Amazon conferma la serie TV basata su "Il Signore degli Anelli"

13 Novembre 2017 146

Amazon ha confermato l'arrivo di una serie TV ispirata a "Il Signore degli Anelli", l'opera letteraria scritta da J.R.R. Tolkien e già adattata per il grande schermo da Peter Jackson. La produzione sarà affidata agli Amazon Studios in collaborazione con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line Cinema, una divisione di Warner Bros. Entertainment. La serie sarà ambientata nella Terra di Mezzo e narrerà eventi precedenti rispetto al film "La Compagnia dell'Anello" (il primo della trilogia). L'accordo include anche eventuali "spin-off" della serie principale.

Sharon Tal Yguado, responsabile dei contenuti originali di Amazon, ha dichiarato:

Il Signore degli Anelli è un fenomeno culturale che ha catturato l'immaginazione di generazioni di fan tramite la letteratura e il cinema. Siamo onorati di poter lavorare con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line su un progetto così emozionante e siamo entusiasti di poter portare tutti i fan di Il Signore degli Anelli in un nuovo, epico viaggio nella Terra di Mezzo.

Matt Galsor, portavoce di Tolkien Estate and Trust e HarperCollins, ha aggiunto:

Siamo molto felici che Amazon, con il suo impegno a lungo termine nell'ambito della letteratura, ospiti la prima serie TV in più stagioni di Il Signore degli Anelli. Sharon e il team degli Amazon Studios hanno idee fantastiche per portare sullo schermo storie inesplorate basate sugli scritti originali di J.R.R. Tolkien.

Il debutto su Amazon Prime Video è fissato per il 2020.


146

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Danny #

Sono romanzi differenti: uno è un'opera di alta letteratura e di pregevole valore artistico, gli altri sono libri di intrattenimento fine a sé stessi che personalmente ho molto apprezzato ma che valgono quanto un film degli Avengers, cioè niente. Non ci vuole molto a capirlo e ancora non ci arrivi.
I libri di Brooks penso di averli letti tutti: La Spada, le Pietre Magiche, la Canzone, il Ciclo degli Eredi di Shannara, il viaggio della Jerle Shannara, il ciclo su Grim Ohmsford, gli ultimi apocalittici, il ciclo del Demone e il ciclo di Landover.
Ho apprezzato particolarmente gli ultimi due, molto più originali, personali e non deviati dall'epic fantasy che non sa fare.
Te lo ripeto: sono libri di intrattenimento, di facilissima e scorrevolissima lettura ma poco più di semplici sceneggiature.
Dal punto di vista artistico non lo vedono neanche a Tolkien, dal punto di vista poetico non ne parliamo, dal punto di vista estetico idem.
Per TE ISDA è prolisso e noioso, TU parli di sensazioni soggettive elevandole a verità assolute. Per ME non è affatto così, ISDA l'ho letto e riletto e non mi ha MAI annoiato se non la prima volta quando avevo 10 anni.
Libretto preferito... la cosa brutta del web è la gente che parla senza cognizione di causa.
I miei libri preferiti sono Il Signore degli Anelli, l'Inferno (della Divina Commedia), Delitto e Castigo, il fu Mattia Pascal, Satura (nonostante le feroci critiche di Pasolini), Harry Potter, Le Braci, Tre uomini in barca, Gente di Dublino, lo Spleen di Parigi, Cecità, Conversazioni in Sicilia.
A memoria queste opere le metto praticamente sullo stesso piano, ISDA ed Harry Potter hanno un certo peso in quanto formative della mia adolescenza.
Poi apprezzo tantissimo Brooks, Dan Brown, Smith, Cussler, Hosseini, Follet, Saviano (Gomorra) e tantissimi altri.

apps accaunt

Si l' hai usato, non centrando "l'intelligenza" assolutamente nulla rispetto ad un giudizio su un libro. Non mi metto nemmeno a fare la punta sulla tua arroganza nel (per ben 2 volte) ripetere "forse un giorno crescerai", non centrando (nuovamente) nulla e dimostrando appunto solo arroganza. Per ultimo ti informo che sono decisamente più colto di te quindi non stracciarmi il ca@@o perchè ti ho toccato il tuo libretto preferito, che tralasciando ogni altra analisi seria in merito è OGGETTIVAMENTE PROLISSO E NOIOSO

Qubit

E dove trovi tutte le certezze dell’infinita del ’resto’ oltre la preferenza complessiva? Questo discorso non ha un minimo di senso. Ciao.

Danny #

Cosa c'entra il paragone musicale, oltretutto fatto tra autori completamente diversi (Wagner - Nino DAngelo)?
Ho usato impropriamente il termine? Io non credo dato che chiunque sa e comprende ciò che ho scritto, tu no ergo ne difetti.
Ti ripeto: forse un giorno crescerai. In quel momento prova a rileggere ISDA (romanzo oltretutto molto piacevole, scorrevole e leggero).
Cmq io non è che "voglio fare il colto": io SONO colto.
C'è gente più colta di me -ovviamente e per fortuna- ma io sono colto, soprattutto nell'ambito letterario.

apps accaunt

scrisse quello che ovviamente si ascolta tutti i giorni Tristano & Isotta di Wagner al posto di Nino D'Angelo (e che volendo fare il colto non ha la minima idea di cosa voglia dire il termine intelligenza, usandolo appunto in maniera assolutamente priva di senso)

Danny #

Per niente.
Personale può essere la preferenza complessiva a livello di intrattenimento ma non il resto.

Frankbel

Certo su Gandalf ce ne sarebbero di storie da raccontare, Aragorn probabilmente pure.
Il mio avatar è un embedding esagonale del grafo di Petersen 3-colorato. Gli esagoni possono facilmente tessellare una superficie piana come la tua coperta...

Qubit

Sono pareri personali.

AceDuff

No, non può essere, per il semplice fatto che GOT non lo è. Da appassionato delle prime stagioni, quando crei dei buchi di trama grandi come il Gran Canyon e sconvolgi gli archi temporali neanche fosse Interstellar l'acclamazione non te la meriti più.
Ah si, dimenticavo la CGI da "tira una monetina", dove si tagliano personaggi perché mancano i soldi.

Danny #

Eh vabbè, purtroppo l'intelligenza non è per tutti.
Shannara è un romanzo d'intrattenimento (piacevole) che parte da un plagio, l'altra è un'opera letteraria di livello mondiale prolissa manco per niente e noiosa solo per chi ha un lessico di 100 parole e non ne comprende lo stile.
Vai a giocare con i soldatini. Apprezzi Brooks? Bene (anche io) ma non ergere la tua minorità a legge. Forse crescerai e ne coglierai la bellezza artistica, il percorso cristiano, la pietas che permea il romanzo e tanto altro.

apps accaunt

Diciamo che migliorato quel mattone...

apps accaunt

Uno è un mattone noioso e prolisso l altro un eccellente romanzo fantasy

apps accaunt

Tutti super lettori qua..

apps accaunt

Ma non scherzare....

Dwarven Defender

la concezione per libro da bambini era un'intenzione iniziale e poco più. Tolkien infatti si allontanò immediatamente da quel target lasciandolo al suo amico e collega Lewis: i nani di Tolkien pur traendo chiaro spunto dalle fiabe sono personaggi molto diversi e molto più complessi e tormentati (specialmente Torin). Gli antagonisti non sono poi certo fiabeschi (almeno non le fiabe "moderne")...

Luca Sparrow

quella della carota?

Ikaro

Appunto! Stessa cosa questa serie ;) per costare, li attori devono essere noti, per essere noti la serie deve andare bene... Ergo non hanno senso tutte ste p1pp3 mentali sul budget...

Midnight

Gandalf è nella terra di mezzo da 2000 anni, ce ne sarebbero tante da dire su di lui, e pure Aragorn è vissuto sui 200 anni...
P.s. in questo momento sono sdraiato sotto una coperta con un motivo decorativo praticamente identico alla tua foto profilo...

Frankbel

Il mio timore è che si limitino a fare un prodotto relativo ai personaggi noti al grande pubblico, tipo Aragorn o Gandalf.

Midnight

Di primo acchito non ricordo nessun evento di particolare rilevanza tra quelli antecedenti alla trilogia nel breve periodo, ed inoltre pure tutta la terza era è un po' scevra di grandi eventi degni di nota

Frankbel

Corretto.
Dalla news:
"La serie sarà ambientata nella Terra di Mezzo e narrerà eventi precedenti rispetto al film "La Compagnia dell'Anello" (il primo della trilogia). L'accordo include anche eventuali "spin-off" della serie principale."
Se fossero stati eventi della prima o seconda era con tanto di Numenor, non avrebbero specificato "eventi antecedenti alla prima trilogia", in quanto già la seconda è cronologicamente antecedente.
Probabilmente vogliono usare i personaggi della prima trilogia che, elfi a parte, hanno vissuto per l'appunto durante la fase conclusiva della terza era.

Midnight

Il mondo è lo stesso ma le ambientazioni sono perlopiù diverse, la distanza Gondor-Erebor è pari a quella che c'è tra la Tunisia e la Scandinavia, i personaggi non sono proprio gli stessi, in comune i due libri hanno principalmente solo Gandalf e Bilbo (quest'ultimo appena presente nel SdA) , inoltre Lo Hobbit accenna solo vagamente degli eventi che poi scateranno la Guerra dell' Anello che poi saranno successivamente elaborati da Tolkien.
Infine lo Hobbit originariamente era un libro per bambini, mentre il SdA è un vero e proprio tomo del genere high fantasy, che con Lo Hobbit spartisce solo qualche personaggio e certe ambientazioni, e poco altro

Dwarven Defender

nello stesso mondo, con gli stessi personaggi, con la situazione "globale" diretta evoluzione di quella presentata nel "lo hobbit" ?

Matteo Ronchi

o anche: se son rose fioriranno, se son cachi....

Danny #

E che sono 15 anni?

DeeoK

Beh, recente è un parolone, ha comunque 15 anni.
Vediamo un po' cosa tireranno fuori, effettivamente non se ne sente la necessità.

azi_muth

Superstar lo sono diventate con la serie.
Ciò non toglie che anche i compensi aumentino di conseguenza.
D'altro canto non è Beautiful...se se andasse via qualche attore del cast originale avrebbero dei problemi con i fan...

Midnight

Come lo sai? Inoltre non vorrei dire una cazz@ta ma la terza era si conclude con l'incoronazione di Aragorn/Granpasso/Elessar

Midnight

Guarda che non c'è bisogno che mi stai a spiegare tutta la trama e i collegamenti, inoltre i due libri sono sì collegati ma comunque non a tal punto da definire SdA un sequel, e non solo a livello di contenuti ma anche da come è stato concepito

Danny #

Allora non mi interessa, il lavoro di Jackson è troppo recente e bello per interessarmi una reiterazione che mi sembrerà per forza di cose peggiore.
Chissà, forse potrà interessare ai nati nel 2000.

DeeoK

A quanto ho capito partirà da prima della Compagnia per poi proseguire con la trilogia classica.

Danny #

Appunto, una è un'opera letteraria, l'altra è un godibile plagio.

Jon Snow

Dalle ceneri la fiamma sarà risvegliata,
una luce dall'ombra spunterà.
Rinnovata sarà la lama che fu spezzata,
il senza corona di nuovo re sarà.

Frankbel

ua-tah

Ngamer

io si :P

Frankbel

A cosa pensavi si riferisse allora?

Frankbel

Non credo, la serie riguarda gli eventi sul finire della terza era.

Patrizio

Non capisco il senso di esaltare una cosa per discriminarne un'altra.
Non potrà essere che sia l'una che l'altra serie siano dei ''colossal'' bellissimi?

Dwarven Defender

SPOILER ON: le vicende narrate nel lo hobbit sono strettamente correlate a quelle del Signore degli Anelli. Nel SdA ci sono continui riferimenti alle vicende del LH (dal drago ai troll a pungolo all'anello stesso) e a ben vedere le vicende del SdA nascono proprio dall'incontro tra Bilbo e Gollum... alcuni dei personaggi de Lo Hobbit appaiono anche nel SdA e molti di essi sono fondamentali nelle vicende delle due storie (dal Re Stregone a Galadriel a Elrond agli stessi Gandalf, Bilbo e Gollum)... se non è un sequel questo ;D

Alessandro

Speriamo! Che il fantasy, per qualche ragione, viene sempre bistrattato, nonostante le enormi potenzialitá che concede (anche nelle riflessioni di varia natura).

Liuk

Il problema è usare un controincantesimo per spegnerla!
xD

Jam

Si volevo solo sottolineare che got ha goduto di budget pazzeschi a seguito dei risultati avuti per merito della storia più che degli effetti speciali in sé. L'auspicio é che si faccia altrettanto con questa serie investendo in sceneggiatori piuttosto che in post-produzione posticcia.

Solaris

Non ci si poteva fare una battuta diversa. Impossibile.

Danny #

No, non c'entra davvero niente con got, significherebbe snaturare davvero troppo lo spirito del libro.
Io credo che la trasposizione cinematografica di un'opera del genere debba essere una rivisitazione profonda ma se perdi la spirito originario, se non cogli l'anima dell'autore fai una sciocchezza.
Se fai un'americanata banale e scialba fai una schifezza; Tolkien era quello che era e devi cercare di capire l'autore originario, un uomo colto, vissuto in una certa epoca e con suoi valori, passioni, idee. Questo devi renderlo, sennò scrivi una sceneggiatura originale prendendo giusto spunto dal suo fantasy così come hanno fatto, giustamente, tutti.

Solaris

No, aspè, ma stai a di lo sdoppiaggio dei Tre Quarti? C'è la scena di Frodo, Sam e Gollum al fiume che fa pisciar sotto dalle risate XD

Ciuz

silmarillion?

k87

beh, se prendono ad esempio il Silmarillion, la Caduta di Numenor e la Seconda Era aivoglia a guerre, morti e tromb4te ;D

Alessandro

Per un secondo ci ho pensato anche io, ma non credo proprio che la Tolkien Estate accetterebbe una cosa simile, visto quanto fanno gli schizzinosi (a loro non sembra piacere mai nulla, ma i diritti li danno comunque...).

dannyD

Vedendo il tend del momento, adatteranno il fantasy classico alla moda e sarà più in stile got... ma spero di sbagliarmi :S

Gabriele

vi prego date una lezione ai bimbiGoT

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima