Recensione Zhiyun Crane 2: lo stabilizzatore video diventa PRO

27 Settembre 2017 33

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Zhiyun Crane 2 è un nuovo stabilizzatore elettrico per reflex, mirrorless e videocamere progettato per sostenere fino a 3.2 kg. Segue lo Zhiyun Crane del 2016 (e la sua variante V2), e lo migliora con motori più potenti, con un display OLED integrato e con la capacità di controllare i parametri della camera collegata, focus compreso.

Zhiyun Crane 2 costa circa 799 euro in Europa. Si potrebbe risparmiare qualcosa con l'importazione dalla Cina, ma la confezione è pesante (3.7 kg) e voluminosa (552 x 614 x 320 mm) e c'è il rischio del blocco in dogana. Dalla fabbrica arriva tutto il necessario per il trasporto ed il collegamento a videocamere Sony, Canon, Panasonic e Nikon. La valigia è robusta e imbottita di spugna, con una maniglia solida e un laccio per la spalla. Il kit comprende le 3 batterie con il loro caricatore, diversi cavi microUSB e miniUSB, una base treppiede e le viti di sostegno per l'ottica. Nulla da dire: è una dotazione di serie completa.

Da due settimane uso uno Zhiyun Crane 2 di pre-produzione: ha la parte elettronica identica agli esemplari di vendita, ma alcune finiture, i tappi in gomma delle porte e certi pomelli per la regolazione software, diversi, meno pregiati, rispetto alla versione finale. A parte questo, la qualità costruttiva dà fiducia. In 1250 grammi e con una impugnatura tubolare ergonomica con incavi dedicati alle dita della mano che gestirà i comandi, Crane 2 fa sembrare un giocattolo il vecchio Crane.

Di contro, la differenza di peso non è trascurabile: tenerlo con una mano per diversi minuti richiede un certo sforzo proporzionale alla camera (e all'ottica) collegata. Chi non è abituato a questi strumenti dovrà fare delle pause di tanto in tanto. Mentre scrivo, non è in vendita il supporto aggiuntivo da collegare al manico - e il diametro maggiorato rende incompatibile la barra del vecchio Crane. Serve la nuova: si chiama Crane-EH002 e va acquistata a parte.

La confezione di Zhiyun Crane 2 e la sua valigia per il trasporto.

C'è un'altra novità progettuale importante: la piastra removibile con standard Manfrotto. Crane 2 usa una Manfrotto 501PL in alluminio ed ha un sistema di aggancio rapido con vite per il blocco e pulsante. Inoltre, un inserto a Y frontale e removibile aggiunge sostegno per ottiche sporgenti: la confezione ne include due, per modelli lunghi o corti. Il risultato è di tutt'altra qualità rispetto alla vite spoglia del vecchio Crane, ed un bel vantaggio per la stabilizzazione manuale che precede l'accensione dei motori.

Zhiyun dichiara 60 secondi per collegare la camera ed agire sui quattro pomelli di regolazione, ma con un po' di pratica si riesce in meno. Se poi non si stravolge corpo macchina e lente, basta attaccare la piastra e muovere avanti e indietro il suo slider. L'obiettivo di questa calibratura è avere la macchina stabile nei tre assi; in breve, muovendola in alto e in basso, a destra e a sinistra, si dovrebbe sempre avere il corpo bilanciato e fermo. Poi si possono accendere i motori.


La piastra di aggancio e sgancio rapido Manfrotto di Zhiyun Crane 2.

Il vero punto di svolta nell'esperienza d'uso dello stabilizzatore è nei sistemi di controllo centrali. Abbiamo:

  • un joystick per controllare i movimenti di rotazione orizzontale, verticale e obliqua dei 3 motori;
  • una ghiera con tasto centrale (scatto foto) e pulsanti ai quattro lati per l'interazione con il menù di sistema e la regolazione delle funzioni della camera collegata;
  • due pulsanti per cambiare modalità di stabilizzazione (F, PF e L) e per accendere/spegnere i motori;
  • una rotella fluida per il controllo del focus, morbida e frizionata;
  • un display OLED con indicazione della modalità di ripresa, dello stato della batteria, della modalità di stabilizzazione e delle voci relative ai menù di sistema.

Zhiyun Crane 2 si controlla interamente da questi strumenti. Resta il Bluetooth con app per Android e iOS, e resta il supporto al telecomando ZW-B02 degli altri gimbal Crane. Ma non sono più strumenti necessari. Tutte le opzioni possono essere gestite dal yoystick e seguite sul display OLED. Tra queste, è importante regolare la potenza dei motori (minimo, standard e massimo, da 9.8 a 12.6V), la sensibilità della ghiera per il Follow Focus e il tipo di videocamera collegata (Canon, Panasonic, Sony e "Close", generica). Minori, invece, le regolazioni per il tipo di rotazione (pinch o roll) e la procedura guidata per la calibratura dei motori (da fare di tanto in tanto, magari dopo un aggiornamento del firmware).


Il display OLED di Crane 2 è visibile anche in pieno sole.

Il display OLED è visibile anche in pieno sole. I controlli sono intuitivi anche se il modello ha proprio in queste parti il deficit dell'unità di pre-produzione di cui vi parlavo prima. La mia ghiera piccola, ad esempio, è un po' più dura di quel che avrei voluto. Lo stabilizzatore può funzionare con tre modalità, da attivare con una o due pressioni del tasto Mode:

  • PF: pan following;
  • L: locking mode;
  • F: following mode.

Si può passare al volo da una all'altra e si può modificare inclinazione e rotazione con il joystick principale. A differenza del vecchio Crane, si può anche spostare la camera a mano senza rischiare di danneggiare i motori; un bel passo in avanti per chi deve trovare la giusta inquadratura "al volo".

Gli stessi pulsanti regolano le impostazioni di ripresa della camera collegata. Si cambia il tempo di scatto (TV), l'esposizione (E), l'apertura (AV) ed il valore ISO. Una pressione al centro del joystick scatta una foto mentre una in alto (LV) accende o spegne il Live View. Si può avviare la registrazione video con un click sul tasto rosso di accensione. Crane 2 supporta diversi modelli di reflex e mirrorless; in generale, sono supportate le più diffuse con microUSB o miniUSB. La mia Canon 760D, per dire, non è nella lista ma si comporta perfettamente. Idem per la Canon M6. La nuova Panasonic GH5 ha un connettore USB-C quindi serve un adattatore per poterla collegare. Alcuni modelli Sony possono essere caricati dalle batterie del gimbal mentre sono in funzione; per altri, come le 5DMark4, serve un cavo con connettore DR-E6 (non incluso).

Funzioni e macchine compatibili a settembre 2017 (tabella non definitiva).

Per questi dettagli vi consiglio di leggere il manuale utente in PDF, scrivere all'assistenza una email o contattare l'azienda sui social network. L'elenco delle compatibilità è in aggiornamento e conviene documentarsi prima di acquistare.

L'autonomia dipende dal peso della macchina collegata, dalla potenza data ai motori e dai movimenti fatti. Va dalle 12 alle 18 ore secondo l'azienda. Crane 2 usa 3 batterie IMR 18650 da 2000 mAh e 3.7V. Il loro caricatore ha due porte microUSB e tre LED di stato; le porta al 100% in due ore e mezza ma si può velocizzare l'operazione collegando due caricatori USB. Si usa una 5V quindi va basta anche un battery bank per smartphone.

Non ho mai fatto 18 ore di riprese continue con Crane 2 ma ho visto un'autonomia davvero valida. Credo che sia difficile fare meno di 10 ore continue con il kit di serie. Il draining è basso quindi non si corre il rischio di trovarlo scarico dopo qualche giorno fermo in valigia. L'affidabilità dipende comunque dal carico, dal peso della macchina; il vecchio modello iniziava a perdere colpi prima della scarica completa quando era collegato a camere al limite del suo payload (circa 1500 grammi). Nei movimenti più estremi, potrebbe accadere ancora. Arrivare a 3.2 kg di carico mettendo in conto corpo, lente ed eventuale luce o ricevitore microfonico, è comunque difficile visto il target di utilizzo del prodotto.

Considerazioni finali

Nelle riprese di tutti i giorni, Crane 2 è più affidabile di Crane perché supporta un carico doppio e perché aggiunge tutta la comodità dei controlli sul manico. Il display OLED e la ghiera fluida della messa a fuoco valgono da soli la spesa. Non ho trovato bug o veri difetti in questi giorni di prova; è una buona notizia considerando che questo è il primo firmware e che la mia è un'unità di pre-produzione. Restano dei limiti dovuti al formato, all'ergonomia. Per sfruttare a pieno Crane 2 bisogna reggerlo con una mano e questo, alla lunga, stanca il braccio. La stessa valigia per il trasporto occupa un piccolo trolley, quasi un bagaglio a mano. Per dire che il vecchio modello resta consigliato per mirrorless o corpi macchina attorno a 1 kg. La differenza di prezzo è piccola (circa 200 euro), ma Crane 2 è uno strumento diverso da Crane e non è detto che sia più adatto al lavoro che dovete fare. Altri dettagli su zhiyun.com.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Clicksmart a 329 euro oppure da ePrice a 389 euro.

33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
zonaovale

Sapete se funziona con tutte le EOS? tipo la 500d?

Simone

Mi dispiace non saprei aiutarla :(

Tony Pierri

Salve ragazzi ma vi risulta che il crane plus nn riesce ad avere un ottima resa circa funzione follow focus? Cioe' voglio dire se riprendo nn mi da sensazione tipo drone che mette a fuoco tutto cio' che vede in automatico e senza aspettare? Grazie a chi rispondera' . tonypierri@gmail.com

Riccardo P

E' la conversione Youtube. L'originale esportato è ok.

Riccardo P

Sopra c'è la lista delle cam supportate, ma controlla anche sul sito zhiyun perché potrebbero esserci novità. I link sono sopra.

Matteo Avellino

Scusa Riccardo, sai dirmi se il focus controller funziona anche se collegato a dslr Nikon?

Fiber to the gabinett

Zhiyun craneeeee!

Polezzz

Sono ricondizionati, poi la garanzia te la danno?! Mah!

nutci

Dipende. Io non vorrei morire mai. Ho troppe cose da fare.

sardanus

troppo basso il bitrate del filmato a 1080p, si vedoo artefatti ovunque, specie nelle fontane

mat

Cancella i cookie.

artick82

FB me li fa vedere a ogni refresh. e tutte le volte con nomi diversi.

scrofalo

Un prezzo troppo basso è il primo segnale che c'è qualcosa che non va.

artick82

https://uploads.disquscdn.c...
OT. Quanto sono attendibili?? Facebook mi bombardando di questi annunci.

500euro

Preferisco morire sul letto di casa, mentre dormo. Lo trovo più fantastico!

nutci

Tutti dobbiamo morire, tanto vale farlo in modo fantastico no?

SimOOne

Interessantissima la possiblità di utilizzare una sola piastra anche per il cavalletto.. Forse una delle caratteristiche più importanti..

Claudio Antonetti

Ma invece un gimbal un po "meno pro" di questo per reggere una mirrorless?

Musicology76

x Riccardo: mi sai dire se i comandi per il remotaggio sono compatibili con Nikon D610 e\o D750?

Nick126

Io penso che semplicemente quando prendono attrezzatura nuova per realizzare il resto dei contenuti dato che ci sono recensiscono anche quella.

vincy

Credo che se contattassero Canon/panasonic/Sony etc. per camere Compatte etc. Per recensioni gliele darebbero.

La gh5 é stata data

500euro

Ottimo accessorio per fare i selfie vicino crateri ardenti, strapiombi, ponti tibetani, onde anomale, gabbie di animali feroci. In questi casi serve uno stabilizzatore molto valido altrimenti rischi di farti male per fare la foto più "intelligente" da condividere con chi dopo ti porterà i fiori al funerale.

wjolol

QUesto si che si può chiamare stabilizzatore pro

Simone

Peccato... :)

Simone

Non costa molto, mi aspettavo 1200

Simone

Altre marche per Jibal consigliate?

Riccardo P

Ci sono Francesca e Stefania. Costanza no.

GianlucaA

Credo recensiscono solo le camera che ricevono gratis

ciro

Non c'è nessuna Costanza nel team.

Alessio Alessio

hahaha lo stavo scrivendo io!

Wylly 86

Solo io ho letto "Ziu Kane" ?

ferragno

mi sono fermato al prezzo... :°-(

vincy

Ragazzi ma le fotocamere non le recensite con costanza?
Ho visto solo che fate recensioni di alcuni modelli in maniera sporadica e delle action cam.
Compatte e mirrorless di fascia media vengono completamente snobbate

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!