BenQ lancia il proiettore Ultra HD Laser LK970 da 5.000 lumen

06 Settembre 2017 4

BenQ ha annunciato l'uscita del proiettore LK970. Questo nuovo modello condivide lo stesso cuore di W11000 e X12000. La tecnologia di base è costituita da un chip DLP realizzato da Texas Instruments. Parliamo, nello specifico, di un DMD da 0,67" dotato di 2716 x 1528 microspecchi. La risoluzione dichiarata è Ultra HD grazie all'uso della tecnologia XPR. Il principio di base è simile a quello di altre soluzioni per simulare una risoluzione Ultra HD nativa. Si trasla l'immagine in diagonale di mezzo pixel ad elevatissima velocità (si parla di microsecondi), in modo da ottenere sostanzialmente una risoluzione raddoppiata.


A differenziare LK970 dagli altri modelli è la sorgente luminosa. BenQ ha optato per la tecnologia BlueCore Laser. La luce generata passa attraverso due ruote colore (una con fosfori e una RGBY). La luminosità si attesta a 5.000 ANSI lumen mentre il rapporto di contrasto dichiarato è pari a 100.000:1. La durata della sorgente luminosa è stimata in 20.000 ore. L'obiettivo è composto da 16 elementi suddivisi in 8 gruppi. Il rapporto di tiro è 1,38 - 2,02:1 con uno zoom 1,47x e il lens-shift (verticale: ± 60%; orizzontale: ± 25%), ovvero la possibilità di traslare l'immagine senza spostare il proiettore.


LK970 è compatibile con i sistemi di integrazione Crestron, AMX ed Extron, può essere gestito tramite il software Multiple Display Administrator ed è compatibile con HDBaseT, capace di veicolare segnali non compressi su cavi Cat5e o superiori fino a 100 metri di distanza. La rumorosità è compresa tra 34dB e 37dB. Le connessioni disponibili includono una porta Ethernet, un connettore RJ45 per HDBaseT, un ingresso e un'uscita VGA, due ingressi HDMI (uno compatibile HDCP 2.2), una porta USB Tipo-A e una Mini-B.

LK970 è disponibile negli Stati Uniti al prezzo di 12.999 dollari.



4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mathieu cassaghi

Prima di spara commenti totalmente a caso, perché non informarsi? Praticamente tutti i proiettori dlp 4k per il mercato consumer, saranno dotati del nuovo chip Texas instruments, che ha quella matrice.
Non c'entra nulla con le matrici LCD, riflessive o meno, e con soluzioni eshift o simili adottate da JVC o Epson per dare un illusione di "aumento" di risoluzione.
I movimenti dei microspecchi dei chip dlp sono dell'ordine di microsecondi, e per ogni refresh di immagine viene ricreata tutta la griglia 4k, senza che l'osservatore possa percepire nulla.

efestopini

non capisco questo scandalo della vga, non è il solo connettore che possiede, quello che mi da fastidio sono i 12000€ e la matrice non nativa 4k

limada

...e non è un 4K nativo, meditate gente meditate.?

NaXter24R

Quattrocappa, 12mila dollari e c'è la VGA dietro...

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?