo me,molto gonfiato.

Alex4nder

Ormai sono finite le idee

Iacopo Italia

mi puoi spiegare come ci si avvicina alla lomografia? a me sembra una tecnica un po' ''ad ca*zzum'' , soprattutto per chi ha basi di fotografia (come presumo tu ne abbia se hai un A7 II),

Non è una critica, voglio solo capire cosa c'è oltre la moda da hipster.

DKDIB

Solo a me sembra un telefono a disco?

In ogni caso, credo che avere un flash potente sia estremamente utile, per quanto il prezzo sia ai livelli di una bridge di fascia alta.

mauro

io ho venduto il mio corredo Canon professionale e uso solo polaroid

Maurizio Mugelli

mmm... no, il limite rimane quello delle particelle fotosensibili nel negativo che decisamente non sono "infinitamente piccole".

IlRompiscatole

É un falso mito :-)
Le fotocamere digitali ad alta risoluzione (sony 7r e canon 5dr) hanno un potere risolutivo molto maggiore, simile alle medio formato analogiche.

AleW1S3

hai mai sentito parlare della lettura?

Renton

E poi vuoi mettere il suono del rullo che espelle la foto è l'attesa che l'immagine compaia a poco a poco sulla carta? Impagabile! :-)

JackStrambo

Chiaro, chiedevo solo perché non mi venivano in mente i vantaggi o le finezze di questa cosa.

Renton

Per la macchina non ho speso niente, era in mio possesso da quando é uscita negli anni 80... Certo non spendere 300€ per questa nuova.... Scatto A VOLTE con questa perché sono un appassionato di lomografia che é una tecnica fotografica che predilige foto di impulso, senza pensare tanto alla composizione; per questo tipo di foto, oltre che le macchine istantanee si usano anche vecchie macchine a pellicola, ma il discorso é un po' lungo... Cercati "lomografia" e fai prima, mi ha fatto riscoprire un modo di fotografare tutto "nuovo". Certo, se voglio fare delle foto ragionate e di qualità ho la mia fida A7 II e la a5100 quando voglio stare più leggero, ma anche qua qualche ottimo obiettivo vintage manuale, qualche volta lo innesto!

Marocco2

Una foto con fotocamera analogica può essere ingrandita all'infinito senza perdere qualità

JackStrambo

Ti posso chiedere, senza alcuna intenzione di offenderti, ognuno fa come vuole, perché spendere tanti soldi per una macchina del genere le cui stampe costano oltretutto un occhio della testa quando allo stesso prezzo puoi prendere una buona bridge con sd da qualche giga? Solo per curiosità, magari trovi un fascino che io non vedo :)

Renton

Io sto usando da tempo le loro pellicole istantanee su una Polaroid 600, in questi ultimi 2 anni hanno migliorato di molto la formula per quelle in bianco e nero, tantè che sviluppano in 15min e non temono più la luce forte appena uscite. Per quelle a colori il tempo di sviluppo invece è di circa 30-40 min ed è cruciale nelle prime fasi non esporre la foto ad una luce forte. Unico vero neo è il prezzo: circa 20€ per 8 scatti...

Gios

Hanno mai sentito parlare di polaroid?

Yosemite Sam

woooow insomma, pantaloni a vita alta, superga, capelli alla Jonh travolta e ora anche le polaroid new age. un ritorno ai mitici '80 :D

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?