Technics mostra in video SC-C70, sistema stereo compatto con Bluetooth, Wi-Fi e USB

08 Novembre 2017 8

Technics ha realizzato un video che mostra il sistema stereo compatto Ottava forte SC-C70. Il prodotto si presenta come una soluzione "all-in-one" (tutto compreso) per la riproduzione di CD, file audio in alta risoluzione e musica in streaming. L'aspetto è sicuramente originale: lo chassis è realizzato in alluminio. Il frontale è fortemente caratterizzato dalla presenza di deflettori acustici, utilizzati per ottimizzare la riproduzione della musica. Sul lato superiore è posto il lettore CD, celato da un vetro acrilico. L'aspetto complessivo è quello di una sorta di grande speaker wireless.

All'interno troviamo 5 altoparlanti, tutti calibrati tramite la tecnologia LAPC (Load Adaptive Phase Calibration), in modo da assicurare che ciascuno dei trasduttori venga pilotato in maniera ottimale. Per migliorare la resa sonora sono state utilizzate delle lenti acustiche posizionate di fronte ai tweeter. La sezione di amplificazione (digitale) è derivata dai prodotti Technics a componenti separate: ritroviamo quindi i processori JENO (Jitter Elimination and Noise-shaping Optimisation) ed il relativo intervento sul jitter.


Per compensare gli effetti dell'ambiente sulla musica riprodotta, Technics ha implementato il sistema di calibrazione Space Tune. Le funzionalità comprendono, oltre alla già citata lettura di CD, la possibilità di riprodurre file in alta risoluzione da USB e rete locale, tramite Ethernet e Wi-Fi. Sono supportati DLNA, UPnP ed AirPlay. L'applicazione Technics per iOS e Android permette di gestire tutte le funzioni da smartphone e tablet. I dispositivi mobile possono anche inviare l'audio da servizi come Spotify e Tidal tramite Bluetooth.

Il prezzo di listino è indicativamente fissato intorno agli 800-900 Euro.

Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 749 euro oppure da Unieuro a 799 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
IlDucaBianco

Che un tempo la filosofia dei prodotti technics e non solo era ben diversa dai prodotti attuali così come le abitudini di fruizione della musica da parte dell'ente persone.
Oggi si va verso prodotti all' in One e musica in streaming per lo più compressa e proveniente da studi di registrazione con impostazioni molto poco audiofile.

Poi cerchiamo tutti il mega DAC in grado di fare miracoli.
Insomma fast food musicale.
Io ho una sala dedicata casse enormi un centinaio di kg fra finali preamplificatori ecc ma alla fine il 90% della mia musica l ascolto dal vivavoce del telefono o dal misero bang olufsen della mia auto che a parte il nome resta pur sempre l impianto di serie di un auto con tutti i suoi limiti

Oliver Cervera

Il concetto mi piace ma costa un botto. Quindi no grazie e lo "assemblo" io con diversi componenti.

Loris Piasit Sambinelli

Caspita ma quanta certezza che hai. Sopratutto senza aver sentito il prodotto in questione. Ripeto finchè non si sente come si fa a giudicare un prodotto?

Giancarlo Pergola

Di modelli digitali ne ho sentiti una valanga, questo non l'ho sentito ma la linea è sicuramente uguale, non puoi dire che una suono puro è per forza migliore ci sono anche altre sfumature che

Loris Piasit Sambinelli

e tutto ciò in riferimento a questo articolato che mizzega c'entra?

Loris Piasit Sambinelli

scusami ma lo hai già sentito per poter dire "questo è sintetico e chi ha orecchio intenda" o spari cavolate per partito preso?

IlDucaBianco

È cambiato il modo in cui le persone fruiscono della musica.
siamo nell'era fast food musicale.
Nel bene e nel male.

Giancarlo Pergola

Non lo confronto con i miei techincs ampli vintage anni 80..suono caldo r manipolabile...questo è sintetico e chi ha orecchio intenda

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi