TV OLED LG 2018: nuovi dettagli sulla gamma

18 Marzo 2018 94

Dagli Stati Uniti giungono maggiori dettagli sulla gamma TV OLED 2018 di LG. I nuovi modelli sono stati presentati nel corso di una corposa sessione con la stampa specializzata. Iniziamo dal supporto HDR. Come già sappiamo gli OLED LG supportano i formati HDR10, Dolby Vision, HLG e Technicolor. Per i formati sprovvisti di metadati dinamici (le informazioni che permettono di adattare la resa fotogramma per fotogramma) è possibile ricorrere ad una funzione che applica il tone mapping (l'elaborazione che adatta i contenuti alle reali capacità dei TV) in maniera dinamica.

LG OLED C8

Questa elaborazione può essere abilitata tramite apposite voci nei menu e risponde al nome di HDR10 Pro e HLG Pro (ricordiamo che questo formato non prevede l'uso di metadati in origine). Un'altra novità riguarda le impostazioni video: è ora possibile copiare i settaggi a tutti gli ingressi. É stata inoltre confermata la possibilità di ricorrere al black frame insertion per la compensazione del moto.

La gamma 2018 potrà gestire l'audio in Dolby Atmos direttamente tramite gli speaker o le soundbar integrate. Chi possiede un impianto audio dedicato potrà scegliere di inviare il segnale tramite HDMI eARC (Enhanced Audio Return Channel). Questa funzione permette di semplificare i collegamenti ed è utile per sfruttare funzioni altrimenti non disponibili. L'esempio più diretto è lo streaming in Dolby Atmos tramite l'app Netflix integrata in webOS: senza eARC sarebbe impossibile ascoltare il formato Dolby con un impianto dedicato.

Calibrazione automatica dei TV OLED LG

Concludiamo con le funzioni di calibrazione automatica. I TV possono interfacciarsi con i PC dotati del software CalMAN. Per la connessione si potrà sfruttare anche il Wi-Fi. Sono necessari uno strumento di misura e un generatore di segnale, funzione che può essere svolta anche da un PC. A differenza di altri sistemi, che utilizzano gli stessi controlli disponibili in modalità manuale per la calibrazione dei TV, il sistema di LG opera a livello hardware.

Questa caratteristica permette di oltrepassare alcuni limiti. In HDR sembra ad esempio possibile intervenire su tutte le impostazioni prima che il TV applichi il tone mapping, cosa normalmente impossibile con i controlli manuali. I tempi necessari per la procedura sembrano essere piuttosto ridotti: i presenti alle dimostrazioni parlano di "minuti" per una calibrazione completa.

Per tutte le informazioni sui modelli che compongono la gamma OLED 2018 di LG vi rimandiamo a questo articolo.


94

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giovanni

HDR10 e Dolby Vision insieme ma siamo sicuri? :)
Io so che sono concorrenti

disqus_FUYdyjizdH

giuseppelarenza why

Vincenzo

avevo firmato anche io giusto per fare numero :), sul dolby atmos può anche essere più una cosa hardware, potrebbero anche dire che manca qualcosa a livello hardware sulla scheda audio però per quanto riguarda le porte HDMI sono proprio dei cani morti se non le aggiornano, credo proprio che sia perfettamente compatibile la 2.0 per supportare la eARC

Jarman

Avevo partecipato a una raccolta per l'aggiornamento della gamma 6 (niente Dolby Atmos) e nonostante oltre 3700 firme LG non si è mai pronunciata. Alla fine ho risolto con una Xbox One X.

Vincenzo

The following are the results of the white balance and colorspace calibration on our unit. They are provided for reference, and should not be copied as the calibration values vary per individual unit even for the same model and same size as the TV we reviewed due to manufacturing tolerances. If you want to try them you will need to enter all values shown, as all of them are active at the same time. If you end up with worse picture quality, simply reset them to the default values.

Nicola Buriani

I valori della calibrazione media fatta in fabbrica?
Solo il produttore potrebbe fornirli, posto che anche in quel caso vengono sicuramente misurati un tot di esemplari e poi si presume che si comportino più o meno tutti così, cosa che non sempre accade.
Per il resto non può esistere una calibrazione più o meno perfetta se non si interviene sul singolo esemplare: al di là delle variazioni inevitabili ci sono sempre le questioni ambiente e catena video, se non tieni in considerazione nessuna delle due per forza di cose ti troverai con impostazioni che in vari casi non saranno mai perfette.
Approssimi sulle variazioni dei pannelli, approssimi sulle condizioni dell'ambiente e approssimi anche sulla catena video: in alcuni casi ti andrà anche molto bene, in altri per forza di cose ti andrà molto meno bene, è logica stringente ed è il motivo per cui non serve a niente copiare i settaggi altrui.
Più aumenti il livello di precisione più devi cucire la calibrazione per quel preciso impianto.
Se vuoi essere quasi perfetto non puoi approssimare, bastano un paio di tocchi sbagliati nel bilanciamento del bianco per peggiorare la situazione di partenza, lo vedi tarando soprattutto quando vai ad agire su determinati valori (il verde in molte condizioni fa presto a tirare fuori un errore visibile ad occhio, dato che è la componente cromatica nettamente più luminosa).
E sbagli di grosso se pensi che vendano prodotti senza errori visibili: di modelli con DeltaE sotto il 3 su tutto (bilanciamento, colori, gamma) praticamente non ce ne sono e 3 è la soglia oltre la quale l'errore è visibile ad occhio.
Ma è giusto così: con una calibrazione di fabbrica non fatta su ogni pannello pretendere una precisione assoluta o quasi non è logico, potrebbero magari fare anche di meglio perdendo più tempo per estrapolare una media, ma sarebbe un costo che da qualche parte andrebbe poi recuperato e per cosa?
Per offrire uno spunticino in più che non farebbe differenza per nessuno: l'utente inesperto non se ne accorgerebbe nemmeno, l'utente esperto farebbe comunque una calibrazione in proprio per spremere il massimo dalla sua catena video.
Faccio anche notare che le modalità pre-impostate davvero buone sono poche, proprio perché non è esattamente semplice estrapolare un modello, soprattutto se non si parla di visione da "cinema", in ambiente oscurato e che quindi di fatto considera una stanza completamente buia con zero riflessi dalle pareti (motivo per cui, in realtà, chi ha pareti o mobili bianchi potrebbe dover ritoccare anche questa: se ci sono troppi riflessi il gamma 2.4 può non andare bene), praticamente si considera un ambiente che non ha alcuna influenza, come in effetti capita con una stanza cinema dedicata.
Per le altri condizioni d'uso è un macello: stanza illuminata, ad esempio, non vuol dire niente, la quantità di luce che entra nell'ambiente non è di certo standard né si può fare una media.
Ripeto: stai semplificando enormemente la questione, ci sono persone che studiano da anni la calibrazione video, ti possibile che tutti, proprio tutti non si siano resi conto che bastava mettersi lì un attimo per fare calibrazioni con il copia-incolla invece di perdere tempo su ogni prodotto (nel professionale buttano via quintale di soldi quindi? Tutti a farsi calibrare gli strumenti di lavoro quando bastava fare la media?).
Io comincerei a pensare che se chi ci lavora con certe cose ha un certo approccio, forse sei tu che hai un'idea decisamente sballata della situazione.

Svasatore

E tu quella media la conosci?
Ovviamente bisogna prendere gli stessi pannelli.
Quello che dico io non é la ricerca della perfezione ma un settaggio che sia quasi perfetto. Alcuni pannelli lo saranno altri un pochino meno, ma tutti su altissimi livelli.
Lasciamo stare gli utenti finali.
Lo sai meglio di me che nella produzione non possono avere delle tolleranze visibili.
Altrimenti é fallato.
Non stiamo parlando di prodotti artigianali.

Non ci vedo assolutamente nessun limite nell'impostare degli ottimi valori pressori vendita.
Ne sono certo, vedremo sempre più TV avvicinarsi alla taratura perfetta già fuori dalla box.

Svasatore

Te lo richiedo: sei certo che il tuo pannello esca dalla stessa fabbrica?

Vincenzo

Il mio pannello NON È IDENTICO A QUELLO lo vuoi capire o no? ho già messo quei settaggi e il bianco non è bianco, non si vede bene ma CONTINUI A NON CAPIRE, guarda quanti parametri si impostano non hai la più pallida idea di cosa dici
https://www.rtings . com/tv/reviews/lg/c7-oled/settings

Svasatore

Il tuo pannello é identico a quello?
Come se le calibrazioni fossero diverse.
Saranno piccolezze che comunque sono ben migliori di quelle attuali.

Allora facciamo così: se fra qualche anno usciranno TV praticamente perfette verrai da me a scusarti in ginocchio.

Vincenzo

Senti o non capisci o non vuoi capire, se al mio metto i valori della calibrazione di Rtings si vede male, TI È CHIARO O NON TI È CHIARO QUESTO? (e non si parla di luminosità contrasto ecc ecc, ma punti ire ecc ecc) ogni pannello è diverso, TI È CHIARO ANCHE QUESTO? così come anche i motori, sono piccolezze ma ogni motore è diverso, c'è la mappa standard ma una ad hoc NON PUOI metterla su tutti i motori,le mappe si fanno sul banco rulli! No con il copia incolla, calibrare OGNI TELEVISORE che esce dalla fabbrica dopo 100 ore ,fare 3 calibrazioni, luminosa, buio, HDR porta via Tempo, poi arriva a casa del cliente e va a putt4n3 il lavoro perché l'ambiente è diverso quindi? Solo tempo perso, si fa prima a farla fare direttamente dopo SE uno vuole farsela fare, quella PROFESSIONALE! te l'ho detto in tutti i modi ma continui a dire che è un lavoro facile, pensala come ti pare .

Nicola Buriani

"Completamente diversi" lo hai scritto tu :).
Per il resto ribadisco: la domanda posta così non ha senso.
Se potessi sapere quanto variano le misure su 10 esemplari presi a caso, allora non avresti alcun bisogno di tarlarli uno a uno, è mera logica.
Se hai bisogno di tararli è perché non puoi sapere prima se e come varieranno le misure.
Il tuo problema è che stai affrontando un discorso senza averne le base, e perdonami ma si vede da lontano un chilometro.
Cosa c'entra ad esempio il fatto che esistano modelli tarati meglio di fabbrica?
Anche quei modelli non sono comunque tarati perfettamente e tranquillo, variano anche quelli da esemplare a esemplare, infatti se vai a vedere i grafici ti accorgerai che pur restando entro certi intervalli di precisione, le misure non sono identiche.
Deciditi quindi: vuoi parlare di tarature di fabbrica più o meno precise o di tarature eseguite a regola d'arte?
Non sono la stessa cosa: in fabbrica non puoi tarare tenendo conto dell'ambiente, della catena video e compensando ogni variazione tra esemplare ed esemplare.

Svasatore

Tarando 10 TV perfettamente identiche vuoi dirmi che che é probabile avere dei risultati completamente diversi con addirittura visioni distorte?

Di quant'è la percentuale di variazione fra le specifiche dei pannelli?

In quello che sostengo ci vedo una logica e il tempo lo dirà.
Se avremo sempre più TV vicine ad una taratura perfetta, credo che tutti sapranno chi sta sostenendo l'argomentazione più intelligente.

Così tanto per informazione ci sono stati modelli in cui era riconosciuto che un determinato pannello presentava già un'ottima taratura di base e in tutte le recensioni sostenevano la stessa cosa.

Nicola Buriani

La domanda non è logica: se i pannelli presentassero differenze prevedibili, non ci sarebbe alcun bisogno di tararli uno a uno, si potrebbero prevedere le devianze e basterebbe fare una media.
E continui a non prendere in considerazione ambiente e catena video.
Tra l'altro una risposta l'hai già avuto: ti ho già fatto l'esempio di due TV in cui gli scostamenti vanno in direzioni opposte, se li tari entrambi allo stesso modo crei errori visibili a occhio nudo.

Svasatore

Il tuo discorso fila se mi sai dire di quanto differiscono i parametri di 10 tarature professionali fatte dalla stessa persona per lo stesso ambiente nelle stesse condizioni e con pannelli identici provenienti dallo stesso produttore.

Se non mi sai dare una risposta il ragionamento che fai non lo puoi sostenere, poiché se i valori sono praticamente identici li puoi benissimo impostare dalla fabbrica.

Svasatore

Allora o parliamo due lingue diverse oppure non vuoi capire.
Sto parlando con te, quindi evita di continuare ad inserire altre persone.

Prendendo il tuo esempio di rimappare la centralina va benissimo.
Se tu fai uscire le auto già con la mappatura nessuno avrà bisogno di farla fare tranne chi vuole proprio la perfezione.

Dimmi cosa non ti é chiaro nell'inserire i valori di una calibrazione a pannello rodato per diverse condizioni di luce?

Manco mi sai dire di quanto differiscono i valori di una calibrazione professionale fra uguali identici pannelli.

Questa calibrazione sarà nettamente migliore d'ora dove trovi dei valori sballatissimi.
Poi chi vuole si farà la professionale ma saranno come le mosche bianche. Mercato dei calibratori ucciso, più qualità per tutti e gratis.

Vincenzo

A te cosa non ti è chiaro, te l'ha scritto anche Nicola, la calibrazione professionale non è possibile farla!
Quello che dici tu già lo fanno e sono i vari profili ma non è la calibrazione professionale, è come quando compri un auto, ha la stessa centralina di migliaia di auto, dopo x Km la fai rimappare e si personalizza su quel quel motore, stesso discorso per la calibrazione! Il tecnico che viene a casa personalizza i colori sul tuo pannello che si è rodato, a casa tua in quella stanza con quella luce ecc ecc, è un servizio che costa, PROFESSIONALE infatti mica tutti fanno calibrare i TV a molti magari neanche importa e bastano i profili standard

Nicola Buriani

É quello che fanno già tutti: non a caso sui TV Samsung, ad esempio, trovi la modalità video Standard, che è per ambienti mediamente luminosi.
Le Cinema, Film o Esperti sono generalmente per visione al buio.
Nessuna è perfetta però né si può definire professionale (un professionista che tara facendo una media, anziché intervenire su ogni pannello, deve cambiare mestiere).
I produttori si comportano così perché fare una calibrazione certosina su ogni esemplare porterebbe via troppo tempo e avrebbe un impatto significativo sui prezzi.
Inoltre resterebbero comunque problematiche non risolvibili: in fabbrica non possono tarare tenendo in considerazione l'ambiente di chi comprerà il TV, non possono tarare tenendo in considerazione ogni possibile catena video e sicuramente non possono mettersi a fare almeno 100 ore di rodaggio per tutti gli OLED.

Nicola Buriani

Non c'entra niente la percentuale di scostamento.
Il punto è che i pannelli non sono tutti uguali e se li tari tutti uguali, senza tenere conto dell'ambiente di visione e della catena video, parlare di calibrazione professionale non ha nessun senso.
Di professionale non avrebbe proprio niente.
Esempio banale: hai un TV che eccede il rosso del 5% e una che manca di rosso per il 5%.
Se le tari allo stesso modo porterai una delle due ad avere un errore del 10%.
In pratica hai peggiorato la situazione invece di migliorarla.
Lo ripeto ancora: tutti i TV vengono già tarati facendo una media, lo fanno già, sono le modalità video pre-impostate, non c'è niente da cambiare, è già fatto così, lo fanno tutti.
Chi vuole di meglio deve imparare di persona o ricorrere a tecnici, si migliora visibilmente in molti casi perché è tutto cucito a misura (anche le sorgenti possono cambiare un po' i valori, non è ininfluente quello che si collega a un TV).
In HDR è specialmente vero perché per ora è tutto molto approssimato, quindi un occhio esperto che si mette a regolare di fino tira fuori qualcosa in più (si evitano di bruciare i dettagli sul bianco e/o si ottiene un'immagine globalmente più luminosa).

Svasatore

Le varie aziende avranno una percentuale standard di scostamento della qualità.
Penso e so che é bassissima.
Premesso questo tu tari il TV con la media dei valori che hai.
Alla fine ti ritroverai con un TV quasi perfettamente settato.
Chi vuole di più pagherà un tecnico.

Capirai, adesso secondo te i setting like mettono a caso?
Sul costo totale Delle TV non é nulla fare Delle tarature professionali.

Visto che tu sei esperto e avrai fatto molte tarature mi potresti dire fra due TV uguali e con lo stesso pannello di quanto si discostano i valori di una taratura professionale?

Svasatore

Ok io dico di fare una calibrazione professionale per un ambiente standard e poi al massimo farne altre 3 o 4 per altri ambienti.
Il tutto per un centinaio di tv.
Poi si fa una media e si inseriscono questi valori sulle TV in vendita.
Difficile?

Svasatore

Ma chissenefrega di quello che posso fare io!
Io dico che le varie aziende devono fare una calibrazione professionale per poi inserire quella calibrazione a tutti gli schermi.

Cosa non ti é chiaro?

Antsm90

Sempre meglio avere una (utilissima) funzione in più che non sfrutterai mai piuttosto che non averla proprio

Antsm90

Chissà se il black frame insertion può dare benefici contro la ritenzione dell'immagine

Nicola Buriani

Uscita anticipata rispetto al solito, almeno per una o due serie.
Non le terrei troppo in considerazione però, dato che anche l'anno scorso erano circolate per un breve periodo.
Il fatto che non ci sia stata alcuna presentazione per l'Italia mi porta a pensare che l'uscita non sia imminente (ma del resto non so quanto senso avrebbe far durare la gamma 2017 6-7 mesi).

Sagitt

per un utente semplice penso che non sia neanche effettivamente necessaria

Matteo Dabergami

E di..."ufficioso"? :D

Nicola Buriani

Niente di ufficiale.

Vincenzo

Forse non ci capiamo ma una calibrazione fatta con software calman e sonda è ben altra cosa da quello che puoi fare tu con un DVD e impostare contrasto luminosità ecc ecc,quello si è il minimo sindacale ma appunto una calibrazione professionale è un altra cosa

Nicola Buriani

Tu non hai mai effettuato una calibrazione, giusto?
Stai semplificando enormemente la procedura e parti da diversi errori concettuali.
Già pensare che la luminosità dell'ambiente si compensa con qualche tocco sulla luminosità dei TV è una convinzione completamente errata (cambia il gamma, quindi il bilanciamento del bianco, e va cambiata anche la saturazione dei colori).
L'ambiente influisce tantissimo, altrimenti non esisterebbero le tarature "giorno".

Nicola Buriani

Anche io parlavo di quella e le problematiche sono quelle che ho descritto.
I pannelli differiscono e possono persino divergere,
Magari su un esemplare hai un eccesso di un colore e su un altro sei in difetto.
Se li correggi allo stesso modo in uno dei due casi hai peggiorato le condizioni di partenza.
La media la fanno già, è così che tarano le modalità video pre-impostate.
Vuoi la taratura perfetta?
Paghi un tecnico, dalla fabbrica non sarebbe comunque cucita addosso al tuo ambiente e alla tua catena video (che non possono conoscere e non possono riprodurre).
Mettersi a tarare meglio ma non perfettamente non avrebbe senso, aumenterebbero i costi (l'attrezzatura e il tempo perso qualcuno li deve pagare per forza) e non avresti comunque un risultato ottimale.

Svasatore

Non ci siamo capiti.
Io parlo di taratura della fabbrica vicina alla perfezione.
Tutto questo funziona se i vari pannelli non differiscono molto fra di loro nella taratura e dubito che succeda, ci sarebbe qualche problemino.
Se una casa madre come oggi imposta certi valori potrebbe benissimo impostarne di altri.
Tara un centinaio di tv, magari 1000, rodate, fa una media dei valori e imposta quelli. Stop.
Scommettiamo che oltre il 90% sarà perfetto?
E di sicuro migliore di oggi, con un costo praticamente nullo.

Nicola Buriani

L'ottico passa i formati non lossless e l'ARC pure.
Per Atmos serve HDMI e sui TV eARC.

Nicola Buriani

Li senti con gli speaker dei TV, con impianti audio esterni no a meno di non passare per sorgenti separate.

Svasatore

Ancora. Ma co'è che non è chiaro?

La calibrazione che intendo io viene fatta con riferimento al pannello rodato.
La calibrazione che parlo io è quella che si avvicina di più ai colori perfetti di laboratorio.
Nicola non ha spiegato nulla, ha solo tentato un ragionamento molto ma molto fragile.
Se cambi ambiente non vedo dove stia il problema. Io ho una tv calibrata con i migliori colori? Da li abbasserò un pò la luminosità se mi dovesse servire, ma appunto nelle tv ci sono 3 o 4 setting e intendo fare anche quelli con un'ottima calibratura di fabbrica, magari 3 diverse, ambienti luminosi, medi e bui, poi sport e giochi, un po' com'è oggi.

Guarda che l'ambiente influisce in maniera molto blanda, un tv perfettamente calibrato ha bisogno di pochissime modifiche se lo sposti nei vari ambienti.
La calibrazione non è altro che un settaggio dei vari parametri che ci sono nel menù della tv.

Non ci vedo nessuna difficoltà nel far uscire una tv già ottimamente calibrata, ma proprio nessuna. Come ora impostano i valori possono allo stesso modo farlo in maniera più corretta.

Nicola Buriani

Esatto.
La calibrazione di base che non va malaccio c'è con le modalità cinema, ISF, THX o Technicolor (a seconda dei modelli e delle marche).
Chi vuole di meglio o impara a calibrare o paga un tecnico, scorciatoie non ne esistono.
É impossibile che in fabbrica possano mettersi a rodare i pannelli, calibrare a ciclo continuo tutti i TV che vengono assemblati per varie modalità e tenere in considerazione ambiente e catena video dell'utente (gli ultimi due passaggi sono letteralmente impossibili da prendere in considerazione).
Se anche facessero tutto al meglio nel limite del possibile, perderebbero così tante ore da dover per forza ritoccare i prezzi verso l'alto.
Riuscire a far passare il concetto che un TV più caro ma calibrato perfettamente è meglio di uno meno caro temo sarebbe difficilissimo, penso che molti preferirebbero il prodotto più economico e meno preciso.

Nicola Buriani

Chiama un tecnico ISF e sappimi dire se ne trovi uno che ti prende meno di 200-300 Euro per tarare 4 banchi, grosso modo.
Sono centinaia di Euro di spesa, del resto i tempi non si possono comprimere più di tanto e l'attrezzatura costa.
I TV vanno tarati uno a uno, la media è quella che fanno già adesso, non a caso copiare le impostazioni di altri è totalmente inutile.

Nicola Buriani

Assolutamente no, serve CalMAN.

Alessandro

Scusa l'ignoranza, ma quindi se avessi acquistato un tv della versione precedente, non sarei stato capace di vedere i film in dolby atmos?
Mi sembra strano...

Vincenzo

Ti posso assicurare, avendo già avuto 2 oled, b6 e ora c7 che l'immagine cambia già a occhio nudo dopo almeno 50 ore figurati con le sonde, questo per dire che se uno fa una calibrazione anche a pagamento è inutile farla subito perché poi sballerebbe tutti i valori, il difficile come spiega anche Nicola in un commento è che per fare una cosa professionale, se lo vendi come calibrato e ti fai anche pagare per questo, a TV montato, dovresti appunto spostare tutti i TV in altri ambienti, accenderli per x ore e poi avere personale per calibrarli TV per TV...una cosa ben diversa da una catena di produzione insomma... Ma alla fine tralasciando i profili preimpostati tutto questo è un non problema perché le calibrazione è meglio farsele a casa se uno vuole, vanno fatte anche in base all'ambiente di visione quindi tanto meglio chiamare un tecnico e via, è comoda la funzione aggiunta da LG e stop niente di più

Svasatore

Lo so che é un'altra cosa difatti io intendo proprio quella.
Mi spieghi dov'è il problema?
Tu stesso non mi sai dire di quanto variano i parametri tra identici pannelli calibrati.

Secondo me quasi di un nulla.
E per tararli basta impostare dei valori sui settaggi.

Il discorso del rodaggio non ha senso. Premesso che varierà di pochissimo in più di fabbrica ovviamente si calibrerà secondo il rodaggio effettuato.

Spiegami dove sta il difficile.

Che poi un pannello così appena uscito dallo scatolone si vedrà meglio di qualsiasi altra TV.

Non é che pre rodaggio il blu é giallo.

Vincenzo

Arrivano quasi calibrate ma quella fatta 'per bene' poi è un altra cosa specialmente se fatta poi anche per i contenuti HDR, con i pannelli oled poi è sempre buona cosa fare la calibrazione dopo almeno 50 100 ore dato che il pannello è organico e all'inizio non rende al massimo quindi sarebbe anche controproducente venderlo già calibrato, si dovrebbe vendere un pannello già rodato,poi calibrato,insomma non proprio una cosa 'facile'

Svasatore

Ma se si possono fare migliori di ora allo stesso prezzo perché non farlo?

Secondo me fra 2 o 3 anni succederà e i costi non aumenteranno, tant'è vero che ultimamente ci sono TV che arrivano quasi calibrate.

Aster

Esatto del o usb per una calibrazione fatta in casa senza pretese

Matteo Dabergami

La disponibilità per il mercato tedesco la danno per fine mese. Notizie per il mercato italiano?

Vincenzo

Non so, comunque la calibrazione poi bisogna anche saperla fare specialmente per HDR

delpinsky

Ma non andrebbe bene anche questo software OpenSource DisplayCAL?
https://displaycal .net/

Vincenzo

229 di sonda serve poi il software (che a sua volta andrà aggiornato)... Francamente per un privato che magari calibra un TV ogni 5 anni se va bene non credo sia conveniente

Vincenzo

Fanno sempre così

delpinsky

Visto che un calibratore decente come l'Xrite i1 Display Pro costa circa 229€, non potrebbero venderlo insieme alla TV a questo punto?
Poi un calibratore va attaccato al display oppure è meglio tenerlo a qualche cm di distanza per misurare gli eventuali riflessi derivanti dall'ambiente?

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Recensione TV Ultra HD Sony KD-65ZF9 Dolby Vision: Android TV finalmente vola

LG UltraWide e UltraGear: nuovi monitor per produttività e gaming | Video Anteprima

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento