Hasselblad presenta la fotocamera medio formato da 50MP X1D 4116 edition

19 Settembre 2016 37

Per celebrare i 75 anni di presenza sul mercato come protagonista ai vertici della fotografia, Hasselblad ha lanciato al Photokina 2016 la 4116 Collection. A farne parte è anche un'edizione speciale della fotocamera medio formato X1D. Questa nuova versione prende il nome di X1D 4116 edition ed offre un corpo macchina completamente nero, garanzia estesa, cinturino in pelle, obiettivo XCD 45mm, ed inoltre un esclusivo packaging 4116 edition box.

Perry Oosting, CEO di Hasselblad, ha commentato:

Il successo della X1D è stato superiore alle nostre aspettative e siamo molto soddisfatti ed incoraggiati dal numero di riscontri positivi che abbiamo ricevuto dopo il lancio di Giugno. X1D ‘4116 edition’ è una evoluzione stilistica della nostra medio formato e ci fa molto piacere che venga aggiunta alla ‘4116 collection.


Le caratteristiche tecniche sono le seguenti:

  • Compatta, leggera (725g), facile da trasportare e user-friendly con tecnologia medio formato
  • Sensore 50MP CMOS medio formato con gamma dinamica no a 14 stops
  • Nuova linea di lenti XCD con otturatore centrale integrato; disponibili 30 mm, 45mm e 90mm
  • Compatibile con tutte le 12 lenti e accessori della serie professionale Hasselblad H System (richiede adattatore)
  • Molteplici opzioni di formato immagine
  • Mirino elettronico di alta qualità XGA ed inoltre display posteriore touch ad alta risoluzione
  • Numerose possibilità di velocità dell’otturatore: da 60 minuti no a 1/2000th sec. con sincronizzazione ash completa in tutte le velocità impostate
  • Gamma ISO da 100 a 25,600
  • Doppio slot SD card, GPS and Wi-Fi
  • Connessione USB 3.0 Type-C, Mini HDMI, Audio In/Out
  • Impermeabile all’acqua e alla polvere
  • HD video
  • Software Phocus 3.1 per acquisizione e gestione facilitata di immagini raw. Compatibile con Adobe Photoshop® e Adobe Photoshop Lightroom

Hasselblad X1D 4116 edition viene commercializzata al prezzo di 10.900 Euro esclusa IVA.



37

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
L'avocado del Diavolo

Lei si spiega veramente bene !!
Grazie anche da parte mia per le spiegazioni accurate che ci ha dato :)

Girmi

Quello è un altro modello.
La X1D è da 50MP.

Medioformato

L'hasselblad a differenza delle dslr o reflex ha un sensore grande il doppio. I professionisti della moda e della pubblicità usano solo hasselblad...

nutci

Hai ragione!

Girmi

Per questo devi prima capire quali siano le potenzialità espressive del mezzo fotografico è solo dopo concentrati sulle tecniche per realizzarle.
Se tu fossi un analfabeta totale, sarebbe meglio che prima imparassi a scrivere è solo dopo come funziona una penna o una matita o una macchina da scrivere, no?

Ciao

nutci

Quindi m stai dicendo che la fotografia oltre che a la rappresentazione di buone foto è un mood e un modo di pensare e di voler comunicare emozioni con un immagine.
Onestamente a me piacerebbe portare una macchina sempre con me per riprendere gli istanti più belli della mia vita e cercare d ricordare con una foto un momento o una sensazione.
Non conoscendo però come possano essere rappresentate alcune foto non possono nemmeno sapere quale sia la macchina migliore per me visto che non posso basarmi su una specifica richiesta che appunto richiede quello che voglio fotografare.

Girmi

Io fotografo per hobby da circa 40 anni gli ultimi venti dei quali in digitale, ma fotografo anche per lavoro ed ho ha che fare con fotografi professionisti da oltre 30 anni.
Ma questo non significa niente se a monte non ci fosse una passione per la fotografia in generale a cominciare dal lato artisitico o perlomeno espressivo.

La componente tecnica della fotografia deve sempre essere subordinata al suo sfruttamento a fini espressivi. Quando è fine a se stessa produce solo noiosissime cartoline.

Quando leggi di gente, soprattutto amatori, che spendono migliaia di euro in attrezzature footgrafiche, chiediti sempre se sono capaci di fotografare o solo di spendere.

Non è l'attrezzatura che fa il fotografo ma è l'attrezzatura che fa la foto.
Il compito di un bravo fotografo è saper scegliere l'attrezzatura adatta al risultato che si vuole ottenere e non viceversa, cioè ottenere il risultato che un attrezzatura può dare perché se non è quello che serviva la foto sarà da buttare.

Si possono fare ottime foto con pessime macchine come pessime foto con ottime macchine e, purtroppo, è quest'ultimo il risultato più frequente.

Se sei un principiante, prenditi qualche libro che insegni più che altro a comporre un inquadratura, a scegliere un soggetto, a vederlo da una prospettiva non banale, ma anche delle semplice raccolte fotografiche di fotografi famosi o di stili e tipologie.

Solo dopo creca di studiarne la tecnica che non è solo scatto, ma studio delle luci, composizione del soggetto, ecc…

E non vergognarti mai di copiare, è il modo migliore per imparare.

Io capii di poter fare qualche scatto decente quando in una specie di sfida con il padre di un mio amico, ex fotografo ed insegnate di fotografia, riuscii a riprodurre meglio di lui alcune foto molto suggestive di alcuni scorci di Bologna trovate su un libro.

Ciao

nutci

Dire che tutto quello che ho letto mi ha chiarito la questione è dire una bugia :D
Ti ringrazio per avermi bombardato di informazioni però ho capito solo le spiegazioni riassuntive e non quelle dettagliate che mi hai fornito.
Per avere questa dialettica e competenza nel settore hai dovuto faticare molto in termini di tempo speso per questo hobby? Non vorrei illudermi di poter realizzare dei buoni risultati in poco tempo e rimanere poi deluso!

Girmi

Se è così allora ho effettivamente frainteso.

Dire cosa distingua una normale reflex da una medio formato o da altra tipologia di fotocamera professionale richiederebbe qualche pagina di spiegazione, perciò cercherò di sintetizzare molto.

I sensori MF più grandi hanno fotodiodi, gli elementi fotosensibili che compongono la superfice del sensore, più grandi di quelli di una reflex, anche di 4 volte a parità di risoluzione.

Questo consente di catturare molta più luce rispetto al sensore FF di una reflex con conseguente minore rumore di fondo, ma non solo.

Questa maggiore capacità di catturare luce dei sensori più grandi determina anche una maggiore dinamica, cioè la differenza fra le più alte luci e le più basse luci catturabili, che nel caso di una buona reflex FF può arrivare (raramente) intorno ai 12/13 EV, mentre nelle medio formato può arrivare anche a 15EV assestandosi tipicamente sui 13/14 EV.

Queste caratteristiche dei sensori MF hanno una ulteriore conseguenza che ne innalza ulteriormente il divario qualitivo con le FF, cioè un maggiore microcontrasto, vale a dire la maggiore capacità di discriminare le informazione catturate da pixel adiacenti.
Detta in parole povere, a parità di risoluzione fra sensori FF e MF un dettaglio scuro su sfondo chiaro di dimensione simili ad un pixel sarà meglio visibile sul MF grazie al maggior contrasto fra i due elementi.

Inoltre, la maggiore dimensione dei sensori ha un altro effetto benefico, cioè la minore profondità di campo nativa che ne determina una superiore controllabilità.

Come, spero, saprai la profondità dipende dalla lunghezza focale di un obiettivo e dalla sua apertura relativa.
Le ottiche così dette "normali" sono quelle che riprendono con un angolo di visione paragonabile a quello dell'occhio umano.
Quest'angolo lo si ottiene quando la lunghezza focale dell'obiettivo è pari alla diagonale del sensore (o del formato pellicola).
Nelle reflex FF (24x36mm) la diagonale è di circa 43 mm e quella sarebbe la lunghezza focale "normale" (anche se si considera normale un range di focali più ampio).

Nel Medio Formato esistono molti formati di sensore, dal 40x30 mm in su.
Se prendiamo un sensore da 54x40 mm, usato da Leaf ed altri, l'ottica normale diventa il 67 mm che avendo una focale più lunga del 43 mm del FF a parità di apertura focale e distanza dal soggetto produrrà una minor profondità di campo e di conseguenza un miglior isolamento del soggetto.

Questo differenza di lunghezza focale fra i formati a parità di rapporto di ingramento ha anche un'altra conceguenza, cioè una minore diffrazione. Fenomeno che si manifesta maggiormente al diminuire dell'apertura focale relativa e che determina una perdita di definizione dell'immagine
Restando all'esempio dei due normali, un 43 mm a f1/22 ha un'apertura del diaframma di meno di 2 mm, mentre nel 67 mm tale apertura è di 3 mm.
Di conseguenza, il fascio luminoso che passa attraverso un foro più grande è meno diffratto e l'immagine resta più definita.

Tutte queste caratteristiche determinano la maggiore qualità delle fotocamere medio in relazione al solo sensore, ma a corredo di questi sensori ci devono essere elementi di qualità tali da poterli sfruttare al meglio.

A cominciare dalle ottiche, che come detto hanno dimensioni e peso maggiori, ma anche corpi che devono avere caratteristiche meccaniche da poter sopportare sia il peso che il cambio frequente delle ottiche, ma anche, in molti modelli, l'intercambiabilità dei dorsi o dei mirini o di altri componenti e non ultimo gli stress di lavoro alle quali questo tipo di attrezzatura viene sottoposta quotidianamente.

Tutto questo, ed è solo una parte delle ragioni, determina dei livelli di qualità costruttiva e di costo ben superiori a quelli di una normale reflex FF ed è per questo che una MF costa molto di più di una reflex FF.

Tornando al modello in questione, in realtà non è neanche una vera Medio Formato, il sensore da 30x40 mm circa è poco più grande del 24x36 mm di una FF, ma il suo costo, per quanto possa apparire alto, in realtà in linea con quello che è a tutti gli effetti una sorta di entry level della categoria e ben lontano da quello di una MF più tradizionale, sia di casa Hasselblad che di altrettanto blasonate case concorrenti.
Non parliamo poi delle proposte di fotocamere a banco ottico.

Ciao.

Domenico Varano

ti consiglio prima di tutto di cercare informazioni sui vari sensori (medio formato, full frame, aps-c, foveon, ecc...) e poi sulle varie lenti. (anche il mio commento è in tono informativo e non polemico)

nutci

C'è la possibilità di trovarlo in qualche store a meno di 2000 euro? Tipo, che ne so, una sorta di AliExpress per le macchine fotografiche.
Vorrei iniziare a girare ovunque vado sempre con una macchina nello zaino perchè spesso mi capita di voler fare delle foto per catturare qualche momento e con il telefono non riesco a fare buone foto.

Vash

solo il sensore è da segmento professional, lenti e regolazioni sono di fascia più bassa e il corpo makkina è troppo plasticoso per una hasseblad, per questo mi sono sbilanciato con "prosumer". gli standard hasseblad classici sono di ben altro livello (anche i prezzi, ovvio)

Giacomo Berti

Se sono le fotocamere degli astronauti, immagino non sia solo una questione di brand

ossettoue

sono oggetti per chi non si pone il problema "con quei soldi ci compro ben altro"

ossettoue

casomai un orologio tedesco (A Lange, Glashutte, etc...)
i tedeschi raggiungono delle cure maniacali nella costruzione e finitura del calibro

BuBy

prosumer a 10k? :P io direi che siamo a una professional come range di prezzo ok ok per lo standard hasseblad e` poco costosa,, ma la vedo difficile che un prosumer abbia la facoltà di acquistarla

Michele M.

Beh le PhaseOne sarebbero le "vecchie" Mamiya, storico concorrente

k87

c'è anche da dire che una Hassel molto probabilmente sotterra il suo proprietario e la ereditano i figli :) sono indistruttibili

k87

perchè hanno sensori medio formato(più grandi dei full-frame e catturano più luce)...poi la qualità di assemblaggio rasenta il maniacale..è come paragonare un orologio svizzero costruito a mano con un breil..io ho una hasselblad a rullino che ha 38 anni e funziona come il primo giorno (ereditata da mio padre)

IlRompiscatole

Nessuna delle due :-)
Range dinamico, tempi di syncro flash, raw ad elevata profondità di colore, velocità di raffica, durata di raffica, otturatore all'interno dell'obiettivo, minori tolleranze sulle specifiche del sensore e cosí via.
Non sono un esperto di medio formato peró, potrei aver dimenticato qualcosa :-)

nutci

Per caratteristiche quasi uniche intendi dettagli fotografici maggiori o una migliore qualità costruttiva?

IlRompiscatole

Perchè sono medio formato (sensori piú grandi dei full-frame) ed hanno caratteristiche quasi uniche. L'alternativa potrebbe essere la phase-one ma anche quella non la regalano :-)

nutci

Forse hai male interpretato il tono del mio commento.
Non volevo avere un tono polemico del tipo "come mai quelle si e quell'altre no? eh?" ma soltanto cercare di capire cosa distingue queste macchine dalle altre.
Purtroppo non potendo dare un tono di voce ai commenti sotto un post a volte si viene fraintesi :)

gioka

Allora illuminaci con la tua sconfita conoscenza della fotografia. Questa supponenza te la puoi risparmiare, puoi anche scendere dal tuo piedistallo dorato.
Quando una persona fa un commento su una cosa che so o che riguarda il mio settore disciplinare/lavorativo, anche se l'autore ha una piccola concezione di quello che sta parlando, almeno una risposta generica per permettergli di avere una vaga idea mi piace darcela. Altrimenti risparmio tempo e non rispondo.
Invece, tu, hai classificato 2 commenti come inutili ma gli hai concesso il privilegio di una risposta (seccata ed inutile). Contento te..

Girmi

Rispondere é cortesia se dai delle informazioni corrette.
Nel tuo caso direi che vale quanto ho giá scritto nel mio primo post.

Girmi

Se ti inseressa veramente capire, posso anche aiutarti, ma il presupposto dal quale sei partito é del tutto sbagliato.

nutci

Appunto perchè mi sto avvicinando ora al mondo della fotografia e non conosco bene il settore chiedo a chi ne sa più di me.

gioka

Chiedere è lecito, rispondere è cortesia.
Se non ti interessa passa avanti non serve lamentarsi

gioka

Bisognerebbe confrontare le caratteristiche a parità di dispositivo, così per giustificare questa avrà nel corpo di una compatta le caratteristiche di una 5D della Canon (per dire, non ho letto le specifiche). Poi si paga anche il nome.
Comunque anche la Canon fa macchine molto costose, la 5D è solo seconda, la 1Dx sta sui 6500/7000 € per il solo corpo macchina

Girmi

Nutci,
non è obbligatorio scrivere anche quando non si di cosa si sta parlando.

nutci

Vedi se sul loro sito c'è la spunta "sono italiano" così che l'iva non la paghi!

nutci

Come mai le Hasselblad costano un rene mentre Canon oppure Nikon con 3-3500 euro si riescono a portare a casa?

Emanuele Trento

Sembra molto buona, quasi perfetta ma cavoli...con quei soldi ci compro ben altro

AlphAtomix

bavbone

Ratchet

Iva esclusa.. Almeno c'è Uga?

Vash

'inkia.... una prosumer con un sensore da 50M..... la vojoooooooooo

dario

se era iva inclusa ci facevo un pensierino...

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?