UHD Alliance rilascia le specifiche di Mobile HDR Premium

28 Febbraio 2017 16

UHD Alliance, il consorzio nato per promuovere la risoluzione Ultra HD e HDR, ha rilasciato le specifiche per la certificazione Mobile HDR Premium. Si tratta sostanzialmente dello stesso tipo di iniziativa già in essere per TV e lettori Ultra HD Blu-ray. Il logo e la certificazione hanno lo scopo di garantire le migliori prestazioni possibili sui dispositivi mobile, e nella categoria rientrano smartphone, tablet e laptop.

Perché certificare anche la qualità video dei prodotti questo tipo di prodotti? La risposta è contenuta nei numeri: il mercato mobile ha superato la spesa sostenuta per i dispositivi dedicati all'intrattenimento domestico nel 2013. Attualmente il traffico generato per lo streaming video su mobile è di oltre 3,5 milioni di terabyte al mese. Secondo alcune stime si raggiungeranno i 23 milioni di terabyte al mese nel 2020. Il Global Video Index di Ooyala ha reso noto che nel terzo trimestre del 2016 ben il 52% dei video in streaming sono stati visualizzati su smartphone, tablet o computer portatili.

Le specifiche da rispettare per ottenere la certificazione Mobile HDR Premium sono le seguenti:


Hanno Basse, Presidente di UHD Alliance, ha dichiarato:

Il notevole miglioramento degli schermi utilizzati sui dispositivi operanti a batteria, abbinato all'incremento nell'offerta di servizi in streaming a risoluzione Ultra HD e Ultra HD con HDR come Amazon, Netflix e altri, rende possibile un'esperienza molto più ricca e coinvolgente su computer, tablet e smartphone. L'espansione del nostro programma di certificazione aiuterà i consumatori a identificare i prodotti mobile premium capaci di sfruttare tutti i benefici dei contenuti con HDR. I dispositivi portatili costituiscono una modalità primaria nel consumo di video. Questa categoria è un componente chiave della rapida espansione dell'ecosistema Ultra HD.

L'avvio del programma di certificazione è previsto per l'inizio di aprile.


16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicola Buriani

Il discorso dello streaming è legato al consumo di banda: non so chi possa permettersi di consumare tanta banda con gli abbonamenti che ci sono in giro (e chi si sposta molto non può contare sulla presenza costante di Wi-Fi libere e veloci).
Se non consentiranno il download (e mi aspetto che non lo abiliteranno) non ne vedo francamente l'utilità.

d4N

Ma il discorso era fine alla tecnologia in se ;)
Neanche io guardo un film/serie tv sullo smartphone e nel caso lo faccio consapevolmente che è un dispositivo mobile, niente di più.
Poi va be, il discorso streaming, non so quanti abbiano le competenze e le attrezzature per valutare effettivamente la differenza fra un ottimo streaming come Netflix ed altri supporti, questo è il motivo per il quale questi servizi hanno tanto successo, un 4k HDR in streaming è più che ottimo per la maggior parte dell'utenza, secondo me.

Nicola Buriani

Mai misurato, ma sinceramente posso dire che trovo il tutto di utilità molto dubbia.
Se voglio guardarmi un film e mi interessa la qualità, non lo guardo di certo su uno smartphone.
Tra l'altro sarei anche curioso di sapere chi attiverà il download dei film in 4K e HDR sui telefoni, perché se bisogna usare lo streaming...

d4N

No ma infatti, proprio parlando di quei fattori, schermi come quello dell'S7 non sarebbero già allineati alle specifiche?

Nicola Buriani

La compatibilità con HDR potresti teoricamente averla su qualunque display, se si parla di streaming (quindi non hai eventuali limitazioni legate a HDMI).
Il punto è come lo supporti: picchi di luminosità e copertura dello spazio colore sono i punti fondamentali.

Riccardo

Per riprodurlo correttamente forse serve un software/hw che lo interpreta come tale però

d4N

Ah be quello sicuramente :D
Però un filmato HDR è semplicemente un filmato, quindi se il pannello è lo stesso con o senza bollino il risultato non cambierà.
Un OLED di suo tecnicamente è già HDR, considerando che comunque anche gli smartphone hanno picchi di luminosità alti dovrebbero rientrarci diversi modelli, soprattutto gli ultimi.

Riccardo

eh tutta una scusa per rendere obsoleto il tuo smartphone e farti comprare quelli nuovi coi bollini fighi...

d4N

Mi viene un dubbio però ... gli AMOLED attuali, montati su tantissimi smartphone, non sono già praticamente compatibili con l'HDR?
Il pannello cambia tanto da un TV OLED di LG, che appunto è compatibile con HDR di ogni tipo?

Ajeje Brazorf

Supporta l'HDR, ma non ha la certificazione HDR premium, per il semplice fatto che un display IPS non avrà mai un livello del nero di 0,0005 nits.

talme94

Sì, meglio se vai a dormire xD

ciro

E xz premium

carlo994

Il g6 si fin ora

Carter

Date una medaglia a quest'uomo..... e pure un letto. xD

Michele M.

M1ndfuck: dopo aver letto le specifiche, continuo con l'articolo "Hanno basse, pretese" ... WTF? Ahh, è il tizio che si chiama Hanno Basse.. e non c'è scritto pretese ma presidente.. time to go to bed :D

Gentleman.Driver

Sarebbe interessante scoprire quale dei top smartphone 2017/2018 supportino tali specifiche

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?