iFi Audio lancia Nano iDSD Black Label, DAC e amplificatore cuffie portatile

02 Novembre 2017 25

iFi Audio ha presentato il DAC portatile e amplificatore cuffie nano iDSD Black Label. Questa categoria di prodotti, sempre più diffusa, permette di migliorare la qualità della musica affidando la conversione digitale-analogico a componenti più prestanti rispetto alla media. Il prodotto è realizzato in alluminio e si presenta con una livrea completamente nera. Le dimensioni sono piuttosto compatte: 96 x 64 x 25,5 mm con un peso di 139 grammi. La conversione è affidata a DAC Burr-Brown capaci di supportare file in PCM (fino a 384kHz/32-bit), DSD256, DXD e MQA (maggiori informazioni le potete in questo articolo).


L'amplificatore integrato utilizza una configurazione Dual Mono e può gestire cuffie con un'impedenza fino a 600 Ohm. La connettività è ampia. Troviamo una porta USB asincrona Tipo-A (che permette di collegare il DAC anche a un PC), un'uscita in linea su jack da 3,5 mm e una doppia uscita cuffie. L'energia viene fornita da una batteria integrata, capace di garantire fino a 10 ore di funzionamento. Nano iDSD Black Label viene proposto al prezzo di 200 Sterline, poco più di 220 Euro.

Battery Phone a meno di 200€? Xiaomi Mi A2 Lite è in offerta oggi su a 139 euro.

25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
gianni

Buongiorno a tutti, anche io avrei bisogno di aiuto da chi ne sa piu' di me. E' vero che se collego il vecchio lettore CD tramite uscite digitali al nuovo ampli Yamaha RX-V581 bypasso il DAC interno del player e uso quello del ampli che dovrebbe essere migliore BUR BRAUN 24/192? Grazie anticipatamente a tutti.

Jerda

Portatile è appena uscito il fiio q1, consigliatissimo

Takethis88

Le Shure 215 sono ottime come isolamento dai rumori esterni. Le porto costantemente con me nei viaggi aerei, è esattamente come avere dei tappi per le orecchie. Quando la mia ragazza parla e siamo nella stessa stanza, a musica spenta, non la sento. Con questo livello di isolamento si possono usare volumi molto bassi per ascoltare la musica e apprezzare pienamente ogni nota. Vengono forniti diverse dimensioni di gommini per trovare quello più adatto al proprio orecchio. Come comodità concordo, direi dopo due/tre ore cominciano a diventare scomode e a richiedere una pausa. Il suono è quello di una classica cuffia monitor, senza enfasi, molto piatto e neutro. Personalmente lo adoro. Le uso per allenarmi e ascoltare musica dal pc e smartphone. Il cavo extra lungo non intralcia assolutamente ed è molto comodo anche se abbastanza rigido. Durante la corsa mostrano una po di microfonicità. Assolutamente soddisfatto dopo quasi 5 anni d'uso.

Takethis88

Utilizzo le Shure SE 215 e una scheda creative X-Fi, rispetto all'integrata è tutta un altra cosa. Di preciso non saprei identificare un singolo fattore che faccia la differenza, ma ogni strumento suona più preciso e "vero", più naturale. Inoltre il rumore "elettronico" di fondo è pari a 0. Come scritto da altri sopra i 16bit/48kHz è solo marketing, non preoccuaparti.

Sistox v2

Douk dac con xmos

Eugenio1900

Fiio e10k, io ho il vecchio e10 da 6 anni e ancora non da alcun segno di cedimento (è poi collegato ad un amplificatore a parte se uso cuffie oltre una certa impedenza).
Di sicuro rispetto a schede audio integrate la differenza c'è, ma non so come sia rispetto ad altre soluzioni tipo il dragonfly

Eugenio1900

È già difficile apprezzare la differenza con impianti migliori, quindi va tranquillo che non ti serve occupare così tanta memoria in più. Forse se hai un orecchio finissimo e un buon dac la differenza la noti, ma pensando ragionevolmente non avresti benefici

AceDuff

Senza alcun dubbio meglio un dap separato. Il K1 lo devi comunque attaccare al telefono mandando alle ortiche la comodità, quindi tanto vale avere un dispositivo separato, che oltretutto non intacca la batteria del telefono.

Pierpaolo Romano

Infatti cambiando periferiche la differenza si fa sentire

bersecs .

Schiit fulla 2

Pierpaolo Romano

Avevo intenzione di affiancarle a un FiiO X1 o di prendere un DAC FiiO K1 per "arrangiare" con uno smartphone , secondo te cosa conviene?

Pierpaolo Romano

Come suoni ci siamo , non abbondano i bassi ma la cosa è soggettiva. L'unico problema sono la loro forma che non è molto compatibile con la conformazione delle mie orecchie e quando le tengo per qualche ora mi ritrovo le orecchie indolenzite. Le ho comprate nel 2013 a circa 100€

Midnight

Come sono le tue Shure a livello di riduzione del rumore e comodità? Ero intenzionato a comprare le SE125

AceDuff

Per andare oltre i canonici 16 bit in una modalità che abbia senso devi cambiare tutto il setup, a partire tassativamente dalla scheda audio e passando a delle in-ear di fascia superiore, o meglio ancora a delle cuffie over-ear.
Comunque anche così l'utilità dei formati hi-res rimane limitata, quando hai la classica qualità cd (16bit/48kHz) sei già a posto, fa di più la strumentazione. ;-)

talme94

Sono in ear quindi non ci si può aspettare troppo. Però forse provando con un dac migliore (e avendo un orecchio allenato) si potrebbe notare la differenza con file lossless

talme94

Solo DAC o scheda audio? Perchè avevo la asus xonar u7 e per il suo prezzo era più che valida. Poi dopo 3 anni si è rotta ma spero sia un caso

talme94

Aggiungo al commento di ale che principalmente le schede audio per PC sono in grado di simulare il sorround su diffusori stereo

ale

Il DAC è semplicemente un convertitore digitale -> analogico, non fa altro processing, la scheda audio invece almeno in origine aveva dei processori specifici per processare e produrre il suono, in pratica era un sintetizzatore (di fatto il chip che si usava era lo stesso presente in molte tastiere), quindi di più di un semplice DAC.

Ma di fatto al giorno d'oggi anche le schede audio nei PC sono praticamente dei DAC perché tanto tutte le funzioni di processing sono fatte via software per cui non cambia più nulla.

Nicola Buriani

Come dicevo sotto c'è l'AudioQuest DragonFly Black.
Non è proprio come questi perché sarebbe progettato per le porte USB Tipo A, però con un adattatore lo usi anche sui dispositivi mobile.

Gabriele Porcu

esistono DAC veramente low cost che possano comunque garantire un miglioramento della resa audio? giusto per entrare timidamente in questo mondo audiofilo ahah

ilCristoVolanteNonIdentificato

Qualcuno sarebbe così gentile da spiegarmi che differenza c'è tra dac e scheda audio?? Sento gente dire che la scheda audio delle loro mobo non è un gran che e quindi optano per queste cose ma a cosa servono??
thx

Pierpaolo Romano

Domanda banale: ho un paio di Shure SE215 , attaccandole alla scheda audio integrata sul pc e ascoltando file FLAC sono in grado oppure no di sfruttarle a pieno? So che sono cuffiette di fascia bassa ma volevo dei consigli da chi ne capisce meglio di me. Un file FLAC 24bit/192 kHz non può essere apprezzato a pieno con queste cuffie , è giusto? Perdonatemi se ho scritto delle scemenze

Nicola Buriani

AudioQuest DragonFly Black.

NaXter24R

Qualche DAC degno sui 100€ massimo?

turbognu

Ha il giec haudio scaffale obsoletohh

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!