L'Europa favorirà la diffusione senza blocchi territoriali di TG e radio online

15 Dicembre 2017 61

Aggiornamento:

Il progetto che prevede la visione dei contenuti audiovisivi durante una permanenza all'estero non è stato abbandonato. Le notizie circolate la scorsa settimana hanno confuso due normative differenti. A ricevere una sonora bocciatura è stata la cosiddetta "SatCab". Ad essere definitivamente bloccata è la ritrasmissionie dei contenuti in tutta Europa. Gli operatori non possono quindi ritrasmettere un contenuto dopo averne acquisito i diritti per un singolo Paese, cosa che invece la SatCab avrebbe permesso. Si è quindi voluta ribadire la validità dei blocchi territoriali nella gestione dei diritti.

Post originale - 14 dicembre 2017

I cittadini europei non potranno utilizzare liberamente i servizi online dall'estero. Sfuma quindi la normativa che prometteva di superare i limiti territoriali. Il progetto, discusso più volte nel recente passato, nasceva con l'idea di garantire ai cittadini UE l'accesso dall'estero ai contenuti che erano stati acquistati legalmente o per i quali era stato sottoscritto un abbonamento nello Stato membro di residenza. Questa possibilità doveva rendersi disponibile in caso di vacanze, viaggi d'affari o soggiorni di studio di durata limitata.

I deputati del Parlamento europeo hanno approvato martedì un mandato negoziale, preparato dalla commissione giuridica, con 344 voti favorevoli, 265 contrari e 36 astensioni. Purtroppo l'impianto è stato letteralmente stravolto alle fondamenta, tanto da scatenare le ire di Andrus Ansip, vicepresidente della Commissione Ue per il mercato digitale:

Il voto odierno è una delusione per la gente, i creatori e la diversità culturale, sembra di essere ancora nel XX secolo.

Le nuove norme mirano a rispondere alla crescente domanda di televisione e radio online e rendono più semplice la diffusione online di notiziari e programmi di attualità anche in Stati membri diversi da quello dove sono stati prodotti. Attualmente le emittenti radiotelevisive devono ottenere la liberatoria dai diritti d'autore per ogni Paese in cui intendono trasmettere online notiziari e programmi di attualità, spesso necessaria in tempi brevissimi. Con le nuove norme sarebbe possibile ottenere l’autorizzazione solo nel proprio Paese, per poi poter diffondere il programma in tutta l’UE. I cittadini potrebbero quindi un ottenere un accesso transfrontaliero (quindi dall'estero) semplificato ai programmi di informazione televisivi e radiofonici online.

Chi sperava di poter seguire Netflix, Now TV, Rai o Mediaset mentre si trova in altri Paesi europei, dovrà mettersi il cuore in pace.


61

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mondo

Anche se passava continuavi lo stesso,la regola valeva solo negli stati membri della ue

Mondo

Comunque se usi i dati cel in roaming il catalogo rimane quello italiano

scasti

Chiarissimo. Quindi hanno bloccato il passaggio della nuova normativa! Avevo inteso che avessero abrogato la norma attuale. Grazie.

Matteo

non è questione di botta, ma che se vai all'estero vedi le serie e film di cui netflix detiene i diritti in quello stato, e li vedi anche in italiano. es house of cards

Nicola Buriani

Nessuno può ovviamente bloccarti se utilizzi un servizio disponibile nel Paese dove risiedi (cosa c'è scritto sul tuo passaporto non è rilevante).
Il punto è che la novità doveva consistere nella possibilità di vedere lo stesso catalogo anche dall'estero, quando ci si sposta per vari motivi.
Così hanno affossato tutto e come hai ricordato tu non puoi proprio guardare programmi Rai, Mediaset, La7 o Sky perché di fatto bloccano tutto per la questione dei diritti.

Oliver Cervera

Due scelte:
- VPN + abbonamento comprato legalmente
- Streaming illegale
Certo però che siete cani se fate così, vi meritate una bella percentuale di streaming illegale (e mi sto riferendo ai detentori dei diritti, sono loro che bloccano queste mosse)

scasti

Ma con netflix come funzionerebbe scusate? Io ho attivato l'abbonamento in Italia e lo pago con carta di credito italiana e sono sempre riuscito a utilizzarlo senza problemi anche se vivo in Francia. L'unica nota e' che giustamente qui ricevo l'offerta di Netflix Francia. Dall'articolo non si capisce cosa succedera': non potro' piu' utilizzare il mio account? O dovro' modificare il tipo di pagamento con un metodo localizzato qui? Comunque per gli altri mezzi di diffusione confermo che da sempre Rai Play in pratica funziona solo con i telegiornali e la prova del cuoco (se ci fosse qualcuno che veramente la guardasse ancora) e mediaset premium completamente bloccato.

Bastia Javi

Vai su " lemigliorivpn punto com" , tutorial,recensioni, comparazioni, guide sui vpn e l'uso con servizi di streaming e non.

Sciencefun

Certo. Si vede che i film che ho visto erano ok con la licenza. Botta di cul0

Sciencefun

A ecco.

peyotefree

Caro e vecchio streaming illegale.
E funziona tutto

zampemo

Oppure si dovrebbe prevedere una sorta di "stop" temporaneo dell'abbonamento pagato così da non subire, di fatto, una perdita..

Giulk since 71'

Come già detto molte e molte volte, l'Europa unita esiste solo sulla carta e per chi ci crede, di base sarebbe una bellissima cosa, se esistesse, invece la verità è che è solo un terreno fertile per lobbisti dell'ultima ora

takaya todoroki

però una cosa non esclude l'altra ;)

takaya todoroki

ma l'HD italiano da 8TB pieno di film funziona perfettamente ovunque

Andhaka

Sui vari siti dei provider di VPN ti spiegano tutto... IPvanish me l'hanno consigliata in tanti.

Cheers

an-cic

e meno male che quei lobbisti ci sono e sono ufficiali... preferivi il vecchio sistema delle mazzette sottobanco?

Svasatore

E difatti la pizza italiana in Francia non si trova.
Ti tocca prendere quello che il Paese offre.

takaya todoroki

sto pagando li diritto di visione, non mi pare difficile da capire.

il luogo in cui mi trovo momentaneamente non può e non deve limitare il mio diritto.
Le beghe interne fra detentori non sono affari miei.
Sono sempre io, vivo in Italia e vedo, vado tre giorni in Francia devo continuare a vedere, non mi pare difficile da capire.
E se non lo capiscono si torna alle chiavette USB che, come dicevo, questi vincoli non li hanno.

Febiz

Un po' come dire che se sei abbonato alla tratta aerea Roma-Milano non puoi volarci da New York, ma se possiedi un aereo privato (o ti imbuchi in quello di qualcun altro) invece sì.
Il segreto sta nel capire per cosa si sta pagando.

takaya todoroki

E' un implicito invito ad usufruire di ciò che regolarmente non si paga ;)

Armillotta Matteo

Che tristezza, uno non è nemmeno libero di usufruire di ciò che regolarmente paga, fuori dai confini del proprio paese -_-

Fab Pell

E vabbè.. continuerò a scaricare la roba come ho sempre fatto. Anche perché qua in Usa la Rai via satellite mette roba vecchissima. Il giorno dopo una bella con, qualche plugin e hai la puntata scaricata.

Matteo

ma netflix l'hai provato all'estero? se si non hai bisogno di una vpn, variano i diritti in base al paese, ma l'account è unico

Mauro B

Pochi giorni fa si parlava dei 30.000 lobbisti che vivono e lavorano a Bruxelles, davvero pensavate rubassero lo stipendio?

takaya todoroki

la aggiri via VPN finchè gli ISP non si mettono a filtrare/limitare anche quelle

takaya todoroki

Eppure sono quasi sicuro che la chiavetta USB su cui si scaricano i film funzioni anche all'estero, eheh

Masterpol

bah io ho il nas qnap ed ho attivato la vpn
quando sono in giro anche all'estero mi collego con la vpn e vedo tutto quello che voglio senza limiti!

AC MILAN

Ma perché da circa 2 mesi e più devo ogni volta loggarmi su disquit...???

Luca Vallino

hahahahahahaahhaha

al404

in teoria però se il client si connette ad un server VPN connesso ad una linea non filtrata dovrebbe navigare come si naviga dal server, bisogna anche capire se c'è un reale vantaggio perchè da quanto ho capito alcuni sito si dovrebbero caricare più velocemente ed altri vengono penalizzati.

Dato che Google è contraria e non voleva che questa legge venisse approvata, lato indicizzazione non dovrebbero esseri penalizzazioni.

LAM

Quello è vero, una volta che pago per un servizio devo poterne usufruire in tutto il mondo ma da questo lato come vedi va sempre di m3rd4

carlo994

Ma io sono residente in Italia ero solo in vacanza in Francia

gioka

Perchè avere fare abbonamenti e sbattimenti in più e pagare un servizio che non dovrebbe essere necessario?

ghost

Dipende da dove sta il fltro

LAM

Ma con una VPN da pochi euro l'anno si bypassa praticamente quasi tutto

ghost

Scusa ho sbagliato io cit.

Xing Yang Ming

Money talks!

Svasatore

Perché sei italiano in Italia. Se sei all'estero non puoi farti l'abbonamento Mediaset premium.

Svasatore

E quindi?
Che cattivone.

ice.man

il motivo per cui la leggge non è passata è che le barriere nazionali fanno comodo ai monopolisti dell'erogazione dei servizi
Da una parte i produttori di contenuti che fanno aste per ogni nazione
dall'altra i distributori di contenuti che preferiscono tenere sacche a maggior reddiitività probabilmente la stessa SKY vende gli stessi pacchetti di cannali ad unn prezzo X in Germania e magari ad un prexxo 5X in Itlia
.
in realtà sarebbbe bastato mettere un vincolo di 60-90gg/anno (sulla falsariga di quanto fatto per il freeroaming EU) per l'accesso dall'estero
oppuure fare una cosa progressiva e partire da 30gg/anno e dare la possibilità ai distributori dei servizi di auenttare questo numero di gg fino a 90 con un sovraprezzo
e dire che è strano
i parlamentari EU dovrebbero essere i priim "consumatori" insteressati a poter godere dei prorpri abbonamenti anche quando si spostanno dal proprio stato alle sedi di Bruxelll e Strasburgo

Tony Musone

Ahahahahah

Pip

Wut?

Tony Musone

La brutta notizia è non l'aver capito che ora sei obbligato a cambiare catalogo

vincy

Spiace ma quelli che ci governano non vogliono l'unità europea.

Ringraziate i Salvini e i Grillo di turno...

GioB

Prima annunciano una cosa e poi fanno il contrario, che poi alla fine si tratta di contenuti visibili con un abbonamento,sarebbe stata una comodità in più,ma non credo che smuova tanti soldi,anzi, sapere di poter usare sky/premium/altro all'estero può essere un motivo in più per abbonarsi
Boh

Nick126

Intanto... https://uploads.disquscdn.c...

Snake

Io il weekend scorso ero in Germania, e Netflix mi bloccava la visione (mi diceva che stavo usando una vpn)

Snake

Anche io lo scorso weekend ero in Germania in vacanza, e netflix mi diceva che stavo utilizzando un proxy impedendomi l'utilizzo..

teo-f78

Ottima notizia, quando sono all'estero preferisco cambiare catalogo !

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB

Samsung QLED TV 2018: le principali novità nella nostra anteprima | Video

Sony Alpha 7 Mark III provata per voi: primi scatti e Video anteprima

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?