DJI: arriva la modalità privacy per enti pubblici e privati

02 Ottobre 2017 0

Purtroppo più cose diventano "smart", più ampio è il quantitativo di potenziali vittime di attacchi hacker. E quando questi dispositivi comunicano con Internet, il potenziale rischio di fuga di dati sensibili è semplicemente troppo alto per essere accettabile in certi ambienti.

Pochi mesi fa l'esercito statunitense aveva deciso di proibire l'uso di droni DJI proprio per queste ragioni. La società, dal canto suo, aveva promesso poco più di un mese fa che si sarebbe adoperata per redimere la questione - nello specifico con una nuova modalità privacy in cui l'app non scambia alcun dato su Internet quando il drone associato è in volo.

Per ora la novità è in fase di distribuzione in DJI Pilot, l'app scritta specificamente per il tablet proprietario CrystalSky e alcuni tablet Android. Si attiva/disattiva con password obbligatoria. Se ne valuterà la ricezione da parte dei consumatori, e poi eventualmente si distribuirà anche all'app più generalista DJI GO e su iOS.

La cautela nella distribuzione si spiega se si considerano le implicazioni che comporta una funzione del genere: se l'app non è in grado di comunicare con la Rete, la Rete non può sapere dove sono né l'utente né il drone, e quindi non può fornire mappe, avvisi, segnalazioni sulle eventuali no-flight zone e molto altro ancora. Insomma, è necessaria molta più responsabilità da parte del pilota - che va bene quando si tratta di personale militare specializzato, un po' meno con le persone normali.

Le organizzazioni private e pubbliche che hanno a cuore la privacy dei loro dati, tuttavia, saranno ben contente di sapere che molti dati "personali" del drone non vengono trasmessi nemmeno se la modalità privacy è disattivata: per esempio DJI cita i registri di volo, la rotta percorsa e le posizioni GPS, le velocità, le durate dei voli, le quote raggiunte le foto e i video registrati. Il comunicato stampa originale, in inglese, è disponibile qui.

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Media World a 139 euro.
Dji Mavic Pro Fly More Drone (bundle) è disponibile da puntocomshop.it a 1,180 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?

LG mostra il TV arrotolabile che sparisce all'interno della sua base | Aggiornata

"Stranger Things" 2 è disponibile su Netflix | 7 COSE DA SAPERE | Video

Recensione TV OLED Panasonic TX-65EZ1000: il Plasma ha trovato il suo erede