Annunciati i finalisti del più grande concorso fotografico al mondo

02 Agosto 2017 32

Il concorso EyeEm Photography Awards ha annunciato i 100 finalisti per l'edizione 2017. I vincitori saranno annunciato al 2017 EyeEm Photography Festival che si svolgerà dal 15 al 17 settembre a Berlino. Il concorso assume una certa rilevanza per via del numero dei partecipanti. 88.000 fotografi hanno inviato un totale di 590.000 immagini, molte di più rispetto a qualsiasi altra iniziativa analoga. Per dare un'idea dei numeri in gioco, basti pensare che si parla del triplo rispetto a concorsi come il Sony World Photography Awards.

L'edizione 2017, la quarta in assoluto, assegnerà la vittoria ad uno scatto per ciascuna delle cinque categorie presenti: "The Architect", "The Great Outdoors", "The Photojournalist", "The Portraitist" e "The Street Photographer". Tutte le 100 foto selezionate possono essere visualizzate a questo indirizzo.

Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z è in offerta oggi su a 179 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pittsburgh1928

l'art pour l'art

Zoe80

Ho risposto in modo esauriente parlandoti di Cezanne. Hai bisogno di altre decine di esempi. Nessun critico ha risposto in modo compiuto alla tua domanda. Ciò non toglie che prima di interrogarsi bisogna sapere. "Scienza della conoscenza sensibile", se cerchi una definizione di estetica. Continui ad affermare che l'arte è per tutti. Tutti chi? Quelli che vagano come zombie con le cuffie? E poi, perché le cuffie o le guide che portano migliaia di persone per musei ed edifici , spiegando ciò che vedono? Prendi un freccia rossa, scendi a Roma, e ti accorgerai come tutto sarà oggettivo e trasparente. A proposito, non devo conoscerti per capire: domande ed affermazioni delineano la coscienza critica di una persona. Poniti la stessa domanda per il cinema, la letteratura, la fotografia, l'architettura, il design, la moda, gli zigomi di Kate Moss. Leggi Jean Claire, sarebbe un inizio.

Davide

Ancora una volta mi rammarico che gente di cultura come te debba ostentarla denigrando il prossimo esprimendo giudizi insensati dal momento non mi conosci. Io non mi sono mai atteggiato ad esperto.. non avrei mai fatto la mia prima domanda a cui non hai ancora risposto tra l'altro. Ne pretendo che i miei 9 anni a studiare storia dell'arte e i miei miseri 3 esami di fotografia all'università siano minimamente paragonabili alla tua esperienza..cosi come ho spiegato perché ho citato uno dei fotografi più commerciali senza mai innalzarlo nell'olimpo dei fotografi quindi non capisco perché i continui ad usarlo come bandiera della mia ignoranza. il punto è un altro. Mi hai fatto un meraviglioso elenco di nomi, di studi e studiosi..e quindi? Abbiamo capito che ne sai ma Sono stato io a dirti che lo studio è la chiave che apre ogni lettura. Io resto però del parere che l'arte non può essere per pochi..anzi non deve altrimenti perdiamo uno degli strumenti più primitivi di comunicazione..ed è da qui che nascono le mie domande iniziali..ora puoi pure ribattere sottolinendo la mia estrema ignoranza con un altro elenco di nomi e studi interessantissimi (senza ironia) ma a parte denigrarlo e innalzarti non hai ancora risposto alle mie domande..

Zoe80

Ciò che dovresti vedere, ti sarà proibito. Se dai un'occhiata su YouTube, non proprio un saggio per gli spocchiosi come me, vedresti i video di Francis Bacon che spiega la propria arte, ed è una delle sensazioni più incredibili e invasive . Se oggi parliamo di cubismo, lo dobbiamo alla retrospettiva di Cezanne al Louvre nel 1907, affiancata dall'arte primitiva, che sconvolse le regole della plasticità . Comprendo che non hai la minima idea di cosa stia parlando, non a caso continui a citare un fotografo che vende proprio a chi non ne sa nulla di arte. Cosa mi dici di Witkins, Hugo, Ritts, Ballen, Arbus, Woodman, Avedon, Bourdin, Testino, Richardson, Weber, Mapplethorpe, Gursky, la scuola di Düsseldorf, Sally Mann, Zed Nelson, Magni, Moriyama, Araky , Steven Parr, Newton, Gilden, Demarchelier,Lindbergh, Rank, Teller, Irving Penn, Evans , Kern, Sobol, Saccenti, Emmons, Bettina Rheims, Basilico, Beard, Hido, Rath, Sorrenti, Kandar...etc Questi sono i pochi che ho in mente adesso, dovrei aggiungerne almeno una trentina, Sono photo editor e art dealer, ho aperto una piccola galleria a Parigi di arte primitiva con l'ex agente di Newton. Compro e vendo arte da più di 15 anni, scrivo su magazines stranieri, organizzo mostre e giro il mondo, da sempre, in seguito al mio lavoro. Vedi, la mia è sicuramente spocchia , ma in realtà , quando si incontra gente come te, che vaga come uno zombie in un mondo che non conosce, è un bersaglio irresistibile. Trovami un argomento in cui ti sentì preparato. Anche il cucito, sarebbe già un buon passo. Io sbaglio a risponderti, ma non ti addentrare in luoghi di cui non sai nulla. Diventa imbarazzante. Buona fortuna

Davide

grazie per il suggerimento di valutazione !
Mccurry purtroppo viene ricordato solo per i primi piani (ed è il motivo per cui l'ho citato) ma andrebbe studiato anche e soprattutto per la composizione.. ad ogni modo, effetti a parte, a me sembra sempre di percepire il racconto delle persone che fotografa, tra quelle pubblicate invece no..ma è ovviamente soggettivo..

eric

....dovresti porti prima la domanda....."tale foto è esattamente in tema con la sezione a cui partecipa in questo concorso?" .... poi valuti il contesto della foto nello specifico e, poichè la giuria è composta da più elementi (meno male) ognuno esprimerà quello che lo "emoziona o rende empatica" una certa immagine .... poi collegialmente si opterà per quella che mette un pò tutti d'accordo ....
PS: Mc Curry è il fotografo che in casi estremamente rari (tipo la ragazza afgana) utilizza un "effetto bokeh" spinto .... anzi quasi lo aborrisce .... ;)

Davide

è sempre un peccato vedere chi usa la propria cultura per sentirsi superiore. Così come è sempre un peccato non riuscire ad usare la propria cultura per vedere il tutto e non solo il particolare.
Questo blog è pieno di persone che siccome ne sanno tantissimo di tecnologia, pensano che tutto il resto del mondo debba saperne per poterla utilizzare. E così ci si scanna per ore su tutti i defettucini tecnici di iPhone dimenticandosi completamente che a chi lo utilizza non importa assolutamente nulla.
Io sono pienamente d'accordo sul fatto che sapere la storia dietro ad un'opera è la chiave che apre il cuore stesso dell'opera, ma avere la presunzione che questo sia l'unico modo è assurdo, perchè altrimenti l'arte dovrebbe essere fatta solo per gli storici.
Definire Mccurry inutile poi fa parte di quel relativismo che citavi dal momento che il racconto di certe sue fotografie è qualcosa di unico nella storia della fotografia. Tanto quanto definirlo commerciale solo perchè un suo ritratto ha fatto il giro del mondo è segno di una spocchia intellettuale che credevo fosse estinta. E non l'ho citato dicendo che è il più grande fotografo al mondo, ma semplicemente perchè siamo in un blog di divulgazione tecnologica, e citare autori di settore giusto per fare sfoggio di tutta l'immensa cultura che si ha è patetico e fuori luogo.

Ribadisco, l'arte non è per pochi, ne solo per chi studia. l'arte è un'esigenza, non deve essere capita, non deve per forza essere piacevole, non deve essere per forza spiegata. Lo si può fare certo, ed è bello approfondire, ma a furia di penetrare ogni piccolo segreto di una tela ti dimenticherai la cosa più importante: godere.

Zoe80

Se osservi Picasso non hai bisogno di un bigino, stessa cosa per Van Gogh o Miró. Prova ad emozionarti difronte ad una tela dell' espressionismo astratto, cerca di trovare un "senso" nelle opere di Cezanne. Le persone si riversano alle mostre degli autori apparentemente più facili, sebbene non lo siano, perché colpite dalla forza dei colori, pennellate, luce. In un opera puoi vederci ciò che vuoi, ciò nonostante, se vuoi capirne qualcosa, devi conoscere l'artista ed il suo percorso , altrimenti sarai fermo alla mera apparenza. Tutta la critica fenomenologica francese, tra le due guerre, ha inseguito il sentire degli artisti, ciò che scrivevano, il loro pensiero. Sei libero di evitare il saggio di Deleuze su Bacon, come le opere di Ponty su Cezanne, ciò che ne rimarrà sarà il tuo semplice e spaesato sentire, privo di una cultura che ti aiuta a comprendere l'opera. Non è un caso che tra tutti i fotografi citi quello più commerciale, facile, inutile. Leggi, dai un senso a questo vuoto

Davide

Arte è ciò che l'uomo dice essere arte. Fu la prima frase alla mia prima lezione di storia dell'arte. Partendo da questo presupposto io non metto in dubbio l'arte intrinseca che evidentemente c'è in ognuna di queste foto, ne mi innalzo a giudice, ed è il motivo per cui chiedo cosa guardare per poter valutare.

Perdonami ma non posso accettare che "l'arte non è per tutti". Le creazioni artistiche non nascono per il volere di qualche mecenate, per la semplice volontà di abbellire, o per essere viste da pochi. Nascono per l'esigenza di raccontare, di comunicare,o di esprimere in qualsiasi forma ciò che si ha nel profondo. Posso emozionarmi di fronte al cenacolo anche senza le masturbazioni tecniche sulla composizione. posso apprezzare un picasso anche senza capire cosa lo ha portato al cubismo, persino un bambino può giudicare meraviglioso un girasole di Van gogh ed è sacrosanto considerare capolavori le foto di Mccurry anche senza "una coscienza critica maturata vedendo milioni di foto". Avere la presunzione di definirle cartoline, questo è il relativismo di poco spessore che non tiene conto dell'anima dell'arte, ovvero l'emozione e non il mero seppur fondamentale tecnicismo.

La mia domanda/provocazione è dovuta proprio al relativismo di giudizio senza connotarlo come negativo, semplicemente mi chiedo cosa abbiano guardato per giudicare..

Zoe80

Su Instagram c'è un potenziale inespresso che metterebbe in ridicolo questi scatti. I concorsi non amano coloro che sperimentano. Tutto già visto e noioso

Zoe80

Puoi enunciare la stessa riflessione per tutta l'arte. Il relavativismo ha poco spessore. Se lavorassi a contatto con milioni di immagini, durante gli anni svilupperesti un minimo di coscienza critica. Capiresti le immagini rivoluzionarie di Evans, o il genio finanziario di Gursky. L'arte non è per tutti. E non c'è nulla di soggettivo nella natura di Max Ernst.
Ps. Ed evita le cartoline di Mc Curry

Matteo Spinola

Puoi enunciare la stessa riflessione per tutta l'arte. Il relavativismo ha poco spessore. Se lavorassi a contatto con milioni di immagini, durante gli anni svilupperesti un minimo di coscienza critica. Capiresti le immagini rivoluzionarie di Evans, o il genio finanziario di Gursky. L'arte non è per tutti. E non c'è nulla di soggettivo nella natura di Max Ernst.

marco

Quant'è bella la fotografia.

Vetro

"più grande concorso fotografico al mondo". L'avete scritto davvero?

Davide

Leggendo i commenti, mi/vi pongo una domanda: che cos'è una foto bella?
A mio modestissimo parere, la foto deve dare emozione, se me la da allora è bella, ma è palesemente un criterio troppo soggettivo.
Guardando queste foto io però non capisco il criterio..
cosa si valuta: composizione? soggetto? racconto?
perchè alcune hanno tutti gli elementi, altre neanche una, altre ancora hanno solo un elemento significativo..
cosa ne pensate?

silvergdb

Bisogna vedere per te cosa significa "capolavori"...per apprezzare una foto non bisogna soffermarsi e guardarla, bisogna entrarci dentro e cercare di rivivere quell'istante, il più delle volte riflette lo stato d'animo del fotografo più che il momento ripreso....lo so sembra in ragionamento froidiano, ma bisogna guardare le cose da tanti punti di vista ;)

Ngamer

1 foto per categoria quindi è giusto

Simone

Alcune non mi fanno impazzire, confrontate a quegli standard ovviamente

Ma22

Per me è sbagliato così tante foto. Ogni partecipante può inviare 1 foto se fatta con una reflex o mirrorless oppure 2 foto. Una fatta con lo smartphone e una con macchina fotografica professionale. Ora non so il regolamento ma oltre 500.000 foto per meno 100.000 fotografi mi sembra troppo

Joe Malanno

Probabilmente sono io che non ne capisco nulla ma da amatore dico che su flickr ne trovo mediamente di molto più belle... Per carità alcune sono bellissime ma per essere le 100 finaliste su centinaia di migliaia mi sarei aspettato tutti capolavori incredibili

Giovanni

Complimenti ai fotografi. Gran belle foto veramente

Nick126

Io non capisco i ritratti con la messa a fuoco sbagliata.

Per le foto eliminate, considera che alla fine eyeem è usato molto come Instagram. Quindi ci saranno state migliaia di selfie e un po' di foto buone di amatori\semi professionisti. Poi i curatori ci mettono del loro per far sembrare la cosa più "artistica" di quello che è, ad esempio inserendo dei primi piani di persone in "the great outdoors" perché le foto cartolina non sono fotografia impegnata.

Ikaro

Si quella della signora al mare proprio non ho capito cosa sia... Come anche i grattacieli all'incontrario, tra le belle molte son "solo" la foto giusta al momento giusto, che poi è parte del lavoro di un fotografo...
Ma ci vedo in generale poca originalità, immagino la banalità delle foto eliminate ;)

Nick126

Come in ogni missione su eyeem si alternano bellissime foto a cose che mi chiedo come abbiano avuto il coraggio di farle vedere in giro.

D3stroyah

ma è il concorso del miglior fotografo del mercato di Cusano Milanino del sabato mattina, giusto? No perchè altrimenti non mi spiego tante di quelle foto..

Tony Musone

vero... gran colpo d'occhio del fotografo, ce ne sono davvero di molto belle

yessa123

miglior foto fatta con un meizu..

Ultra

A me piacciono, ma alcune non hanno senso

SL7Z4

Comunque a me personalmente non mi sembrano tutta sta gran cosa queste foto

Tre47

I primi sono dipinti, il penultimo è uno strappo nel tessuto dell'impalcatura dietro e l'ultimo è vero

SL7Z4

A me sembra che siano dipinti

Francesco Gazzotti

Io farei vincere quella del piccione.. non ci posso credere che sia reale

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare per Natale

Quale Amazon Echo scegliere in offerta per Natale 2019? Panoramica Video

Bonus TV 2019: guida agli incentivi per passare al DVB-T2

Recensione Huawei Freebuds 3: ho sostituito le Airpods dopo 2 anni