Movies Anywhere: film comprati su Play, iTunes e Amazon in una sola app

12 Ottobre 2017 6

Avere a disposizione tanti servizi di vendita online di film è una gran cosa: c'è più scelta di titoli, più concorrenza e maggior compatibilità di formati e dispositivi. Ma ci sono alcuni svantaggi, tra cui: ricordarsi cosa si è comprato e dove. Specialmente se si usano dispositivi che spingono su un determinato servizio e ne bloccano altri: iTunes non è presente su Android, per esempio, e Play Film non c'è sui dispositivi Amazon Fire. Amazon Video, per contro, non supporta il protocollo Google Cast; e così via.

Movies Anywhere nasce proprio per risolvere questo problema. In una sola applicazione sarà possibile trovare i film acquistati su Play Music, VUDU, iTunes e Amazon. E vederli sul dispositivo che si preferisce.

Al momento quella di Movies Anywhere non è molto più di una bella promessa, con molte questioni ancora da risolvere. Per cominciare, non tutti i film sono supportati da subito. Al momento fanno parte del progetto solo alcuni grossi studios, come Sony, 20th Century Fox, Universal e Warner Bros; mancano, per esempio, Lionsgate e Paramount, più tutti quelli minori.

Secondo TechCrunch, il catalogo iniziale di film compatibili sarà di circa 7.300 titoli; per fare un paragone, l'intera libreria di iTunes ne conta 65.000. E poi c'è la disponibilità, che per ora è riservata solo agli Stati Uniti. La lista di piattaforme e standard supportati, comunque, sembra ragionevolmente completa.


Movies Anywhere è un'evoluzione di Disney Anywhere, un servizio lanciato nel 2014; chiaramente prima si rivolgeva solo ai titoli Disney, e ora ambisce a diventare universale. La strada è ancora molto lunga e raramente servizi analoghi sono riusciti a imporsi in passato in altri settori; ma ci speriamo comunque. Per maggiori informazioni QUESTO è il sito ufficiale.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
RiccardoC

concordo, per quello dico che la strada è ancora lunga; fin tanto che ci sarà il DRM quello che "compri" non sarà mai tuo. Almeno adesso lo compri da una parte e ce lo hai anche dalle altre, sempre che un bel giorno non falliscano tutti ovviamente

takaya todoroki

per prima cosa devono togliere parola come 'compra' (usato anche in questo articolo), 'tuo' e così via..
Un film su supporto fisico lo puoi vendere, prestare, ricevere in prestito e dare in eredità e sei certo che riuscirai a riprodurlo anche quando il tuo lettore smetterà di funzionare (basta che ne compri uno compatibile).
Con queste robe digitali il concetto di 'tuo' e 'comprare' non esiste proprio.

Squak9000

Fino ad ora la piattaforma con cui mintrovo meglio è iTunes!
(normalmente cerco di usare più i servizi Google)

Per il semplice fatto ve non esiste che sul PLAY Store molti film siano ancora e SOLO in STEREO mentre su iTunes sono tutti in DOLBY 5.1!

Non la capisco proprio questa storia...

StriderWhite

Infatti in tutto questo tempo ho comprato solo un album su iTunes, l'ho reencodato in mp3 e l'ho caricato su Play Music per ascoltarlo quando volevo...con i film sarebbe assai più complesso (leggi praticamente impossibile) motivo per cui finora ho solo noleggiato i film che mi interessavano.

Andrej Peribar

Quando c'è bisogno di queste applicazioni vuol dire che nessuno fa bene il suo lavoro

RiccardoC

un passo nella direzione giusta, ma la strada è ancora lunga per avere finalmente un'offerta onesta

Recensione TV TCL 55DP660, l'Android TV HDR da battere nella fascia dei 600 Euro

Recensione TV OLED Sony KD-55AF8, alta qualità audio-video e Dolby Vision

Recensione QLED TV Samsung QE65Q9FN, nero profondo e ideale per i videogiochi

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo