Sony annuncia le Android TV Ultra HD ZD9 dai 65" ai 100" con controllo dei singoli LED

21 Luglio 2016 48

Sony ha presentato a Londra i TV Bravia serie ZD9. I nuovi modelli si posizionano al vertice della gamma e quindi su una fascia superiore rispetto a XD94, XD93 e a tutti gli altri prodotti. I tagli disponibili saranno tre, tutti con dimensioni molto generose: si parte da un 65" per poi salire a 75" e a 100". La tecnologia utilizzata è quella LCD ma con numerose e sostanziali differenze rispetto agli altri modelli presenti nella gamma 2016. Cambia anzitutto il processore d'immagine: al 4K Processor X1 subentra il 4K HDR X1 Extreme.


Il nuovo processore è in grado di elaborare le immagini in tempo reale con una capacità superiore del 40% rispetto al 4K Processor X1. Tre sono le nuove tecnologie implementate grazie alla maggiore capacità di calcolo. La prima è la rimasterizzazione HDR "object-based". Il processore analizza l'immagine in ciascuna scena e corregge colori e contrasto per ogni singolo oggetto, in modo da ottimizzare il quadro complessivo. La stessa tecnologia viene anche impiegata per elaborare i contenuti SDR (Standard Dynamic Range) e convertirli in HDR (si applica una sorta di upscaling).


La seconda novità è costituita dal Super Bit Mapping 4K HDR. Dietro questa dicitura si nasconde un'elaborazione atta a ricreare transizioni più morbide, uniformi e precise tra le sfumature di colore. Il processore analizzale sorgenti a 8-bit (in Full HD) o a 10-bit (Ultra HD) e visualizza poi i colori con una gradazione a 14-bit. Sulla carta è quindi possibile visualizzare un numero di livelli di colore molto superiore (per maggiori dettagli consigliamo di leggere l'articolo sull'utilità dei pannelli a 10-bit).

L'ultima delle tre tecnologia utilizzate dal processore 4K HDR X1 Extreme è il doppio database per upscaling e riduzione del rumore. I TV ZD9 ricorrono ad una serie di pattern d'immagine sia per portare i contenuti SD, HD o Full HD alla risoluzione Ultra HD, sia per rimuovere il rumore video indesiderato.

Anche la retroilluminazione è stata completamente rinnovata. Sony ha implementata la tecnologia Backlight Master Drive presentata al CES 2016. I prototipi mostrati a Las Vegas erano capaci di raggiungere picchi di luminosità fino a 4.000 cd/m2 - nits. Sony non ha dichiarato il dato relativo ai TV ZD9 ma è praticamente certo che non si raggiungerà un livello così elevato. La retroilluminazione è comunque molto sofisticata. Parliamo di TV FALD (Full Array Local Dimming) e quindi di TV Full LED con i diodi posti dietro al pannello. La differenza tra un "tradizionale" TV FALD e i Backlight Master Drive consiste nel funzionamento del local dimming. Normalmente questo tipo di soluzione opera a zone: un gruppo di LED può essere gestito autonomamente rispetto agli altri, in modo da poter spegnere la retroilluminazione in corrispondenza di zone molto scure dell'immagine.

Sui TV ZD9 il controllo opera non più a zone ma sui singoli LED. Si può quindi attenuare o potenziare l'emissione luminosa di ogni singolo LED, ottenendo una gestione molto più precisa e con una minor incidenza del "blooming" (gli aloni che compaiono quando parti luminose vengono visualizzate in porzioni molto buie dell'immagine). Sony ha anche progettato una struttura ottica ottimizzata, capace di focalizzare la luce emessa dai LED con maggiore precisione.

Ovviamente non poteva mancare una corposa sezione "smart". La serie ZD9 utilizza Android TV, nello specifico parliamo della versione 6.0.1. Il design non è più lo "slice of living": Sony lo ha ribattezzato "slate design". Le linee sono più o meno le stesse che ritroviamo anche sugli altri modelli del 2016. L'estetica è quindi minimalista ed elegante. Lungo i bordi è presente una scanalatura con i colori invertiti rispetto agli altri modelli (nero all'interno e oro lungo i lati). Sul retro sono stati inseriti degli elementi che coprono tutti i connettori e l'attacco per la staffa da parete. Il lato posteriore presenta una finitura molto particolare: la scocca non è liscia ma è composta da una serie di riquadri. Si tratta sicuramente di una scelta originale che conferisce una certa personalità al prodotto anche quando visto da una prospettiva non usuale.

La disponibilità dei prodotti è prevista per i prossimi mesi. I prezzi indicativi si attesteranno a 5.000 Euro per il 65", 8.000 Euro per il 75" e ben 70.000 Euro per il 100" (che verrà fornito con una doppia base: da tavolo e da pavimento.

Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite è in offerta oggi su a 234 euro.

48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Claudio Baghino

2017 verso giugno con i nuovi pannelli di LG

Thomas Turbato

Ci vuole anche il mercato da 70k€ per progredire con la tecnologia.

Stefano Benvenuto

*per il momento

Kevin

Sony ha risolto il problema con gli schermi CLEDIS

Davide Nobili

Beh dipende anche dal polliciaggio.

Antsm90

Hai un concetto strano di entry level :)

hassunnuttixe

Samsung UA110S9 presentato a 152000$

Davide Nobili

Se per entry level intendi fino a 1000€, i modelli 2015 FHD di Sony come qualità video erano sicuramente preferibili a quelli della concorrenza.
Non so con i modelli 2016 se è cambiato qualcosa.

LeChuck

Di listino, il C6 da 65" dovrebbe costare sopra i 6.000€. Lo street price è un discorso diverso e come si applica al C6 lo si applicherà anche a questi ZD9. Vedremo quanto scenderanno di prezzo e a che velocità.
Devo dire che il 65" mi alletta, se scenderà davvero a prezzi umani, mettermi un casa un Sony così avanzato, non mi dispiacerebbe.
In attesa che gli OLED (o i QLED?) aumentino ancora un po' di qualità e che i giapponesi li usino come unica alternativa sui loro top gamma.

Babi

Caz*o dici, davvero???
Proprio della linea Signature del 2016?
Secondo te tornerà? (domanda da 100mln di $!

Jonathan Ditaranto

Si,ma solo LG punta sugli schermi oled. Tutti gli altri brand puntano a migliorare gli lcd. Gli schermi oled sono più utili sugli smartphone perché consumano meno batteria,mentre per le TV nel non c'è il problema della batteria

delpinsky

Accidenti pensavo di aver letto male.... 70.000€!!??!!! OK, mi accontento di un 65" tra qualche anno, quando sarà sceso intorno ai 1500€. Quando cambierò il plasma vorrei non dover spendere più di quella cifra, considerando che dovrò magari pure aggiornare il mio ricevitore A/V ai nuovi standard DTS:X, Headphone:X e Atmos.

Luigi

A dire il vero sugli stockisti fino a poco fa c' era il 65 OLED c6 curvo della nuova gamma 2016 che è un tv a dir poco perfetto in offerta a 3990 euro

Nicola Buriani

Non ho però capito dove sarebbe l'errore in quello che ho riportato.

Alberto Pilot

Stai sereno, che come detto fa caldo ! :D

Questo stratagemma era già stato usato da una controllata Philips ad IFA di secoli fa, poi ripreso anche da altre aziende, ma alla fine hanno sfornato pochi prodotti per pochi fortunati e quasi mai in europa. Adesso finalmente arrivano anche da noi.

Ora che ci sono gli OLED :D

Ngamer

come al solito ottimi prodotti , solo per pochi purtroppo.

Nicola Buriani

Non ho capito quale sarebbe il problema. Non sono zone, sono proprio LED, ma non c'è scritto che un LED corrisponde a un pixel.
Evidentemente copriranno più pixel con ogni LED.
Tra l'altro è riportato da tutti così.

Antsm90

Vai in un qualsiasi supermercato e trovami un Sony meno costoso di un LG o Samsung di pari livello (ovviamente nella fascia entry level)

LeChuck

Bello, bellissimo, dalle prime prove sembra poter competere con i migliori OLED ma resta la domanda. Perché?
I 5000€ necessari per il 65" sono pericolosamente vicini ai 6000€ necessari per il 65" OLED, a meno che lo street price non taglierà velocemente almeno 1000€ sul prezzo di listino, perché dovrei preferire un (seppur la massima espressione della sua tecnologia) lcd ad un OLED?
Sony, ti prego, è arrivato il momento di passare agli OLED.

Alberto Pilot

Poi ti serve una matrice che abbia la funzione "video wall" perché a quel punto dei singoli sintonizzatori interni non te ne fai molto visto che altrimenti otterresti quattro immagini vicine e non una unica. Se i pannelli poi non sono pro (e non lo sono), non riusciresti mai a bilanciare il punto del bianco (quindi la colorimetria IDENTICA dei quattro televisori) avendo sempre l'effetto scacchiera, a cui l'occhio è particolarmente sensibile.
Ultimo ma non meno importante, la sorgente ed anche i tuner devono essere esterni (e collegati alla matrice di cui si parlava sopra), ma con un array 2x2 display hai sempre la "croce" che si forma nelle intersezioni delle immagini, al centro delle stesse, dove ovviamente il regista o chi per lui mette le cose in primo piano perchè lavora con un "singolo pannello" nella sua testa. Risultato ?
Una schifezza! :)
Se fanno un unico display da 100" hanno le loro "ragioni".

LeChuck

Giuliano
La differenza tra il sistema di controllo di questi ZD9 e i normali FALD è, come spiega bene nell'articolo Nicola, che tradizionalmente i FALD hanno un numero X di led suddivisi in X/y zone. I normali sistemi di local dimming non operano sui singoli X led ma sulle X/y zone di interesse. Questo Sony invece può accendere/spegnere il singolo led.
È il principale problema dei FALD. Si potrebbe anche arrivare a miniaturizzare e inserire 8 milioni e rotti di led dietro un lcd ma questo richiederebbe una capacità di calcolo tale da richiedere processori di un certo livello. Con, a loro volta, i loro problemi di dissipazione.
Insomma, i costi sul prodotto finito schizzerebbero alle stelle.

Ajeje Brazorf

Si ma il blooming lo vede bene... Io personalmente odio gli lcd con retroilluminazione a zone proprio per quel motivo, 1000 zone sono ancora poche, piuttosto meglio una retroilluminazione global dimming visto che quella a zone molto spesso fa più "danni" che altro.

Ajeje Brazorf

Infatti sarebbe inutile oltre che costoso, concordo con te, oltretutto adesso che ci sono gli OLED.

Alexander

e qual è il prezzo del samsung da 110'' o del LG da 108'' ??

Ezio Crank Saske

io ne prenderei 4 da 75" spendendo meno della metà dei 100" e disponendoli due sopra e due sotto per formare un mega televisore xD tanto hanno cornici ridotte

Ezio Crank Saske

vorrei ricordarti che l'occhio umano è stup1do, oltre ad essere l'organo più pigro, non ti vede tutti gli 8,3 milioni di pixel che si accendono e si spengono tranquillo, gli basta un effetto simile per avere QUASI lo stesso risultato che appunto ad occhio nudo ti sembrerà ottimo

Alberto Pilot

Beh si ^___^ ma non devi cercare una "logica" in questo settore, non esiste se non come dicevo domanda ed offerta.

Se trovano chi è disposto a dargli 70K euro sono stati "bravi", altrimenti hanno commesso degli errori di valutazione.

Ma sono convinto che li trovano, ed anche più di uno.

Ezio Crank Saske

si ma 70MILA EURO! prendi due da 75 e li metti vicino spendi meno di un terzo comunque!

Alberto Pilot

Oltre al problema di miniaturizzare i led a dimensione di un pixel, ed alimentarli tutti (con una necessità energetica non indifferente). Per poi fare cosa ? Abbronzarsi ? ^_____^

I pixel che si auto alimentano ed accendono esistono già, sono quelli degli AMOLED che al momento produce solo LG. Si vede che Sony (a differenza di altri Brand) si rifiuta di fare OEM col colosso coreano.

I risultati di mercato le daranno ragione o meno.

Alberto Pilot

Si vede che Nicola sente il caldo ... oltre ad aver (stranamente !) pubblicato la news in pratica per ultimo, rispetto alle altre testate, questa è una traduzione maldestra del comunicato stampa.

Se alla presentazione dei prototipi parlavano di 1000 zone per il 65", si parla sempre di 1000 che devono "illuminare" 8.000.000 ......

Alberto Pilot

Domanda ed offerta.

In una "infornata" di pannelli LCD, quandi 100" ottieni ? Quanti ne vendi nel mercato ? Che margine ci devi fare ? Come lo posizioni per non "svilirlo" ?

L'unico sistema "economico" pollici di diagonale/euro sono i video proiettori (anche li con caratteristiche e fasce diverse di qualità e prezzo) ma sui display piatti devi considerare il numero totale di pezzi da vendere per fare dell'economie di scala.

Non è corretto basarsi sul costo/pollice, altrimenti anche un 55" e più ancora un 65" costano "una follia" rispetto ad un 32/40". Non puoi applicare questa regola matematica.

Ajeje Brazorf

Ma quale quasi, magari... Il prototipo aveva una retroilluminazione a 1000 led, questo ne dovrebbe avere meno o al massimo 1000. Vorrei ricordare che un pannello 4k ha circa 8,3 milioni di pixel. Realizzare una retroilluminazione del genere avrebbe un costo stratosferico, già arrivare a 1000 zone è un'impresa.

Alberto Pilot

Conosci il prezzo del Samsung da 110" o del LG da 108" ?
Di cosa ti stupisci ? Quello è il mercato in quel segmento.

Ezio Crank Saske

SONY. anche se non ho capito i 62mila euro di differenza per 25" in più

Alberto Pilot

100" diventa MOLTO impegnativo (oltre che per il prezzo di listino, ma vabbè, non "consideriamolo" per un pochino) ma per ingombi e peso.
Bellissima la foto in camera messo li, sul suo sistema di appoggio, ma dove sono i cablaggi da e verso le sorgenti e l'alimentazione ?

Lo devi appendere al muro o trovare un modo di metterlo comunque ad "appoggio" occultandone il sistema di ritenuta. Altrimenti devi rinforzare il muro.

Insomma, appunto, è impegnativo.

Ezio Crank Saske

WTF??????

Ezio Crank Saske

non di ogni singolo pixel ma quasi

Giuliano

Ok, ma cito testualmente dall'articolo di HD :

"Sui TV ZD9 il controllo opera non più a zone ma sui singoli LED. Si può quindi attenuare o potenziare l'emissione luminosa di ogni singolo LED,"

Io l'avevo capita cosi, infatti mi sembrava abbastanza strano

Alberto Pilot

ma no ... altrimenti avrebbero 8 milioni e passa di LED, uno per ognuno dei pixel della UHD.

Diciamo che per essere FALD hanno una matrice molto compatta di LED, per cui ognuno si prende in carico di una "zona di pixels" (quindi un gruppetto di loro) che rispetto alle altre soluzioni della concorrenza, è più "stretta".
Questo si trasforma ovviamente in un controllo migliore della retro illuminazione.

Più spinto di così, un LCD non può essere

ciro

Sì, ma ti danno 2 basi eh

jenuty

Quando la SONY ci si mette, sfoggia una raffinatezza assurda. Poi la parte elettronica secondo me resta sempre top.

Davide Nobili

Non potendo competere con gli economicissimi che!?

Giuliano

Cioe' non ho capito bene, alla fine sono riusciti a fare un pannello led che puo' controllare l'accensione e il livello di luminosita' di ongi singolo pixel?

Alexander

Ragazzi ho letto bene? 70.000 euro per la versione da 100 pollici???

aigor1

beh, il 75 mica male, contando quanto costeranno i 65 oled LG

Ricky

Tutto molto bello, poi sono arrivato a leggere il prezzo e ciao, al prezzo del 65 ci prendo l'oled signature di lg anche se di importazione visto che da noi arriverà solo il 77.

jakall86

bene finalmente il 65" flat che cercavo, ora attendo di vedere lo street price e poi lo prendo

Antsm90

Buona scelta di marketing, non potendo competere con gli economicissimi LG e Samsung ha scelto di creare prodotti di altissima qualità e con caratteristiche uniche da vendere a chi ricerca il lusso (fascia di mercato che non conosce crisi)
Peccato però, quello da 70.000€ mi piaceva molto :) :)

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!