Optoma annuncia un proiettore Laser/fosfori Ultra HD a tiro corto con supporto ad Android 5.0

11 Giugno 2016 4

Optoma ha annunciato due interessanti novità a InfoComm 2016. Il prodotto più promettente (ancora privo di un nome ufficiale) è un proiettore a tiro ultra-corto (quindi capace di riempire schermi di grandi dimensioni da breve distanza) con risoluzione Ultra HD. La tecnologia utilizzata è quella DLP: si dovrebbe quindi trattare di un modello dotato del nuovo chip presentato al CES 2016 da Texas Instruments.

La sorgente luminosa non è a lampada ma utilizza Laser/fosfori e garantisce una luminosità pari a 3.300 lumen. Il rapporto di tiro è 0,18:1: questo significa che il proiettore è in grado di riempire uno schermo da 100" alla distanza di soli cinque centimetri. I motivi di interesse non finiscono qui: Optoma ha dichiarato che questo nuovo modello potrà supportare il sistema operativo Android 5.0 (il proiettore dovrebbe quindi integrare il sistema operativo di Google) e sarà dotato di un media-player integrato, capace di leggere (tra gli altri) file in formato HEVC. Nessun dettaglio sul prezzo, mentre la disponibilità è prevista per il primo trimestre del 2017.

La seconda novità è costituita dallo ZU510T (ritratto nell'immagine in apertura), un prodotto più canonico. Anche questo proiettore utilizza una sorgente luminosa Laser/fosfori con una luminosità di 5.500 lumen. La risoluzione è WUXGA (1920 x 1200 pixel) con un rapporto di tiro compreso tra 1,2 e 2,16:1 e uno zoom digitale 1,8x. ZU510T offrirà due speaker integrati da 10W, due ingressi HDMI e la connettività HDBaseT, che permette di veicolari un flusso audio-video e i controlli su cavi CAT5 e superiori fino a 100 metri di distanza. La disponibilità è data per il 2016 con un prezzo compreso tra 4.500 e 5.500 dollari.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Wall-e

perché non dovrebbe essere reale invece questo 4K?
Grazie

Nicola Buriani

Dovrebbero intendere la presenza di Android preinstallato, ma è una supposizione (esempio: esistono media-player con OS derivato da Linux e supporto ad Android, il che significa che si può realizzare un dual-boot): l'unico materiale ufficiale dice proprio "supporta Android 5.0".
Comunque l'ho aggiunto all'articolo.

sgru

in effetti ha scritto un po' male...In realtà ha Android integrato quindi gli servirà solo una memoria di massa (magari ha una USB o porta LAN o modulo wifi integrato) da cui leggere i video.

Desmond Hume

e in cosa consiste il supporto android? o.O

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!