Sky punta sulla realtà virtuale, sul Super HD e prepara Sky Q con Ultra HD e HDR per il 2017 (video)

30 Maggio 2016 48

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Sky ha annunciato una serie di novità in arrivo sia nell'immediato sia nel prossimo futuro. Si parla quindi di evoluzioni tecnologiche che contribuiranno a migliorare la fruizione dei contenuti, apportando incrementi qualitativi e nuove esperienze. Le innovazioni annunciate sono tre (anche se, come vedremo, è già alle porte anche un ulteriore cambiamento). Si parla di realtà virtuale, Super HD e Ultra HD con HDR. Sky intende quindi proporsi come un creatore e distributore di contenuti a tutto tondo, coinvolgendo varie modalità per la visione di serie TV, documentari, notizie, sport e film. Non si tratta quindi di tecnologie destinate ad un'applicazione univoca, ma anche di una sorta di binari paralleli che permetteranno di applicare tecnologie differenti per ricreare una molteplicità di esperienze, spesso alternative tra loro.

Vediamo quali sono le novità in arrivo.

La realtà virtuale


La realtà virtuale è stato il tema principale dell'evento organizzato da Sky, non a caso intitolato "una nuova dimensione del racconto". I visori VR sono visti come un'importante opportunità per offrire un approccio differente ai contenuti già disponibili nella programmazione della pay TV satellitare. Questa nuova frontiera tecnologica non sarà quindi sfruttata per replicare la stessa esperienza offerta tramite altri mezzi: l'obiettivo è quello di permettere agli spettatori di entrare in luoghi normalmente non accessibili, oppure riproporre contenuti di uso comune ma con una prospettiva unica.


Per sviluppare la produzione di materiale per la realtà virtuale è stato creato lo Sky VR Studio, un polo produttivo che nasce per sperimentare le potenzialità offerte dalla tecnologia e per condividere le conoscenze maturate dal Gruppo in questi anni. Gli strumenti utilizzati sono numerosi: si spazia dalle GoPro ad altre tipologie di videocamere e action cam (prossimamente si testerà anche la Nokia Ozo). Il VR Studio ha in cantiere decine di nuovi progetti con l'intento di coprire tutti i generi, dallo sport al cinema, passando per le notizie, l'intrattenimento, l'arte e la cultura.


Tra i contenuti attualmente in sviluppo citiamo "Behind the scenes" con il pugile Anthony Joshua, il racconto del Tour De France vissuto con il Team Sky e alcuni "dietro le quinte" di varie produzioni Sky (fiction, show di intrattenimento e arte). Giovanni Ciarlariello, Executive Vice President Operations & Business presso Sky Italia, ha dichiarato:

Per un creatore di contenuti come Sky, che investe da sempre nelle tecnologie che rendono unica l'esperienza di visione, la Realtà Virtuale apre opportunità senza precedenti. Permette infatti di offrire una prospettiva inedita sui più grandi eventi, in ogni angolo del mondo, portando le persone in luoghi in cui non avrebbero accesso. Puntando sulla forza del racconto e su un'indiscussa esperienza nella produzione di contenuti, Sky continuerà a esplorare tutte le possibilità che questa tecnologia è in grado di offrire e in un prossimo futuro renderà semplice e immediato l'accesso a questi contenuti con un'app VR dedicata.

Sky VR: Williams Martini Racing (GP di Barcellona)

I contenuti attualmente realizzati sono una decina:

  • San Pietro e le Basiliche papali a Roma
  • Gomorra 360°
  • Juventus - Sampdoria
  • Roma - Napoli
  • Williams Martini Racing (GP di Barcellona)
  • Sky Racing Team VR46 (GP di Jerez e Le Mans)
  • X Factor 9
  • Italia's Got Talent
  • Sky News 306° - Calais
  • UR Venezia - EA7 Olimpia Milano

Durante l'evento organizzato da Sky abbiamo potuto testare praticamente tutta l'attuale produzione. Per la visualizzazione dei video sono stati utilizzati visori Samsung Gear VR.


Il contenuto che più ci ha impressionato è San Pietro e le Basiliche papali a Roma. Sky ha sviluppato una sorta di tour che guida lo spettatore all'interno e all'esterno di San Pietro, San Giovanni in Laterano, San Paolo Fuori le Mura e Santa Maria Maggiore. L'utente può ovviamente guardarsi intorno a 360°, osservando tutto ciò che vedrebbe se si trovasse realmente sul posto. Al centro della visuale è posto un piccolo mirino, necessario per interagire con l'applicazione. Spostando la testa è possibile posizionare il mirino su uno degli elementi interattivi. Tutto ciò che è contrassegnato con "i" fornisce informazioni su monumenti e opere d'arte. Le frecce permettono invece di muoversi tra i vari ambienti (anche all'esterno). Per selezionare un elemento è sufficiente posizionare il mirino e attendere che il cerchio si riempia (occorrono pochi secondi).


L'applicazione mostra efficacemente le potenzialità dei visori VR: un documentario "tradizionale", anche se di elevatissima qualità (sia nei contenuti sia per quanto riguarda le immagini), non è in grado di restituire la stessa esperienza. Si tratta a tutti gli effetti di un mezzo totalmente differente, capace di coinvolgere l'utente rendendolo parte dell'esperienza stessa e non più un mero spettatore passivo. Le visite guidate virtuali riescono quindi a ricreare molto più efficacemente la sensazione di essere realmente nei luoghi ricostruiti dai visori.

Un altro titolo interessante è il reportage realizzato durante la crisi umanitaria a Calais. La struttura ricalca quella di un approfondimento su un tema di attualità, ma le immagini che accompagnano il racconto permettono allo spettatore di vedere con più chiarezza le condizioni dei migranti, senza l'obbligo di dover restare legati al taglio che l'operatore ha voluto/dovuto dare. Anche questo tipo di materiale risulta dunque indicato per l'uso della realtà virtuale: brevi video a 360° possono mostrare alcuni luoghi o situazioni in modo più efficace, portando realmente lo spettatore "dentro la notizia".


Per quanto riguarda i video a tematica sportiva, si spazia da immagini a bordo campo (Juventus - Sampdoria) all'ingresso in campo delle squadre (Roma - Napoli), da tutto ciò che avviene nei box durante un week-end di MotoGP alla visione interattiva di una partita di basket, con la possibilità di selezionare il punto di vista, le statistiche e varie informazioni sull'incontro che si sta seguendo. Una menzione particolare va dedicata al video realizzato in collaborazione con Formula One Management e Williams Martini Racing. Oltre alle immagini dai box sono presenti anche alcune sezioni in pista. Una volta indossato il visore si ha la sensazione di essere realmente in auto con il pilota: poter osservare l'uscita di una curva prima di imboccarla, guardare verso il retro o fissare un'auto in fase di sorpasso aumenta notevolmente il grado di coinvolgimento.


I limiti attualmente legati all'esperienza della realtà virtuale sono sostanzialmente di natura tecnologica. La risoluzione dei visori è ancora limitata e la qualità delle immagini non è ovviamente paragonabile a quella proposta dai video "tradizionali" in HD o Ultra HD. Questo però non è sicuramente un difetto ascrivibile a Sky, che dovrà invece seguire tutte le evoluzioni e assicurare il massimo supporto alle varie soluzioni in arrivo sul mercato. Il riscontro ottenuto con i primi contenuti, veicolati tramite le applicazioni di Italia's Got Talent e X Factor, è stato molto positivo.

Attualmente i video sono disponibilità sul Facebook 360, YouTube 360 e anche sulla piattaforma Oculus, grazie ai visori Samsung Gear VR e Oculus Rift. L'accesso a tutti i contenuti in VR sarà a breve unificato: arriverà infatti la Sky VR app che porterà una piattaforma ufficiale unica per tutti i contenuti già prodotti e quelli in arrivo.

Super HD


Come abbiamo detto la realtà virtuale non sostituirà gli altri mezzi per la fruizione dei contenuti. Dal punto di vista tecnologico la novità più consistente, per quanto riguarda le trasmissioni satellitari, è costituita dal Super HD, un argomento che abbiamo già trattato lo scorso anno. Super HD è infatti disponibile dal 2015 su alcuni contenuti salvati nell'area "Scelti per Te" dei decoder My Sky HD. Fino ad oggi il Super HD è stato utilizzato solo una volta per la cosiddetta "programmazione lineare" (i programmi in diretta): la finale di X Factor dello scorso Dicembre.


Con gli Europei di Calcio 2016 si passerà quindi a trasmissioni "live" (in diretta) regolari in Super HD: tutti i 51 incontri della competizione saranno infatti trasmessi con una qualità superiore a quella abitualmente visibile sui canali HD. Non vengono utilizzati codec inediti e non sono richiesti nuovi tipi di connessioni o nuove TV. Super HD utilizza un bitrate più elevato, pari a circa 15-18Mbps. La codifica è sempre in H.264 e permette di ottenere un maggior livello di dettaglio e anche una rappresentazione più naturale dei colori, visibilmente più saturi e ricchi (si può notare, ad esempio, sul verde dei campi e sul rosso delle maglie).


Massimo Bertolotti, Direttore Innovation & Multimedia Distribuito di Sky Italia, ha affermato:

In occasione di Euro2016 abbiamo scelto di puntare sul Super HD, collaborando con diversi partner tecnologici internazionali per ottimizzarlo e adattarlo alla trasmissione live di decine di match nell'arco di diverse settimane. In questo modo, grazie a un'innovazione "made in Sky Italia", siamo in grado di offrire ai nostri abbonati una qualità che supera quella dell'HD, senza chieder loro di cambiare la TV di casa.

Sulla qualità del Super HD non ci sono novità di rilievo: oltre alle ottimizzazioni di cui sopra, necessarie per la trasmissione in diretta, si può apprezzare una maggiore incisività dei particolari e una riproduzione effettivamente migliorata dei colori (per mostrarla erano stati affiancati due TV identici con lo stesso materiale in HD e Super HD).

Per poter seguire Euro2016 in Super HD è necessario un abbonamento ai pacchetti Sport o Calcio con HD attivo e l'iscrizione ai servizi "extra.

Super HD è dunque un metodo immediato e semplice (poiché non richiede la sostituzione di TV e decoder) per migliorare la qualità dell'immagine. Sky ha però in cantiere un ulteriore passo in avanti, in arrivo nel corso del prossimo anno: questo argomento è l'oggetto del prossimo paragrafo.

Ultra HD con HDR


L'approccio di Sky alla risoluzione Ultra HD è simile a quello di Dolby e di altri addetti ai lavori. Il concetto di fondo è molto semplice: si tratta di offrire non solo "più pixel" (quindi un mero incremento della risoluzione) ma "pixel migliori". Cosa significa nella pratica? L'incremento della sola risoluzione comporta un miglioramento percepibile solo a determinate condizioni: l'occhio umano può apprezzare il maggiore dettaglio solo con un certo rapporto tra distanza di visione e dimensioni dello schermo. Se questo rapporto non è rispettato (tendenzialmente servono TV grandi visti da distanza relativamente ridotte) la differenza percepita è molto ridotta o del tutto inesistente.


Secondo Sky i TV di ampie dimensioni (dai 55" in su) sono ancora numericamente non molto diffusi, motivo per cui non sarebbe così utile puntare solo sulla risoluzione Ultra HD. E' invece più utile investire sui "pixel migliori", cioè su miglioramenti che coinvolgono anche aspetti più facilmente percepibili dagli utenti, indipendentemente dal rapporto tra dimensioni dello schermo e distanza di visione. Per questo motivo Sky porterà l'Ultra HD in Italia insieme alla tecnologia HDR (High Dynamic Range).


Dei miglioramenti apportati da HDR abbiamo già parlato in altre occasioni (una rapida spiegazione è presente nel video che accompagna la recensione del TV OLED LG 55EG920V). Viene anzitutto aumentata la dinamica delle immagini: rispetto ai contenuti in SDR (Standard Dynamic Range) cambia il modo in cui i contenuti vengono realizzati. Viene innalzato il tetto massimo di luminosità (da 100 cd/m2 - nits a 1.000 cd/m2 nits) ed è quindi possibile mostrare livelli dell'immagine che in SDR si sarebbero semplicemente persi a causa della compressione (poiché tutto doveva rientrare in 100 cd/m2 - nits).


L'incremento della luminosità ha inoltre effetto anche sui colori, caratterizzati, nella riproduzione su schermo, da tinta, saturazione e anche dalla luminosità. Queste tre caratteristiche si possono descrivere come le coordinate 3D che definiscono la fedeltà con cui le componenti cromatiche vengono visualizzate: si parla infatti di "volume del colore", una caratteristica che consente di mostrare una maggiore ricchezza e naturalezza cromatica. L'impatto sulla qualità dell'immagine è non solo evidente ma anche più facilmente percepibile rispetto al solo incremento della luminosità.

Massimo Bertolotti ha aggiunto:

Stiamo già lavorando allo sviluppo del 4K con HDR, una combinazione tecnologica sulla quale Sky ha scelto di investire per il futuro, perché è in grado di offrire un'evoluzione davvero sorprendente dell'esperienza di visione e presenta prospettive di crescita molto interessanti tra i consumatori italiani.

Per poter fruire dell'Ultra HD con HDR sarà necessario utilizzare un TV compatibile (requisito piuttosto ovvio, del resto) e si dovrà anche cambiare decoder. Ecco dunque spiegato l'arrivo nel corso del 2017, quando Sky lancerà in Italia i decoder Sky Q, già presenti nel Regno Unito.

Decoder Sky Q

Al momento non si parla ancora di un'offerta definita o di prezzi: è però probabile che si replicherà quanto già proposto oltremanica, posizionando Sky Q su un livello superiore rispetto all'offerta attuale, per via dei numerosi servizi offerti.

In chiusura citiamo rapidamente un ulteriore cambiamento in arrivo nei prossimi mesi: Sky ha confermato la trasformazione della piattaforma Sky Online in Sky Now TV, il nome utilizzato già da anni nel Regno Unito (un'ulteriore conferma della volontà di armonizzare le attività tra i vari Paesi europei). La "nuova" veste del servizio streaming on demand dovrebbe portare varie novità, prima tra tutte l'alta definizione. Ci sarà comunque modo di affrontare questi temi in occasione della presentazione ufficiale.

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 794 euro oppure da Euronics a 1,099 euro.

48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Io

Guarda, io avevo la 7mb a gennaio quando ho attivato l'offerta. Ora ho la 10mb però l'accoppiata è stata possibile e Sky ha funzionato sin dall'inizio pur senza fibra (ho solo il modem fibra fornitomi). I pacchetti Sport e Calcio, io non ce li ho, ma se non sbaglio vengono 7€ l'uno per i primi 6 mesi, poi 14 anche se adesso ho visto un'altra promozione con 10€ l'uno per un anno

loripod

purtroppo non lo possiedo perchè non coperto dalla fibra :( una domanda se è possibile ma con un pacchetto sport+calcio quanto costerebbe al mese?

Io

A proposito, io ho TIM+Sky. Sai se è disponibile il SuperHD o è solo per satellitare?

Joel-TLoU

Ma tu noti la differenza perché a risoluzione 4K ti becchi la corrispondenza nativa 1:1, non c'entra niente.

Meliodas

bastano meno di 3 metri....te lo dico da possessore di un 55" 4K. il blue-ray comincia a prendere senso e, il 4K nativo è di un altro pianeta. Fidati che la differenza la vedi nettamente.

Joel-TLoU

Sì, ma da che distanza?

marius

Fidati, ho visto la finale di Champions in 4k su Premium su una tv 55 pollici e la differenza si vedeva eccome

SalvaJu29ro

Perchè dici migliori? Almeno aggiungici un PER ME

SalvaJu29ro

Fox la maggior parte delle volte prende le serie più ridicole
Vediamo Outcast.....

SalvaJu29ro

Premetto che a me piace Netflix, ma Sky mica è solo Serie Tv

Felix

FOX? C'è di meglio su Sky per quanto riguarda le serie... Sky Atlantic mai sentito?

minat0namikaze

Ma da quando in qua si paragonano le mele con le pere? Sky non è mica solo serie tv! Ci sono i documentari, lo sport, il cinema (e qui per ora con Netflix non c'è storia) l' informazione, gli show in diretta e l' intrattenimento pert bambini. E' più caro? Certo, ma è anche più adatto a una famiglia

Thomas Turbato

Fosse quello il problema.... io non capisco quando parlano :(

Thomas Turbato

Eddai, stan crescendo, è pur sempre Netflix Italia; ha iniziato da poco.

Non possiamo essere contenti della programmazione di SkyUno; si salva FOX che però, via di quei 2-3 telefilm di grossa fama per il resto ha abbastanza telefilms spazzatura.

IMHO

Thomas Turbato

Pacchetto 4K -> 10€ ---- Grazie, graziella e grazie al ...

loripod

mi chiedo se il 4K HDR lo faranno passare anche per l'accoppiata TIM+Sky con fibra
sarebbe davvero super

Nicola Buriani

???

Felix

Appunto, poca roba (senza parlare della scarsa qualità di alcuni di questi titoli).

Astroturfer_pro

Penny Dreadful
Peaky Blinders
Orphan Black
The Code
Hinterland
Happy Valley
Crossing Lines
Blackmirror
Better Call Saul
Ray Donovan
Line Of Duty

e queste sono i primi drama non originali che mi vengono in mente.
Se poi ci mettiamo gli Originali di successo tipo
Daredevil
Marco Polo
Sense8
Jessica Jones
Love
Master of none
Orange is the new black
Narcos
Marseille

Nel mucchio potremmo pure mettere i primi film originali
gli standup comedy
e i documentari BBC spaccakulo... (altro che Pawnstar su History )
Se 10 euro ti sembrano troppi a me sembrano uno sproposito pagare 40 euro per guardare serie tv 1 puntata a settimana farcita di pubblicità....

Felix

Netflix vale a malapena i 10€ che chiedono... le "serie tv complete" non sono altro che repliche di cose già viste anni fa su Sky, messe li per far "volume", ma alla fine dei conti quante prime TV (esclusive che nessuno ha visto in italiano) hanno?
Pochissime.

E le "migliori", quelle che al di là dei gusti personali sono universalmente, ed oggettivamente, riconosciute come tali dalla maggioranza della critica e degli spettatori su Netflix non ci sono.

Gabriele Troscia

Da utente sky:
1) visto che pago una barca di soldi (invece che darli a netflix), voglio il visore VR in comodato/regalo;
2) sui decoder dovete sbloccare le porte usb per poter accettare memorie di massa per la riproduzione di contenuti esterni.
Con due cazzatine sky diventa + forte delle bombe, altrimenti restate così, meh..

Nicola Buriani

Appunto, non è uno standard per le trasmissioni televisive e dubito lo sarà mai (ormai siamo all'Ultra HD, ho i miei bravi dubbi che a qualcuno interessi cambiare per il 1080p).
Il 1080i è stato scelto ai tempi come standard in tutto il mondo, non è Sky Italia che ha deciso così.

Antonio

su ip è uno standard eccome!
Hanno 5 milioni di decoder che supportano solo il 1080i, e i soldi per cambiarli tutti non li hanno!

Steve

dunque ricapitoliamo: vr (che quando se ne parla associato a smartphone/console è "inutile"), ultrahd/4k ("finale in 4k su premium? ma se nessuno ha i tv apposta"), nuovo decoder ("devo pure prendere una smartcam, non basta la tessera?")..eppure tutti a dire "novità apprezzate, grazie sky". la prevenzione e la guerra tra piattaforme ormai non ha confini: dopo religione, politica, calcio, os eccoci alle tv.. alla grande

minat0namikaze

Bravo, e quanti sono in grado di usare un proxy o una VPN? Senza contare il fatto che non è legale. Ma tanto che ti frega, l' importante e fottere il sistema

Astroturfer_pro

Ho visto HOC su Netflix USA 2 giorni prima che Skaifo Atlantic mandasse in onda le prime 2 puntate.
Ops... xD

minat0namikaze

Tipo House of Cards? Ops... xD

Nicola Buriani

Premium sui film ha praticamente le stesse esclusive da anni (Warner e Universal hanno rinnovato, erano esclusive anche prima).

Nicola Buriani

Dimenticati del 1080p: non è uno standard e non lo sarà mai (ma non solo su Sky, nel mondo).

Juabalalalala

Solo perchè confronti una tv via satellite ad un servizio streaming la dice lunga che non hai capito niente del funzionamento di uno e dell'altro servizio.

"netflix ha in mano le serie tv "COMPLETE" migliori "
Migliori in base a cosa? Ai tuoi gusti? Complete, perchè Sky te le interrompe? È un tv via cavo è ovvio che te ne rilascia 1 alla settimana, la stessa FOX ne rilascia 1 a settimana

Stefano Locatelli

Qualcosa si muove, ma da abbonato Sky di lungo corso non posso essere del tutto soddisfatto. L'APP per VR c'è da sperare che non faccia la fine di SkyGO, che è compreso per tutti ma fruibile solo da chi ha dispositivi Samsung o Asus. Dovrebbe essere installabile da tutti i device (seppur rispettando dei requisiti minimi). 4K e (soprattutto) HDR sono il futuro ed apprezzo la loro introduzione; il rischio è che le attuali trasmissioni vengano ancora di più bistrattate, rimanendo al penoso 1080i che ci propinano da anni (e nemmeno su tutti i canali... facendoci pagare 6 euro al mese di ozpione HD). Va bene il "Super" HD: l'aumentodi bitrate porta sicuri giovamenti, ma è tanto difficile trasmettere nel 2016 a 1080p?!

AllBlack

Novità molto apprezzate.
Ecco perché scelgo Sky rispetto a Mediaset, perché è la "meno peggio ".

GioB

si,ma dal titolo non si capiva, nell'articolo c'è scritto

Joel-TLoU

576p forse ahah

Joel-TLoU

L'HDR è graditissimo, il 4K è una truffa. Manco una persona su dieci è nel raggio di percezione del 4K.

Astroturfer_pro

Per nascondere la carenza di contenuti importanti
(netflix ha in mano le serie tv "COMPLETE" migliori )
Skaifo si butta sulla tecnologia tarocca dei visori nerds VR.
Fail

Filippo Rossano

L'unica speranza è che con l'arrivo del 4K spengano definitivamente le trasmissioni in SD e passino tutti i canali (anche i +1) in HD, nel 2017 (anno in cui arriverà il 4K) non ci può essere gente che paga una ppv per vedere in sd sul satellite, anche ci dovesse essere li si obbliga al cambiamento o tanti saluti, per pochi gatti non si può rimetterci tutti (economicamente e qualitativamente). Ormai si trovano tv in HD a qualsiasi prezzo, se ti puoi permettere un abbonamento a sky ti puoi permettere pure una tv in HD.

a'ndre 'ci

è sky italia.

Ikaro

Per miglioramenti qualitativi serve che tutto l'ambardam, dalla sorgente alla TV li supporti... i miglioramenti che avresti sarebbero "solo" prestazionali...

Manu

no serve il contenuto girato in hdr.... per ora c è solo un contenuto visibile in italia con HDR ed è Marco Polo di Netflix.

Manu

Ricapitoliamo:
1)Per la VR serve uno smartphone buono + visore ( lo ho) + forse un pacchetto dedicato -.-ì
2) Super HD nulla di incerdibilepare...
3) Serve una Tv del 2016 o alcuen di quelle 2015 che hanno hdr....
un po dura.... sta roba uscirà nel 2017 inoltrato secondo me..

Ale

Ma se uno non ha una tv con Hdr, ma possiede questo nuovo decoder Sky Q, ha comunque un miglioramento dell immagine rispetto allo stesso contenuto trasmesso dal vecchio decoder?
Scusate se può sembrare una domanda stupida ma non sono pratico in materia

Felix

L'articolo parla di Sky Italia.

Pietro Mondia

Ti posso assicurare che mi sono accorto che alcuni film che pensavo fossero esclusive premium le ho trovate anche su Sky... detto questo è vero che Premium ha investito molto (ma davvero molto), mai mi sarei aspettato anche il canale 4K... peccato proprio che stia sul digitale come è messo oggi, perchè comunque vedere ancora film e partite in SD con 3-4- canali solo in Hd disponibili non è il massimo (per il 4k hanno dovuto spegenere un Mux intero per dire)...

GioB

quando fate articoli su sky specificate nel titolo se si parla di Italia o altri paesi, sky italia che parla di 4k quando si ostina a proporre l'ondemand in SD è un po' un controsenso

ora come ora un tv 4k è utile solo se hai la fibra e l'abbonamento più caro di netflix,altrimenti è inutile

Pietro Mondia

Io sono passato a Sky da circa due mesi e finora mi sto trovando bene, ho tutti i pacchetti tranne famiglia con HD e la qualità è ottima (anche se su alcuni canali sembra esserci un effetto sgranatura forse dovuto all'elevata compressione non lo so), ma di certo era ora che cominciassero anche loro a parlare di 4K e cosi via, perchè ormai sarà quello lo "standard" del futuro perlomeno sulle PayTv... sono rimasto stupito infatti di premium con il canale 4k, davvero non me lo aspettavo con tutto il casino che sappiamo c'è sul digitale in questi mesi... e si vede che questo ha di fatto svegliato un po la concorrenza... e finalmente l'anno prossimo chi compra un tv 4k perlomeno avrà qualche motivo valido per farlo...

sadie

A mio avviso Sky europa si sta muovendo benissimo, ma sky italia sembra un barcone che sta affondando.
Prende le esclusive inutili come il campionato europeo ( chi se ne frega di albania- svizzera) e poi perde le esclusive importanti come la Champions League.
Prima che arrivino i qualunquisti che non sanno i dati ( economici e visivi) dico che la champions league di quest anno ha generato un giro di affari superiore ai campionati europei e ha superato lo share televisivo di EURO2012 ( escluse logicametne le partite dell'Italia che sono trasmesse dalla rai e sono nazionalpopolari).
Idem per il cinema, Premium tanto criticata si sta accaparrando tante esclusive grazie alle partnership che sta facendo.
Sky si sta salvando sulle serie tv perchè netflix è poca roba e Premium ci punta poco.

Loris Piasit Sambinelli

tutto bello bellissimo per carità....però guardarsi ancora I'ondemand in uno schifosissimo 480p mi fa girare non poco I cosidetti! queste notizie di passare al 4k quando in realtà non si è mai sfruttato nemmeno il 1080p mi fa incazzare e non poco come cliente!

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!