Visore Headplay FPV: la nostra recensione

30 Giugno 2016 14

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il segmento dei visori non include solo sistemi VR e simili, sebbene in ambito hi-tech siano i più conosciuti al momento. Esistono in commercio dispositivi ibridi come Headplay FPV, il visore protagonista della nostra recensione odierna, che abbiamo recentemente reperito dal sito Gearbest.

Come risulta facile capire dal nome, si tratta di una soluzione in grado di essere utilizzata sia con i droni per godere della visuale in prima persona, che in ambito home entertainment grazie alla possibilità di essere collegato a dispositivi esterni come lettori blu-ray, console, PC o qualsiasi altro oggetto che necessiti di un monitor.

Andiamo a vedere le caratteristiche tecniche di Headplay FPV:

  • Dimensioni 15.00 x 20.50 x 20.50 cm
  • Peso: 0,4 kg
  • Ingresso HDMI,
  • Ricevitore 5.8GHz a 40 canali
  • Altoparlante incorporato e pulsanti di controllo
  • Display 7 pollici ris. 1280 x 800
  • Sensibilità: -90dBm
  • Alimentazione: 6 - 15V
  • Batteria LiPO 2S da 1.000 mAh

Nella confezione troviamo il caricabatterie per la LiPO inclusa in bundle, in grado di essere utilizzato anche come alimentatore per l'uso home, inoltre è incluso anche un cavo audio video ed una lente supplementare oltre a quella montata di serie. Nella confezione troviamo anche gli adattatori per le prese EU e US. Come vedrete nel video, la sostituzione della lente è piuttosto semplice sebbene non immediata, risulta necessario infatti svitare le 4 viti che mantengono chiuso Headplay FPV e procedere al cambio. Le due lenti sono leggermente diverse, una F220 ed una F330, in grado di offrire una diversa percezione di profondità dell'immagine.

Lateralmente troviamo i pulsanti per muoversi nei menù, selezionare la sorgente ed aumentare o diminuire il volume degli speaker stereo integrati. Il menù è disponibile in lingua inglese ed è piuttosto semplificato, consentendoci di modificare luminosità, contrasto, temperatura dei colori e posizione dell'immagine.

Andiamo ora a parlare nel dettaglio dei due diversi utilizzi che potremo fare di questo visore.

Headplay FPV Goggles


Cominciamo subito dicendo che allo stato attuale il pilotaggio di droni e aeromodelli in FPV è vietato in quasi tutte le condizioni, eccetto durante gare regolamentate con l'ausilio di un co-pilota, in grado di togliere letteralmente potenza al nostro drone in caso di necessità, oppure all'interno di strutture protette (un capannone ad esempio) e private, in grado di scongiurare eventuali incidenti.

Allo stato attuale neppure in un campo privato è utilizzabile a questo scopo, ma la regolamentazione a tal proposito è piuttosto acerba e non è escluso che le cose cambino nei prossimi mesi. Se l'argomento dovesse risultare di vostro interesse, vi consigliamo di leggere l'attuale regolamentazione ENAC sui "Mezzi aerei a pilotaggio remoto", dove potrete trovare molte risposte ai più comuni quesiti sull'argomento.

Fatta questa importante premessa, Headplay FPV è in grado di ricevere il segnale inviato da una trasmittente montata su un drone, riproducendo in tempo reale quanto viene ripreso dalla camera connessa. Sebbene la risoluzione non sia elevatissima, in questa tipologia di utilizzo è più che adeguata. Con l'antenna dipolo in dotazione si riesce a pilotare senza interferenze entro i 60-70 metri, è tuttavia possibile aumentare questo range acquistando antenne a quattro petali o altre soluzioni in commercio.

In realtà il ricevitore è a 32 canali, che potranno arrivare a 40 con un modulo opzionale non ancora in commercio. L'ingresso HDMI risulta utile non solo in ambito home entertainment, ma possiamo ad esempio utilizzarlo con i moduli RC disponibili per i quadricotteri della DJI. La presenza in bundle del cavo AV consente l'uso di ricevitori aftermaket più performanti, in grado di aumentare ulteriormente il range disponibile con la soluzione RangeVideo integrata.

Esistono soluzioni molto più costose e performanti, come quelle proposte da Fatshark o altre ancora, ma per la fascia di prezzo in cui si colloca, Headplay FPV rappresenta sicuramente un buon entry-level.

Headplay FPV nell'home entertainment


Trattandosi di un monitor integrato in un visore, possiamo a tutti gli effetti sfruttare l'immersività offerta da un sistema del genere, ma con alcune limitazioni. In primis la risoluzione, non elevatissima se consideriamo che raggiunge un massimo di 1280 x 800 pixel.

Secondariamente dobbiamo considerare l'effetto stancante che sistemi simili offrono sula vista, ma questo è un discorso puramente oggettivo che nei nostri test ha avuto esiti sempre diversi a seconda dell'utilizzatore. E' tuttavia impressionante la profondità che Headplay FPV è in grado di dare alle immagini, regalando un senso della distanza paragonabile a quello che si percepisce durante la visione di un film al cinema. Al contrario dei sistemi VR per smartphone,la definizione è lievemente più alta per via della mancanza di supporto alla VR ed alla presenza di una singola lente.

Headplay offre un campo di visuale di 72 gradi, non moltissimo rispetto ad altre soluzioni, ma adeguato per la visione di un film o per il gaming. Scordatevi però di connettere un PC e di utilizzarlo per altri scopi che non siano ludici/ricreativi, non si presta assolutamente alla lettura di testi o qualsiasi altro utilizzo simile.

Headplay FPV integra anche due speaker stereo per la riproduzione sonora, ma la qualità offerta è paragonabile a quella di uno smartphone di fascia media, con gamma medio bassa quasi inesistente e frequenze alte squillanti al limite del fastidio, molto meglio affidarsi ad un paio di cuffie o auricolari.

Un altro difetto di questo visore è sicuramente la qualità costruttiva e la collocazione dell'ingresso HDMI, argomenti che tratteremo a seguire nella parte finale della recensione.

Conclusioni


Headplay FPV si presta maggiormente all'uso come visore per il pilotaggio in prima persona di un drone, tuttavia non eccelle in nessuno degli utilizzi per il quale nasce. Si tratta di una soluzione decisamente economica se consideriamo che è attualmente acquistabile a 216 €, ma non aspettatevi la luna, per essere chiari.

La qualità costruttiva è piuttosto bassa, i materiali utilizzati sono plastica e polistirolo espanso ad alta densità, tuttavia questa scelta ha un pro non indifferente, la leggerezza. Sebbene Headplay FPV sia ingombrante dimensionalmente, risulta leggero e mai fastidioso, anche per sessioni d'utilizzo piuttosto lunghe. Molti visori pesano sul naso o in generale non sono confortevoli, questo modello invece permette di essere utilizzato con comodità anche con un paio di occhiali da vista, risultando ugualmente avvolgente ai lati e limitando nel contempo l'entrata della luce esterna. Infine tra i contro, l'alloggiamento dell'ingresso HDMI, posizionato nella parte alta del visore, ma limitato da una cornice in plastica non sempre compatibile con i cavi miniHDMI in commercio. Come vedrete nel video, ho dovuto modificare fisicamente il connettore per poterlo utilizzare, ma si tratta di un'operazione che avrei evitato molto volentieri.

Non me la sento di consigliarvi l'acquisto solo per uso ludico, il meglio di sè lo da sicuramente in FPV, è tuttavia una soluzione ibrida a basso costo che consente di essere utilizzata in più modalità, a voi la scelta.

Headplay FPV è acquistabile a 216 € da Gearbest al seguente link.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Thomas Turbato

Prototipi o prodotti commercializzati?

ascis

esiste da mo'

Thomas Turbato

Ma io mi chiedo, nessuno che metta in piedi una pedana per giocare un FPS in piedi come nella realtà? Io avrei idee per farlo... Ma non saprei come si brevetta

Cente

Infatti viene usato per l'FPV, dove quella risoluzione è più che ottima con le attuali tecnologie.

Cente

Sprecato, l'FPV è in analogico e non in digitale.

Lorenzo

Bel video. Complimenti.

Ngamer

deluso un po dalla portata altrimenti ci avrei fatto un pensierino

Giorgio

Adamo 4ever!

alchimia

+ adamo
- francesca

ottimo video, ben fatto come sempre.

Yosemite Sam

Ma quanto può essere brutto O.o

Schumi

meglio di dk2 c'è anche il non comprare niente
prima di crescent bay erano giocattoli

lKinder_Bueno

Non sarebbe meglio poi puntare su un dk2 usato?

valerio

HD su VR è ridic0lo....

Anakin21

Con quella risoluzione è l'ideale per giocare a tetris in VR..ogni quadretto è un pixel

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?