Gibson in difficoltà economiche: $500 mln di debiti in scadenza a breve

20 Febbraio 2018 503

Gibson sarebbe sull'orlo della bancarotta, stando a quanto riporta il giornale statunitense Nashville Post. La leggendaria società, nota soprattutto per le sue chitarre e bassi elettrici (ma che tra le altre cose è proprietaria della divisione audio di Philips e di una larga quota azionaria di Onkyo), avrebbe debiti per circa 500 milioni di dollari, ripartiti tra 375 milioni di dollari in obbligazioni e 125 milioni in prestiti bancari. Entrambi sarebbero in scadenza verso luglio, e trovare i fondi per rimborsare i creditori sembra molto difficile - tanto difficile che il nuovo direttore finanziario Bill Lawrence, assunto meno di un anno fa, si è già dimesso.

L'amministratore delegato e proprietario Henry Juszkiewicz si sta impegnando per racimolare i fondi necessari a coprire i debiti, ma il tempo è poco. Al momento, si dice che le principali opzioni a disposizione di Juszkiewicz siano tre: saldare i debiti vendendo le proprie azioni, ottenere nuovi finanziamenti oppure dichiarare bancarotta. In ogni caso, gli esperti ritengono che allo scadere dei debiti il controllo di Gibson finirà in mano a qualcun altro.

Il rock conta sempre meno: non c'è sufficiente ricambio generazionale di chitarristi

Il settore della chitarra elettrica, e più in generale della musica rock a cui principalmente lo strumento si abbina, è in difficoltà da anni. Nemmeno Fender, "l'altro" grande produttore, se la passa bene: qualche anno fa ha dovuto addirittura rinunciare ai propri piani di quotarsi in borsa. L'appeal della chitarra elettrica è diminuito nel tempo: le leggende del rock della vecchia generazione non sono state sostituite da altrettante band giovani, e nelle classifiche dei dischi più venduti/ascoltati ad oggi il genere è ormai in netta minoranza.

Negli ultimi anni, Gibson ha compiuto alcuni tentativi di rinnovare i propri prodotti in chiave tecnologica, ma nessuno di questi ha avuto successo. In ogni caso, nelle scorse ore Gibson ha commentato la notizia con un comunicato stampa, dichiarando di aver avviato una nuova strategia commerciale che riporterà la società in vetta, permettendole di conseguire "il miglior risultato finanziario della sua storia entro il prossimo anno", e di "ripagare interamente i debiti entro pochi anni". Il piano, realizzato in collaborazione con la banca Jeffries, include la monetizzazione di proprietà e altre risorse finanziarie, e lo stop ai prodotti che non raggiungono il livello di successo sperato.


503

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Massimo Carra

gli Oasis si...

TLC 2.0

suona da di0 ma non canta, quindi non puoi inserirlo come esempio..potresti inserire Slash, Dave Grohl, Ed Sheeran, l'immenso Miles Kennedy, Dodi Battaglia, Keith Richards e tanti altri..tutti grandi chitarristi che cantano anche, ma Santana no..è uno dei migliori chitarristi al mondo, ma non canta mai

Luke_Friedman

Mi dispiace ma li ascolto tutti, alcuni di loro li ho visti anche in concerto... Solo che sei troppo chiuso mentalmente per capire che dall'altra parte ci sono altrettanti artisti che sperimentano con soluzioni atipiche e valide su vari livelli, e non sto qua a farti la l'elenco perché sembrerei solo un dodicenne con sindrome d'onnipotenza come lo sei sembrato tu

Francesco Vitti

Si ma intanto una Epiphone Zakk Wylde ha i pickup EMG e le finiture curate e non costa 400 euro. Poi Epiphone ha fatto la storia quando faceva strumenti prodotti in USA prima di essere spostata in Asia dopo essere comprata da Gibson. Il mio discorso è riferito a chi paragona le Les Paul standard alle Gibson, nessun artista usa le Epiphone da 400 euro

Luigi Fontanella

.noisia....macklemore non sono proprio rock

E K

Qua ti quoto, il ragionamento é arrivato ad un buon punto di unione.

Marco

Sono anche d'accordo sulle troppe produzioni e potremmo anche aprire un discorso su quanto sia facile, oggi, non solo prodursi da soli, ma anche gestirsi nella distribuzione, affidandosi al digitale. Questo forse ha portato il fruitore a dover essere in grado di scremare, da solo e forse con meno mezzi di prima, tra le tante proposte di nullo valore artistico e le poche meritevoli.

Prima era più facile, tornando a Bob Dylan, ma sono convinto che il suo reale valore artistico non si sarebbe mai perso nei meandri del "troppo" odierno, anche se forse avrebbe fatto più fatica a venire fuori. Forse sono ottimista, magari no, ma anche oggi ci sono ottimi artisti che ce la fanno.

In ogni caso, no, la tecnica non è il solo modo per emergere. Ci si può anche evolvere, ad esempio, usando gli strumenti in maniera non convenzionale. Chi è in grado di farlo, gli avanguardisti, sono coloro che seminano ciò che verrà raccolto dai posteri. Un esempio lampante: i Velvet Underground, la cui influenza abnorme è ancora oggi ben viva in numerose band.

Matt Ds

i foo fighters sei troppo gentile ad inserirli vicino a questi altri grandi... a parte primo album,e qualcosa del secondo. detto cio', come ti ho detto altrove, questi citati sono assolutamente pregevoli, ma alla fine tutti catalogabili piu' o meno nel rock ed in vati sottogeneri di rock, a parte, forse Massive Attack, e lui diceva che tutto il rock e' buono, persino oggi.

Matt Ds

decisamente no, ma non hai capito il commento: io invece ho letto altri tuoi qui, e concordo sulla grande dimensione artistica di moltissimi autori moderni (post 80 e post 90) da te citati, ma qui rispondevo a lui che "insultava" generi specifici, non a tutta la musica "moderna" e contemporanea.

E K

Sul punto 1, non so quanto sia suo e quanto sia una distorsione di cose altrui, vero é che non si siede a scrivere sullo spartito.
Sulla seconda, ho poche e pallide esperienze della cosa, fatte piú di 10 anni fa. Non é difficile, ci vuole solo voglia e tempo, poi per fare qualcosa di professionale, ci vogliono prodotti mediamente costosi. Che la maggior parte delle persone non vuole comprare.

E K

Nel qual caso rientrano nell'annovero degli sperimentatori che hanno fallito.

E K

Qua il discorso si é impantanato, altrove no.

E K

Io parlo di tecnica compositiva, Bob Dylan, giustamente citato compone senza particolare tecnica ma é rappresentativo di un'epoca, giustissimo e vero.
Stiamo sviando il discorso alla base peró.
Facciamo un esempio, al secolo di Bob Dylan,
se tutti quelli che, sapendo suonare, avessero inciso canzoni e si fossero presentati parallelamente a lui, sarebbe stato possibile in un mare enorme di offerta, dare il giusto riconoscimento a lui e scremare tutti quelli con capacitá tecniche simili e assenza di contenuti?
Perché é quello sta succedendo ora, troppi producono solo perché possono farlo, ma non si chiedono se devono farlo (semicit.), intasando il mercato e togliendo l'attenzione da chi la merita. Evolversi (tecnicamente) é il solo modo per staccarsi dai millemila che possono fare le stesse cose e affollano il mercato.
Un tempo non era cosí, ci si poteva concentrare sui contenuti (Dick Dale non avrebbe avuto una chance, per esempio).

Davide Faoro

Purtroppo il problema è proprio questo... Uno è eccezionale e potrebbe fare vera arte musicale ma per mangiare bisogna scendere a patti con la canzonetta commerciale

Davide Faoro

Il primo che mi viene in mente, non perchè migliore di altri, è Santana

Davide Faoro

che poi anche lì, a me bastano 3 note di Walter/Wendy per farmi venire la pelle d'oca, vedi inizio di Shining!

Davide Faoro

non so, se guardi Jonny Greenwood dei Radiohead mentre campiona dal vivo con le sue diavolerie elettroniche c'è tutta la sua passione e capacità musicale

Marco

Sì, ma - e ripeto - è un discorso che vale solo per ciò che concerne il lato tecnico, di un musicista. Come ti poni al cospetto di Bob Dylan? Non mi risulta le sue siano composizioni complesse, ma lo si può definire "orecchiabile" e "accessibile" e di "facile diffusione" e "fa più denaro"? Non scherziamo, su.

Il problema di - e mi pare di intuire tu ne faccia parte - ama molto il prog, è il lasciarsi affabulare dal tecnicismo, che spesso è fine a sè stesso, tranne per le band che avevano davvero qualcosa da dire, in quel genere. E si arriva al punto di considerare 'inferiore' tutto il resto, perché troppo semplice.

Ma, santo cielo, Leonard Cohen è D1O e i Genesis sono orribili, ahahahahah!

Marco

Mai detto questo, ovviamente, ma se ne hai bisogno per uscirtene, va bene.

Marco

Ma composizione ed esecuzione sono due cose diverse. Posso alzare le mani al cospetto delle abilità esecutive delle tante ed inutili band prog del mondo, ma la composizione è un'altra cosa. E spesso questi meri esecutori hanno le abilità compositive del cane rex.

Luigi Fontanella

Mi dispiace deluderti ma non é del tutto vera la tua affermazione per due motivi 1) non é vero che tutto quello che produce é una campionatura di qualcun'altro molte melodie per quanto definirle tali sia coraggioso le crea lui 2) hai mai provato a unire campionamenti suoni etc etc se fosse così semplice lo farebbero tutti ... Lui lo fa meglio di altri ....e tutto questo alla fine della storia produce musica che ti possa piacere o no è il mixer è è il sequencer e vari software sono strumenti musicali

E K

Guetta é uno dei peggiori esempi di quello che intendo,
lui si piazza davanti a mixer, sequencer e campionatore e crea loop.
Fatto quello, fatto tutto. Non si deve sbattere, prende roba di altri, mixa e manda in loop.

Marco

Conosco bene l'espressione idiomatica "dove li mettiamo", ovviamente, ma dato che il tuo intervento mi risulta in risposta ad un mio post dove non cito i Beastie Boys, direi che sono piuttosto confuso.

Sostieni che ho dimenticato i Beastie Boys? Beh, no, in un altro post poco più sotto scrivevo:

"Ovviamente è un peccato per te, non per il genere, che di Artisti con la A maiuscola ne ha avuti e sono sotto gli occhi di tutti: Public Enemy, NWA, Beastie Boys, Run Dmc, 2PAC, A Tribe Called Quest."

Sostieni, altresì, che ho inserito i Beastie Boys in un genere che a loro non compete? Beh, no, credo non si possa scrivere una loro biografia senza usare i termini "Rap" e "Hip-Hop", a meno che non si voglia scrivere MALE una loro biografia.

Ergo, illuminami.

E K

Ad onor del vero si. Mi piacciono molto, ma compositivamente sono primordiali.
Per farti un esempio, ora sto ascoltando "painting my horror" e per quanto i Nirvana siano trainanti, compositivamente c'é un abisso, e gli Arcturus non sono nemmeno tanto complessi come composizione, diciamo che sono una via di mezzo verso il basso.

E K

Assolutamente no, adoro tanta musica contemporanea (Patton tra gli altri), il discorso é che un tempo la produzione era minore perché fortemente limitata dal costo, ora per contro tutti possono teoricamente fare musica e venderla sui canali online, il livello medio si abbassa inesorabilmente, cio non toglie che ci siano tuttora produzioni spettacolari, bisogna saper discernere.

Luigi Fontanella

E' una proposizione utilizzata nel linguaggio italiano che non prevede una risposta perchè se ne suppone il concetto legato all'affermazione precedente....

Marco

Non lo so, dove li vuoi mettere?

Luigi Fontanella

non capisco se mi hanno cancellato il commento quindi in caso rispondo di nuovo....intendo dire che gli artisti citati sopra sono artisti post 80 e di vari generi e dai tuoi commenti sembra che la musica dopo un certo anno non abbia più avuto rappresentanti in grado di esprimerla

Luigi Fontanella

i nirvana sono da annoverare alla musica dalla veloce fruibilità visto che suonano 4 accordi?

Luigi Fontanella

perchè sembra che tu stia dicendo che oggi la gente ha messo da parte gli strumenti musicali .... ma come fanno a creare la musica senza strumenti musicali? "tutto e subito senza doverci pensare"? non è che david guetta(musicista che a me non piace) si sveglia la mattina e trova le tracce nella calza come alla befana..

E K

Oggetto che emette suoni a particolari frequenze (non casuali e predeterminabili) tramite percussione o vibrazione effettuate da parte del musicista.

E K

Aiutami a capire il tuo commento, questi sono buoni o cattivi esempi?
Perché Devin Townsend e Thom Yorke non si toccano! Li si venera!

Luigi Fontanella

definisci strumento musicale

Luigi Fontanella

oppure siete troppo vecchi e conservatori per avere il coraggio di ascoltare anche il nuovo e capire che il mondo è andato avanti anche senza di voi

Luigi Fontanella

radiohead....primo album degli alt-j....massive attack.....se vuoi vado avanti....strapping young lad.....come back kid.....noisia....macklemore.....the black keys......foo fighters

Luigi Fontanella

HEI HEI e dove li mettiamo i Beastie Boys eh?

E K

La maggior parte delle persone del mondo non se ne intende, e sicuro neanche io me ne intendo tanto quanto vorrei. Chi condivide il mio giudizio, mica "se ne intente" automaticamente.
Il discorso "composizione musicale", al netto di piacevolezza del suono o orecchiabilitá del brano, é matematicamente valutabile. Esiste una composizione complessa, che richiede conoscenze musicali e capacitá elevate (esempio rock Tarkus degli EL&P, esempio classico la 5° sinfonia di Beethoven), ed esiste una composizione musicale super semplificata, che produce in genere brani di facile percezione e facile diffusione, roba molto orecchiabile, ovvia, che chiunque riesce a capire ed accettare, senza bisogno di impegno (esempio pop la canzone del sole, esempio hiphop without me di Eminem).
In questa seconda "fetta" di prodotti, ci entra praticamente tutta la musica da discoteca ed elettronica (sia buona che scarsa) oltre ad un'enorme fetta di musica pop e rock. Fatto 100, questa roba é 70.
Le produzioni piú impegnative (che non per questo sono automaticamente piú belle o orecchiabili) sono principalmente musica da camera, jazz, rock e blues, con pochissime eccezioni provenienti dal pop (Mike Oldfield é un esempio per tutti). Tutti gli altri generi, non si sprecano perché i brani piacciono di piú quando sono facili, e fanno piú denaro.

E K

ahahahah questa é b4stard4 ma vera, in ogni campo di applicazione.

E K

Ma mica é la chitarra importante, qui si parla di Mark

E K

Hai ragione, roba come Emerson Lake and Palmer, Deep Purple, Dream Theater, Porcupine Tree, Pink Floyd, Opeth, Jimi Hendrix, Led Zeppelin etc etc etc sono robetta vero?
Fammi cambiare idea, provaci...cosí ti abitui al fallimento.

franky29

Chitarra letale 5

franky29

Più che altro direi che la diminuzione dell'interesse ha una semplice risposta, non ci sono artisti che la fanno

franky29

Canto di draghi, di saldi, di fughe......

franky29

E j ax una volta

franky29

Caparezza rulezzzz

Massimo Carra

o disevolutivo...

Massimo Carra

vay è ibanez!

Massimo Carra

lascia stare epiphone,produce ottimi strumenti,ha fatto storia e molti professioniste le utilizzano!squier einvè in gradini di distanza da fender e cmq a parità di prezzi da epiphone!comprati una zack wilde epiphone e suonale,rimarrai sorpreso!

Leslieeee

Leslieeee

:D :D

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Recensione Sony Alpha 7 III: provate a prenderla!